window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'G-7YHD30JE5L'); AGEVOLAZIONI VIGENTI NAZIONALI - Italia Contributi

Italia Contributi

AGEVOLAZIONI VIGENTI NAZIONALI

VIA LIBERA DELL'UNIONE EUROPEA: proroga definitiva alla sospensione dei mutui, finanziamenti e leasing delle imprese al 31 gennaio 2021 e al 31 marzo 2021 per le imprese del comparto turistico.

DECRETO AGOSTO SOSPENSIONE RATE FINANZIAMENTI

VIA LIBERA DELL'UNIONE EUROPEA: proroga definitiva alla sospensione dei mutui, finanziamenti e leasing delle imprese al 31 gennaio 2021 e al 31 marzo 2021 per le imprese del comparto turistico.
DECRETO AGOSTOil Decreto agosto proroga, dal 30 settembre 2020 al 31 gennaio 2021 i limiti alla revoca degli affidamenti bancari, la sospensione dei pagamenti di mutui e leasing.
PROROGA PER LE IMPRESE DEL COMPARTO TURISTICO:  la proroga per le imprese del compato turistico sarà estesa al 31 marzo 2021.
PROROGA AUTOMATICA: per le imprese gia' ammesse alle misure di sostegno la proroga della moratoria opera automaticamente senza alcuna formalita', salva l'ipotesi di rinuncia espressa da parte dell'impresa beneficiaria, da far pervenire al soggetto finanziatore entro il termine del 30 settembre 2020.
IMPRESE NON ANCORA AMMMESSE: le imprese che, alla data di entrata in vigore del presente decreto, presentino esposizioni che non siano ancora state ammesse alle misure di sostegno possono essere ammesse, entro il 31 dicembre 2020, alle predette misure di sostegno finanziario secondo le medesime condizioni e modalita'.
POSTICIPO SEGNALAZIONI ALLA CENTRALE RISCHI: posticipato, inoltre, al 31 gennaio 2021, anche il termine delle segnalazioni a sofferenza alla Centrale Rischi di Banca d’Italia (e ai sistemi privati di informazioni creditizie) relative a imprese che abbiano beneficiato della moratoria.
ENTRATA IN VIGORE DEL PROVVEDIMENTO: 15/08/2020

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: VIA LIBERA DELL'UNIONE EUROPEA: proroga definitiva alla sospensione dei mutui, finanziamenti e leasing delle imprese...

VENETO: operativo il Fondo Anticrisi attività produttive, per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese coinvolte nella crisi da COVID-19, per iniziative finalizzate alla realizzazione di investimenti e interventi di supporto finanziario.

VENETO FONDO ANTICRISIVENETO: pubblicate nel Bur Veneto le modalità di intervento del Fondo di rotazione "Anticrisi attività produttive" per finanziamenti alle PMI operanti nei settori dell'industria, artigianato, commercio e servizi per iniziative fnalizzate alla realizzazione di investimenti, interventi di capitalizzazione, fabbisogno straordinario di liquidità.
FONDO DI ROTAZIONE "ANTICRISI ATTIVITÀ PRODUTTIVE"punti principali caratterizzanti:
TIPOLOGIE DI INTERVENTO: comprendono iniziative finalizzate alla realizzazione di investimenti, di importo compreso tra un minimo di 20.000,00 euro e un massimo di 500.000,00 euro e interventi di supporto finanziario, di importo compreso tra un minimo di 50.000,00 euro e un massimo di 250.000,00 euro.
DURATA DELL'INVESTIMENTO: varia da un minimo di 36 mesi ad un massimo di 120 mesi per le operazioni immobiliari e da un minimo di 36 mesi ad un massimo di 60 mesi per gli interventi di supporto finanziario.
BENEFICIARI: possono accedere al finanziamento le PMI con sede operativa in Veneto, in regolare attività alla data di presentazione della domanda e operanti nei settori dell'industria, artigianato, commercio e servizi.
FINANZIAMENTO: il finanziamento è costituito da una quota di provvista pubblica a tasso zero per un importo non superiore al 50% dell'operazione agevolata a e da una quota di provvista privata, messa a disposizione dalla Banca o Società di leasing, ad un tasso non superiore al "Tasso Convenzionato".
GARANZIA: per la quota di provvista pubblica, l'assunzione del rischio di mancato rimborso da parte della PMI beneficiaria è a carico del Fondo per la parte di competenza.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: VENETO: operativo il Fondo Anticrisi attività produttive, per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese...

MARCHI+3: dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del proprio marchio nazionale a livello comunitario ed internazionale. (3)

MISE BREVETTI MARCHI E DISEGNI 2020MARCHI+3dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del proprio marchio nazionale a livello comunitario ed internazionale.
MARCHI+3: supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero attraverso alcune misure agevolative che mirano a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle imprese. 
LINEE DI INTERVENTO: Il bando Marchi+3 prevede due linee di intervento:
MISURA A - Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.
MISURA BAgevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.
DOMANDE: Le domande potranno essere presentate dal: 30 settembre fino ad esaurimento fondi.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: MARCHI+3: dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del proprio marchio...

NUOVA SABATINI: è on line la circolare con le indicazioni e chiarimenti sulle agevolazioni previste dal Decreto Semplificazioni per la Nuova Sabatini. Si tratta delle agevolazioni per l'acquisto di beni strumentali. Domande a sportello.

NUOVA SABATINI 2020 24

NUOVA SABATINI: è on line la circolare con le indicazioni e chiarimenti sulle agevolazioni previste dal Decreto Semplificazioni per la Nuova Sabatini. Si tratta delle agevolazioni per l'acquisto di beni strumentali. Domande a sportello.
AGEVOLAZIONI POTENZIATE DAL IL 2020: aggiunti con la Legge di Bilancio nuovi contributi per investimenti Green e per investimenti al Sud. Rifinanziamento fino al 2024.
CONTRIBUTI CORRENTI: sono sempre previsti per gli investimenti in tecnologie “Industria 4.0” e per gli investimenti “ordinari”.
NUOVI CONTRIBUTI MAGGIORATI PER IL SUD: pari al 5,5%, a favore delle micro e piccole imprese che effettuano investimenti in tecnologie Industria 4.0 nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
NUOVO CONTRIBUTO GREEN: pari al 3,575%, previsto nel caso di acquisto, anche mediante operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, a basso impatto ambientale, nell’ambito di programmi finalizzati a migliorare l’ecosostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi.
INVESTIMENTI AMMESSI: acquisto macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali. in pratica si tratta dei finanziamenti con contributo in conto interessi, a tasso circa zero, per investimenti in macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali.
FINALITA': migliorare l’accesso al credito per investimenti produttivi delle piccole e medie imprese.
GARANZIA GRATUITA: il finanziamento assistito da garanzia gratuita concessa dal Fondo Centrale di Garanzia.
CONTRIBUTI: la Nuova Sabatini concede contributi dal Ministero dello sviluppo economico a fronte di finanziamenti bancari quinquennali per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, hardware, software ed in tecnologie digitali.
BENEFICIARI: la misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese operanti in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca, e prevede l’accesso ai finanziamenti e ai contributi a tasso agevolato per gli investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, software ed in tecnologie digitali.
FINANZIAMENTI AGEVOLATI: finanziamenti di importo non superiore a 4 milioni di euro a fronte degli investimenti sopra descritti, anche frazionato in più iniziative di acquisto.
MASSIMALE: i finanziamenti coprono il 100% dei costi ammissibili ed hanno una durata massima di cinque anni dalla stipula del contratto.
EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO: 100% delle spese ammesse in via anticipata a fronte dei preventivi di acquisto.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: NUOVA SABATINI: è on line la circolare con le indicazioni e chiarimenti sulle agevolazioni previste dal Decreto...

SACE-SIMEST, INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti agevolati, anche per operazioni in paesi UE. Finanziamento fino al 25% del fatturato, massimo 4 milioni e contributo del 20%. Domande a sportello.

SACE SIMEST Inserimento Mercati EsteriSACE-SIMEST INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: dal 6 agosto 2020 i finanziamenti per l'inserimento nei mercati esteri vengono potenziati ed estesi a tutti i Paesi, anche all’interno dell’Unione Europea.
FINALITÀ: realizzazione di programmi di investimento finalizzati al lancio e alla diffusione di nuovi prodotti/ servizi; o all’acquisizione di nuovi mercati per prodotti/servizi già esistenti.
BENEFICIARI: tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o aggregata che devono costituire una "Rete Soggetto" e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.
NOVITA': la prima novità, fortemente attesa e trasversale a tutte le tipologie di finanziamento, è l’estensione dell’operatività anche ad investimenti realizzati o da realizzare all’interno dell’Unione Europea.
ALTRE NOVITÀ: possibilità di richiedere l'esenzione dalle garanzie per tutto il 2020; possibilità di ottenere fino al 20% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto; rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; possibilità per l'impresa di inserirsi efficacemente sul mercato con una struttura commerciale finanziata; possibilità di promuovere con migliore efficacia i propri beni e/o servizi prodotti in Italia o, comunque, distribuiti con marchio italiano; incentivo economico rappresentato dal solo rimborso degli interessi nel periodo di realizzazione del programma.
FINANZIAMENTO AGEVOLATO: l'importo massimo finanziabile può raggiungere il 100% del totale preventivato e non può superare il 25% del fatturato medio dell'ultimo biennio.
FINANZIAMENTO MINIMO50 mila euro.
FINANZIAMENTO MASSIMO 4 milioni di euro.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: pari al 20% del finanziamento fino a un massimo di € 100.000,00.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SACE-SIMEST, INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti agevolati,...

SACE-SIMEST, E-COMMERCE: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti a tasso zero, anche per operazioni in paesi UE. Finanziamento fino a € 450.000, contributo 40%. Domande a sportello.

SACE SIMEST E COMMERCESACE-SIMEST E-COMMERCE:  a partire dal 6 agosto 2020 i Finanziamenti per l'e-commerce che SIMEST eroga su risorse pubbliche gestite per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, vengono potenziati ed estesi a tutti i Paesi, anche all’interno dell’Unione Europea.
NOVITA': la prima novità, fortemente attesa e trasversale a tutte le tipologie di finanziamento, è l’estensione dell’operatività anche ad investimenti realizzati o da realizzare all’interno dell’Unione Europea.
E-Commerce: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico, potranno vedere finanziato il proprio investimento (attraverso piattaforma propria o di terzi) anche se registrato con un dominio di primo livello generico, e non necessariamente geografico. Inoltre, potranno essere finanziati anche i costi di affitto per magazzino e delle certificazioni internazionali di prodotto.
NUOVI IMPORTI MASSIMI: nuovi importi massimi consentiranno alle aziende di beneficiare di maggiore liquidità per i propri investimenti oltreconfine, sia in termini assoluti che in proporzione ai propri limiti dimensionali (fatturato o patrimonio netto a seconda dello strumento), rendendo, di fatto, i finanziamenti agevolati più allettanti anche per le MidCap e le grandi imprese.
ALTRE NOVITÀ: quest’ultima misura va ad aggiungersi alle altre due novità già operative da metà giugno, che vedono per tutto il 2020 le aziende richiedenti esentate dall’obbligo di prestazione di garanzie per accedere al finanziamento ed abilitate a ricevere fino al 40% della somma richiesta a fondo perduto (per un massimo a fondo perduto di 100mila euro), con la restante parte da restituire a media-lunga scadenza e a tasso agevolato (pari a luglio allo 0,085% annuo).
NUOVI IMPORTIE-COMMERCE: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico possono accedere ad un finanziamento che sale da 300mila a 450 mila euro per la realizzazione di una propria piattaforma on-line e da 200 mila a 300 mila euro per l’adesione ad un marketplace fornito da soggetti terzi.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: pari al 40% del finanziamento fino a un massimo di € 100.000,00.
DOMANDE: a sportello

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SACE-SIMEST, E-COMMERCE: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti a tasso zero, anche per operazioni...

SACE-SIMEST, PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle operazioni nei paesi dell Unione Europea. Domande a sportello.

SACE SIMEST PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTREPARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle operazioni nei paesi dell Unione Europea.
SACE-SIMEST: pubblicata la circolare attuativa contenente le novità introdotte dal Decreto Rilancio.
FINALITA'Sostenere la partecipazione a fiere, mostre, missioni di sistema e eventi promozionali, anche virtuali, per promuovere l'impresa italiana e il suo business sui nuovi mercati internazionali.
BENEFICIARI: tutte le imprese con sede legale in Italia (anche costituite in forma di “Rete Soggetto”) che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo.
AGEVOLAZIONE: finanziamento a tasso agevolato delle spese per area espositiva, spese logistiche, spese promozionali e spese per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre in Paesi esteri, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE - Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria. 
ANCHE IN ITALIA: sono finanziabili anche le spese sostenute per la partecipazione a fiere internazionali in Italia.
FINANZIAMENTO MASSIMO: il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi dell'ultimo esercizio. Importo massimo finanziabile: € 150.000.
DURATA DEL FINANZIAMENTO: 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: 40% del finanziamento con il massimo di € 100.000.
ALTRE AGEVOLAZIONI: possibilità di richiedere l'esenzione dalle garanzie per tutto il 2020; possibilità di ottenere fino al 40% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto;  rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; migliore visibilità del brand presso i buyer di settore; promuovere la tua attività nei mercati esteri.
DOMANDE a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SACE-SIMEST, PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle...

ECCO COME ACQUISTARE DIRETTAMENTE DALLA ROMANIA: a prezzi vantaggiosi, sia alimentari che non alimentari, materie prime, semilavorati, prodotti finiti, macchinari e attrezzature. Tutte le settimane, consegna su gomma presso la vostra sede, tutta Italia.

IMPORTA DALLA ROMANIA NX1 300ECCO COME ACQUISTARE DIRETTAMENTE DALLA ROMANIA: i prezzi sono vantaggiosi, sia per prodotti alimentari che non alimentari, materie prime, semilavorati, prodotti finiti, macchinari e attrezzature. 
Tutte le settimane, consegna su gomma presso la vostra sede, in tutta Italia, isole comprese.
PERCHE' E' CONVENIENTE IMPORTARE DALLA ROMANIA: perchè la Romania è un paese dell'Unione Europea, senza dazi doganali e nessun intralcio burocratico, cambio favorevole, relativamente vicina con l'Italia, basso costo del lavoro, con mumerose industrie che producono a prezzi molto concorrenziali e esportano prodotti di tutti le tipologie, anche di qualità e di marche conosciute, a prezzi molto convenienti.
COSA CONVIENE ACQUISTARE IN ITALIA: materie prime, semilavorati, prodotti finiti, macchinari e attrezzature.
PERCHE' CHIEDERE LA NOSTRA COLLABORAZIONE: perchè non vi costa niente e possiamo proporvi condizioni vantaggiose tramite un partner con sede commerciale a Bucarest, con personale rumeno che parla anche  italiano, con contatti seri e consolidati con principali imprese produttive di diversi settori, inoltre organizzazione logistica collaudata con trasporti e consegne su gomma in tutta Italia.
SPEDIZIONE E CONSEGNA: servizio settimanale di consegna, su gomma, in tutta Italia, isole comprese, con scarico merce direttamente presso la vostra sede.
INFORMAZIONI E QUOTAZIONI: chiedeteci informazioni, quotazioni e preventivi, senza impegno.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  
Leggi tutto: ECCO COME ACQUISTARE DIRETTAMENTE DALLA ROMANIA: a prezzi vantaggiosi, sia alimentari che non alimentari, materie...

Dal 17 settembre al via le domande per la patrimonializzazione delle PMI. Finanziamento ad aziende con fatturato superiore a 10 milioni. Finanziamento agevolato fino a 3 volte l'aumento del capitale. Domande a sportello fino a esaurimento fondi.

FONDO PATRIMONIO PMI 300IL FONDO PATRIMONIO PMI: si tratta di un Fondo promosso dal Ministero dell’Economia, che ha una dotazione di 4 miliardi di euro.
FINALITA': il Fondo Patrimonio PMI è rivolto alle imprese che decidono di investire sul proprio rilancio. 
OPERATIVITÀ: il fondo opera attraverso l’acquisto di obbligazioni o titoli di debito emessi da aziende che hanno effettuato un aumento di capitale pari ad almeno 250.000 euro. L’acquisto dei titoli deve avvenire entro il termine del 31 dicembre 2020.
BENEFICIARI: il Fondo è destinato alle società per azioni, società in accomandita per azioni, società a responsabilità limitata (anche semplificata), società cooperative, società europee e società cooperative europee aventi sede legale in Italia. 
Non è prevista una valutazione del merito creditizio.
REQUISITI: le società devono:
- avere un ammontare di ricavi nell’esercizio 2019 tra i 10 e i 50 milioni di euro e meno di 250 dipendenti;
- aver subito, a causa della pandemia da Covid-19, una riduzione complessiva dei ricavi nei mesi di marzo e aprile 2020 pari ad almeno il 33% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente;
- aver deliberato ed eseguito, dopo il 19 maggio 2020, un aumento di capitale a pagamento pari ad almeno 250.000 euro;
- aver emesso un’obbligazione o un altro titolo di debito con determinate caratteristiche;
- non risultare, al 31 dicembre 2019, impresa in difficoltà ai sensi della normativa comunitaria.
INTERVENTO DEL FONDO: il Fondo Patrimonio PMI interviene acquistando obbligazioni o altri titoli di debito di nuova emissione.
AMMONTARE MASSIMO: l’ammontare massimo dei titoli sottoscritti è commisurato al minore tra: tre volte l’ammontare dell’aumento del capitale eseguito e il 12,5% del fatturato 2019.
DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO: il finanziamento ricevuto deve essere destinato a costi del personale,  investimenti o capitale circolante impiegati in stabilimenti produttivi e attività imprenditoriali che siano localizzati in Italia.
CONTRIBUTO: è prevista una premialità se la società raggiunge uno o più dei seguenti obiettivi:
- mantenimento dell’occupazione (al 31 dicembre 2019) presso stabilimenti produttivi italiani fino al rimborso del finanziamento;
- investimenti per la tutela ambientale (riduzione consumi, emissioni o riqualificazione energetica di edifici) per un importo non inferiore al 30% del valore dei titoli sottoscritti ed effettuati entro la data di rimborso;
- investimenti in tecnologie abilitanti dell’industria 4.0 per un importo non inferiore al 30% del valore dei titoli sottoscritti ed effettuati entro la data di rimborso;
Per ognuno degli obiettivi raggiunti viene riconosciuta una riduzione del 5% del valore di rimborso. L’aiuto corrispondente sarà concesso in regime de minimis.
DOMANDE: a sportello fino a esaurimento fondi.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: Dal 17 settembre al via le domande per la patrimonializzazione delle PMI. Finanziamento ad aziende con fatturato...

Decreto Liquidità: oltre 77 miliardi il valore delle richieste già pervenute al Fondo di Garanzia. Diverse modifiche per i finanziamenti a favore delle imprese. Domande a sportello.

LEGGE LIQUIDITADECRETO LIQUIDITA': oltre 77 miliardi il valore delle richieste già presentate al fondo di garanzia.
FINANZIAMENTO GARANTITO: l'importo massimo del finanziamento è pari al 25% del fatturato oppure il doppio della spesa salariale del 2019. 
NUOVE IMPRESE: per le imprese costituite dopo il 31 dicembre 2018 il massimale del finanziamento è determinato in base al doppio della spese per il personale previsti per i primi 2 anni di attività.
DURATA DEL FINANZIAMENTO: la durata dei finanziamenti fino a € 30.000 aumenta da 6 a 10 anni.
FINANZIAMENTI FINO A € 800.000: la durata per i finaziamenti fino a 800.000 aumenta da 6 fino a 30 anni.
FINANZIAMENTO FINO A € 5 MILIONI: con garanzia al 80% del Fondo Centrale di Garanzia. Il finanziamento fino a 5 milioni di euro è rivolto a PMI con fatturato superiore a 3,2 mln.
DOMANDE: fino ad esaurimento fondi e entro il 31 dicembre 2020. 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: Decreto Liquidità: oltre 77 miliardi il valore delle richieste già pervenute al Fondo di Garanzia. Diverse modifiche...

SMART & START ITALIA: aggiornamento di agosto della nuova disciplina agevolativa per le start up innovative. Finanziamento fino a 1.500.000, a tasso zero. Durata 10 anni, fino al 90% e contributo fino al 30%. Domande a sportello.

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2020SMART & START ITALIA 2020:  pubblicati i dati di agosto 2020 delle principale misura agevolativa nazionale per le nuove imprese innovative.
BENEFICIARI: start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 60 mesi. Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società.
TERRITORIALITA': le agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale.
LA BUSINESS IDEA: dovrà avere caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca.
L’AGEVOLAZIONE: consiste in un mutuo senza interessi per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto proposto. 
Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo.
FINANZIAMENTO AGEVOLATO, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili; l’importo del finanziamento è elevabile al 90% nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.
DURATA: Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SMART & START ITALIA: aggiornamento di agosto della nuova disciplina agevolativa per le start up innovative....

CONTRATTI DI SVILUPPO DELLE IMPRESE: rifinanziati con 500 milioni i nuovi progetti di sviluppo delle imprese con finalità industriale, agroalimentare, turistico, tutela ambientale, risparmio energetico. Domande a sportello.

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2020CONTRATTI DI SVILUPPO DELLE IMPRESE: rifinanziati con 500 milioni i nuovi progetti di sviluppo delle imprese con finalità industriale, agroalimentare, turistico, tutela ambientale, risparmio energetico.
DECRETO AGOSTO: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Agosto entra in vigore il rifinanziamento di 500 milioni per i contratti di sviluppo, al fine di favorire l'attrazione degli investimenti e la realizzazione di progetti di sviluppo di impresa rilevanti per il rafforzamento della struttura produttiva del Paese, con particolare riferimento alle aree del Mezzogiorno.
CONTRATTO DI SVILUPPOsi tratta di contributi a fondo perduto alle imprese per progetti di sviluppo industriali, agroalimentari, turistiche, tutela ambientale. risparmio energetico, ambientale, risparmio energetico, e di ricerca e sviluppo.
AGEVOLAZIONI: previsti contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati nel settore industriale, compreso il settore agroalimentare, turistico, tutela ambientale, risparmio energetico, nonchè ricerca e sviluppo.
LOCALIZZAZIONE: tutto il territorio nazionale.
INVESTIMENTO MINIMO DELLE SINGOLE IMPRESE ADERENTI
settore industriale: 1,5 milioni, trasformazione prodotti agricoli: 1,5 milioni; Turismo: 1,5 milioni; Tutela ambientale: 1,5 milioni.
INVESTIMENTO MINIMO DEL PROMOTORE
settore industriale: 10 milioni, trasformazione prodotti agricoli: 3 milioni; Turismo: 5 milioni; Tutela ambientale: 10 milioni.
INVESTIMENTO MINIMO DELL' INTERO PROGETTO: 7,5 milioni per l'agroalimentare e 20 milioni per gli altri settori.
BENEFICIARI: tutte le imprese singole o associate, italiane ed estere. Inoltre il contratto di sviluppo potrà inoltre essere realizzato da più soggetti in forma congiunta tramite lo strumento del contratto di rete.
CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO E FINANZIAMENTI AGEVOLATI: le agevolazioni sono concesse nelle seguenti forme, anche in combinazione tra loro: finanziamento agevolato, nei limiti del 75% delle spese ammissibili; contributo in conto interessi; contributo in conto impianti; contributo diretto alla spesa.
PARTECIPAZIONE AL CAPITALE DI RISCHIO: possibilità di integrare le agevolazioni in forma di contributo o di finanziamento intervenendo per integrare il capitale di rischio del soggetto proponente.
DOMANDE: Misura operativa. Domande a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: CONTRATTI DI SVILUPPO DELLE IMPRESE: rifinanziati con 500 milioni i nuovi progetti di sviluppo delle imprese con...

RIFINANZIATA LA NUOVA SABATINI: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Agosto entra in vigore il rifinanziamento con 64 milioni della misura. Agevolazioni per l'acquisto di beni strumentali. Domande a sportello.

NUOVA SABATINI 2020 24

RIFINANZIATA LA NUOVA SABATINI: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Agosto entra in vigore il rifinanziamento con 64 milioni della misura. 
AGEVOLAZIONI POTENZIATE DAL IL 2020: aggiunti con la Legge di Bilancio nuovi contributi per investimenti Green e per investimenti al Sud. Rifinanziamento fino al 2024.
CONTRIBUTI CORRENTI: sono sempre previsti per gli investimenti in tecnologie “Industria 4.0” e per gli investimenti “ordinari”.
NUOVI CONTRIBUTI MAGGIORATI PER IL SUD: pari al 5,5%, a favore delle micro e piccole imprese che effettuano investimenti in tecnologie Industria 4.0 nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
NUOVO CONTRIBUTO GREEN: pari al 3,575%, previsto nel caso di acquisto, anche mediante operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, a basso impatto ambientale, nell’ambito di programmi finalizzati a migliorare l’ecosostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi.
INVESTIMENTI AMMESSI: acquisto macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali. in pratica si tratta dei finanziamenti con contributo in conto interessi, a tasso circa zero, per investimenti in macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali.
FINALITA': migliorare l’accesso al credito per investimenti produttivi delle piccole e medie imprese.
GARANZIA GRATUITA: il finanziamento assistito da garanzia gratuita concessa dal Fondo Centrale di Garanzia.
CONTRIBUTI: la Nuova Sabatini concede contributi dal Ministero dello sviluppo economico a fronte di finanziamenti bancari quinquennali per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, hardware, software ed in tecnologie digitali.
BENEFICIARI: la misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese operanti in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca, e prevede l’accesso ai finanziamenti e ai contributi a tasso agevolato per gli investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, software ed in tecnologie digitali.
FINANZIAMENTI AGEVOLATI: finanziamenti di importo non superiore a 4 milioni di euro a fronte degli investimenti sopra descritti, anche frazionato in più iniziative di acquisto.
MASSIMALE: i finanziamenti coprono il 100% dei costi ammissibili ed hanno una durata massima di cinque anni dalla stipula del contratto.
EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO: 100% delle spese ammesse in via anticipata a fronte dei preventivi di acquisto.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: RIFINANZIATA LA NUOVA SABATINI: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Agosto entra in vigore il...

SACE-SIMEST, PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle operazioni nei paesi dell Unione Europea. Domande a sportello.

SACE SIMEST PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTREPARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle operazioni nei paesi dell Unione Europea.
SACE-SIMEST: pubblicata la circolare attuativa contenente le novità introdotte dal Decreto Rilancio.
FINALITA'Sostenere la partecipazione a fiere, mostre, missioni di sistema e eventi promozionali, anche virtuali, per promuovere l'impresa italiana e il suo business sui nuovi mercati internazionali.
BENEFICIARI: tutte le imprese con sede legale in Italia (anche costituite in forma di “Rete Soggetto”) che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo.
AGEVOLAZIONE: finanziamento a tasso agevolato delle spese per area espositiva, spese logistiche, spese promozionali e spese per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre in Paesi esteri, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE - Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria. 
ANCHE IN ITALIA: sono finanziabili anche le spese sostenute per la partecipazione a fiere internazionali in Italia.
FINANZIAMENTO MASSIMO: il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi dell'ultimo esercizio. Importo massimo finanziabile: € 150.000.
DURATA DEL FINANZIAMENTO: 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: 40% del finanziamento con il massimo di € 100.000.
ALTRE AGEVOLAZIONI: possibilità di richiedere l'esenzione dalle garanzie per tutto il 2020; possibilità di ottenere fino al 40% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto;  rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; migliore visibilità del brand presso i buyer di settore; promuovere la tua attività nei mercati esteri.
DOMANDE a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SACE-SIMEST, PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle...

SACE-SIMEST, INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti agevolati, anche per operazioni in paesi UE. Finanziamento fino al 25% del fatturato, massimo 4 milioni e contributo del 20%. Domande a sportello.

SACE SIMEST Inserimento Mercati EsteriSACE-SIMEST INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: dal 6 agosto 2020 i finanziamenti per l'inserimento nei mercati esteri vengono potenziati ed estesi a tutti i Paesi, anche all’interno dell’Unione Europea.
FINALITÀ: realizzazione di programmi di investimento finalizzati al lancio e alla diffusione di nuovi prodotti/ servizi; o all’acquisizione di nuovi mercati per prodotti/servizi già esistenti.
BENEFICIARI: tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o aggregata che devono costituire una "Rete Soggetto" e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.
NOVITA': la prima novità, fortemente attesa e trasversale a tutte le tipologie di finanziamento, è l’estensione dell’operatività anche ad investimenti realizzati o da realizzare all’interno dell’Unione Europea.
ALTRE NOVITÀ: possibilità di richiedere l'esenzione dalle garanzie per tutto il 2020; possibilità di ottenere fino al 20% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto; rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; possibilità per l'impresa di inserirsi efficacemente sul mercato con una struttura commerciale finanziata; possibilità di promuovere con migliore efficacia i propri beni e/o servizi prodotti in Italia o, comunque, distribuiti con marchio italiano; incentivo economico rappresentato dal solo rimborso degli interessi nel periodo di realizzazione del programma.
FINANZIAMENTO AGEVOLATO: l'importo massimo finanziabile può raggiungere il 100% del totale preventivato e non può superare il 25% del fatturato medio dell'ultimo biennio.
FINANZIAMENTO MINIMO50 mila euro.
FINANZIAMENTO MASSIMO 4 milioni di euro.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: pari al 20% del finanziamento fino a un massimo di € 100.000,00.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SACE-SIMEST, INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti agevolati,...

SACE-SIMEST, E-COMMERCE: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti a tasso zero, anche per operazioni in paesi UE. Finanziamento fino a € 450.000, contributo 40%. Domande a sportello.

SACE SIMEST E COMMERCESACE-SIMEST E-COMMERCE:  a partire dal 6 agosto 2020 i Finanziamenti per l'e-commerce che SIMEST eroga su risorse pubbliche gestite per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, vengono potenziati ed estesi a tutti i Paesi, anche all’interno dell’Unione Europea.
NOVITA': la prima novità, fortemente attesa e trasversale a tutte le tipologie di finanziamento, è l’estensione dell’operatività anche ad investimenti realizzati o da realizzare all’interno dell’Unione Europea.
E-Commerce: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico, potranno vedere finanziato il proprio investimento (attraverso piattaforma propria o di terzi) anche se registrato con un dominio di primo livello generico, e non necessariamente geografico. Inoltre, potranno essere finanziati anche i costi di affitto per magazzino e delle certificazioni internazionali di prodotto.
NUOVI IMPORTI MASSIMI: nuovi importi massimi consentiranno alle aziende di beneficiare di maggiore liquidità per i propri investimenti oltreconfine, sia in termini assoluti che in proporzione ai propri limiti dimensionali (fatturato o patrimonio netto a seconda dello strumento), rendendo, di fatto, i finanziamenti agevolati più allettanti anche per le MidCap e le grandi imprese.
ALTRE NOVITÀ: quest’ultima misura va ad aggiungersi alle altre due novità già operative da metà giugno, che vedono per tutto il 2020 le aziende richiedenti esentate dall’obbligo di prestazione di garanzie per accedere al finanziamento ed abilitate a ricevere fino al 40% della somma richiesta a fondo perduto (per un massimo a fondo perduto di 100mila euro), con la restante parte da restituire a media-lunga scadenza e a tasso agevolato (pari a luglio allo 0,085% annuo).
NUOVI IMPORTIE-COMMERCE: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico possono accedere ad un finanziamento che sale da 300mila a 450 mila euro per la realizzazione di una propria piattaforma on-line e da 200 mila a 300 mila euro per l’adesione ad un marketplace fornito da soggetti terzi.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: pari al 40% del finanziamento fino a un massimo di € 100.000,00.
DOMANDE: a sportello

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SACE-SIMEST, E-COMMERCE: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti a tasso zero, anche per operazioni...

LAZIO: in arrivo la riapertura del bando per contributi alle imprese del settore turistico che hanno subito danni causati dall’emergenza COVID-19. A breve la pubblicazione del bando e la possibilità di presentare le domande di contributo.

LAZIO SOSTEGNO SETTORE TURISMOLAZIO: COVID-19: MISURE URGENTI A SOSTEGNO DEGLI OPERATORI DEL SETTORE TURISTICO: in arrivo la riapertura del bando per contributi alle imprese del settore turistico che hanno subito danni causati dall’emergenza COVID-19. 
NUOVO BANDO: la Regione Lazio ha disposto la pubblicazione di un nuovo avviso pubblico rivolto alle imprese e agli operatori turistici che si sono trovati nelle condizioni di crisi economica conseguenti alla pandemia da coronavirus che non hanno usufruito dei contributi erogati sul precedente avviso.
FINALITA': il bando prevede l’erogazione di Bonus per la ripartenza che consenta alle strutture coinvolte un sostegno concreto per affrontare meglio il riavvio della stagione turistica e delle diverse attività. 
MISURE: sono previste 3 misure rivolte a strutture alberghiere, strutture extralberghiere, agenzie di viaggi/tour operator.
BENEFICIARI: imprese e operatori turistici in attività, nella forma di persona fisica o giuridica, distinti per misure di intervento.
MISURA 1: strutture ricettive Alberghiere, Extralberghiere e all’Aria aperta, del Lazio, gestite in forma imprenditoriale: Alberghi o hotel, Residenze Turistico Alberghiere (RTA) o Residence; Hostel o Ostelli, Affittacamere o Guest House, Country House o Residenze di Campagna; Campeggi e Villaggi turistici;
MISURA 2: agenzie di viaggi e turismo del Lazio con sede operativa principale attiva nel territorio regionale;
MISURA 3: strutture ricettive Extralberghiere del Lazio, gestite in forma prevalentemente non imprenditoriale: Case e Appartamenti per Vacanze, Bed & Breakfast, Ostelli per la gioventù, Case per ferie, Rifugi montani, Rifugi escursionistici, Case del Camminatore.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: a ciascun beneficiario è possibile concedere un importo fino a un massimo di:
CONTRIBUTO MISURA 1: (strutture ricettive turistiche gestite in forma imprenditoriale):  Alberghi o hotel 4 e 5 stelle = € 8.000,00; Alberghi o hotel 3 stelle = € 6.000,00;  Alberghi o hotel 1-2 stelle = € 4.000,00; Residenze Turistico Alberghiere (RTA) o Residence, Hostel o Ostelli, Campeggi e Villaggi turistici = € 3.000,00; Affittacamere o Guest House, Country House o Residenze di Campagna = € 1.000,00.
CONTRIBUTO MISURA 2: agenzie di viaggi e turismo = € 1.500,00.
CONTRIBUTO MISURA 3: (strutture ricettive turistiche gestite in forma prevalentemente non imprenditoriale), Strutture ricettive Extralberghiere (Case e Appartamenti per Vacanze, Bed & Breakfast, Ostelli per la gioventù, Case per ferie, Rifugi montani, Rifugi escursionistici, Case del Camminatore) = € 600,00.
DOMANDE: a breve la pubblicazione del bando con le disposizioni per la presentazione della domanda.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: LAZIO: in arrivo la riapertura del bando per contributi alle imprese del settore turistico che hanno subito danni...

DECRETO AGOSTO: ENTRA IN VIGORE IL 15 AGOSTO 2020 LA PROROGA DELLA SOSPENSIONE DEI MUTUI, FINANZIAMENTI E LEASING DELLE IMPRESE DAL 30 SETTEMBRE 2020 AL 31 GENNAIO 2021.

DECRETO AGOSTO SOSPENSIONE RATE FINANZIAMENTIDECRETO AGOSTO: PROROGATA LA SOSPENSIONE DEI MUTUI, FINANZIAMENTI E LEASING DELLE IMPRESE DAL 30 SETTEMBRE 2020 AL 31 GENNAIO 2021.
PROROGA MORATORIA PER TUTTE LE PMI: il Decreto agosto proroga, dal 30 settembre 2020 al 31 gennaio 2021 i limiti alla revoca degli affidamenti bancari, la sospensione dei pagamenti di mutui e leasing.
PROROGA PER LEIMPRESE DEL COMPARTO TURISTICO: in caso di autorizzazione da parte della Commissione europea la proroga per le imprese del compato turistico sarà estesa al 31 marzo 2021.
PROROGA AUTOMATICA: per le imprese gia' ammesse alle misure di sostegno la proroga della moratoria opera automaticamente senza alcuna formalita', salva l'ipotesi di rinuncia espressa da parte dell'impresa beneficiaria, da far pervenire al soggetto finanziatore entro il termine del 30 settembre 2020.
IMPRESE NON ANCORA AMMMESSE: le imprese che, alla data di entrata in vigore del presente decreto, presentino esposizioni che non siano ancora state ammesse alle misure di sostegno possono essere ammesse, entro il 31 dicembre 2020, alle predette misure di sostegno finanziario secondo le medesime condizioni e modalita'.
POSTICIPO SEGNALAZIONI ALLA CENTRALE RISCHI: posticipato, inoltre, al 31 gennaio 2021, anche il termine delle segnalazioni a sofferenza alla Centrale Rischi di Banca d’Italia (e ai sistemi privati di informazioni creditizie) relative a imprese che abbiano beneficiato della moratoria.
ENTRATA IN VIGORE DEL PROVVEDIMENTO: 15/08/2020

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: DECRETO AGOSTO: ENTRA IN VIGORE IL 15 AGOSTO 2020 LA PROROGA DELLA SOSPENSIONE DEI MUTUI, FINANZIAMENTI E LEASING...

PIEMONTE: dal 1 settembre 2020 contributi e finanziamenti alle cooperative per la realizzazione di programmi di investimento. Contributo 40% fino a € 50.000 e finanziamento 100% fino a € 700.000.

Piemonte cooperativePIEMONTE: dal 1 settembre 2020 le società cooperative a mutualità prevalente e i loro consorzi possono accedere al contributo relativo all’incremento del capitale sociale, finalizzato alla realizzazione di programmi di investimento, ai sensi della L.R. n. 23/2004 e s.m.i.
OBIETTIVO: favorire lo sviluppo e la promozione della cooperazione sul territorio regionale.
BENEFICIARI: società cooperative a mutualità prevalente e loro consorzi.
SETTORI AMMISSIBILI: non sono previste limitazioni settoriali, fatto salvo per quelle direttamente derivanti dal regime “de minimis”.
CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO: per spese di avvio a favore di società cooperative di nuova costituzione; per spese e/o consulenze finalizzate all’introduzione e sviluppo sistemi di gestione per la qualità, creazione di reti commerciali, certificazioni di prodotto e di controllo della produzione, introduzione e consolidamento di sistemi di rendicontazione sociale e costi esterni di formazione professionale e manageriale dei soci a favore di tutte le società cooperative.
FINANZIAMENTI A TASSO AGEVOLATO: per investimenti produttivi (macchinari, attrezzature, arredi, automezzi); per investimenti immobiliari (acquisto o costruzione di immobili, attivazione o adeguamento di impianti tecnici e dei locali). Il finanziamento a tasso agevolato deve essere rimborsato in 6 anni (di cui 1 di preammortamento) per gli investimenti produttivi e in 10 o 15 anni (senza preammortamento) per gli investimenti immobiliari.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: 40% della spesa ammissibile (tetto minimo di contributo 4.000,00 euro, tetto massimo euro 50.000,00).
FINANZIAMENTO A TASSO AGEVOLATO: pari al 100% della spesa ammissibile. Tetto minimo euro 15.000,00 tetto massimo euro 700.000,00. L’intervento del fondo regionale non può superare euro 350.000,00.
DOMANDE PRIORITARIE: sono considerate prioritarie le domande di finanziamento presentate da società cooperative di nuova costituzione, da società cooperative che si impegnano ad incrementare l’occupazione (individuate categorie di soggetti) o a trasformare i contratti (di apprendistato e di durata temporanea), da società cooperative derivanti da trasformazione o fusione di società, da società cooperative iscritte alla sezione A e B dell’albo regionale previsto dalla L.R. n. 18/94, da società cooperative di abitazione che si impegnano nell’housing sociale, da società cooperative di consumo operanti nei comuni montani, da società cooperative costituite in ATI o ATS per la realizzazione di un progetto comune.
DOMANDE: dal 1 settembre 2020.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: PIEMONTE: dal 1 settembre 2020 contributi e finanziamenti alle cooperative per la realizzazione di programmi di...

INVITALIA: OPERATIVO IL FONDO "CRESCI AL SUD". 250 milioni per far crescere le PMI delle otto regioni del Mezzogiorno.

CRESCI AL SUD 2

IL FONDO “CRESCI AL SUD” È FINALMENTE OPERATIVO.
Il Fondo Cresci al Sud, dedicato agli investimenti nelle PMI ad alto potenziale delle otto Regioni del Mezzogiorno, è operativo, come annunciato dal ministro per il Sud e la Coesione territoriale.
OBIETTIVO: potenziare gli investimenti nelle PMI ad alto potenziale delle otto regioni del Mezzogiorno al fine agevolare attraverso investimenti nel capitale delle PMI, la loro crescita dimensionale, migliorando la competitività. 
FINALITÀ: contribuirte alla crescita dimensionale delle imprese, cco la capitalizzazione e l’accesso al credito, favorendo innovazione nell'organizzazione, nel processo e nel prodotto, dell’attrazione di capitale umano di qualità.
OPERATIVITA': da oggi, con “Cresci al Sud”, Invitalia potrà accompagnare le PMI ad alto potenziale che vogliono crescere per linee interne o attraverso acquisizioni e aggregazioni, entrando nel loro capitale assieme a investitori privati indipendenti.
RISULTATI ATTESI: valorizzare le imprese eccellenti del Mezzogiorno, favorendo la loro crescita economica e dimensionale; contribuire allo sviluppo, nello spazio di un decennio, di nuovi “campioni” dell’impresa meridionale, capaci di investire in ricerca e innovazione, di quotarsi in Borsa e di rafforzare la loro penetrazione sui mercati esteri.
LINEE DI INTERVENTO: investimenti nel capitale delle piccole e medie imprese con il coinvolgimento di investitori istituzionali, pubblici e privati; incremento dell’Aiuto per la Crescita Economica per le imprese nel Mezzogiorno; sostegno alle PMI meridionali ad alto potenziale, con un mix di agevolazioni a fondo perduto e finanziamenti agevolati; incentivi di filiera per l’aggregazione e valorizzazione dei fornitori delle grandi imprese operanti nel Mezzogiorno.
NUOVO INCENTIVO: si tratta di un nuovo incentivo, gestito da Invitalia, con il contributo di Mediocredito Centrale, Banca del Mezzogiorno, esclusivamente focalizzato ad accelerare la crescita dimensionale di imprese medie, attraverso il ricorso ad una combinazione virtuosa di grant, loan e garanzie.
In pratica il Fondo, gestito da Invitalia, anche avvalendosi della Banca del Mezzogiorno e di altre società interamente partecipate, investe nel capitale delle imprese, insieme ad investitori privati indipendenti, individuati attraverso una procedura aperta e trasparente, e ad investitori pubblici, come Cassa depositi e prestiti (CDP), la Banca europea per gli investimenti (BEI) e il Fondo europeo per gli investimenti (FEI).
IL FONDOè stato previsto dalla Legge di Bilancio 2020, con un finanziamento complessivo di 250 milioni di euro (150 milioni per il 2020, 100 milioni per il 2021, a valere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione).
AVVIO OPERATIVO: la Corte dei Conti ha ora registrato la Convenzione che regola i rapporti tra il Dipartimento per le politiche di Coesione e Invitalia, che gestirà il Fondo.
DOMANDE: in attesa di disposizioni operative da parte di Invitalia.
PER RESTARE INFORMATO SULLE MODALITA' DI ACCESSO ALLA PROCEDURA: chiedi informazioni

 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: INVITALIA: OPERATIVO IL FONDO "CRESCI AL SUD". 250 milioni per far crescere le PMI delle otto regioni del Mezzogiorno.

TOSCANA: nuovo bando per il sostegno alla creazione di start-up innovative. Contributo 50%. Domande dal 14 settembre 2020.

TOSCANA START UP INNOVATIVETOSCANA: nuovo bando per il sostegno alla creazione di start-up innovative. Contributo 50%. domande dal 14 settembre 2020.
FINALITÀ: rafforzare l'innovazione del sistema imprenditoriale toscano, con il sostegno alla costituzione ed il consolidamento di nuove imprese innovative con particolare attenzione a quelle giovanili. 
OBIETTIVO: consentire alle imprese innovative di superare le fasi di start up, le difficoltà ad accedere a ulteriori nuovi sviluppi tecnologici, al trasferimento di conoscenze o all’acquisizione di personale altamente qualificato, criticità comuni a tutte le nuove iniziative imprenditoriali.
BENEFICIARI: micro e piccole imprese innovative la cui costituzione è avvenuta nel corso dei dodici mesi precedenti alla data di presentazione dell'istanza di finanziamento; persone fisiche che costituiranno l’impresa entro sei mesi dalla data di comunicazione di concessione del contributo effettuata dall'Organismo Intermedio.
PROGETTI AMMISSIBILI: progetti di costituzione e/o rafforzamento di start up innovative.
Saranno finanziati esclusivamente progetti legati alle priorità tecnologiche orizzontali indicate dalla “Strategia di Ricerca e Innovazione per la Smart Specialisation in Toscana”.
MASSIMALI D’INVESTIMENTO: il costo totale ammissibile del progetto presentato non deve essere inferiore a € 20.000,00 e superiore a € 100.000,00.
SPESE AMMISSIBILI: spese per investimenti materiali e immateriali, oltre a quelle per il capitale circolante, e precisamente
CONTRIBUTO:  l’agevolazione è concessa nella forma di contributo in conto capitale a fondo perduto pari al 50% della spesa ritenuta ammissibile. 
MASSIMALE CONTRIBUTO: l'importo massimo di contributo concedibile a ciascun beneficiario è di 50.000,00 euro.
DOMANDA: esclusivamente on line a partire dal 14 settembre 2020.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: TOSCANA: nuovo bando per il sostegno alla creazione di start-up innovative. Contributo 50%. Domande dal 14 settembre...

ECOBONUS: al via i nuovi contributi per i veicoli a basse emissioni

ecobonus 2020

ECOBONUS: dal 1 agosto, e fino al 31 dicembre 2020, sarà possibile prenotare sul sito ecobonus.mise.gov.it l’incentivo per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di categoria M1, con le novità introdotte nel Decreto Rilancio.
RISORSE: a disposizione altri 50 milioni di euro, che si aggiungono ai fondi già stanziati, pari a 100 milioni di euro per l’anno in corso e 200 milioni per il 2021.
NOVITA': è ampliata la gamma di veicoli a basse emissioni M1, per le quali sarà possibile richiedere il contributo, che potrà arrivare fino a 8 mila euro per l’acquisto con rottamazione e fino a 5 mila euro per l’acquisto senza rottamazione.
All’Ecobonus si potranno aggiungere sconti fino a 2 mila euro che verranno concessi direttamente dai venditori.Alle tipologie M1 già previste, si aggiunge, infatti, la fascia di veicoli con emissioni di C02 61/110 g/km appartenente alla classe ambientale Euro 6 con prezzo di listino non superiore ai 40 mila euro.
DAL 1 AGOSTO: oltre alle novità già entrate in vigore lo scorso 22 luglio per l’acquisto di veicoli di categoria L con rottamazione (ciclomotori, motocicli e veicoli analoghi), si potranno prenotare online anche i contributi per l'acquisto di veicoli senza dover consegnare il mezzo per la rottamazione.
In questo caso, il contributo applicato sarà pari al 30% del prezzo di acquisto, fino a massimo 3.000 euro. Sarà invece del 40%, fino a massimo 4.000 euro, in caso di rottamazione.
DOMANDE: dal 1 agosto, e fino al 31 dicembre 2020, sarà possibile prenotare sul sito ecobonus.mise.gov.it l’incentivo per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di categoria M1, con le novità introdotte nel Decreto Rilancio.

Leggi tutto: ECOBONUS: al via i nuovi contributi per i veicoli a basse emissioni

SUPERBONUS 110%: firmati i decreti ministeriali per il Superbonus e Sismabonus al 110% e per le asseverazioni.

decreto rilancio ecobonus 110SUPERBONUS 110%: firmati i decreti ministeriali per il Superbonus e Sismabonus al 110% e per le asseverazioni.
AGEVOLAZIONE: con tale strumento è possibile usufruire di una detrazione fiscale, da ripartire in cinque quote annuali di pari importo, pari al 110% del costo sostenuto per i lavori di riqualificazione energetica e adeguamento sismico per gli interventi effettuati dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.
BENEFICIARI: Possono usufruire del bonus per la riqualificazione energetica i soggetti di seguito indicati che sostengono, dal 1 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021, spese per gli interventi su edifici esistenti, su loro parti o su unità immobiliari esistenti posseduti o detenuti, ovvero:
DAI CONDOMINI (ricomprende tutti gli edifici che abbiano alcuni parti in comune. Anche se le unità sono solo due. Per cui una villetta bifamiliare con due unità immobiliari distinte avrà diritto al bonus se i titolari ad esempio decidono di coibentare l’edificio perché comunque si tratta di lavori condominiali anche se per uno o per entrambi i proprietari non si tratta di abitazione principale);
DALLE PERSONE FISICHE, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari (sono escluse quando operano come esercenti arti o professioni; rientrano nell’agevolazione se l’immobile si trova in condominio (i lavori vanno decisi in assemblea a maggioranza qualificata, se in un condominio ci sono alcuni studi e negozi a piano strada i proprietari non daranno mai il benestare ai lavori se non possono ricevere l’agevolazione);
DAGLI ISTITUTI AUTONOMI CASE POPOLARI (IACP) comunque denominati nonché dagli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing” per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica;
DALLE COOPERATIVE DI ABITAZIONE A PROPRIETÀ INDIVISA, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci.
ESCLUSIONI:  sono escluse le unità unifamiliari che non siano abitazione principale. Sono invece agevolate le seconde case in condominio.
OPERATIVITA' DELL'AGEVOLAZIONE: presumibilmente la misura sarà operativa ad agosto, infatti è necessario attendere 60 giorni per la conversione in legge del Decreto e circa 30 giorni per la pubblicazione dei provvedimenti attuativi da parte dell'Agenzia delle Entrate e del Ministero. 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SUPERBONUS 110%: firmati i decreti ministeriali per il Superbonus e Sismabonus al 110% e per le asseverazioni.

Contributi per progetti di Ricerca e Sviluppo per l'Economia Circolare. Agevolazioni alle imprese per la riconversione dei processi produttivi. Domande dal 5 novembre 2020

economia circolare agevolazioni per progetti di ricerca e sviluppoECONOMIA CIRCOLARE: dal 5 novembre 2020 le domande per le agevolazioni alle imprese per progetti di ricerca e sviluppo per la riconversione dei processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare.
FINALITÀ: favorire la transizione delle attività economiche verso un modello di economia circolare, finalizzata alla riconversione produttiva del tessuto industriale.
BENEFICIARI: le imprese ed i centri di ricerca che soddisfano le seguenti caratteristiche: a) essere iscritte nel Registro delle imprese; b) operare in via prevalente nel settore manifatturiero, comprese le imprese artigiane di produzione di beni, ovvero in quello dei servizi diretti alle imprese manifatturiere; c) aver approvato e depositato almeno due bilanci.
REQUISITI DEI PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO: i progetti di ricerca e sviluppo devono:
A) TERRITORIALITA: essere realizzati nell'ambito di una o piu' unita' locali ubicate nel territorio nazionale;
B) MINIMO E MASSIMO: prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a euro 500 mila e non superiori a euro 2 milioni;
C) DURATA: avere una durata non inferiore a dodici mesi e non superiore a trentasei mesi;
D) ATTIVITà PREVISTE:  i progetti devono prevedere attivita' di ricerca e sviluppo, strettamente connesse tra di loro in relazione all'obiettivo previsto dal progetto, finalizzate alla riconversione produttiva delle attivita' economiche attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti.
AGEVOLAZIONI: le agevolazioni  sono concesse secondo le seguenti modalita':
FINANZIAMENTO AGEVOLATO: per una percentuale nominale delle spese e dei costi ammissibili pari al 50 per cento;
CONTRIBUTO DIRETTO ALLA SPESA: fino al 20 per cento delle spese e dei costi ammissibili.
DOMANDE: a sportello a partire dal 5 novembre 2020.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: Contributi per progetti di Ricerca e Sviluppo per l'Economia Circolare. Agevolazioni alle imprese per la riconversione...

SIMEST (Gruppo CDP): ampliata l'operatività dei finanziamenti Simest anche per operazioni in paesi UE. Salgono i massimali dei Finanziamenti agevolati per rendere più competitive le imprese italiane all’estero

SACE SIMEST INTERNAZIONALIZZAZIONE 2020SIMEST (GRUPPO CDP): ampliata l'operatività dei finanziamenti Simest anche per operazioni in paesi UE. Salgono, e in qualche caso raddoppiano, i nuovi importi massimi dei Finanziamenti per l’internazionalizzazione che SIMEST eroga su risorse pubbliche gestite per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.
NUOVI IMPORTI MASSIMI: nuovi importi massimi consentiranno alle aziende di beneficiare di maggiore liquidità per i propri investimenti oltreconfine, sia in termini assoluti che in proporzione ai propri limiti dimensionali (fatturato o patrimonio netto a seconda dello strumento), rendendo, di fatto, i finanziamenti agevolati più allettanti anche per le MidCap e le grandi imprese.
ALTRE NOVITÀ: quest’ultima misura va ad aggiungersi alle altre due novità già operative da metà giugno, che vedono per tutto il 2020 le aziende richiedenti esentate dall’obbligo di prestazione di garanzie per accedere al finanziamento ed abilitate a ricevere fino al 40% della somma richiesta a fondo perduto (per un massimo a fondo perduto di 100mila euro), con la restante parte da restituire a media-lunga scadenza e a tasso agevolato (pari a luglio allo 0,085% annuo).
PROSSIMA NOVITÀ: entro l’estate, l’ampia gamma di novità introdotte dal “Decreto Rilancio” in risposta alla crisi post-Covid19 verrà integrata dall’estensione dell’operatività dei finanziamenti anche a progetti intra UE e dall’ampliamento delle spese e della tipologia di imprese finanziabili.
NUOVI IMPORTI: ecco, strumento per strumento, i nuovi importi che da oggi le imprese possono richiedere a SIMEST.
PATRIMONIALIZZAZIONE: raddoppia da 400 mila a 800 mila euro il tetto di questo finanziamento dedicato alle imprese che esportano e che, rispetto agli altri, non ha una destinazione d’uso specifico. Lo strumento si trasforma quindi in una vera e propria iniezione di liquidità a medio-lungo termine (6 anni di cui 2 di pre-ammortamento).
INSERIMENTO MERCATI ESTERI: 4 milioni di euro, rispetto ai precedenti 2,5 milioni, sono l’importo massimo che SIMEST può concedere alle aziende relativamente alle spese di apertura di un negozio, corner, show room, ufficio o centro assistenza post vendita all’estero.
STUDI DI FATTIBILITÀ: questo strumento, che copre fino al 100% le spese connesse alla redazione di studi di fattibilità collegati a investimenti produttivi o commerciali all’estero, vede l’importo massimo salire da 150 mila a 200 mila euro per studi collegati a investimenti commerciali, e da 300 mila a 350 mila euro per studi collegati a investimenti produttivi.
E-COMMERCE: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico possono accedere ad un finanziamento che sale da 300mila a 450 mila euro per la realizzazione di una propria piattaforma on-line e da 200 mila a 300 mila euro per l’adesione ad un marketplace fornito da soggetti terzi.
FIERE, MOSTRE E MISSIONI DI SISTEMA: sale da 100 a 150 mila euro il massimale per coprire fino al 100% le spese preventivate per area espositiva, logistiche, promozionali e per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre internazionali, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria.
DOMANDE: a sportello

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SIMEST (Gruppo CDP): ampliata l'operatività dei finanziamenti Simest anche per operazioni in paesi UE. Salgono i...

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA' CON PROCEDURA URGENTE: fino a € 800.000 e fino a 5.000.000 a imprese sane. Fuori dal circuito bancario tradizionale, senza garanzie, istruttoria ed esito in pochi giorni. Pre fattibilità gratuita.

PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA FINO A 800.000 E 5.000.000FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA' CON PROCEDURA URGENTE: fino a € 800.000 e fino a 5.000.000 a imprese sane. Fuori dal circuito bancario tradizionale, senza garanzie, istruttoria ed esito in pochi giorni. Pre fattibilità gratuita.
BENEFICIARI: società di capitali (Srl o Spa), società di persone (Snc o Sas), con almeno 100.000 di fatturato e almeno 2 bilanci depositati o almeno 2 dichiarazioni dei redditi presentate per le Snc e le Sas.
DURATA DEL FINANZIAMENTO: 6 anni con 1 anno di pre ammortamento (si inizia a pagare le rate di rimborso a partire dal secondo anno).
TERRITORIALITA': sono ammesse le imprese con sede in tutte le regioni.
DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO: non è richieste nessun vincolo di desinazione.
Il finanziamento può essere usato per qualsiasi finalità, per esempio per ripristinare la liquidità, per acquisto scorte, marketing, pubblicità dipendenti, spese di esercizio, oneri di gestione vari, o per dare il via ad un nuovo progetto.
MASSIMALE FINAZIAMENTO: - Fino a 800.000 per imprese con fatturato fino a € 3.200.000;
- Fino a 5 milioni per imprese con fatturato superiore a € 3.200.000.
PROCEDURA: COMPLETAMENTE ON LINE.
ENTE ISTRUTTORE: il prodotto finanziario è erogato direttamente da un primario operatore finanziario nazionale, di rilevanza europea, controllato e autorizzato dalla Banca D'Italia, che eseguirà l'istruttoria formale e in caso di approvazione erogherà direttamente il finanziamento, senza intervento delle Banche.
TEMPI D'ISTRUTTORIA:  10 giorni circa;
TASSI: di tipologia bancaria ordinaria, variabili in base al rating del richiedente.
GARANZIE RICHIESTE: nessuna, con accesso diretto al Fondo Centrale di Garanzia.
AGEVOLAZIONE: concessione della garanzia gratuita del Fondo Centrale di Garanzia, senza nessuna richiesta di intervento di un confidi.
REQUISITI: bilanci sani e assenza di segnalazioni negative.
DOMANDE: a sportello.
PRE FATTIBILITA' GRATUITA': per una prefattibilità gratuita clicca quì.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA' CON PROCEDURA URGENTE: fino a € 800.000 e fino a 5.000.000 a imprese sane. Fuori dal...

EMILIA-ROMAGNA: apre il 15 settembre 2020 lo sportello per il commercio e la somministrazione di alimenti e bevande. Contributo 40%. Domande seconda finestra dal 15 settembre 2020.

EMILIA ROMAGNA COMMERCIO E SOMMINISTRAZIONEEMILIA-ROMAGNA: apre il 15 settembre 2020 la seconda finestra dello sportello per presentare le domande sul bando per favorire e promuovere la riqualificazione e la valorizzazione delle attività commerciali e di pubblico esercizio presenti nel proprio territorio.
BENEFICIARI: possono fare domanda le imprese, aventi qualsiasi forma giuridica, che, al momento della domanda: esercitano un'attività commerciale al dettaglio in sede fissa, anche stagionale, avente i requisiti di esercizio di vicinato; esercitano, anche in forma stagionale, una attività di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e/o bevande.
INTERVENTI AMMISSIBILI: i progetti finanziabili devono riguardare la riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività e delle relative pertinenze, oppure l'offerta di nuovi prodotti e/o servizi alla clientela e/o per il loro miglioramento o consolidamento anche tramite l’introduzione delle più moderne tecnologie informatiche e digitali.
CONTRIBUTO: l’agevolazione, a fondo perduto, è concessa nell'ambito del regime de minimis, nella misura del 40% dell’investimento ritenuto ammissibile. 
INVESTIMENTO MINIMO: il progetto finanziabile dovrà avere una dimensione minima di investimento ammesso pari a euro 15.000. 
CONTRIBUTO MASSIMO: il contributo massimo concedibile per ciascun progetto ammesso, non potrà comunque eccedere, l’importo di euro 30.000.
MAGGIORAZIONE DEL CONTRIBUTO: il contributo a fondo perduto potrà essere incrementato del 5% qualora i progetti prevedano una ricaduta positiva sull’occupazione, siano presentati da imprese giovanili e/o femminili, abbiano rating di legalità e/o sono appartenenti ai settori della S3.
Lo stesso incremento del 5% è previsto anche per progetti di investimento proposti da imprese localizzate in aree montane o in aree svantaggiate della Regione (aree 107.3.c).
IL CONTRIBUTO È INCREMENTATO DEL 10% nel caso in cui, al momento della domanda, i soggetti proponenti operino, con riferimento alle sedi operative/unità locali dove si realizza l’intervento, in locali presi in locazione con contratti regolarmente registrati.
DOMANDE 2° FINESTRAdal  15 settembre 2020 al   29 ottobre 2020;

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: EMILIA-ROMAGNA: apre il 15 settembre 2020 lo sportello per il commercio e la somministrazione di alimenti e bevande....

UMBRIA, TURISMO: pubblicato il bando per il sostegno al capitale circolante delle imprese colpite dall'emergenza sanitaria del COVID 19

UMBRIA TURISMO 2020UMBRIA, TURISMO: pubblicato il bando a sostegno del capitale circolante delle imprese ricettive colpite dall’emergenza sanitaria.
IL BANDO: permetterà a tutte le strutture ricettive regionali di presentare, dal 6 agosto al 4 settembre prossimi, le domande per accedere al ristoro delle spese sostenute a causa dell’emergenza sanitaria nel periodo che va dal mese dello scorso febbraio al 31 dicembre 2020.
BENEFICIARI: piccole o medie imprese ricettive che abbiano avuto una diminuzione del fatturato di almeno il 30% relativamente al periodo 01/03/2020-30/06/2020 rispetto al medesimo periodo dell’esercizio 2019 o dell’esercizio 2018 nel caso in cui nel 2019 l’impresa sia stata interessata da un periodo di sospensione dell’attività per lavori di ristrutturazione o a causa di documentati motivi oggettivi non dipendenti da scelte imprenditoriali.
CONTRIBUTO:  verrà assegnato un contributo con una procedura a sportello che prevede un massimo assegnabile alla singola struttura che va da 250 a 350 euro a camera per le strutture alberghiere, fino ad un tetto di 30mila euro complessivi, mentre 2.500 euro è l’importo previsto per le strutture extra alberghiere e 7.000 euro per le strutture all’aria aperta.
ULTERIORE PREMIALITA': prevista una ulteriore premialità, fino al 15% del contributo percepito, per azioni di promo-commercializzazione, che potranno anche consistere in sconti o promozioni rivolte all’utenza.
RISORSE: stanziati 8,6 milioni di euro.
DOMANDE: dal 6 agosto al 4 settembre 2020

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: UMBRIA, TURISMO: pubblicato il bando per il sostegno al capitale circolante delle imprese colpite dall'emergenza...

BREVETTI, MARCHI+3: dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del proprio marchio nazionale a livello comunitario ed internazionale.

MISE BREVETTI MARCHI E DISEGNI 2020BREVETTI, MARCHI+3dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del proprio marchio nazionale a livello comunitario ed internazionale.
MARCHI+3: supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero attraverso alcune misure agevolative che mirano a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle imprese. 
LINEE DI INTERVENTO: Il bando Marchi+3 prevede due linee di intervento:
MISURA A - Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.
MISURA BAgevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.
DOMANDE: Le domande potranno essere presentate dal: 30 settembre fino ad esaurimento fondi.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: BREVETTI, MARCHI+3: dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del...

LAZIO: 30 MILIONI IN 4 AVVISI PUBBLICI PER LA RICERCA E L’INNOVAZIONE

LAZIO RICERCA E INNOVAZIONELAZIO: 30 milioni in 4 avvisi pubblici per la ricerca e l’innovazione.
OBIETTIVO: contrastare gli effetti provocati dal coronavirus e integrare le eccellenze dell’università e del mondo della ricerca del Lazio con l’economia del territorio.
QUATTRO BANDI REGIONALI: per complessivi 30 milioni di euro per ricerca, innovazione e start-up, al fine di contrastare le conseguenze dell’emergenza Covid-19 e, nel contempo, di orientare il modello di sviluppo del Lazio ancor più nettamente verso l’innovazione, il trasferimento tecnologico e la sostenibilità. 
FINALITÀ: lo scopo dei quattro bandi è duplice, da una parte si vuole sostenere il mondo della ricerca, aiutandone l’integrazione con la realtà delle imprese e permettendo la diffusione di nuovi procedimenti e prodotti in modo da portare l’innovazione fino al livello dei consumatori, rendendola percepibile e fruibile da tutti, dall’altra invece si vuole rafforzare la lotta contro la diffusione del coronavirus, in modo da contribuire a contrastarne il più rapidamente possibile gli effetti.
QUESTO IL DETTAGLIO DEI QUATTRO AVVISI:
1) “PROGETTI DI GRUPPI DI RICERCA 2020”:  è destinato a Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza (università e centri di ricerca) con sede nel Lazio che presentino progetti singolarmente o in aggregazione tra loro, ha una dotazione da 20 milioni di euro (fondi Por-Fesr 2014-2020 e fondi regionali) e come scopo la realizzazione di programmi di ricerca e sviluppo di potenziale interesse delle imprese del Lazio nel quadro della Smart SpecialisationStrategy (S3) regionale, valorizzando l’eccellenza del capitale umano rappresentato dai ricercatori del Lazio. Ciascun progetto sarà finanziato al 100%, per un importo massimo di 150mila euro. Obiettivo finale: arrivare a finanziare fino a 140 gruppi di ricerca, per un totale di oltre 560 ricercatori laziali beneficiati. Il formulario per la partecipazione al bando si potrà compilare in modalità telematica a partire dal 30 settembre.
2) “EMERGENZA CORONAVIRUS E OLTRE”: ha una dotazione di 3 milioni di euro (fondi regionali) ed è pensato per finanziare progetti, presentati in partnership da Organismi di ricerca (Odr) e imprese, che possano portare sul mercato (entro 6 mesi al massimo) sia soluzioni per il contrasto al Covid-19 (medicinali, trattamenti, dispositivi medici, attrezzature ospedaliere e mediche, strumenti per la raccolta e/o il trattamento dei dati per il monitoraggio della diffusione del virus ecc.), sia strumentazioni, dispositivi, sistemi e applicazioni in un‘ottica di welfare innovativo (cura dei contagiati a domicilio tramite teleassistenza, telemonitoraggio, robotica dispositivi per lo svolgimento delle attività lavorative a distanza o sul posto di lavoro in condizioni di sicurezza, dispositivi per la protezione individuale da Covid-19 e per il distanziamento sociale ecc.). Il contributo concedibile a un singolo progetto non potrà essere inferiore a 150mila euro né superiore a 350mila. Il formulario per la partecipazione al bando si potrà compilare in modalità telematica a partire dal 7 settembre.
3) “DOTTORATI INDUSTRIALI”: è finanziato con 3 milioni di euro (fondi Por-Fse 2014-2020), ed è stato pensato per promuovere e ampliare la collaborazione tra il sistema della ricerca e dell’innovazione regionale e le imprese del Lazio. L’obiettivo è utilizzare le risorse regionali per cofinanziare circa 50 dottorati industriali ad alto contenuto innovativo promossi dalle partnership tra università (statali e private), Pmi e grandi imprese ed enti pubblici. I progetti di ricerca, della durata di 3 anni, devono essere coerenti con la S3 regionale. Scopo ultimo è valorizzare i giovani laureati delle università del Lazio, al fine di creare e facilitare i rapporti di collaborazione tra università e imprese, innovare il modello produttivo laziale investendo in ricerca e sviluppo e favorire l’inserimento nelle imprese laziali di giovani altamente qualificati. Il bando verrà pubblicato nel mese di settembre.
4) “PRE-SEED”, si tratta di un bando già aperto che è stato rifinanziato con una nuova iniezione di risorse pari a 4 milioni di euro (fondi Por-Fesr 2014-2020), il che porta lo stanziamento totale a 8 milioni, e al quale è stata inserita una riserva di 1 milione di euro per progetti finalizzati alla gestione dell’emergenza Covid-19 e dei suoi impatti economici e sociali. Si tratta di un bando con cui la Regione intende finanziare con contributi a fondo perduto due tipologie di progetti: da una parte, con interventi fino a 30.000 euro sostiene la creazione e la fase avviamento di start up innovative, al fine di renderle interessanti per il mercato del capitale di rischio; dall’altra, al fine di rafforzare il legame tra il mondo della ricerca e le imprese, si promuove la nascita di spin-off della ricerca con interventi fino a 100.000 euro. Il bando è aperto in modalità telematica.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: LAZIO: 30 MILIONI IN 4 AVVISI PUBBLICI PER LA RICERCA E L’INNOVAZIONE

SIMEST (Gruppo CDP): salgono i massimali dei Finanziamenti agevolati per rendere più competitive le imprese italiane all’estero

SACE SIMEST INTERNAZIONALIZZAZIONE 2020SIMEST (GRUPPO CDP): salgono, e in qualche caso raddoppiano, i nuovi importi massimi dei Finanziamenti per l’internazionalizzazione che SIMEST (società che, con SACE, costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti) eroga su risorse pubbliche gestite per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.
NUOVI IMPORTI MASSIMI: nuovi importi massimi consentiranno alle aziende di beneficiare di maggiore liquidità per i propri investimenti oltreconfine, sia in termini assoluti che in proporzione ai propri limiti dimensionali (fatturato o patrimonio netto a seconda dello strumento), rendendo, di fatto, i finanziamenti agevolati più allettanti anche per le MidCap e le grandi imprese.
ALTRE NOVITÀ: quest’ultima misura va ad aggiungersi alle altre due novità già operative da metà giugno, che vedono per tutto il 2020 le aziende richiedenti esentate dall’obbligo di prestazione di garanzie per accedere al finanziamento ed abilitate a ricevere fino al 40% della somma richiesta a fondo perduto (per un massimo a fondo perduto di 100mila euro), con la restante parte da restituire a media-lunga scadenza e a tasso agevolato (pari a luglio allo 0,085% annuo).
PROSSIMA NOVITÀ: entro l’estate, l’ampia gamma di novità introdotte dal “Decreto Rilancio” in risposta alla crisi post-Covid19 verrà integrata dall’estensione dell’operatività dei finanziamenti anche a progetti intra UE e dall’ampliamento delle spese e della tipologia di imprese finanziabili.
NUOVI IMPORTI: ecco, strumento per strumento, i nuovi importi che da oggi le imprese possono richiedere a SIMEST:
PATRIMONIALIZZAZIONE: raddoppia da 400 mila a 800 mila euro il tetto di questo finanziamento dedicato alle imprese che esportano e che, rispetto agli altri, non ha una destinazione d’uso specifico. Lo strumento si trasforma quindi in una vera e propria iniezione di liquidità a medio-lungo termine (6 anni di cui 2 di pre-ammortamento).
INSERIMENTO MERCATI ESTERI: 4 milioni di euro, rispetto ai precedenti 2,5 milioni, sono l’importo massimo che SIMEST può concedere alle aziende relativamente alle spese di apertura di un negozio, corner, show room, ufficio o centro assistenza post vendita all’estero.
STUDI DI FATTIBILITÀ: questo strumento, che copre fino al 100% le spese connesse alla redazione di studi di fattibilità collegati a investimenti produttivi o commerciali all’estero, vede l’importo massimo salire da 150 mila a 200 mila euro per studi collegati a investimenti commerciali, e da 300 mila a 350 mila euro per studi collegati a investimenti produttivi.
E-COMMERCE: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico possono accedere ad un finanziamento che sale da 300mila a 450 mila euro per la realizzazione di una propria piattaforma on-line e da 200 mila a 300 mila euro per l’adesione ad un marketplace fornito da soggetti terzi.
FIERE, MOSTRE E MISSIONI DI SISTEMA: sale da 100 a 150 mila euro il massimale per coprire fino al 100% le spese preventivate per area espositiva, logistiche, promozionali e per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre internazionali, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria.
DOMANDE: a sportello

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SIMEST (Gruppo CDP): salgono i massimali dei Finanziamenti agevolati per rendere più competitive le imprese italiane...

PUGLIA: ATTIVO L'AVVISO "INNOPROCESS": Supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle MPMI per commercio elettronico, cloud computing, manifattura digitale e sicurezza informatica'' . Contributo 50%. Domande fino ad esaurimento fondi.

PUGLIA INNOPROCESS 2020PUGLIA: attivo l'avviso "INNOPROCESS".
INNOPROCESS: si tratta di un bando a supporto di soluzioni ICT nei processi produttivi delle MPMI per commercio elettronico, cloud computing, manifattura digitale e sicurezza informatica''.
BENEFICIARI: Micro Piccole e Medie Imprese (MPMI), in forma singola o associata, in Consorzio, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Reti- soggetto) o Reti senza personalità giuridica ( Reti-contratto).
PROGETTI AMMESSI: progetti finalizzati allo sviluppo e rafforzamento tecnologico delle MPMI pugliesi attraverso l'acquisizione dei seguenti Servizi per l'innovazione dei processi e dell'organizzazione:
1. Servizi a supporto dei processi produttivi basati su tecnologie e dispositivi comunicanti autonomamente fra di loro;
2. Servizi a supporto dell'innovazione dei processi di gestione aziendale;
3. Servizi a supporto dell'innovazione dei processi di fornitura e distribuzione;
4. Servizi per lo sviluppo e adozione di soluzioni e-commerce;
5. Servizi di supporto al cambiamento organizzativo;
6. Supporto all'implementazione di sistemi di gestione per la sicurezza delle informazioni;
7. Servizi di supporto ai processi di certificazione aziendale.
SPESE AMMISSIBILIa) Le spese di personale; b) I costi relativi a strumentazione ed attrezzature; c) I costi della ricerca contrattuale, delle competenze e dei brevetti acquisiti e ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato; d) Le spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto; e) I costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa dei brevetti e di altri attivi materiali; f) I costi per i servizi di consulenza a sostegno dell’innovazione.
INVESTIMENTO AMMESSO: importi variabili per tipologia di spesa, € minimo 10/15.000, massimo € 100.000, massimo per raggruppamenti € 140.000.
COSTO MASSIMO: per singolo progetto € 270.000; per raggruppamenti € 400.000.
CONTRIBUTO: a fondo perduto del 50%.
DOMANDE fino ad esaurimento fondi.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: PUGLIA: ATTIVO L'AVVISO "INNOPROCESS": Supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle MPMI per commercio...

FINANZIAMENTI RAPIDI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti da € 50.000 fino a 5 milioni, a imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da Fondi di Investimento privati a imprese che vogliono crescere. Per qualsiasi finalità.

FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTOFINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti diretti alle imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da parte di Fondi di Investimento privati concessi a imprese sane, che vogliono crescere. Qualsiasi finalità di sviluppo, da € 50.000 a € 5.000.000 in pochi giorni senza garanzie  personali. Chiedi informazioni>>>.
CANALE NON BANCARIO
: si tratta della possibilità di ricevere finanziamenti tramite un canale alternativo al tradizionale canale bancario, da parte di privati e Fondi di investimento Istituzionali sulla base di un canale internazionale che mette in comunicazione in tempo reale e in modalità dinamica le imprese richiedenti e gli investitori.
TEMPI RAPIDI: pre-valutazione in 48 ore, istruttoria ed erogazione diretta in 1/2 settimane.
BENEFICIARI: aziende sane di tutti i settori.
REQUISITI: solo società di capitali (Srl o Spa) con almeno 2 bilanci depositati, o società di persone (Snc o Sas) con almeno due dichiarazioni fiscali presentate, e con fatturato minimo di € 100.000;
GARANZIE RICHIESTE: nessuna garanzia personale. Nessuna assicurazione.
PROGETTI FINANZIABILI: sia liquidità che tutte le tipologia di progetti di sviluppo e di crescita dell'impresa, ad esempio ampliamenti, investimenti, lavori di ristrutturazione, acquisizione di una nuova azienda, finanziamento di beni materiali o immateriali,  acquisto scorte, sviluppo commerciale, dipendenti, marketing, ecc….
IMPORTO FINANZIAMENTO: da € 50.000 a € 5.000.000 con erogazione diretta in 15 giorni giorni senza intervento del sistema bancario.
CHI SONO GLI INVESTITORI: prestatori privati accreditati, Fondi di investimento privati, investitori istituzionali che investono automaticamente su tutti i progetti una volta approvati attraverso un fondo di investimento. Questa forma mista di investimento garantisce il finanziamento al 100% di tutti i progetti approvati.
TASSI E COMMISSIONI: sono variabili in base al rating dell'impresa e applicabili previa proposta economica dopo l'analisi del rischio. Non si tratta di tassi agevolati ma operazioni effettuate a condizioni di mercato, quotate in base al rating.
DURATA DEL FINANZIAMENTO: fino a 5/7 anni, preammortamento 1/2 anni.
VERIFICA ON LINE DEL POSSESSO DEI REQUISITI: con pochi click puoi verificare subito se possiedi i requisiti e ricevere una pre-fattibilità del tutto gratuitamente e senza nessun impegno. 

VERIFICA ORA DEI REQUISITI 400

 

 

 

Leggi tutto: FINANZIAMENTI RAPIDI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti da € 50.000 fino a 5 milioni, a...

NUOVE IMPRESE INNOVATIVE: con l’approvazione definitiva del Decreto Rilancio sono stati rafforzati gli incentivi Smart&Start Italia. Domande a sportello.

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2020SMART & START ITALIA 2020:  con l’approvazione definitiva del Decreto Rilancio in Senato sono state introdotte o confermate alcune importanti novità che riguardano gli incentivi Smart&Start Italia. 
DECRETO RILANCIO: Confermato il rifinanziamento di Smart&Start Italia con 100 milioni di euro per il 2020 (art. 38) con l’obiettivo di sostenere le startup innovative in tutta Italia.
Confermata anche l'estensione del contributo a fondo perduto, pari al 30% del mutuo, per le startup innovative del Cratere sismico Centro Italia: le agevolazioni già previste per le startup innovative del cratere sismico aquilano ora sono applicabili anche alle startup innovative nei comuni delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dai terremoti del 2016 e 2017.
NOVITA' 2020: le principali novità introdotte riguardano la semplificazione dei criteri di valutazione e di rendicontazione, l’introduzione di nuove premialità, l’incremento del finanziamento agevolato fino al 90%, un fondo perduto fino al 30% per le imprese del Sud e un periodo di ammortamento fino a 10 anni.
TERRITORIALITA': le agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale.
LA BUSINESS IDEA: dovrà avere caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca.
L’AGEVOLAZIONE: consiste in un mutuo senza interessi per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto proposto. 
Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo.
FINANZIAMENTO AGEVOLATO, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili; l’importo del finanziamento è elevabile al 90% nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.
DURATA: Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.
BENEFICIARI: start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 60 mesi. Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: NUOVE IMPRESE INNOVATIVE: con l’approvazione definitiva del Decreto Rilancio sono stati rafforzati gli incentivi...

LOMBARDIA: APERTO IL BANDO "PIÙ CREDITO LIQUIDITÀ". Finanziamenti agevolati da 1 a 15 milioni per le imprese lombarde di ogni dimensione operative da almeno 24 mesi. Domande dal 23 luglio 2020 e fino a esaurimento fondi.

LOMBARDIA PIU CREDITO PER LIQUIDITALOMBARDIA, PIÙ CREDITO LIQUIDITÀ: iniziativa di Regione Lombardia per sostenere le esigenze di liquidità del sistema produttivo della Lombardia. 
FINANZIAMENTO: si tratta della concessione di finanziamenti agevolati, da 1 a 15 milioni per le imprese lombarde di ogni dimensione operative da almeno 24 mesi.
FINALITA': sostegno all’accesso al credito e nell’ambito delle misure finalizzate a fronteggiare l’emergenza economica “Covid-19” con il supporto del fabbisogno finanziario delle imprese mediante l'erogazione, in compartecipazione con il sistema bancario ed il sistema dei confidi, di finanziamenti chirografari a medio-lungo termine.
CARATTERISTICHE DEI CO-FINANZIAMENTI: finanziamenti 50% Finlombarda e 50% intermediari convenzionati (banche e confidi).
BENEFICIARI: imprese che abbiano almeno una sede operativa attiva in Lombardia e siano regolarmente costituite, iscritte e attive nel registro delle imprese da almeno 24 mesi.
IMPORTO DEL FINANZIAMENTO: compreso tra 1 e 15 milioni di euro e non oltre il 25% del fatturato come da ultimo bilancio depositato alla data di presentazione della richiesta di finanziamento.
DURATA: fino a 72 mesi di cui massimo 24 mesi di preammortamento.
RIMBORSO: amortizing con rata semestrale a quota capitale costante (alle scadenze fisse del 1° aprile e del 1° ottobre di ogni anno).
TASSI DI INTERESSE: variabile e pari a Euribor a 6 mesi più spread non oltre i 600 bps, determinato in sede di istruttoria di merito creditizio. 
GARANZIE: possono essere richieste garanzie personali, garanzie dirette del Fondo Centrale di Garanzia o di SACE Spa, garanzie di natura reale, altre garanzie pubbliche.
MASSIMALE: il finanziamento non potrà superare il 25% (venticinque per cento) del Fatturato risultante dall’ultimo bilancio depositato alla data di presentazione della domanda.
EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO: in un’unica soluzione entro e non oltre 15 giorni dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento.
DOMANDE: dal 23 luglio 2020 e fino a esaurimento delle risorse finanziarie disponibili 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: LOMBARDIA: APERTO IL BANDO "PIÙ CREDITO LIQUIDITÀ". Finanziamenti agevolati da 1 a 15 milioni per le imprese lombarde...

Pubblicato il Decreto per contributi per progetti di Ricerca e Sviluppo per l'Economia Circolare. Agevolazioni alle imprese per la riconversione dei processi produttivi. A breve l'apertura dei termini per la presentazione delle Domande

economia circolare agevolazioni per progetti di ricerca e sviluppoECONOMIA CIRCOLARE: agevolazioni alle imprese per progetti di ricerca e sviluppo per la riconversione dei processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare.
FINALITÀ: favorire la transizione delle attività economiche verso un modello di economia circolare, finalizzata alla riconversione produttiva del tessuto industriale.
BENEFICIARI: le imprese ed i centri di ricerca che soddisfano le seguenti caratteristiche: a) essere iscritte nel Registro delle imprese; b) operare in via prevalente nel settore manifatturiero, comprese le imprese artigiane di produzione di beni, ovvero in quello dei servizi diretti alle imprese manifatturiere; c) aver approvato e depositato almeno due bilanci.
REQUISITI DEI PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO: i progetti di ricerca e sviluppo devono:
A) TERRITORIALITA: essere realizzati nell'ambito di una o piu' unita' locali ubicate nel territorio nazionale;
B) MINIMO E MASSIMO: prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a euro 500 mila e non superiori a euro 2 milioni;
C) DURATA: avere una durata non inferiore a dodici mesi e non superiore a trentasei mesi;
D) ATTIVITà PREVISTE:  i progetti devono prevedere attivita' di ricerca e sviluppo, strettamente connesse tra di loro in relazione all'obiettivo previsto dal progetto, finalizzate alla riconversione produttiva delle attivita' economiche attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti.
AGEVOLAZIONI: le agevolazioni  sono concesse secondo le seguenti modalita':
FINANZIAMENTO AGEVOLATO: per una percentuale nominale delle spese e dei costi ammissibili pari al 50 per cento;
CONTRIBUTO DIRETTO ALLA SPESA: fino al 20 per cento delle spese e dei costi ammissibili.
DOMANDE: a Sportello. A breve l'apertura dei termini per la presentazione delle Domande.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: Pubblicato il Decreto per contributi per progetti di Ricerca e Sviluppo per l'Economia Circolare. Agevolazioni alle...

LOMBARDIA: APERTO IL BANDO "PIÙ CREDITO AI FORNITORI DI REGIONE LOMBARDIA". Finanziamenti agevolati da 1 a 5 milioni per le imprese lombarde che hanno una fornitura attiva o conclusa con Regione Lombardia. Domande dal 23 luglio 2020.

LOMBARDIA PIU CREDITO FORNITORILOMBARDIA, PIÙ CREDITO AI FORNITORI DI REGIONE LOMBARDIA: iniziativa di Regione Lombardia per sostenere la filiera delle imprese fornitrici di Regione Lombardia con finanziamenti utili al pagamento dei debiti commerciali e alle esigenze di liquidità.
FINANZIAMENTO: si tratta della concessione di finanziamenti agevolati, da 1 a 5 milioni per le imprese lombarde di ogni dimensione operative da almeno 24 mesi.
FINALITA': sostegno all’accesso al credito e nell’ambito delle misure finalizzate a fronteggiare l’emergenza economica “Covid-19” con il supporto del fabbisogno finanziario delle imprese mediante l'erogazione, in compartecipazione con il sistema bancario ed il sistema dei confidi, di finanziamenti chirografari a medio-lungo termine.
BENEFICIARI: imprese con una sede operativa o legale in Lombardia, di qualunque settore produttivo, con almeno 50 addetti al momento dell’ultimo esercizio contabile chiuso, operative da almeno 24 mesi, che abbiano una fornitura di beni e/o servizi, attiva o conclusa da non più di 120 giorni dalla data di presentazione della Domanda verso Regione Lombardia e/o verso società/enti del Sistema Regionale.
IMPORTO DEL FINANZIAMENTO: compreso tra 1 e 5 milioni di euro.
DURATA:18 mesi meno 1 giorno.
RIMBORSO: amortizing con rata semestrale a quota capitale costante, oppure bullet.
TASSI DI INTERESSE: variabile e pari a Euribor a 6 mesi più spread non oltre i 250 bps, determinato in sede di istruttoria di merito creditizio. 
GARANZIE: possono essere richieste garanzie personali, garanzie dirette del Fondo Centrale di Garanzia o di SACE Spa. Non è richiesta nessuna garanzie di natura reale.
DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO: almeno il 50% del Finanziamento ricevuto deve essere destinato al pagamento, entro 30 giorni dalla data di erogazione del Finanziamento stesso, di debiti commerciali (scaduti o non scaduti).
La quota residua può essere utilizzata per esigenze di finanziamento del capitale circolante.
DOMANDE: dal 23 luglio 2020 e fino a esaurimento delle risorse finanziarie disponibili 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: LOMBARDIA: APERTO IL BANDO "PIÙ CREDITO AI FORNITORI DI REGIONE LOMBARDIA". Finanziamenti agevolati da 1 a 5 milioni...

Decreto Rilancio: rafforzati gli incentivi Resto al Sud, aumenta il fondo perduto e il finanziamento massimo. Domande a sportello.

RESTO AL SUD INVITALIA 300

Decreto Rilancio: con l’approvazione definitiva del Decreto Rilancio in Senato sono state introdotte o confermate alcune importanti novità che riguardano gli incentivi Resto al Sud e Smart&Start Italia. 
RESTO AL SUD:  aumenta il fondo perduto e il finanziamento massimo, confermato il contributo liquidità, inoltre migliorano  le condizioni di accesso alle agevolazioni per chi presenta la domanda a partire dal 19 luglio 2020.
In particolare per le iniziative svolte in forma individuale: il finanziamento massimo passa da 50.000 a 60.000 euro (art. 245 bis):
PER TUTTE LE INIZIATIVE: 
- il contributo a fondo perduto passa dal 35% al 50% delle spese ammissibili;
- il finanziamento bancario garantito dal Fondo di Garanzia per le Pmi passa dal 65% al 50%.
ULTERIORE CONTRIBUTO: è stato confermato (art. 245) che le imprese finanziate con Resto al Sud possono ottenere, al completamento del loro progetto, un ulteriore contributo a fondo perduto:
- 15.000 euro per le ditte individuali e le attività professionali svolte in forma individuale;
- 10.000 euro per ciascun socio, fino a un massimo di 40.000 euro, per le società:
Si tratta del contributo per salvaguardare la continuità aziendale e favorire il rilancio delle imprese di Resto al Sud, previsto a copertura del fabbisogno di circolante, pari a 15.000 euro per le attività svolte in forma individuale e fino a un massimo di 40.000 euro (10.000 euro per ogni socio) per quelle esercitate in forma societaria.
Sarà possibile fruire del contributo a condizione di aver completato il programma di spesa ammesso alle agevolazioni e di essere in regola con il pagamento delle rate relative al finanziamento bancario e con gli adempimenti previsti dalla normativa.
RESTO AL SUD NUOVE IMPRESE si tratta dell’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e anche negli oltre cento comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
RESTO AL SUD IMPRESE GIA' ATTIVE COSTITUITE DOPO IL 21 GIUGNO 2017: in aggiunta ai progetti di start up d’impresa, finanzia anche programmi di spesa volti a consolidare, diversificare, migliorare i processi produttivi di imprese già attive: unica condizione, che siano state costituite dopo il 21 giugno 2017.
LIBERI PROFESSIONISTI: dal 8 dicembre 2019 possono presentare le domande anche i liberi professionisti.
ETA' MASSIMA: fino a 46 anni non compiuti. Le agevolazioni sono valide anche per chi era under 46 al 1 gennaio 2019.
BENEFICIARI: anche i liberi professionisti, oltre agli aspiranti imprenditori e alle imprese  individuali e societa', ivi incluse le societa' cooperative, già costituite o ancora da costituire.
REGIONI INTERESSATE: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e i comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
FINALITA': promuovere la costituzione  e l'avvio di  nuove  imprese  nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, e nei Comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche, da parte di giovani imprenditori con età compresa da 18 a 46 anni.
RESIDENZA: i beneficiari della misura, se non residenti in una delle regioni ammesse, devono trasferire  la residenza nelle regioni ammissibili entro 60 giorni dalla data di comunicazione della concessione dell'agevolazione (entro 120 giorni se residenti all'estero). Le imprese e le societa' devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in una delle regioni ammissibili.
AGEVOLAZIONE MASSIMA: fino a 200.000 € di cui 35% a fondo perduto + 65% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni, con 2 anni di pre-ammortamento.
SETTORI AMMESSI: sono  finanziate  le  attivita'  imprenditoriali  relative   a produzione di beni nei  settori dell'artigianato, dell'industria, delle produzioni agroalimentari, della pesca, dell'acquacoltura, e le attività rivolte alla  fornitura di servizi, compresi i servizi turistici. Infine sono finanziate le attivita' facenti capo ai professionisti.
DOMANDE: La domanda si presenta esclusivamente online. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo. 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: Decreto Rilancio: rafforzati gli incentivi Resto al Sud, aumenta il fondo perduto e il finanziamento massimo. Domande...

Pubblicato il nuovo bando Macchinari Innovativi per investimenti innovativi di PMI, professionisti e reti d’impresa nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Contributo fino al 75% delle spese. Domande dal 23 luglio 2020.

MACCHINARI INNOVATIVI BANDO 2020BANDO MACCHINARI INNOVATIVI: il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il decreto che definisce i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione previste dal nuovo bando “Macchinari innovativi”, che ha l’obiettivo di favorire investimenti di PMI e reti d’impresa nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
BENEFICIARIle micro, piccole e medie imprese (PMI); i liberi professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali; le imprese fino a un massimo di sei soggetti co-proponenti che aderiscono ad un contratto di rete.
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: le agevolazioni sono concessenella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, per una percentuale nominale calcolata rispetto alle spese ammissibili pari al 75 %. 
MIX DI AGEVOLAZIONI: il mix di agevolazioni è articolato in relazione alla dimensione dell’impresa come segue: per le imprese di micro e piccola dimensione, un contributo in conto impianti pari al 35% e un finanziamento agevolato pari al 40%; per le imprese di media dimensione, un contributo in conto impianti pari al 25% e un finanziamento agevolato pari al 50%.
FINANZIAMENTO AGEVOLATO: il finanziamento agevolato, senza garanzie, ha la durata di 7 anni a decorrere dalla data di erogazione dell’ultima quota a saldo delle agevolazioni.
DOMANDE PRIMO SPORTELLO: le domande relative al primo sportello, valutate e gestite da Invitalia, potranno essere compilate a partire dalle ore 10.00 del 23 luglio 2020 mentre l’invio sarà possibile a partire dalle ore 10.00 del 30 luglio 2020.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: Pubblicato il nuovo bando Macchinari Innovativi per investimenti innovativi di PMI, professionisti e reti d’impresa...

SMART & START ITALIA: al via il nuovo Smart & Start 2020. Ecco la nuova disciplina agevolativa per le start up innovative. Finanziamento fino a 1.500.000, a tasso zero. Durata 10 anni, fino al 90% e contributo fino al 30%. Domande a sportello.

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2020SMART & START ITALIA 2020:  al via la nuova disciplina per le nuove imprese innovative.
NOVITA' 2020: le principali novità introdotte riguardano la semplificazione dei criteri di valutazione e di rendicontazione, l’introduzione di nuove premialità, l’incremento del finanziamento agevolato fino al 90%, un fondo perduto fino al 30% per le imprese del Sud e un periodo di ammortamento fino a 10 anni.
TERRITORIALITA': le agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale.
LA BUSINESS IDEA: dovrà avere caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca.
L’AGEVOLAZIONE: consiste in un mutuo senza interessi per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto proposto. 
Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo.
FINANZIAMENTO AGEVOLATO, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili; l’importo del finanziamento è elevabile al 90% nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.
DURATA: Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.
BENEFICIARI: start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 60 mesi. Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: SMART & START ITALIA: al via il nuovo Smart & Start 2020. Ecco la nuova disciplina agevolativa per le start up...

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO: pubblicati i dati aggiornati di giugno 2020. Finanziamenti nazionali a tasso zero per i giovani e le donne che vogliono avviare una nuova impresa e per le imprese già esistenti da meno di 12 mesi. Finanziamento fino al 90%. (2)

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2020NUOVE IMPRESE A TASSO ZEROpubblicati i dati aggiornati di giugno 2020.
In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto con le nuove disposizioni dei finanziamenti nazionali a tasso zero per i giovani e le donne che vogliono avviare una nuova impresa e per le imprese già esistenti. Finanziamento fino al 90%. 
PRINCIPALI MODIFICHE PER IL 2020: 
A) ampliamento dei beneficiari anche alle imprese già costituite fino a 5 anni; 
B) aumento fino al 90% della quota di finanzaimento a tasso zero per le imprese già costituite da almeno 36 mesi; 
C) diminuzione della quota di capitale proprio al 10%;
D) aumento della durata del mutuo da 8 a 10 anni;
E) aumento del limite massimo delle spese ammissibili al finanziamento fino a 3 milioni per le imprese già costituite da almeno 3 anni; 
F) sono considerati ora ammissibili anche i costi iniziali di gestione fino al 20% del totale dell'investimento.
DISCIPLINA ATTUALE NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO
Si tratta dell'incentivo nazionali per giovani e donne che vogliono avviare una nuova impresa che prevede un finanziamento a tasso zero fino al 75%  per progetti fino a 1.500.000, ubicati in tutta Italia.
LE AGEVOLAZIONI ATTUALI: consistono in un finanziamento agevolato senza interessi (tasso zero) della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali.
CAPITALE PROPRIO: al momento le imprese devono garantire la restante copertura finanziaria  con il 25% residuo di mezzi propri che può essere garantito con capitali propri o mediante finanziamenti bancari.
REALIZZAZIONE DELL'INVESTIMENTO: entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.
BENEFICIARI:  i beneficiari sono i giovani tra i 18 e i 35 anni le donne di qualsiasi età, che possono ottenere finanziamenti a tasso zero per l'avvio di una micro impresa e il 25% residuo può essere garantito con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.
Al momento possono presentare la domanda per i finanziamenti a tasso zero sia le imprese già costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda che le imprese non ancora costituite, cioè le persone fisiche pronte a costituire la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.
SETTORI AMMESSI: sono ammessi i progetti di impresa del costo massimo di 1.500.000 milioni di euro negli ambiti produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli, fornitura di servizi alle imprese e alle persone, commercio di beni e servizi, turismo, attività riconducibili a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti la filiera turistico-culturale e l’innovazione sociale.
TERRITORI AMMESSI: tutto il territorio nazionale.
DOMANDE: procedura aperta, domande a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO: pubblicati i dati aggiornati di giugno 2020. Finanziamenti nazionali a tasso zero per i...

Decreto Liquidità: approvate dall'unione europea le nuove regole per i finanziamenti di liquidità alle imprese. Dal 19 giugno pienamente operative operative tutte le modifiche per i finanziamenti a favore delle imprese.

LEGGE LIQUIDITA

LEGGE LIQUIDITA': dal 19 giugno diventano pienamente operative le novità per le imprese approvate con la conversione in Legge del Decreto Liquidità.
DECORRENZA DELLE MODIFICHE: le modifiche introdotte saranno applicate alle richieste di ammissione all’intervento del Fondo presentate a partire dal 19 giugno 2020. 
FINANZIAMENTO DA 25.000 A 30.000: aumenta da 25.000 a 30.000 € la soglia dei prestiti con garanzia statale al 100%.
MASSIMALE: l'importo massimo del finanziamento è pari al 25% del fatturato oppure il doppio della spesa salariale del 2019.
Per le imprese costituite dopo il 31 dicembre 2018 il massimale del finanziamento è determinato in base al doppio della spese per il personale previsti per i primi 2 anni di attività.
DURATA DEL FINANZIAMENTO: la durata dei finanziamenti fino a € 30.000 aumenta da 6 a 10 anni.
FINANZIAMENTI FINO A € 800.000: la durata per i finaziamenti fino a 800.000 aumenta da 6 fino a 30 anni. La garanzia statale scende al 80% + 20% la possibile garanzia Confirdi.
AUTOCERTIFICAZIONE: sarà possibile presentare un'autocertificazione che sostituirà l'istruttoria bancaria, anche per importi superiori a € 25.000, da parte delle imprese che hanno avuto problemi danni a causa dell'emergenza Covid e comprese le imprese che in passato abbiano avuto problemi con pagamenti di rate di mutui.
PRINCIPALI TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO A VALERE SUL DECRETO LIQUIDITA':
FINANZIAMENTO FINO A € 30.000: con garanzia al 100% del Fondo Centrale di Garanzia.
FINANZIAMENTO FINO A € 800.000: con garanzia al 80% del Fondo Centrale di Garanzia e 20% di un Confidi per imprese con fatturato fino a € 3.200.000.
FINANZIAMENTO FINO A € 5 MILIONI: con garanzia al 80% del Fondo Centrale di Garanzia. Il finanziamento fino a 5 milioni di euro è rivolto a PMI con fatturato superiore a 3,2 mln.
DOMANDE: fino ad esaurimento fondi e entro il 31 dicembre 2020. 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: Decreto Liquidità: approvate dall'unione europea le nuove regole per i finanziamenti di liquidità alle imprese. Dal 19...

BASILICATA, CALABRIA, CAMPANIA, PUGLIA E SICILIA: CULTURA CREA, mille domande presentate. Agevolazioni e contributi alle imprese culturali e creative. Domande a sportello, misura aperta.

CULTURA CREA 2019 300CULTURA CREA: è l'incentivo che sostiene la nascita e la crescita di iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell'industria culturale, creativa e turistica, che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
FINALITA': sostenere la filiera culturale e creativa delle regioni interessate e consolidare i settori produttivi collegati, rafforzando la competitività delle micro, piccole e medie imprese.
AMBITI DI INTERVENTO: sono previste tre linee di interventi:
1) STARTUPper la nascita di nuove imprese di micro, piccola e media dimensione della filiera culturale e creativa. 
2) 
IMPRESE CONSOLIDATE: per la crescita e l'integrazione delle micro, piccole e medie imprese della filiera culturale, creativa, dello spettacolo e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici.
3) IMPRESE SOCIALI: per sostenere i soggetti del terzo settore nelle attività collegate alla gestione di beni, servizi e attività culturali, favorendo forme di integrazione.
AGEVOLAZIONI: finanziamento agevolato a tasso zero e contributo a fondo perduto sulle spese ammesse, con una premialità aggiuntiva per giovani, donne e imprese con rating di legalità.Gli incentivi, concessi nell’ambito del regolamento de minimis, possono coprire fino all’80% delle spese totali, elevabili al 90% in caso di premialità.
DOMANDE: misura aperta domande a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: BASILICATA, CALABRIA, CAMPANIA, PUGLIA E SICILIA: CULTURA CREA, mille domande presentate. Agevolazioni e contributi...

RESTO AL SUD RILANCIA: approvato un ulteriore contributo a fondo perduto fino a € 40.000 per le nuove imprese con il Decreto Rilancio.

RESTO AL SUD INVITALIA 300

RESTO AL SUD, ULTERIORE CONTRIBUTO: è  stato approvato un ulteriore contributo a fondo perduto fino a € 40.000 per le nuove imprese con il "Decreto Rilancio", D.L. 19 maggio 2020 n. 34, art. 245.
DECRETO RILANCIO: per salvaguardare la continuità aziendale e favorire il rilancio delle imprese di Resto al Sud  è stato previsto a favore delle stesse un ulteriore contributo a fondo perduto, a copertura del fabbisogno di circolante, pari a 15.000 euro per le attività svolte in forma individuale e fino a un massimo di 40.000 euro (10.000 euro per ogni socio) per quelle esercitate in forma societaria.
CONTRIBUTO: sarà possibile fruire del contributo a condizione di aver completato il programma di spesa ammesso alle agevolazioni e di essere in regola con il pagamento delle rate relative al finanziamento bancario e con gli adempimenti previsti dalla normativa.
RESTO AL SUD NUOVE IMPRESE si tratta dell’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e anche negli oltre cento comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
RESTO AL SUD IMPRESE GIA' ATTIVE COSTITUITE DOPO IL 21 GIUGNO 2017: in aggiunta ai progetti di start up d’impresa, finanzia anche programmi di spesa volti a consolidare, diversificare, migliorare i processi produttivi di imprese già attive: unica condizione, che siano state costituite dopo il 21 giugno 2017.
LIBERI PROFESSIONISTI: dal 8 dicembre 2019 possono presentare le domande anche i liberi professionisti.
ETA' MASSIMA: fino a 46 anni non compiuti. Le agevolazioni sono valide anche per chi era under 46 al 1 gennaio 2019.
BENEFICIARI: anche i liberi professionisti, oltre agli aspiranti imprenditori e alle imprese  individuali e societa', ivi incluse le societa' cooperative, già costituite o ancora da costituire.
REGIONI INTERESSATE: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e i comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
FINALITA': promuovere la costituzione  e l'avvio di  nuove  imprese  nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, e nei Comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche, da parte di giovani imprenditori con età compresa da 18 a 46 anni.
RESIDENZA: i beneficiari della misura, se non residenti in una delle regioni ammesse, devono trasferire  la residenza nelle regioni ammissibili entro 60 giorni dalla data di comunicazione della concessione dell'agevolazione (entro 120 giorni se residenti all'estero). Le imprese e le societa' devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in una delle regioni ammissibili.
AGEVOLAZIONE MASSIMA: fino a 200.000 € di cui 35% a fondo perduto + 65% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni, con 2 anni di pre-ammortamento.
SETTORI AMMESSI: sono  finanziate  le  attivita'  imprenditoriali  relative   a produzione di beni nei  settori dell'artigianato, dell'industria, delle produzioni agroalimentari, della pesca, dell'acquacoltura, e le attività rivolte alla  fornitura di servizi, compresi i servizi turistici. Infine sono finanziate le attivita' facenti capo ai professionisti.
DOMANDE: La domanda si presenta esclusivamente online. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo. 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: RESTO AL SUD RILANCIA: approvato un ulteriore contributo a fondo perduto fino a € 40.000 per le nuove imprese con il...

FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti da € 50.000 fino a 5 milioni, a imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da Fondi di Investimento privati a imprese che vogliono crescere. Per qualsiasi finalità.

FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTOFINANZIAMENTI PRIVATI ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti diretti alle imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da parte di Fondi di Investimento privati concessi a imprese sane, che vogliono crescere. Qualsiasi finalità di sviluppo, da € 50.000 a € 5.000.000 in pochi giorni senza garanzie  personali. Chiedi informazioni>>>.
CANALE NON BANCARIO
: si tratta della possibilità di ricevere finanziamenti tramite un canale alternativo al tradizionale canale bancario, da parte di privati e Fondi di investimento Istituzionali sulla base di un canale internazionale che mette in comunicazione in tempo reale e in modalità dinamica le imprese richiedenti e gli investitori.
TEMPI MOLTO RAPIDI: pre-valutazione in 48 ore, istruttoria ed erogazione diretta in 1/2 settimane.
BENEFICIARI: aziende sane di tutti i settori.
REQUISITI: solo società di capitali (Srl o Spa) con almeno 2 bilanci depositati, o società di persone (Snc o Sas) con almeno due dichiarazioni fiscali presentate, e con fatturato minimo di € 100.000;
GARANZIE RICHIESTE: nessuna garanzia personale. Nessuna assicurazione.
PROGETTI FINANZIABILI: sia liquidità che tutte le tipologia di progetti di sviluppo e di crescita dell'impresa, ad esempio ampliamenti, investimenti, lavori di ristrutturazione, acquisizione di una nuova azienda, finanziamento di beni materiali o immateriali,  acquisto scorte, sviluppo commerciale, dipendenti, marketing, ecc….
IMPORTO FINANZIAMENTO: da € 50.000 a € 5.000.000 con erogazione diretta in 15 giorni giorni senza intervento del sistema bancario.
CHI SONO GLI INVESTITORI: prestatori privati accreditati, Fondi di investimento privati, investitori istituzionali che investono automaticamente su tutti i progetti una volta approvati attraverso un fondo di investimento. Questa forma mista di investimento garantisce il finanziamento al 100% di tutti i progetti approvati.
TASSI E COMMISSIONI: sono variabili in base al rating dell'impresa e applicabili previa proposta economica dopo l'analisi del rischio. Non si tratta di tassi agevolati ma operazioni effettuate a condizioni di mercato, quotate in base al rating.
DURATA DEL FINANZIAMENTO: fino a 5/7 anni, preammortamento 1/2 anni.
VERIFICA ON LINE DEL POSSESSO DEI REQUISITI: con pochi click puoi verificare subito se possiedi i requisiti e ricevere una pre-fattibilità del tutto gratuitamente e senza nessun impegno. 

VERIFICA ORA DEI REQUISITI 400

 

 

 

Leggi tutto: FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti da € 50.000 fino a 5 milioni, a imprese...

DISEGNI+4: differita al 27 maggio l'apertura del bando per i contributi alle imprese per valorizzazione di disegni e modelli con lo sfruttamento economico dei disegni e modelli industriali.

MISE DISEGNI4 2020DISEGNI+4, Agevolazioni alle imprese per la valorizzazione di disegni e modelli.
DIFFERIMENTO: lo slittamento del termine iniziale al 27 maggio 2020 è stato deciso in considerazione delle limitazioni alle attività lavorative conseguenti all'emergenza epidemiologica da COVID-19.
FINALITÀ: valorizzare lo sfruttamento economico dei disegni e modelli industriali, sia sul mercato nazionale che su quello internazionale.
CONTRIBUTO: Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili.
PROGETTI AMMESSI: il progetto deve riguardare la valorizzazione di un disegno/modello singolo o di uno o più disegni/modelli appartenenti al medesimo deposito multiplo registrati presso qualsiasi ufficio nazionale o regionale di proprietà intellettuale/industriale, a decorrere dal 1° gennaio 2018 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione ed essere in corso di validità.
SPESE AMMESSE: acquisto di servizi specialistici esterni per favorire la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1 Produzione).
Sono ammissibili le spese sostenute per: Ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali; Realizzazione di prototipi; Realizzazione di stampi; Consulenza tecnica per la catena produttiva finalizzata alla messa in produzione del prodotto/disegno; Consulenza tecnica per certificazioni di prodotto o di sostenibilità ambientale; Consulenza specializzata nell’approccio al mercato (es. business plan, piano di marketing, analisi del mercato, ideazione layout grafici e testi per materiale di comunicazione offline e online) strettamente connessa al disegno/modello.
CONTRIBUTO MASSIMOPER LA FASE 1€ 65.000,00.
FASE 2: commercializzazione di un disegno/modello registrato.
SPESE AMMISSIBILI FASE 2: consulenza specializzata nella valutazione tecnico-economica del disegno/modello; Consulenza legale per la stesura di accordi di licenza del titolo di proprietà industriale; Consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione.
CONTRIBUTO MASSIMO FASE 2: € 10.000,00.
Per accedere alle agevolazioni è possibile prevedere, per lo stesso disegno/modello registrato, una sola Fase o entrambe. 
Potrà essere agevolata una sola domanda per impresa.
DOMANDE: dal 27 maggio 2020

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: DISEGNI+4: differita al 27 maggio l'apertura del bando per i contributi alle imprese per valorizzazione di disegni e...

CREDITO D’IMPOSTA: per investimenti in beni strumentali fino 40% per imprese e professionisti.

CREDITO DI IMPOSTACREDITO D’IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALICommi da 185 a 197 della legge di bilancio 2020.
FINALITÀ: supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.
BENEFICIARI: tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali.
PROFESSIONISTI: il credito d'imposta del 6% per gli investimenti in altri beni strumentali materiali è riconosciuto anche agli esercenti arti e professioni.
INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI MATERIALI: per gli investimenti in beni strumentali materiali tecnologicamente avanzati (leggi tutto l'articolo) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del 40% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro, 20% del costo per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino al limite di costi complessivamente ammissibili pari a 10 milioni di euro.
INVESTIMENTI BENI STRIMENTALI IMMATERIALI: per gli investimenti in beni strumentali immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0 (leggi tutto l'articolo) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del: 15% del costo nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 700.000. Si considerano agevolabili anche le spese per servizi sostenute mediante soluzioni di cloud computing per la quota imputabile per competenza.
INVESTIMENTI IN ALTRI BENI STRUMENTALI MATERIALI: (leggi tutto l'articolo) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del 6% nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.
UTILIZZO DEL CREDITO DI IMPOSTA: il credito d'imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione in cinque quote annuali di pari importo, ridotte a tre per gli investimenti in beni immateriali, a decorrere dall'anno successivo a quello dell'avvenuta interconnessione per i beni di cui agli allegati A e B, ovvero di entrata in funzione per gli altri beni.
CUMULO: il credito d'imposta è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano a oggetto i medesimi costi nei limiti massimi del raggiungimento del costo sostenuto.
DECORRENZA: il credito si applica agli investimenti effettuati a decorrere dal 1 gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, ovvero entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro il 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.
DOMANDE:  richiesta di accesso al credito d'imposta entro il 30 giugno 2021 a condizione che venga eseguito l'ordine al fornitore e corrisposto almeno il 20% del costo.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: CREDITO D’IMPOSTA: per investimenti in beni strumentali fino 40% per imprese e professionisti.

CONTRATTI DI SVILUPPO: disponibili 300 milioni per nuovi progetti nel settore biomedicale e della green economy. Domande a sportello.

CONTRATTI DI SVILUPPO SETTORI BIOMEDICALE E TELEMEDICINACONTRATTO DI SVILUPPO: la direttiva Mise del 15 aprile 2020 stanzia, per le nuove procedure Fast Track, fondi dedicati alle imprese che facciano domanda per richiedere gli incentivi del Contratto di Sviluppo presentando progetti nell'ambito della green economy (sostenibilità ambientale ed economia circolare) e nel settore biomedicale e delle telemedicina (rafforzamento del sistema nazionale di produzione di dispositivi, tecnologie e servizi di prevenzione delle emergenze sanitarie).
RISORSE: sono in tutto 300 milioni di euro le risorse disponibili sui Contratti di sviluppo, dedicate al finanziamento di nuovi progetti nei settori biomedicale e della green economy.
PROGETTI AMMESSI: Si tratta in particolare di:
- 100 milioni di euro destinati a progetti caratterizzati da un rilevante impatto ambientale, attinenti alla trasformazione tecnologica dei prodotti o dei processi (aumento della sostenibilità ambientale), anche in un’ottica di economia circolare; 
- 200 milioni di euro per progetti afferenti al settore biomedicale e della telemedicina, con effetti attesi in termini di rafforzamento del sistema nazionale di produzione di apparecchiature e dispositivi medicali, nonché di tecnologie e servizi finalizzati alla prevenzione delle emergenze sanitarie.
ACCORDI DI PROGRAMMA O DI ACCORDI DI SVILUPPO: le iniziative dovranno essere oggetto di Accordi di programma o di Accordi di Sviluppo presentati dopo il 15 aprile 2020, data della Direttiva Mise che ha aggiornato le linee di intervento.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: CONTRATTI DI SVILUPPO: disponibili 300 milioni per nuovi progetti nel settore biomedicale e della green economy....

DECRETO LIQUIDITA' PER LE IMPRESE: al via la garanzia Sace del 90% per imprese fino a 5.000 dipendenti e fatturato fino a 1 miliardo e cinquecentomila euro.

SACE GARANZIE PER LE IMPRESE MAGGIORIGARANZIA SACE DEL 90%: si tratta di "Garanzia Italia" lo strumento straordinario messo in campo per sostenere le imprese italiane di maggiori dimensioni colpite dall'emergenza Covid-19.
DOTAZIONE: 200 miliardi di euro di garanzie di Stato stanziati dal Decreto "Liquidità", per supportare le imprese rilasciando garanzie a condizioni agevolate, controgarantite dallo Stato, sui finanziamenti erogati dagli istituti di credito.
FINALITA': aiutare le imprese a reperire liquidità e finanziamenti necessari per fronteggiare l’emergenza Coronavirus assicurando così continuità alle attività tue economiche e d’impresa.
LE GARANZIE DI STATO: sui finanziamenti concessi dalle banche potranno essere richieste fino al 31 dicembre 2020 e permetteranno alle imprese di ottenere liquidità in tempi brevi garantendo continuità alla loro operatività.
FINANZIAMENTO: erogato dalle banche, istituzioni finanziarie nazionali e internazionali e dagli altri soggetti abilitati all'esercizio del credito in Italia, garantito da SACE e contro-garantito dallo Stato.
BENEFICIARI: qualsiasi tipologia di impresa indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica.
REQUISITI DELLE IMPRESE: 1)sede in Italia;
2) imprese che non erano in difficoltà al 31 dicembre 2019 ma che hanno affrontato o che si sono trovate in una situazione di difficoltà successivamente a seguito dell’epidemia di Covid-19;
3) imprese che hanno già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza, limitatamente alle PMI.
LIMITE DELLA GARANZIA SACE : La garanzia rilasciata da SACE sarà pari al:
90% dell’importo del finanziamento per imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e valore del fatturato fino a 1,5 miliardi di euro;
80% dell’importo del finanziamento per imprese con valore del fatturato tra 1,5 miliardi e 5 miliardi di euro o con più di 5000 dipendenti in Italia;
70% per le imprese con valore del fatturato superiore a 5 miliardi.
DOMANDE: a sportello, scadenza 31 dicembre 2020.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: DECRETO LIQUIDITA' PER LE IMPRESE: al via la garanzia Sace del 90% per imprese fino a 5.000 dipendenti e fatturato...

RESTO AL SUD: finanzia anche le imprese già attive che siano state costituite dopo il 21 giugno 2017. il finanziamento bancario ti sarà anticipato in un’unica soluzione, anche a copertura delle tue spese di gestione.

RESTO AL SUD INVITALIA 300

RESTO AL SUD: l'incentivo, in aggiunta ai progetti di start up d’impresa, finanzia anche programmi di spesa volti a consolidare, diversificare, migliorare i processi produttivi di imprese già attive: unica condizione, che siano state costituite dopo il 21 giugno 2017.
RESTO AL SUD è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e anche negli oltre cento comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
LIBERI PROFESSIONISTI: dal 8 dicembre 2019 possono presentare le domande anche i liberi professionisti.
ETA' MASSIMA: fino a 46 anni non compiuti.
BENEFICIARI: anche i liberi professionisti, oltre agli aspiranti imprenditori e alle imprese  individuali e societa', ivi incluse le societa' cooperative, già costituite o ancora da costituire.
REGIONI INTERESSATE: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e i comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
FINALITA': promuovere la costituzione  e l'avvio di  nuove  imprese  nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, e nei Comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche, da parte di giovani imprenditori con età compresa da 18 a 46 anni.
RESIDENZA: i beneficiari della misura, se non residenti in una delle regioni ammesse, devono trasferire  la residenza nelle regioni ammissibili entro 60 giorni dalla data di comunicazione della concessione dell'agevolazione (entro 120 giorni se residenti all'estero). Le imprese e le societa' devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in una delle regioni ammissibili.
AGEVOLAZIONE MASSIMA: fino a 200.000 € di cui 35% a fondo perduto + 65% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni, con 2 anni di pre-ammortamento.
SETTORI AMMESSI: sono  finanziate  le  attivita'  imprenditoriali  relative   a produzione di beni nei  settori dell'artigianato, dell'industria, delle produzioni agroalimentari, della pesca, dell'acquacoltura, e le attività rivolte alla  fornitura di servizi, compresi i servizi turistici. Infine sono finanziate le attivita' facenti capo ai professionisti.
DOMANDE: La domanda si presenta esclusivamente online. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo. 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: RESTO AL SUD: finanzia anche le imprese già attive che siano state costituite dopo il 21 giugno 2017. il...

PIEMONTE: modificato il bando per sostegno agli investimenti per lo sviluppo delle imprese. Scadenza 30 settembre 2020.

piemonte investimenti per lo sviluppo delle impresePIEMONTE: nuovo bando per sostegno agli investimenti per lo sviluppo delle imprese e per l’ammodernamento e innovazione dei processi produttivi".
Misura per richiedere un finanziamento agevolato e un contributo a fondo perduto a sostegno degli investimenti delle Micro, piccole e medie imprese (Linea A) e Grandi imprese (Linea B), con almeno un’unità locale operativa attiva o in attivazione in Piemonte.
BENEFICIARI: La Sezione Finanziamento prevede due linee di intervento: Linea A per le micro, piccole e medie imprese (MPMI2); Linea B per le grandi imprese.
INTERVENTI AMMISSIBILI: interventi finalizzati alla realizzazione di progetti di investimento, sviluppo, consolidamento e per le connesse necessità di scorte, di importo minimo pari a: € 25.000,00 per micro e piccole imprese; € 250.000,00 per le medie imprese; € 500.000,00 per le grandi imprese.
AGEVOLAZIONI: Gli incentivi consistono in:
LINEA A: prestito agevolato a copertura del 100% delle spese ritenute ammissibili (70% a tasso zero e 30% fondi bancari o fondi Confidi); Sovvenzione a fondo perduto: micro imprese: 10% della quota pubblica di finanziamento; piccole imprese: 8% della quota pubblica di finanziamento; medie imprese: 4% della quota pubblica di finanziamento.
LINEA B: Prestito agevolato a copertura del 100% delle spese ritenute ammissibili (70% a tasso zero e 30% fondi bancari).
DOMANDE:  proroga al 30 settembre 2020

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: PIEMONTE: modificato il bando per sostegno agli investimenti per lo sviluppo delle imprese. Scadenza 30 settembre 2020.

EMERGENZA CORONAVIRUS, misure straordinario di sostegno per l'internazionalizzazione: annullati i costi di partecipazione alle iniziative promozionali delle imprese italiane, previsti anche rimborsi per le spese già sostenute;

ICE EMERGENZA CORONAVIRUSICE, EMERGENZA CORONAVIRUS:  misure straordinario di sostegno per l'internazionalizzazione: annullati i costi di partecipazione alle iniziative promozionali delle imprese italiane, previsti anche rimborsi per le spese già sostenute.
AGENZIA ICE A FIANCO DELLE IMPRESE: a seguito dell'emergenza dovuta al diffondersi del virus COVID-19, ICE interviene a favore del sistema produttivo italiano con misure di impatto immediato (leggi tutto l'articolo).
NUOVO CATALOGO DEI SERVIZI: ICE offre alle imprese nuovi servizi gratuiti.
MISURE STRAORDINARIE DI SOSTEGNO 2020: ICE annulla i costi di partecipazione alle iniziative promozionali delle imprese italiane. (leggi tutto l'articolo).
SPESE GIA' SOSTENUTE: sono previsti anche rimborsi per le spese già sostenute.(leggi tutto l'articolo).
RIPARTI CON ICE!: ICE mette a disposizione delle imprese italiane una serie di strumenti completamente gratuiti e immediatamente fruibili: news dai mercati e un programma formativo multimediale di Export Management.
FLYING DESK: ICE offre consulenza gratuita da remoto per far volare la tua impresa sui mercati esteri.
FIERE: è possibile seguire gli aggiornamenti relativi agli eventi fieristici per i quali è prevista un'iniziativa ICE.  
COME ADERIRE: tutti gli Uffici ICE sono operativi e a disposizione delle imprese italiane per informazioni e assistenza. 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: EMERGENZA CORONAVIRUS, misure straordinario di sostegno per l'internazionalizzazione: annullati i costi di...

CURAITALIA INCENTIVI:on line il "cruscotto" che mostra l'andamento della misura per le imprese che producono mascherine e altri dispositivi di protezione individuale.

CURAITALIA INCENTIVI DISPOSITIVI MEDICI E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALECURAITALIA INCENTIVI: on line il "cruscotto" che mostra l'andamento della misura per le imprese che producono mascherine e altri dispositivi di protezione individuale.
PUBBLICATE LE FAQ: leggi tutto l'articolo per vedere le risposte alle domande più frequeneti.
CURAITALIA INCENTIVI: si tratta della misura che sostiene la produzione e la fornitura di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.
RISORSE: La misura è gestita da Invitalia e ha dotazione finanziaria a favore delle imprese di 50 milioni di euro.
BENEFICIARI: gli incentivi si rivolgono a tutte le imprese costituite in forma societaria (anche le società di persone) senza vincoli di dimensione. Sono escluse le ditte individuali e le partite IVA.
ATTIVITA' AMMESSE: ampliare e/o riconvertire l’attività finalizzandola alla produzione di dispositivi medici e/o di dispositivi di protezione individuale.
DIMENSIONI PROGETTO: la dimensione del progetto di investimento può variare da 200mila euro a 2 milioni di euro.
AGEVOLAZIONI: previsto un mutuo agevolato a tasso zero a copertura del 75% del programma di spesa, rimborsabile in 7 anni. Gli incentivi saranno erogati sull’investimento e il capitale circolante.
AGEVOLAZIONE MASSIMA: la massima agevolazione conseguibile (in termini di ESL) è 800mila euro.
SPESE SOSTENUTE PRIMA DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: sono agevolabili anche le spese sostenute prima della presentazione della domanda, ma dopo la pubblicazione del DL CURA ITALIA (17 marzo 2020).
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: il mutuo agevolato può trasformarsi in fondo perduto in funzione della velocità di intervento: 
- 100% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 15 giorni;
- 50% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 30 giorni;
- 25% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 60 giorni;
VANTAGGI: procedura light e adempimenti ridotti per i proponenti: richiesta una perizia tecnica asseverata.
ANTICIPAZIONE: previsto un anticipo del 60% della spesa senza garanzie al momento dell’accettazione del provvedimento di ammissione alle agevolazioni. Il saldo arriverà a conclusione degli investimenti.
TEMPI DI VALUTAZIONE: iter di valutazione semplificato in 5 giorni.
DOMANDE: a sportello

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: CURAITALIA INCENTIVI:on line il "cruscotto" che mostra l'andamento della misura per le imprese che producono...

DECRETO LIQUIDITÀ: garantiti 100 miliardi di euro di liquidità per le aziende fino a 499 dipendenti e i professionisti. A breve sarà possibile presentare le domande.

DECRETO LIQUIDITàLIQUIDITÀ PER LE IMPRESE: Garantiti 100 miliardi di euro di liquidità per le aziende fino a 499 dipendenti e i professionisti. 
POTENZIATO IL FONDO DI GARANZIA PER LE PMI: garantiti 100 miliardi di euro di liquidità per le aziende fino a 499 dipendenti e i professionisti.
DECRETO LIQUIDITÀ: con il Decreto liquidità approvato dal Consiglio dei Ministri, il MiSE potenzia ulteriormente il Fondo di Garanzia per le Pmi, aumentandone sia la dotazione finanziaria di circa 7 miliardi entro la fine dell’anno che la capacità di generare circa 100 miliardi di euro di liquidità anche per le aziende fino a 499 dipendenti e i professionisti.
FINALITA': si tratta di un pacchetto di misure che ha l’obiettivo di garantire alle imprese del nostro Paese e, con esse, ai lavoratori quella liquidità necessaria alla ripartenza delle loro attività, una volta superata l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.
FONDO DI GARANZIA PER LE PMI: il Fondo, già ampliato dal Decreto Cura Italia con 1,5 miliardi di euro, completa così la sua trasformazione in strumento a supporto della piccola e media impresa, a tutela di imprenditori, artigiani, autonomi e professionisti, nonché a salvaguardia dell’export e di tutti quei settori che costituiscono con le eccellenze del Made in Italy la spina dorsale del nostro sistema produttivo.
PROCEDURA DI ACCESSO: è previsto un forte snellimento delle procedure burocratiche per accedere alle garanzie concesse dal Fondo, che agirà su tre direttrici principali:
1) GARANZIA AL 100%: per i prestiti fino a 25.000 euro, senza alcuna valutazione del merito di credito. In questo caso le banche potranno erogare i prestiti senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia;
2) GARANZIA AL 100% (DI CUI 90% STATO E 10% CONFIDI): per i prestiti fino a 800.000 euro, senza valutazione andamentale;
3) GARANZIA AL 90%: per i prestiti fino a 5 milioni di euro, Confidi, senza valutazione andamentale.
GRANDI IMPRESE: con il Decreto liquidità sono previsti altri interventi a sostegno delle imprese attraverso il ruolo di SACE, controllata di Cassa Depositi e Prestiti, che potranno mobilitare risorse per oltre 400 miliardi in più, che sommandosi ai 350 miliardi già previsti dal Decreto Cura Italia consentirà di raggiungere la cifra complessiva di 750 miliardi di euro. 
DOMANDE: al momento non è ancora possibile presentare nessuna domanda in quanto siamo ancora in attesa della pubblicazione del Decreto sulla Gazzetta Ufficiale e delle successive disposizioni attuative.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
Leggi tutto: DECRETO LIQUIDITÀ: garantiti 100 miliardi di euro di liquidità per le aziende fino a 499 dipendenti e i...

Altri articoli...

Sottocategorie

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

MISE CFI AGEVOLAZIONI ALLE COOPERATIVE

 

finanziamenti per le imprese 2022

CONTRATTI DI SVILUPPO INDUSTRIALE

cultura crea nuovo copia

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITà

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

INVITALIA ON 400

 

NUOVA SABATINI 2024 250

INVITALIA MCC FINANZIAMENTO PER LA CRESCITA copia

 

anticipo fatture 95 in 48 ore

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2019 2020

 

PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA FINO A 800.000 E 5.000.000

 

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2019 2020

 

Iscriviti alla newsletter gratuita

crowdlanding finanziamenti per le imprese

 

Iscriviti alla newsletter gratuita

LEGGE LIQUIDITA

FINANZIAMENTO GARANTITO CON PROVVISTA BEI

 

MISE CFI AGEVOLAZIONI ALLE COOPERATIVE

 

INVITALIA ON 400

 

NUOVA SABATINI 2024 250

CORONAVIRUS ITALIA CONTRIBUTI SERVIZI ASSICURATI

 

RESTO AL SUD INVITALIA

FINANZIAMENTI SMART FINO A EURO 60.000

 

Iscriviti alla newsletter gratuita

nuovi finanziamenti agevolati 2019

 

DECRETO LIQUIDITà FINANZIAMENTI FINO A 800.000 EURO

IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO

 

INVITALIA ON 400

 

SMART START 2019

CREDITO DI IMPOSTA 300

 

Iscriviti alla newsletter gratuita

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

UFFICI NEGOZI SHOW ROOM permanenti in paesi extra ue

CERCA

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI.300

 

MISE IMPRESE SOCIALI 250

 

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2018

RICERCA E SVILUPPO

RICERCA E SVILUPPO SCIENZA DELLA VITA

INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE

INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESE PROMOZIONALI INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE 250

Patrimonializzazione delle Pmi Esportatrici

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PATRIMONIALIZZAZIONE.PMI 250

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

Iscriviti alla Newsletter gratuita

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

PULSANTE FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

Iscriviti alla Newsletter

IMPRESE E COOPERATIVE SOCIALI

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Agevolazioni inserimento sui mercati esteri

INTERNAZIONALIZZAZIONE.CREDITI.ESPORTAZIONE

CERCA

Partecipazione a Fiere

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PRIMA PARTECIPAZIONE.FIERE.E.MOSTRE

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Iscriviti alla newsletter gratuita

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database