TRENTO MISURA 611 GIOVANI AGRICOLTORITRENTO PSR: rimandata l'apertura del bando per gli aiuti ai giovani agricoltori.
BANDO MISURA 6.1.1: si tratta della presentazione delle domande di accesso all’aiuto per favorire il primo insediamento in agricoltura di giovani imprenditori che, al momento della presentazione della domanda abbiano un'età compresa tra i 18 anni e i 40 anni (41 non compiuti), attraverso la corresponsione di un premio e incentivando la costituzione e lo sviluppo di aziende competitive, rispettose dell’ambiente e integrate nel territorio rurale.
La Provincia di Trento ha stabilito di differire l’apertura dei termini per la presentazione delle domande del terzo bando dell’operazione 6.1.1 - aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori del Programma di Sviluppo rurale della Provincia Autonoma di Trento 2014-2020.
La sospensione è fissata, fino al giorno successivo a quello in cui verranno approvate le modifiche alle disposizioni attuative, di cui alla Delibera 29 gennaio 2016, n. 63, che dovranno recepire le modifiche al P.S.R. e ai criteri di selezione.
BENEFICIARI:  Sono soggetti beneficiari, ai sensi dei presenti criteri, i giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in un’impresa agricola come capo azienda, o come corresponsabile nel caso di società. Sono considerate giovani le persone che alla data di presentazione della domanda di aiuto e alla data dell’insediamento hanno un’età compresa tra i 18 anni compiuti ed i 40 anni.
MISURA DELL’AIUTO: L’aiuto consiste in un premio forfettario in conto capitale, in cofinanziamento tra Unione europea, Stato e Provincia e non è direttamente collegabile ad investimenti, fatto salvo quanto indicato relativamente all’attuazione del piano
aziendale. L’aiuto ammonta ad euro 40.000,00. L’aiuto è erogato in due rate.

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONIPULSANTE.CHIEDI.APPUNTAMENTO 2

TRENTO, PSR - MISURA 6 – Operazione 6.1.1logobisbordino.150

Chiedi Informazioni

Chiedi Appuntamento

 

AIUTI ALL'AVVIAMENTO DI IMPRESE PER GIOVANI AGRICOLTORI

DIFFERIMENTO APERTURA

La Provincia di Trento ha stabilito di differire l’apertura dei termini per la presentazione delle domande del terzo bando dell’operazione 6.1.1 - aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori del Programma di Sviluppo rurale della Provincia Autonoma di Trento 2014-2020.

  • La sospensione è fissata, fino al giorno successivo a quello in cui verranno approvate le modifiche alle
    disposizioni attuative, di cui alla Delibera 29 gennaio 2016, n. 63, che dovranno recepire le modifiche al P.S.R. e ai criteri di selezione.

BENEFICIARI

Sono soggetti beneficiari, ai sensi dei presenti criteri, i giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in un’impresa agricola come capo azienda, o come corresponsabile nel caso di società.

  • Sono considerate giovani le persone che alla data di presentazione della domanda di aiuto e alla data dell’insediamento hanno un’età compresa tra i 18 anni compiuti ed i 40 anni.

GIOVANE AGRICOLTORE

Per giovane agricoltore si intende una persona di età non superiore a 41 anni alla data di presentazione della domanda, che possiede adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insedia per la prima volta in un'azienda agricola in qualità di capo dell'azienda o come corresponsabile nel caso di società.

REQUISITI

SONO STABILITI I SEGUENTI REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ PER L’OTTENIMENTO DELL’AIUTO ALL’INSEDIAMENTO:

a) l’insediamento è un processo che deve essere già iniziato alla data di presentazione della domanda di aiuto ma che non è ancora del tutto completato.

  • L’insediamento può iniziare al massimo 6 mesi (12 mesi in sede di prima applicazione, per le domande presentate entro il 31 marzo 2016) prima della presentazione della domanda di aiuto.
  • Tale periodo serve per le procedure di acquisizione dei terreni e per la preparazione del business plan.
  • L’insediamento deve avvenire in un’impresa con sede legale, fascicolo aziendale e centro aziendale in provincia di Trento.

b) adeguate qualifiche e competenze professionali.

