SICILIA GIOVANI AGRICOLTORI SICILIA: approvate le disposizioni attuative parte specifica della sottomisura 6.1 "Aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per i giovani agricoltori".
FINALITÀ: la sotto misura 6.1 “Aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per i giovani agricoltori” è finalizzata a
promuovere il ricambio generazionale e a tal fine sostiene, attraverso un premio forfettario di insediamento, l’avvio di nuove imprese gestite da giovani agricoltori che si insediano per la prima volta nell’azienda agricola in qualità di capo azienda.
SOSTEGNO: la sotto misura prevede un sostegno finanziario (premio)ai giovani agricoltori che avviano una impresa agricola per la prima volta.
GIOVANE AGRICOLTORE: si intende una persona di età non superiore a quaranta anni al momento della presentazione della domanda, che possiede adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insedia per la prima volta in
un'azienda agricola in qualità di capo dell'azienda.
BENEFICIARI: giovani agricoltori che si sono insediati per la prima volta entro i dodici mesi precedenti la presentazione della domanda di aiuto nonché quelli che intendono insediarsi per la prima volta in un’azienda agricola, che abbiano una età compresa tra 18 e 40 anni al momento della presentazione della domanda.
CONDIZIONE: Il sostegno si applica esclusivamente nell'ambito del "pacchetto giovani agricoltori" che prevede la concessione del premio solo in combinazione con almeno un'altra sottomisura prevista dal PSR Sicilia 2014/2020.
CONTRIBUTO: il premio è concesso sotto forma di aiuto forfettario a fondo perduto.
Il predetto premio è pari ad € 40.000,00 e sarà erogato in due rate: la prima di €. 24.000,00 (pari al 60% dell'importo del premio) sarà erogata ad avvenuto insediamento e dopo l'emissione del decreto di concessione del sostegno, mentre la seconda di €.16.000,00 (pari al 40% dell'importo del premio) dopo l'avvenuta e corretta attuazione del piano aziendale e contestualmente al saldo finale relativo alla sottomisura/operazione che sarà conclusa per ultima.
Gli aiuti agli investimenti saranno erogati in forma di contributi in conto capitale e riguarderanno le sottomisure contenute nel pacchetto come definite nel PSA.
DOMANDA: i termini di presentazione delle domande di sostegno saranno indicati nei rispettivi Bandi o Avvisi pubblici della sottomisura 6.1.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

SICILIA PSR SOTTOMISURA 6.1

Chiedi un appuntamento a Milano
Chiedi un appuntamento a Roma

Chiedi un appuntamento in altre città

Chiedi Informazioni

SEI UN PROFESSIONISTA? AFFILIATI CON NOI

 

Aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per i giovani agricoltori

10 aprile 2017
SOTTOMISURA 6.1 – DISPOSIZIONI ATTUATIVE -

Con decreto dirigenziale n. 926 del 10/4/2017 sono state approvate le Disposizioni attuative parte specifica della Sottomisura 6.1 Aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per i giovani agricoltori.

La sottomisura 6.1 “Aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori” è attuata sulla base del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sicilia PSR Sicilia 2014/2020, “PSR”.

DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione finanziaria pubblica della sottomisura 6.1 per l’intero periodo di programmazione è pari ad €
65.000.000,00 di spesa pubblica, di cui FEASR € 39.325.000,00.

OBIETTIVI

Dall’analisi sui punti di forza, debolezza, opportunità e minacce (SWOT) propedeutica alla predisposizione
del PSR Sicilia 2014/2020 è emersa la necessità di intervenire adeguatamente per favorire il ricambio
generazionale del tessuto agricolo siciliano.

L’andamento demografico della popolazione ha mostrato una progressiva riduzione delle fasce di età più giovane (15-29 e 30-44 anni), che costituiscono la componente più dinamica del tessuto sociale e lavorativo.
Tale dinamica è presente anche nel settore agricolo, nel quale si è evidenziato un significativo squilibrio generazionale tra agricoltori più anziani e giovani.

  • Si è ritenuto quindi di dovere proseguire nell’azione di sostegno all’avviamento di nuove imprese condotte da giovani agricoltori già intrapresa nelle programmazioni precedenti.

FINALITÀ

La sotto misura 6.1 “Aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per i giovani agricoltori” è finalizzata a
promuovere il ricambio generazionale e a tal fine sostiene, attraverso un premio forfettario di insediamento, l’avvio di nuove imprese gestite da giovani agricoltori che si insediano per la prima volta nell’azienda agricola in qualità di capo azienda.

  • La sotto misura prevede un sostegno finanziario (premio)ai giovani agricoltori che avviano una impresa agricola per la prima volta.

BENEFICIARI

Il sostegno della sottomisura 6.1 (premio) è rivolto ai giovani agricoltori che si insediano per la prima volta
in una azienda agricola.

Per giovane agricoltore si intende una persona di età non superiore a quaranta anni al momento della presentazione della domanda, che possiede adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insedia per la prima volta in
un'azienda agricola in qualità di capo dell'azienda (d’ora in poi giovane agricoltore).

  • A norma del regolamento (UE) n. 1305/2013, l’approvazione della domanda di sostegno nell’ambito della
    presente sottomisura 6.1 da anche accesso al sostegno ad altre misure di sviluppo rurale (Pacchetto giovani
    agricoltori), mentre il premio è rivolto ai giovani agricoltori che si insediano per la prima volta, l'aiuto agli
    investimenti, riferito alle sottomisure attivate nell’ambito del Pacchetto, è rivolto al titolare dell'azienda.
  • Nel caso del singolo giovane agricoltore insediato, lo stesso giovane è anche beneficiario degli investimenti delle
    sottomisure attivate.
  • Nel caso in cui il giovane o i giovani agricoltori si insediano in una azienda condotta da un soggetto giuridico (società), il premio sarà concesso a ciascun giovane, mentre il contributo agli investimenti sarà erogato al soggetto giuridico titolare dell'azienda.

CONDIZIONI

A norma del regolamento (UE) n. 1305/2013, l’approvazione della domanda di sostegno nell’ambito della
presente sottomisura 6.1 da anche accesso al sostegno ad altre misure di sviluppo rurale.

  • La medesima domanda di sostegno deve fornire le informazioni necessarie per valutare l’ammissibilità nell’ambito di tali predette misure.

CONDIZIONI DI ACCESSO

Il sostegno si applica esclusivamente nell'ambito del "pacchetto giovani agricoltori" che prevede la concessione del premio solo in combinazione con almeno un'altra sottomisura prevista dal PSR Sicilia 2014/2020.

  • Ciò comporta che ai fini dell'accesso ai benefici della presente sottomisura il giovane agricoltore dovrà accedere obbligatoriamente ad almeno un'altra sottomisura del predetto PSR, da scegliere tra quelle sotto elencate:

scheda1

Possono presentare domanda di partecipazione al bando i giovani agricoltori che si sono insediati per la prima volta entro i dodici mesi precedenti la presentazione della domanda di aiuto nonché quelli che intendono insediarsi per la prima volta in un’azienda agricola, che abbiano una età compresa tra 18 e 40 anni al momento della presentazione della domanda.

  • Per primo insediamento si intende l’assunzione per la prima volta, da parte del giovane agricoltore, della responsabilità (insediamento singolo) o corresponsabilità (insediamenti plurimi) civile e finanziaria nella gestione di una azienda agricola e la titolarità (insediamento singolo) o contitolarità (insediamenti plurimi) della stessa.

Nella medesima azienda potranno insediarsi fino a tre giovani agricoltori in forma associata (insediamento plurimo);
il premio sarà erogato a ciascuno degli insediati, fino ad un massimo di tre premi.

L’insediamento, sia singolo che plurimo, potrà avvenire in una azienda condotta da una forma associata, all’interno della quale il/i giovane/i agricoltore/i assume/ono la responsabilità legale e la preminenza gestionale della società. Per forme associate si intendono: le società di persone, le società di capitale, le società cooperative agricole di conduzione di cui all’art 2, punto 1 del D. lgs n. 99/2004.

  • Qualsiasi forma associata dovrà essere costituita allo scopo di svolgere attività agricola.

