PIEMONTE TORINO NUOVE IMPRESE DI IMPATTO FACILITOXTOPIEMONTE, TORINO: pubblicato "FaciliTO x TO" il bando per il supporto alla nascita di nuova imprenditorialità e allo sviluppo di imprese di impatto.

FINALITA’: Il progetto mira a sostenere lo sviluppo di progetti imprenditoriali innovativi, creativi, generatori di impatti positivi sul versante sociale, culturale, ambientale in grado di generare processi di rivitalizzazione in aree colpite da situazioni di impoverimento del tessuto socio-economico e nuova occupazione sul territorio.
BENEFICIARI: aspiranti imprenditori, micro e piccole imprese, esistenti o di nuova costituzione, localizzati, o che intendono localizzarsi entro la data di presentazione della domanda di agevolazione finanziaria, negli ambiti territoriali di cui all’articolo 2.2 dell' Avviso.

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI: elementi di innovatività di prodotto e di processo attivati; significativi benefici sociali, culturali o ambientali generati; qualità dell’attività artigianale proposta; operatività nell’ambito della sharing economy, internet of things, artigianato digitale, economia circolare, sostenibilità ambientale, sostenibilità alimentare; servizi ad alta professionalizzazione erogati.
DE MINIMIS: Le agevolazioni sono soggette al regime "de minimis". L’importo complessivo degli aiuti “de minimis” concessi ad un’impresa unica non può superare i 200.000,00 Euro nell’arco di tre esercizi finanziari.
AGEVOLAZIONE FINANZIARIA: Il budget dell’investimento ammissibile all’agevolazione non deve essere inferiore a € 10.000,00 nè superiore a € 80.000,00.
L’agevolazione per la realizzazione delle spese ammissibili si compone obbligatoriamente di: un finanziamento promosso dal sistema creditizio locale, alle condizioni previste da apposite convenzioni di stipula con Finpiemonte S.p.A., per un importo almeno pari al contributo concesso e fino ad un massimo del 70% dell’agevolazione finanziaria complessiva. L’importo del finanziamento concesso sarà garantito per l’80% da un fondo rotativo di garanzia comunale a costo zero.
CONTRIBUTO: contributo a fondo perduto fino al 30% delle spese ammissibili.
DOMANDA: L’accesso al servizio avviene tramite sportello che si intende aperto a partire dalla data di avvio così come comunicata sul sito della Città di Torino. Lo sportello rimane aperto fino all’esaurimento della dotazione finanziaria prevista e comunque non oltre il 31.10.2018.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

PIEMONTE, TORINO: "FaciliTO x TO"

Chiedi un appuntamento a Milano
Chiedi un appuntamento a Roma
Chiedi un appuntamento in altre città

Chiedi Informazioni

SEI UN PROFESSIONISTA? COLLABORA CON NOI

 

 

SUPPORTO ALLA NUOVA IMPRENDITORIALITÀ E ALLO SVILUPPO DI IMPRESE DI IMPATTO

Avviso pubblico per l’accesso al servizio di supporto alla nascita di nuova i  mprenditorialità e allo sviluppo di imprese di impatto

FINALITA’

Il progetto mira a sostenere lo sviluppo di progetti imprenditoriali innovativi, creativi, generatori di impatti positivi sul versante sociale, culturale, ambientale in grado di generare processi di rivitalizzazione in aree colpite da situazioni di impoverimento del tessuto socio-economico e nuova occupazione sul territorio.

BENEFICIARI

Soggetti destinatari sono aspiranti imprenditori, micro e piccole imprese, esistenti o di nuova costituzione, localizzati, o che intendono localizzarsi entro la data di presentazione della domanda di agevolazione finanziaria, negli ambiti territoriali di cui all’articolo 2.2 del presente Avviso Pubblico.

In particolare, i soggetti destinatari per poter beneficiare del finanziamento devono costituirsi o essere già costituiti in micro e piccole imprese in forma di:

  • Ditte individuali
  • Società di persone o capitali
  • Cooperative di produzione e lavoro
  • Cooperative sociali di tipo A e B ( ai sensi della legge 8.11.1991 n. 381)

Per la definizione di piccole e micro imprese si rimanda alla Raccomandazione della
Commissione Europea (2003/361/CE) del 06/05/2003 pubblicata sulla G.U.C.E. L 124 del
20/05/2003 e al Decreto del Ministero delle Attività Produttive del 18/04/2005 pubblicato nella G.U. n. 238 del 12/10/2005 in vigore dal 01/01/2005.

In particolare si definisce:

PICCOLA IMPRESA L’IMPRESA CHE HA:

  • a) meno di 50 occupati;
  • b) un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a € 10 milioni;

MICROIMPRESA L’IMPRESA CHE HA:

  • a) meno di 10 occupati;
  • b) un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a € 2 milioni

OCCUPATI

Per occupati si intendono i dipendenti dell’impresa a tempo determinato o indeterminato iscritti nel Libro Unico Lavoro (LUL) dell’impresa e legati alla stessa da forme contrattuali che prevedono il vincolo della dipendenza, fatta eccezione per quelli posti in cassa ntegrazione straordinaria.

  • I requisiti di cui alle lettere a) e b) delle due categorie sono cumulativi, entrambi devono sussistere.

L’ impresa deve svolgere o impegnarsi a svolgere in modo continuativo, per un periodo di almeno 3 anni dalla data in cui ha avuto termine il progetto di investimento (data di emissione dell’ultima fattura), l’attività imprenditoriale oggetto della richiesta di accesso al Progetto, presso un’unità operativa con sede a Torino negli ambiti territoriali descritti nel presente Avviso Pubblico.

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

La misura supporta lo sviluppo di progetti imprenditoriali che si qualifichino in riferimento a:

  • elementi di innovatività di prodotto e di processo attivati
  • significativi benefici sociali, culturali o ambientali generati
  • qualità dell’attività artigianale proposta
  • operatività nell’ambito della sharing economy, internet of things, artigianato digitale, economia circolare, sostenibilità ambientale, sostenibilità alimentare
  • servizi ad alta professionalizzazione erogati

AMBITI TERRITORIALI DI APPLICAZIONE

La misura si applica nelle aree urbane come definite nella mappa di cui all’allegato 5

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse alle agevolazioni, al netto dell'IVA, esclusivamente le seguenti voci di spesa:

  • a)    studi di fattibilità, progettazione esecutiva, direzione lavori, servizi di consulenza e assistenza relativi all’adeguamento funzionale del locale, sede operativa dell’impresa, nel limite del 10%della spesa ammissibile;
  • b)    acquisto/deposito brevetti e licenze, marchi, modelli d’utilità e diritti d’autore, realizzazione di sistemi di qualità, certificazione di qualità;
  • c)    opere murarie e/o lavori assimilati, comprese quelle per l'adeguamento funzionale dell'immobile e per la ristrutturazione dei locali;
  • d)    impianti, macchinari, attrezzature nuovi di fabbrica, arredi funzionali all’attività dell’impresa; mezzi di trasporto, limitatamente ai casi in cui risultino indispensabili per lo svolgimento dell’attività di impresa e con destinazione d’uso esclusiva rispetto alla medesima;
  • e)    automezzi ecologici  nella misura massima del 40% della spesa ammissibile e compatibilmente con le regole del de-minimis;
  • f)    sistemi informativi integrati per l'automazione, impianti automatizzati o robotizzati, acquisto di software per le esigenze produttive e gestionali dell'impresa; siti internet, applicazioni digitali; servizi di assistenza connessi;
  • g)    investimenti atti a consentire che l'impresa operi nel rispetto di tutte le norme di sicurezza dei luoghi di lavoro dipendente, dell'ambiente e del consumatore;
  • h)    spese per prestazione di servizi fino ad un massimo del 40% della spesa ammissibile relative a consulenze specialistiche come: assistenza legale/ fiscale/commerciale, supporto alla commercializzazione/internazionalizzazione,  supporto allo sviluppo strategico;
  • i)    prestazione di servizi  incluse attività di ricerca e/o sviluppo, di marketing/comunicazione compresa la partecipazione a eventi di settore;
  • l) locazione e servizi connessi, ivi inclusi i costi di incubazione o localizzazione presso strutture con sede a Torino, per un periodo massimo di 12 mesi ed un importo complessivo comunque non superiore a 12.000 euro;
  • m)    costituzione d’impresa;
  • n)    spese dirette di personale, comprese spese di apprendistato, non superiori al 40% del costo annuale (costi per le risorse umane coinvolte, attraverso contratti di lavoro o contratti di prestazione di servizi, nelle diverse fasi del Progetto). Per “spese dirette di personale” possono intendersi i costi relativi sia al “personale interno” sia al “personale esterno” direttamente impiegato nella realizzazione dell’intervento;
  • o)    attività specialistiche, non ordinarie e una tantum, anche da parte di soci non lavoratori dell’impresa.
  • p)    spese per acquisto di beni usati purchè la rendicontazione sia corredata da perizia sul bene, che attesti il valore reale di mercato, e da ricevuta tra privato e impresa o da fattura tra imprese;

Le spese sono ammissibili se effettuate successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione.

  • Fanno eccezione le spese di progettazione relative ad attività di testing/prototipazione o come definite al punto a) dell’art. 2.3, purché sostenute dopo la data di ammissione all’accompagnamento imprenditoriale (vedi art. 3.1 del presente Avviso Pubblico). La data di effettuazione della spesa è quella del relativo titolo a prescindere dall'effettivo pagamento.
  • Si precisa che non sono ammissibili eventuali spese di trasporto, albergo e ristorante in caso di viaggi o missioni sia in Italia sia all’estero e che non sono ammissibili le spese per l'acquisto di beni con locazione finanziaria e di beni immobili e che non sono ammissibili spese autofatturate e spese relative all’utilizzo di un marchio in franchising.

LIMITI ALLE AGEVOLAZIONI COMPLESSIVAMENTE RICEVUTE
(“DE MINIMIS”)

L’agevolazione è cumulabile per gli stessi costi ammissibili con altre agevolazioni che costituiscono aiuto di Stato solo fino al raggiungimento dell’intensità di aiuto ammessa dalla disciplina europea cui sono soggette tali ulteriori agevolazioni.

  • Le agevolazioni sono soggette al regime "de minimis" di cui alla normativa comunitaria in materia di aiuti di stato (Regolamento C.E. n. 1407/2013 del 18 dicembre 2013 - GUUE L 352 del 24.12.2013).

L’importo complessivo degli aiuti “de minimis” concessi ad un’impresa unica non può superare i 200.000,00 Euro nell’arco di tre esercizi finanziari;

  • l’importo complessivo degli aiuti “de minimis“ concessi ad un’impresa unica nel settore del trasporto su strada non può superare i 100.000,00 Euro (art. 3, comma 2 del predetto Regolamento “de minimis”).
  • Per impresa unica si intende l’insieme delle imprese fra le quali esiste una delle relazioni previste dall’art. 2, comma 2, del predetto Regolamento.
  • Le domande di partecipazione al presente Avviso Pubblico devono essere quindi corredate dalla dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi del DPR 445/2000 relativa al rispetto del limite massimo concedibile di sovvenzioni pubbliche nell’arco degli ultimi tre esercizi finanziari (allegato 3 informativa sul “regime de minimis”).

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ

Le imprese esistenti sono tenute a presentare documentazione che attesti di non trovarsi in una situazione di difficoltà ai sensi degli orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà (ad esempio attraverso la presentazione dell’ ultimo bilancio approvato con un utile desumibile dalla dichiarazione dei redditi con modello F24 e relativa ricevuta di pagamento).   

Il soggetto richiedente deve attestare, inoltre, mediante dichiarazione sostitutiva in conformità alle disposizioni del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, il possesso dei seguenti requisiti: 

  • -    non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali con dichiarazione delle proprie posizioni Inps e Inail per rilascio Durc, reperibile sul sito www.finpiemonte.it;
  • -    di non aver subito sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale; è comunque causa di esclusione la condanna con sentenza passata in giudicato per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’art. 45, paragrafo 1, direttiva CE 2004/18;
  • -    non avere procedimenti pendenti per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative previste dall’art. 10 della legge 31 maggio 1965 n. 575;
  • -    non aver commesso violazioni definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse;
  • -    non aver subito l’applicazione di sanzione interdittiva di cui all’art. 9, comma 2, lettera c) del D.Lgs. 8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione;
  • - non  trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente, secondo la legislazione dello Stato, in cui sia stabilito, o a carico del quale sia in corso, un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni, oppure versi in stato di sospensione dell'attività commerciale.

AGEVOLAZIONI

SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO IMPRENDITORIALE

Con il servizio di accompagnamento imprenditoriale, il beneficiario viene supportato da consulenti d’impresa fino alla fase della presentazione della rendicontazione per l’erogazione del contributo a fondo perduto, attraverso le seguenti attività:

  • analisi tecnica sulla fattibilità, sul livello di innovatività, sul grado di sviluppo dell’idea, sulle competenze per svilupparle e sull'esistenza di condizioni e requisiti necessari per realizzarla;
  • supporto all’elaborazione del business plan con analisi del mercato e della concorrenza, definizione del modello di business e della strategia di difesa della proprietà intellettuale, strategia di marketing, team assessment, scelta della forma giuridica, pianificazione economico-finanziaria e patrimoniale triennale; break-even analysis.
  • orientamento alla costituzione d’impresa;
  • supporto per un massimo di 12 mesi dalla fase di start up.

AGEVOLAZIONE FINANZIARIA

Il budget dell’investimento ammissibile all’agevolazione non deve essere inferiore a € 10.000,00 nè superiore a € 80.000,00.

L’agevolazione per la realizzazione delle spese ammissibili si compone obbligatoriamente di:

  • un finanziamento promosso dal sistema creditizio locale, alle condizioni previste da apposite convenzioni di stipula con Finpiemonte S.p.A., per un importo almeno pari al contributo concesso e fino ad un massimo del 70% dell’agevolazione finanziaria complessiva.
  • L’importo del finanziamento concesso sarà garantito per l’80% da un fondo rotativo di garanzia comunale a costo zero.

La prima tranche del finanziamento bancario, pari al 40% del finanziamento bancario concesso, sarà erogata previa presentazione di fatture, anche non quietanzate, pari ad almeno il 25% del  finanziamento bancario totale.

L’erogazione effettiva avverrà entro 60 giorni dall’accettazione della documentazione presentata allo Sportello FaciliTOxTO.

  • La restante parte (60%) sarà erogata previa presentazione di fatture pari almeno al 50% del finanziamento bancario totale, di cui almeno il 25% siano fatture quietanzate accompagnate dalla documentazione attestante l’effettivo pagamento. L’erogazione effettiva avverrà entro 60 giorni dall’accettazione della documentazione presentata allo Sportello FaciliTOxTO.

Per gli investimenti soggetti al rilascio di autorizzazioni o concessioni di legge il finanziamento è subordinato alla presentazione della relativa documentazione. 

CONTRIBUTO

Un contributo a fondo perduto fino al 30% delle spese ammissibili.

Il contributo a fondo perduto viene erogato da Finpiemonte S.p.A. entro 60 giorni dall’accettazione della documentazione presentata allo Sportello FaciliTOxTO, inerente la totalità delle le spese effettivamente sostenute corredata dalle fatture quietanzate ammesse all’agevolazione e dalla copia delle specifiche di pagamento.

  • Il contributo a fondo perduto viene calcolato al netto del valore dell’IVA, desumibile dalle fatture presentate.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

L’accesso al servizio avviene tramite sportello che si intende aperto a partire dalla data di avvio così come comunicata sul sito della Città di Torino.

  • Lo sportello rimane aperto fino all’esaurimento della dotazione finanziaria prevista e comunque non oltre il 31.10.2018.

ACCESSO ALLO SPORTELLO

’accesso allo sportello avviene solo su appuntamento, richiedendo il medesimo all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o utilizzando ogni altro strumento che la Città di Torino si riserva di attivare per garantire un flusso ordinato di accesso allo sportello.

Modalità di presentazione della domanda di accompagnamento
La domanda di accesso all’attività di accompagnamento viene redatta utilizzando l’apposito modulo (allegato 1) sottoscritta e accompagnata da fotocopia della carta d’identità e del codice fiscale e deve essere consegnata con una delle seguenti modalità:

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE

Per poter presentare domanda di agevolazione il beneficiario deve essere stato ammesso al servizio di accompagnamento  sopra descritto ed averne beneficiato nei termini/modalità previsti.

Ai fini della presentazione della domanda di finanziamento, il beneficiario dovrà già essere titolare di impresa o provvedere alla costituzione della medesima entro un massimo di 30 giorni dall’approvazione della domanda di finanziamento, pena la decadenza del finanziamento stesso, salvo richiesta di proroga per comprovati motivi da parte del beneficiario.

Nel caso di domande di finanziamento approvate relative a soggetti non ancora costituiti in impresa, sarà cura del beneficiario compilare e presentare, dopo la costituzione di impresa, il modulo “Dichiarazione di costituzione d’impresa ex-post” che potrà essere reperito presso il Settore Sviluppo Economico e Progetti Speciali.


Il termine ultimo per la presentazione delle domande di agevolazione è il 28.02.2019 salvo esaurimento della dotazione finanziaria prevista.                  

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 


 

 


 

 

SEI UN PROFESSIONISTA ESPERTO IN FINANZA AGEVOLATA?
COLLABORA CON NOI

COLLABORA CON NOI

COLLABORA


 

SEI UN IMPRESA O UN ASPIRANTE IMPRENDITORE?

ABBONATI

ABBONAMENTO X


 

SEI UN CONSULENTE?

 TI INTERESSA LA FINANZA AGEVOLATA?

AFFILIAZIONI INFORMAZIONI
 

SCOPRI I VANTAGGI DELL'AFFILIAZIONE IN CON ITALIA CONTRIBUTI

PULSANTE INFORMAZIONI AFFILIAZIONE


 

ITALIA CONTRIBUTI HEADER960.LOGO.500

  VI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN'ALTRA REGIONE?

CHIEDI INFORMAZIONICHIEDI APPUNTAMENTO

VISITA I NOSTRI SITI REGIONALI:

- LombardiaContributi.it

- PiemonteContributi.it

- VenetoContributi.it

- ValledAostaContributi.it

- LiguriaContributi.it

- TrentinoAltoAdigeContributi.it

- FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

- EmiliaRomagnaContributi.it

- ToscanaContributi.it

- UmbriaContributi.it

- MarcheContributi.it

- LazioContributi.it

- AbruzzoContributi.it

- MoliseContributi.it

- CampaniaContributi.it

- PugliaContributi.it

- BasilicataContributi.it

- CalabriaContributi.it

- SiciliaContributi.it

- SardegnaContributi.it

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONI


 
Logo Italia Contributi
(TM) ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO DEPOSITATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione

 

 

 


CHI È ON LINE

Abbiamo 9765 visitatori e un utente online

RICERCA CONTRIBUTI

ricerca contributi

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE DELLE PMI

mise voucher digitalizzazione pmi

SERVIZIO CONSULENZA E INFORMAZIONI PERSONALIZZATE IN ABBONAMENTO

chiedi appuntamento 2 Giallo

SEI UN PROFESSIONISTA ESPERTO IN FINANZA AGEVOLATA? COLLABORA CON NOI

COLLABORA CON NOI PIANO 2018

IMPRESE SOCIALI NO PROFIT ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

SEI UN PROFESSIONISTA? TI INTERESSA LA FINANZA AGEVOLATA? SCOPRI L'AFFILIAZIONE IN FRANCHISIG

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

NUOVI CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0

SMART START ITALIA - START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

NUOVA SABATINI 2017-2018

NUOVA SABATINI 2017 2018

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

AUTOTRASPORTO CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI 2017

autotrasporto 2017

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

MIUR: RICERCA E SVILUPPO

MIUR BANDO RICERCA E SVILUPPO SPERIMENTALE

Zona Franca Sisma Centro Italia

MISE.zona franca urbana sisma centro italia

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

Iscriviti alla Newsletter

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

CERCA

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

CREDITO DI IMPOSTA 45%

CREDITO.DI.IMPOSTA.INVESTIMENTINEL.MEZZOGIORNO 45

CERCA

Patrimonializzazione delle Pmi

Export: inserimento sui mercati esteri

Partecipazione a Fiere

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

Zona Franca Sisma Centro Italia

MISE.zona franca urbana sisma centro italia

RICERCA PERSONALIZZATA CONTRIBUTI

ricerca contributi

SERVIZIO CONSULENZA E INFORMAZIONI PERSONALIZZATE IN ABBONAMENTO

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI