window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'G-7YHD30JE5L'); FRIULI VENEZIA GIULIA, Gorizia: contributi a fondo perduto fino al 30%, con massimale di € 75.000,alle micro imprese di produzione dei settori industria e artigianato, per investimenti. Scadenza 31/12/2021 - Italia Contributi

friuli venezia giulia trieste gorizia contributi micro imprese di produzioneFRIULI VENEZIA GIULIA, Gorizia: contributi a fondo perduto fino al 30% e con massimale di € 75.000, ai settori industria e artigianato, alle micro imprese di produzione, per investimenti. 
FINALITÀ: concessione di agevolazioni afronte di investimenti funzionali a: -attivazione di un nuovo stabilimento; ampliamento di uno stabilimento esistente; -diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti aggiuntivi; -trasformazione radicale del processo produttivo di uno stabilimento esistente; -razionalizzazione e/o ristrutturazione, ammodernamento.
BENEFICIARI:micro imprese aventi sede e/o un’unità locale in provincia di Gorizia almeno al momento dell’erogazione dell’aiuto e operanti nei settori economici di seguito elencati nell'articolo  sottostante.
INIZIATIVE FINANZIABILI: attivazione di un nuovo stabilimento; ampliamento di uno stabilimento esistente; diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti aggiuntivi; trasformazione radicale del processo produttivo di uno stabilimento esistente; - acquisizione di uno stabilimento che è chiuso o che sarebbe stato chiuso senza tale acquisto.
de minimis: ai fini della concessione della sovvenzione in regime “de minimis”, gli investimenti devono consistere in qualsiasi categoria precedente o in razionalizzazione e/o ristrutturazione, ammodernamento.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: del 20% in ESL nel caso di sovvenzione nel rispetto della specifica disciplina comunitaria alle PMI; del 30% in ESL nel caso di sovvenzione nel rispetto della specifica disciplina comunitaria degli Aiuti di Stato a finalità regionale; - 30% nel caso di sovvenzione secondo la normativa “de minimis”.
CONTRIBUTO MASSIMO: l’aiuto massimo concedibile non potrà superare € 75.000,00.
DOMANDE: scadenza 31/12/2021
LEGGI TUTTO L'ARTICOLO SOTTOSTANTE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

TROVA IL MIGLIOR FINANZIAMENTO PER LA TUA IMPRESA giallo 200

FRIULI VENEZIA GIULIA

 

 

 

 

FRIULI VENEZIA GIULIA - Gorizia

LEGGE 29.01.1986, N. 26
“Incentivi per il rilancio dell’economia delle province di Trieste e Gorizia”

  • Agevolazioni alle micro imprese di produzionedel settore industria ed artigianatoper la realizzazione di iniziative economiche. ANNO 2021

Contributi a fondo perduto fino al 30% e con massimale di € 75.000

FINALITÀ

Concessione di agevolazioni afronte di investimenti funzionali a:

  • Attivazione di un nuovo stabilimento;
  • ampliamento di uno stabilimento esistente;
  • Diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti aggiuntivi;
  • Trasformazione radicale del processo produttivo di uno stabilimento esistente;
  • razionalizzazione e/o ristrutturazione, ammodernamento.

BENEFICIARI

Micro imprese aventi sede e/o un’unità locale in provincia di Gorizia almeno al momento dell’erogazione dell’aiuto e operanti nei settori economici ammessi.

Possono presentare domanda:

  • a) le imprese della provincia di Gorizia già iscritte alla CCIAA;
  • b) le nuove imprese in procinto di operare nella provincia di Gorizia non ancora iscritte alla CCIAA.

Nel caso di nuove imprese non ancora iscritte, l’erogazione dell’aiuto eventualmente concesso è subordinata all’iscrizione al Registro delle Imprese e all’avvio dell’attività.

INIZIATIVE FINANZIABILI

  • attivazione di un nuovo stabilimento; 
  • ampliamento di uno stabilimento esistente; 
  • diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti aggiuntivi; 
  • trasformazione radicale del processo produttivo di uno stabilimento esistente;
  • acquisizione di uno stabilimento che è chiuso o che sarebbe stato chiuso senza tale acquisto.

DE MINIMIS: ai fini della concessione della sovvenzione in regime “de minimis”, gli investimenti devono consistere in qualsiasi categoria precedente o in

  • razionalizzazione e/o ristrutturazione, ammodernamento.

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

Contributo a fondo perduto nella misure di:

  • 20% in ESL nel caso di sovvenzione nel rispetto della specifica disciplina comunitaria alle PMI;
  • 30% in ESL nel caso di sovvenzione nel rispetto della specifica disciplina comunitaria degli Aiuti di Stato a finalità regionale;
  • 30% nel caso di sovvenzione secondo la normativa “de minimis”.

CONTRIBUTO MASSIMO

L’aiuto massimo concedibile non potrà superare € 75.000,00.

SPESE AMMESSE

Il programma d’investimento relativo agli interventi ammissibili deve essere organico, tecnicamente, economicamente e finanziariamente valido, funzionale al conseguimento degli obiettivi produttivi ed economici prefissati dall’impresa ed indicati nella domanda di agevolazione e riguardare una sola unità produttiva.

Le spese ammissibili riguardano le seguenti voci di costo:

  • a) acquisto dell’immobile;
  • b) impianti, macchinari ed attrezzature varie solo se afferenti a cespiti ammortizzabili, nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari all’attività amministrativa dell’impresa, mezzi mobili, beni strettamente necessari al ciclo di produzione, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell’impianto oggetto delle agevolazioni;
  • c) spese per progettazioni riguardanti le strutture dei fabbricati e gli impianti, sia generali che specifici, direzione dei lavori, collaudi di legge, se connesse con gli interventi di cui alle lettere a) e b), le spese di frazionamento e quelle tecniche analiticamente documentate;
  • d) suolo aziendale, sue sistemazioni ed indagini geognostiche;
  • e) opere murarie ed assimilate;
  • f) infrastrutture specifiche aziendali;
  • g) hardware;
  • h) software limitatamente ai programmi informatici legati alla produzione.

Negli stabilimenti industriali è ammessa a sovvenzione anche la spesa relativa alla costruzione dell’alloggio del custode, se facente parte dell’edificio dove si svolge l’attività produttiva, limitatamente alle opere murarie e all’impiantistica.

DOMANDE

Scadenza 31/12/2021

SCARICA I DOCUME

 

TROVA IL MIGLIOR FINANZIAMENTO PER LA TUA IMPRESA giallo 200

TI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN ALTRA REGIONE?

VISITA IL SITO DI ITALIA CONTRIBUTI

ITALIA CONTRIBUTI

 VISITA ANCHE I NOSTRI SITI REGIONALI

LombardiaContributi.it

PiemonteContributi.it

VenetoContributi.it

ValledAostaContributi.it

LiguriaContributi.it

TrentinoAltoAdigeContributi.it

FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

EmiliaRomagnaContributi.it

ToscanaContributi.it

UmbriaContributi.it

MarcheContributi.it

LazioContributi.it

AbruzzoContributi.it

MoliseContributi.it

CampaniaContributi.it

PugliaContributi.it

BasilicataContributi.it

CalabriaContributi.it

SiciliaContributi.it

SardegnaContributi.it


 
Logo Italia Contributi
®ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO REGISTRATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione
 
 
 
 
 
 

 

TROVA IL MIGLIOR FINANZIAMENTO PER LA TUA IMPRESA giallo 200