AMMISSIBILITA’

Il giovane agricoltore deve possedere all’atto della presentazione della domanda, pena l’inammissibilità della stessa, i seguenti requisiti:

  • avere un età compresa tra 18 e 41 anni non compiuti al momento della presentazione della domanda;
  • possedere conoscenze e competenze professionali adeguate.
  • Tali conoscenze e competenze si considerano assolte attraverso la dimostrazione da parte del/i giovane/i agricoltore/i di almeno una delle seguenti condizioni:

1) essere in possesso di diploma di laurea, anche triennale, in scienze agrarie e forestali.
Nel caso di aziende zootecniche è ammessa anche la laurea in medicina veterinaria;
2) essere in possesso di un titolo di studio superiore nel settore agricolo (perito agrario, agrotecnico);
3) essere in possesso di attestato ottenuto con superamento di esami finali di corsi professionali per conduttore o per capo azienda, svolti da Enti o Istituti di Formazione riconosciuti ai sensi delle normative vigenti in materia;
4) esperienza lavorativa in qualità di coadiuvante familiare o lavoratore agricolo per almeno 3 anni negli ultimi cinque anni precedenti la presentazione della domanda, documentata con iscrizione all’INPS per la previdenza agricola.

Nei casi in cui il giovane imprenditore non soddisfi, al momento della presentazione della domanda di sostegno, una delle condizioni di cui ai precedenti numeri 1), 2) e 3), l'Amministrazione, ai sensi del Reg. (UE) n. 807, art. 2, paragrafo 3, concederà al beneficiario un periodo massimo di 36 mesi, a far data dal decreto di concessione del finanziamento (sinonimo della decisione individuale di concedere il sostegno) in modo da metterlo in grado di soddisfare le condizioni relative all’acquisizione del predetto requisito.

  • Nel caso in cui entro tale periodo di 36 mesi il giovane non abbia raggiunto detto requisito si dovrà procedere alla revoca della concessione sia del premio che della concessione degli investimenti facenti parte del pacchetto.
  • Nel caso di insediamenti plurimi, il requisito della professionalità dovrà essere acquisito obbligatoriamente entro i termini predetti almeno dal giovane agricoltore che ha presentato la domanda di sostegno per l’investimento, pena la revoca del/i premio/i e del finanziamento.
  • Qualora gli altri giovani agricoltori che presentano la domanda per l’accesso al premio, non dovessero rispettare tale
    requisito entro i predetti 36 mesi, non si procederà alla revoca solamente nel caso in cui il/i giovane/i rimanente/i manterrà/manterranno l’impegno a realizzare interamente l’iniziativa progettuale relativa al Pacchetto approvata dall’Amministrazione. Ovviamente, ai giovani inadempienti verrà revocato il premio.

Ai fini della dimostrazione del requisito di conoscenze e competenze professionali di cui al precedente
numero 4), e cioè nel caso in cui il giovane agricoltore richieda il riconoscimento delle stesse
basandosi esclusivamente sulla dimostrazione della condizione della anzidetta esperienza lavorativa
tale requisito dovrà essere posseduto al momento della presentazione della domanda di sostegno.

  • deve essersi insediato per la prima volta nei dodici mesi precedenti la presentazione della domanda di aiuto o intende insediarsi in un’azienda agricola per la prima volta.
    Il/I giovane/i agricoltore/i può/possono essersi insediato/i o insediarsi come:
  • giovane agricoltore che si insedia in una azienda condotta singolarmente;
  • giovane/i agricoltore/i che si insedia/no in una azienda condotta da una società già costituita, ad esclusione delle società di persone che dovranno essere costituite esclusivamente dai giovani insediati;
  • giovane/i agricoltore/i che si insedia/no in una azienda che sarà condotta da una società da costituire dopo la presentazione della domanda, ad esclusione delle società di persone;
  • giovani agricoltori (almeno due e massimo tre) che hanno costituito/costituiscono una società di persone per la conduzione di una azienda composta esclusivamente dagli stessi giovani insediati;
    la costituzione della società di persone può avvenire sia prima (entro i dodici mesi precedenti la domanda
    di sostegno) che dopo la presentazione della domanda di accesso al bando.

La data del primo insediamento (avvio dell’attività dell’impresa), sia per i soggetti fisici che per le società di persone appositamente costituite successivamente alla presentazione della domanda, è la data di inizio attività riportata nel certificato rilasciato dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura (CCIAA) competente per territorio.

Ai sensi del Reg. (UE) n. 1305/2013, art. 19, par. 4, terzo capoverso, e dell’art.5 del Reg.(CE) n.1242/2008, il giovane agricoltore dovrà insediarsi in una azienda agricola nella quale la Produzione Standard Totale (PST) al momento della presentazione della domanda non sia inferiore per tipo di insediamento ai valori in euro riportati nella seguente Tabella 1.

tavella 1

La soglia massima è, in tutto il territorio, di 250.000 euro di Produzione Standard Totale Aziendale.

  • Nel caso dell’insediamento di un singolo agricoltore che richieda nella domanda di sostegno l’accesso alla sottomisura 4.1, al termine dell’investimento l’azienda oggetto dell’insediamento dovrà raggiungere la redditività di almeno 10.000,00 euro nelle isole minori, di 15.000,00 euro nelle zone montane, nelle zone con svantaggi e nelle aree Natura 2000, di 25.000,00 euro nelle altre zone.
  • Detti valori di redditività aziendale dovranno essere duplicati o triplicati nei casi di insediamenti rispettivamente di due o tre giovani agricoltori.
  • In ogni caso il sostegno previsto dalla presente sottomisura è limitato alle aziende che rientrano nella definizione di microimprese o piccole imprese.

PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE

Il giovane agricoltore dovrà presentare un Piano di sviluppo aziendale (PSA) predisposto conformemente allo schema tipo che sarà allegato al bando.

  • Il PSA dovrà dimostrare la sostenibilità finanziaria degli interventi ed il miglioramento del rendimento globale dell’azienda, compresi gli aspetti legati al rispetto dell’ambiente e del paesaggio.
  • L’analisi dovrà tenere conto anche della misurazione e del calcolo di indicatori tecnico-finanziari, che saranno
    utilizzati per la valutazione dell’intervento, anche ai fini del rispetto delle condizioni/requisiti di ammissibilità. Nel piano dovranno essere evidenziati eventuali fabbisogni formativi e di consulenza in relazione agli obiettivi da conseguire.
  • Il piano aziendale, inoltre, deve prevedere che il giovane agricoltore rispetti le condizioni previste dall’art. 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013 (agricoltore in attività) entro 18 mesi dall’insediamento.
  • La condizione di agricoltore in attività è dimostrata se ricorre una delle condizioni previste dall’art. 13, paragrafi 2 e 3 del Reg. (UE) della Commissione n. 639/2014.

Il "Piano aziendale" dovrà prevedere investimenti per un importo di spesa complessiva non inferiore e
non superiore agli importi minimi e massimi indicati nella sottostante tabella 2.tavella 2

Il superamento dell’importo massimo di spesa complessiva comporterà il mancato riconoscimento della parte eccedente.

Sulla base degli obiettivi previsti dal PSA dovranno essere fornite le informazioni per valutare l’ammissibilità delle misure interessate nell’ambito del Pacchetto Giovani, in linea con la disposizione di cui all’art. 8, par. 2, del Reg. (UE) n. 808/2014.

  • E’ condizione obbligatoria ai fini dell’ammissibilità della domanda di sostegno la presentazione del progetto esecutivo.

NON AMMISSIBILITA’

Non potrà/potranno accedere ai benefici della sottomisura:

  • 1) Il/i giovane/i imprenditore/i che intenda/ano insediarsi o che si è/sono insediato/i nella conduzione di una azienda familiare ceduta da un parente diretto fino al secondo grado, qualora il suo/loro insediamento non riguardi l'intera base aziendale di proprietà del soggetto concedente, il quale ad insediamento avvenuto non potrà più essere titolare di fascicolo aziendale.
    Quanto sopra al fine di evitare la frammentazione delle aziende.
  • 2) I giovani agricoltori che hanno presentato la domanda di sostegno, oltre che al bando della sottomisura 6.1 - pacchetto giovani, al/i bando/i specifico/i relativo/i ad una o più sottomisure facenti parte del Pacchetto in data antecedente a quella afferente la sottomisura 6.1.
  • 3) I giovani agricoltori che si sono insediati da oltre dodici mesi antecedenti alla presentazione della domanda, saranno esclusi dal bando;
  • 4) Lo svolgimento esclusivo della selvicoltura, pur rientrando fra le attività agricole, non è ritenuto idoneo ai fini dell'insediamento del giovane agricoltore e pertanto tale attività non è considerata valida ai fini del bando della sottomisura 6.1 e del pacchetto giovani.
  • 5) Non saranno ritenute ammissibili le domande la cui base aziendale è stata ceduta dal coniuge;
  • 6) Non saranno ritenuti ammissibili gli insediamenti in società formate da coniugi in cui uno dei due sia già titolare di azienda agricola.
  • 7) Non saranno ritenuti ammissibili gli insediamenti in azienda che siano state oggetto di finanziamento ai sensi della misura 112 del PSR 2007-2013.
  • 8) Non saranno ritenute ammissibili le domande presentate da società nelle quali uno o più soci si sia/siano insediato/i ai sensi della Misura 112 del PSR 2007-2013.
    Fanno eccezione i casi in cui i giovani agricoltori apportino nella società una parte di azienda di dimensione economica maggiore dei parametri minimi riportati nella tabella 1.

RUOLO DEL GIOVANE IMPRENDITORE IN SENO ALLA SOCIETÀ TITOLARE DELL'AZIENDA AGRICOLA

Nel caso in cui il titolare dell'azienda è una società (persona giuridica) il giovane imprenditore dovrà assumere un controllo efficace e a lungo termine sulla persona giuridica in termini di decisioni connesse alla gestione, ai benefici ed ai rischi finanziari.

  • Per lungo termine si intende un periodo pari almeno al periodo di permanenza obbligatoria ( cinque anni successivi a decorrere dalla data dell’erogazione dell’ultimo pagamento pubblico).
  • Nel caso di “insediamento singolo nell’ambito di società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione” il giovane deve esercitare pieno potere decisionale (potere di rappresentanza ordinaria e straordinaria) in qualità di amministratore unico in caso di società di capitale o cooperativa, o in qualità di contitolare nel caso di società di persone, in base alle modalità proprie della tipologia societaria considerata e per un periodo pari almeno al predetto periodo di impegno di conduzione aziendale.
  • Nel caso di società di capitali il giovane imprenditore dovrà possedere almeno il 51 % delle quote. Dagli atti statutari della società dovrà risultare attribuita al giovane una posizione di preminenza sugli altri soci che gli consenta di gestire l’azienda agricola con piena libertà di azione.
  • Nel caso in cui il giovane intende insediarsi in una compagine sociale che si andrà a costituire dopo la presentazione della domanda, tale intenzione dovrà essere riportata nel Piano Aziendale.
  • Nel caso in cui una persona giuridica sia da sola o congiuntamente controllata da un’altra persona giuridica, i requisiti richiesti si applicano ad ogni persona fisica che abbia il controllo sulla persona giuridica in parola.

Per persona fisica avente il controllo sulla persona giuridica si intende una persona fisica che sia in grado di esercitare un controllo efficace e di lungo periodo in termini di decisioni relative alla gestione, utili e rischi finanziari.

Il controllo efficace e a lungo termine può essere esercitato da:

  • a) soggetto che diventi responsabile o corresponsabile della persona giuridica;
  • b) soggetto che in altro modo sia in grado di prendere queste decisioni da solo o insieme ad altri giovani
    agricoltori ai sensi del Reg. UE n. 1307/2013 sui pagamenti diretti.

PIANO AZIENDALE

Il sostegno di cui alla presente sottomisura è subordinato alla presentazione di un piano aziendale, di durata massima di tre anni, contenente:

  • la situazione iniziale dell'azienda agricola;
  • le tappe e gli obiettivi per lo sviluppo delle attività della nuova azienda agricola;
  • i particolari delle azioni, incluse quelle inerenti alla sostenibilità ambientale ed all'efficienza delle risorse occorrenti per lo sviluppo delle attività dell'azienda agricola, come gli investimenti, la formazione, la consulenza o qualsiasi altra attività.

L’attuazione del Piano aziendale deve iniziare entro nove mesi dalla data del decreto di concessione del sostegno. L’eventuale cantierabilità degli interventi dovrà essere dimostrata entro i 120 giorni successivi dalla data di notifica del decreto di concessione del sostegno.

SOTTOMISURE COLLEGATE (PACCHETTO)

Oltre al rispetto delle condizioni di ammissibilità sopra indicate, si specifica quanto segue:

  • a) in caso di istruttoria negativa della domanda di partecipazione alla misura 6.1 anche se le iniziative
    progettuali relative al Pacchetto (sottomisure collegate) risultino ricevibili ed ammissibili l’intero Pacchetto
    sarà ritenuto non ammissibile a finanziamento;
  • b) la mancanza dei requisiti di ammissibilità di tutte le sottomisure collegate, delle quali i/ il giovane/i
    imprenditore/i ha/nno chiesto l'attivazione nell'ambito del Pacchetto, comporta la non ammissibilità della
    domanda, premio compreso, in quanto non consente di realizzare gli investimenti minimi richiesti. Nel
    caso in cui almeno una sottomisura collegata viene dichiarata ammissibile e questa preveda una spesa per
    gli investimenti non inferiore agli importi di spesa complessiva minimi di cui alla precedente tabella 1, la
    domanda sarà ritenuta ammissibile;
  • c) il progetto inerente gli investimenti previsti nel piano di miglioramento alla data di presentazione della
    domanda di aiuto dovrà essere esecutivo;
  • e) Nell'ambito del pacchetto saranno ammesse le sottomisure/operazioni nelle quali, a seguito della
    valutazione del punteggio, verrà superato il punteggio minimo previsto per ciascuna di esse.
  • Nel caso in cui nemmeno una delle misure collegate, contenute nel Piano aziendale, riuscirà a superare il punteggio minimo, la domanda di accesso alla sottomisura 6.1 e al pacchetto giovani agricoltori sarà ritenuta non
    ammissibile.

Il giovane agricoltore che partecipa al bando è tenuto, obbligatoriamente, alla realizzazione degli investimenti previsti nel piano aziendale, tramite l’accesso ad una o più delle sottomisure collegate (pacchetto).

L’importo complessivo della spesa prevista per detti investimenti a conclusione del Piano non potrà essere inferiore a quello minimo per tipo di insediamento riportato nella precedente tabella 2.

LOCALIZZAZIONE

La sottomisura si applica sull’intero territorio regionale.

CONTRIBUTO

Il premio è concesso sotto forma di aiuto forfettario a fondo perduto.

IL PREDETTO PREMIO È PARI AD € 40.000,00

Sarà erogato in due rate:

  • la prima di €. 24.000,00 (pari al 60% dell'importo del premio) sarà erogata ad avvenuto insediamento e dopo l'emissione del decreto di concessione del sostegno,
  • mentre la seconda di €.16.000,00 (pari al 40% dell'importo del premio) dopo l'avvenuta e corretta attuazione del piano aziendale e contestualmente al saldo finale relativo alla sottomisura/operazione che sarà conclusa per ultima.

Gli aiuti agli investimenti saranno erogati in forma di contributi in conto capitale e riguarderanno le sottomisure contenute nel pacchetto come definite nel PSA.

ACCESSO ALLA MISURA

La sottomisura 6.1 e il relativo Pacchetto, saranno attivati tramite procedura valutativa a “Bando o Avviso
pubblico”.

DOMANDA

I termini di presentazione delle domande di sostegno saranno indicati nei rispettivi Bandi o Avvisi pubblici
della sottomisura 6.1.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Per l’adesione al regime di aiuto dovrà essere presentata una domanda di sostegno tramite il Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN), con le modalità indicate nelle Disposizioni attuative e procedurali per le misure di sviluppo rurale non connesse alla superficie o agli animali parte generale PSR Sicilia 2014/2020.

  • Il Decreto e le disposizioni sono stati trasmessi alla Corte dei Conti per il preventivo visto di legittimità.

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

CHIEDI INFORMAZIONICHIEDI APPUNTAMENTO

VI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN'ALTRA REGIONE?

VISITA I NOSTRI SITI REGIONALI:

- LombardiaContributi.it

- PiemonteContributi.it

- VenetoContributi.it

- ValledAostaContributi.it

- LiguriaContributi.it

- TrentinoAltoAdigeContributi.it

- FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

- EmiliaRomagnaContributi.it

- ToscanaContributi.it

- UmbriaContributi.it

- MarcheContributi.it

- LazioContributi.it

- AbruzzoContributi.it

- MoliseContributi.it

- CampaniaContributi.it

- PugliaContributi.it

- BasilicataContributi.it

- CalabriaContributi.it

- SiciliaContributi.it

- SardegnaContributi.it

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONI

 



SEI UN PROFESSIONISTA O UN CONSULENTE?
 TI INTERESSA LA FINANZA AGEVOLATA?
 
 
AFFILIAZIONE IN FRANCHISING
 
TI PIACEREBBE INTRAPRENDERE SUBITO UN'ATTIVITA' PRESTIGIOSA E REDDITIZIA?

AFFILIATI A ITALIA CONTRIBUTI

NON OCCORRE ALCUNA ISCRIZIONE IN ALBI O ELENCHI
 
SOLO MOLTA SERIETA' PROFESSIONALE E A TUTTO IL RESTO PENSIAMO NOI
ANCHE AD INVIARVI I CLIENTI

SCOPRI I VANTAGGI DELL'AFFILIAZIONE IN FRANCHISING CON ITALIA CONTRIBUTI

PULSANTE INFORMAZIONI AFFILIAZIONE


(TM) ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO DEPOSITATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione

 

 

 


CHI È ON LINE

Abbiamo 3934 visitatori e nessun utente online

ITALIA CONTRIBUTI: CHI SIAMO

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

chiedi appuntamento 2 Giallo

SEI UN PROFESSIONISTA ESPERTO IN FINANZA AGEVOLATA? COLLABORA CON NOI

COLLABORA CON NOISEI UN PROFESSIONISTA ESPERTO IN FINANZA AGEVOLATA?

COLLABORA

TI INTERESSA LA FINANZA AGEVOLATA? CHIEDI L'AFFILIAZIONE

PROGRAMMA EUROPEO ENI CBC BACINO DEL MEDITERRANEO

ENI CBC MED CALL OPEN

SMART START ITALIA - START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

PROGETTI A FAVORE DELLE VITTIME DELLA TRATTA

VITTIME DELLA TRATTA

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD

MIUR: RICERCA E SVILUPPO

MIUR BANDO RICERCA E SVILUPPO SPERIMENTALE

Zona Franca Sisma Centro Italia

MISE.zona franca urbana sisma centro italia

MISE AEROSPAZIO

MISE AEROSPAZIO

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

NUOVA SABATINI 2017-2018

NUOVA SABATINI 2017 2018

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

INTERREG ITALIA CROAZIA

INTERREG ITALIA CROAZIA 2017

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

PROGRAMMA SPAZIO ALPINO ITALIA

PROGRAMMA SPAZIO ALPINO ITALIA

BIO BASED INDUSTRIES 2017

bio based industries 2017

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI

Erasmuspergiovaniimprenditori

INCENTIVO OCCUPAZIONE SUD

incentivo occupazione sud

INCENTIVO ASSUNZIONE GIOVANI

assunzione giovani neet

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Iscriviti alla Newsletter

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

CERCA

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

CULTURA CREA

CULTURA.CREA

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

Area di Crisi di Piombino e Livorno

TOSCANA.AREA.DI.CRISI.PIOMBINO.E.LIVORNO

CREDITO DI IMPOSTA 45%

CREDITO.DI.IMPOSTA.INVESTIMENTINEL.MEZZOGIORNO 45

INTERREG ITALIA-SVIZZERA 2014-2020

INTERREG.ITALIA.SVIZZERA.2014 2020

CERCA

Patrimonializzazione delle Pmi

Export: inserimento sui mercati esteri

Partecipazione a Fiere

SMART & START ITALIA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

AGEVOLAZIONI NAZIONALI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Zona Franca Sisma Centro Italia

MISE.zona franca urbana sisma centro italia