  • La capacità professionale si ritiene acquisita qualora i giovani agricoltori siano in possesso di un titolo di studio a livello universitario nel settore agrario, forestale o veterinario, oppure di un diploma di scuola media superiore tecnica o di formazione professionale di carattere agrario.
  • Per i giovani privi del titolo di studio come sopra evidenziato, la capacità professionale si ritiene acquisita qualora gli stessi siano in possesso di altro titolo di studio equipollente ai titoli sopra elencati, purché l’equipollenza sia attestata da istituto professionale agrario riconosciuto, o abbiano conseguito presso tali istituti un brevetto professionale di imprenditore agricolo (B.P.I.A.), con un corso di durata programmata non inferiore a 600 ore.
  • In caso in cui il requisito professionale non sia posseduto alla data della concessione del sostegno, lo stesso dovrà
    essere conseguito necessariamente entro 36 mesi da tale data;

c) l’azienda agricola deve avere fin dalla data di presentazione della domanda una dimensione economica minima pari a 10.000,00 euro; inoltre alla data di presentazione della domanda non deve superare una dimensione massima di 150.000,00 euro.

  • La dimensione è calcolata in base ai valori espressi inproduzione standard output lordi

d) piano aziendale allegato alla domanda, la cui idoneità e congruità deve essere valutata dalla struttura provinciale competente in materia di agricoltura.

  • L’attuazione del piano deve iniziare entro 9 mesi dalla data della concessione del sostegno e concludersi entro 36 mesi dalla stessa data.

e) essere imprenditore agricolo professionale (IAP), verificato in base alla posizione INPS, ed essere iscritto nella prima sezione all’Archivio provinciale delle imprese agricole.

  • In caso in cui tale requisito non sia posseduto alla data della presentazione della domanda, lo stesso dovrà essere
    conseguito necessariamente entro 36 mesi da data di concessione del sostegno;

f) essere agricoltore in attività ai sensi dell’art. 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013.

  • In caso in cui tale requisito non sia posseduto alla data della presentazione della domanda, lo stesso dovrà essere conseguito necessariamente entro 18 mesi dalla data di insediamento;

g) Al fine di assicurare un’evoluzione strutturale delle aziende agricole, non può essere concesso l’aiuto se l’azienda di cui si assume la gestione sia stata costituita attraverso la divisione, effettuata nei 36 mesi antecedenti alla domanda dell’aiuto, di un’azienda preesistente, condotta dal coniuge, da parenti e affini del richiedente entro il secondo grado, o da società dagli stessi amministrate.

ESCLUSIONI

  • h) L’aiuto non è concesso nel caso in cui l’insediamento riguardi il subentro in un’azienda precedentemente condotta da un imprenditore agricolo di età inferiore a 50 anni compiuti che abbia in precedenza usufruito del premio di insediamento ai sensi del PSR 2000-2006, del PSR 2007-2013, nonché ai sensi dell’art. 17 della Legge provinciale 28 marzo 2003, n. 4.
  • i) L’aiuto non può essere concesso a giovani che si insediano in imprese destinatarie di recuperi di contributi concessi ai sensi dei PSR 2007-2013 e 2014-2020 e poi revocati, senza che sia intervenuta la restituzione degli stessi.

MISURA DELL’AIUTO

L’aiuto consiste in un premio forfettario in conto capitale, in cofinanziamento tra Unione europea, Stato e Provincia e non è direttamente collegabile ad investimenti, fatto salvo quanto indicato relativamente all’attuazione del piano aziendale.

L’AIUTO AMMONTA AD EURO 40.000,00.

L’AIUTO È EROGATO IN DUE RATE:

  1. • la prima rata pari all’importo di euro 30.000,00, sarà liquidata a seguito dell’approvazione della decisione dell’aiuto, previa presentazione di fideiussione bancaria o assicurativa per l’importo della prima rata.
  2. • la seconda rata a saldo sarà liquidata a seguito della corretta attuazione del piano aziendale e del raggiungimento dei requisiti di ammissibilità.

L’aiuto all’insediamento di cui ai presenti criteri non è cumulabile con altri aiuti per l’insediamento del giovane imprenditoriale, in particolare con quelli concessi da ISMEA o ai sensi dell’art. 24 quater della legge provinciale n. 6/1999 e
dell’art. 17 della legge provinciale n. 4/2003.

DOMANDA

Le domande di aiuto all’insediamento devono essere presentate alla Struttura provinciale competente in materia di agricoltura nei termini seguenti: dal giorno 15 gennaio e fino al 31 ottobre di ogni anno dal 2017 fino al 2019.

  • La Provincia di Trento ha stabilito di differire l’apertura dei termini per la presentazione delle domande del terzo bando dell’operazione 6.1.1 - aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori del Programma di Sviluppo rurale della Provincia Autonoma di Trento 2014-2020.
  • La sospensione è fissata, fino al giorno successivo a quello in cui verranno approvate le modifiche alle
    disposizioni attuative, di cui alla Delibera 29 gennaio 2016, n. 63, che dovranno recepire le modifiche al P.S.R. e ai criteri di selezione.

MAGGIORI INFORMAZIONI

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONIPULSANTE.CHIEDI.APPUNTAMENTO 2

 Logo Italia Contributi

VI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UNA REGIONE PARTICOLARE?

VISITA I NOSTRI SITI REGIONALI:

- LombardiaContributi.it

- PiemonteContributi.it

- VenetoContributi.it

- ValledAostaContributi.it

- LiguriaContributi.it

- TrentinoAltoAdigeContributi.it

- FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

- EmiliaRomagnaContributi.it

- ToscanaContributi.it

- UmbriaContributi.it

- MarcheContributi.it

- LazioContributi.it

- AbruzzoContributi.it

- MoliseContributi.it

- CampaniaContributi.it

- PugliaContributi.it

- BasilicataContributi.it

- CalabriaContributi.it

- SiciliaContributi.it

- SardegnaContributi.it

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONIPULSANTE.CHIEDI.APPUNTAMENTO 2

professionisti.collaborazioni


© Copyright - ITALIA CONTRIBUTI S.R.L.

Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione.

Se vuoi ripubblicare questo articolo sul tuo blog o sito internet puoi farlo citando la fonte, inserendo la dicitura "Questo articolo è stato originariamente pubblicato sul sito web www.italiacontributi.it" e includendo un link attivo diretto alla pagina dell\'articolo.


CHI È ON LINE

Abbiamo 10307 visitatori e nessun utente online

ITALIA CONTRIBUTI: CHI SIAMO

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

VUOI UN APPUNTAMENTO PER CONSULENZA PROFESSIONALE?

TI INTERESSA LA FINANZA AGEVOLATA? COLLABORA CON NOI PER AVERE UN'ATTIVITA' AUTONOMA NELLA TUA ZONA

ITALIA CONTRIBUTI AFFILIAZIONESCOPRI I VANTAGGI DELL'AFFILIAZIONE IN FRANCHISING

PULSANTE AFFILIAZIONI

NON OCCORRE ALCUNA ISCRIZIONE IN ALBI O ELENCHI
 
SOLO MOLTA SERIETA' PROFESSIONALE E A TUTTO IL RESTO PENSIAMO NOI
ANCHE AD INVIARVI I CLIENTI

VUOI UN SERVIZIO PROFESSIONALE PERSONALE E COSTANTE?

SERVIZO.RICERCA.AGEVOLAZIONIFINANZIARIE ITALIA CONTRIBUTI ABBONAMENTO

INAIL BANDO ISI 2016

INAIL BANDO ISI 2016

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

INTERREG ITALIA CROAZIA

INTERREG ITALIA CROAZIA 2017

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

INTERREG ITALIA AUSTRIA 2° AVVISO 2017

INTERREG ITALIA AUSTRIA

PROGRAMMA SPAZIO ALPINO ITALIA

PROGRAMMA SPAZIO ALPINO ITALIA

BIO BASED INDUSTRIES 2017

bio based industries 2017

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

NUOVA SABATINI 2017-2018

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI

Erasmuspergiovaniimprenditori

INCENTIVO OCCUPAZIONE SUD

incentivo occupazione sud

INCENTIVO ASSUNZIONE GIOVANI

assunzione giovani neet

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

INAIL BANDO ISI 2016-2017

INAIL.BANDO.ISI.2016 2017

inail bando isi agricoltura 2016-2017

INAIL BANDO ISI Agricoltura 2016 2017

Iscriviti alla Newsletter

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

CERCA

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

CULTURA CREA

CULTURA.CREA

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

SUPER AMMORTAMENTO 140%

super.ammortamento.140 2016

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

Area di Crisi di Piombino e Livorno

TOSCANA.AREA.DI.CRISI.PIOMBINO.E.LIVORNO

CREDITO DI IMPOSTA 45%

CREDITO.DI.IMPOSTA.INVESTIMENTINEL.MEZZOGIORNO 45

INTERREG ITALIA-SVIZZERA 2014-2020

INTERREG.ITALIA.SVIZZERA.2014 2020

CERCA

Patrimonializzazione delle Pmi

Export: inserimento sui mercati esteri

Partecipazione a Fiere

SMART & START ITALIA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

AGEVOLAZIONI NAZIONALI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI