AGEVOLAZIONI VIGENTI NAZIONALI

LAZIO CERDITO D IMPOSTA SISMA CREDITO DI IMPOSTA SISMA: Il Ministero dello Sviluppo Economico intende sostenere la ripresa e lo sviluppo del tessuto produttivo dell’area colpita dagli eventi sismici dell’agosto e ottobre 2016 e del gennaio 2017, tramite la concessione di un incentivo, nella forma del credito di imposta, alle imprese che acquistano, o abbiano acquistato, impianti, macchinari ed attrezzature nuovi a far data dal 6 aprile 2018 e fino al 31 dicembre 2019.
BENEFICIARI: imprese che effettuano l’acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature nuovi.
CONTRIBUTO: l’agevolazione è un incentivo nella forma del credito di imposta.
DECORRENZA DEL CREDITO D'IMPOSTA: il credito d'imposta è attribuito in relazione agli investimenti realizzati a decorrere dal 1° gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2019, per gli investimenti effettuati nel Mezzogiorno; dal 7 aprile 2018 al 31 dicembre 2019, per gli investimenti effettuati nei Comuni delle Regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici succedutisi dal 24 agosto 2016; dalla data del DPCM istitutivo della Zona economica speciale al 31 dicembre 2020, per gli investimenti effettuati nelle ZES.
CUMULABILITA' CON ALTRI INCENTIVI: la misura coprirà il periodo 2018-2019, ed è cumulabile con aiuti de minimis e con altri aiuti di Stato che abbiano ad oggetto i medesimi costi ammessi al beneficio.
MISURA DEL CREDITO D'IMPOSTA: 45% per le piccole imprese; 35% per le medie imprese; 25% per le grandi imprese.
MASSIMALE: il credito d’imposta è commisurato alla quota del costo complessivo dei beni ammissibili, nel limite massimo, per ciascun progetto di investimento, di 3 milioni di euro per le piccole imprese, di 10 milioni di euro per le medie imprese e di 15 milioni di euro per le grandi imprese.
DOMANDE: esclusivamente on line. La comunicazione deve essere presentata esclusivamente in via telematica a partire dal 30 giugno 2016 e fino al 31 dicembre 2019, per gli investimenti effettuati nel Mezzogiorno; dal 25 settembre 2019 al 31 dicembre 2019, per gli investimenti effettuati nei Comuni delle Regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici succedutisi dal 24 agosto 2016; dal 25 settembre 2019 al 31 dicembre 2020, per gli investimenti effettuati nelle ZES. 
UTILIZZO DEL CREDITO D'IMPOSTA SISMA: il credito di imposta sisma è utilizzabile in compensazione a decorrere dal periodo d’imposta in cui è stato effettuato l’investimento presentando il modello F24.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2019 2020

SMART&START ITALIA: NUOVE IMPRESE INNOVATIVE: pubblicati i dati aggiornati di novembre 2019 della disciplina agevolativa. 
REVISIONE DELLA DISCIPLINA AGEVOLATIVA: con decreto ministeriale 30 agosto 2019 sono state recepite le disposizioni previste dall’articolo 29, commi 3 e 4, del decreto legge 30 aprile 2019, n. 34 (DL Crescita), in tema di revisione della disciplina agevolativa di Smart & Start Italia, al fine di semplificare le procedure di accesso, di concessione e di erogazione delle agevolazioni.
NUOVE MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DOMANDE: con successivo provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese, in corso di definizione, saranno stabilite le modalità di presentazione delle domande. 
DISCIPLINA ATTUALE: fino alla sua emanazione resta in vigore la disciplina prevista dal DM 24 settembre 2014 e dalle relative circolari attuative.
PRINCIPALI MODIFICHE APPORTATE: ampliamento delle categoria di spese ammesse alle agevolazioni, finanziamento a tasso azero aumentato fino al 90%, contributo a fondo perduto fino al 30%, durata del finanziamento fino a 10 anni. Vedi l'articolo completo per i dettagli.
DISCIPLINA ATTUALE SMART & START ITALIA, è il principale incentivo del Governo dedicato alla nascita e alla crescita delle startup innovative ad alto contenuto tecnologico.
TERRITORIALITA': le agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale.
LA BUSINESS IDEA: dovrà avere caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca.
L’AGEVOLAZIONE: consiste in un mutuo senza interessi per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto proposto. 
Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 20% del mutuo.
FINANZIAMENTO: finanzia programmi di spesa tra 100 mila e 1,5 milioni di euro. 
BENEFICIARI: start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 60 mesi. 
Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società.
AGEVOLAZIONE: è’ previsto un mutuo senza interessi e senza richiesta di garanzie per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto, inclusi i costi del personale dipendente. 
CONTRIBUTO: le startup localizzate in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia beneficiano anche di una quota di finanziamenti a fondo perduto (20%).
DOMANDA: sportello aperto.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

anticipo fatture 90 in 48 oreINANZIAMENTO PER ANTICIPO FATTURE: si tratta della possibilità di ottenere in pochi giorni il 90% dell' importo delle tue fatture e il rimanente 10% alla scadenza.
CESSIONE DEL CREDITO: non si tratta di un conto antipici bancario ma di una cessione di credito, pertanto non influisce su eventuale castelletto o affidamento già concesso con la tua banca, e non costituisce un ulteriore affidamento, pertanto non ci sono limiti massimi. 
FACTORING: si tratta di una procedura di factoring.
GARANZIE: nessuna.
REQUISITI DEL RICHIEDENTE: l'imprese deve essere sana, con bilancio positivo, un fatturato minimo di 250.000, deve essere una Srl o una Spa, il credito deve essere certo ed esigibile. 
REQUISITI DEL DEBITOREil debitore deve essere un Ente Pubblico o un'Impresa privata affidabile, con fatturato minimo di 500.000 e almeno 2 bilanci depositati.
TEMPI: pre-fattibilità entro 48 ore e liquidazione in 10 giorni.
PREVENTIVO: gratuito, non vincolante e non comporta alcun tipo di notifica né al tuo cliente, né a SIC o centrali rischi private.
PROCEDURA: completamente digitale dal preventivo, alla comunicazione del plafond ammesso e alla quotazione per il finanziamento. 
FIRMA DEL CONTRATTO anche in modalità telematica con con firma digitale.
TERRITORIALITA': MISURA OPERATIVA IN TUTTA ITALIA.
EROGAZIONE DEL SERVIZIO: il prodotto finanziario non è erogato direttamente da Italia Contributi, ma da un operatore finanziario specializzato.
COSTI: NESSUN COSTO FISSO pagherai solo se accetti il preventivo e se non accetti non paghi nulla.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

FINANZIAMENTO GARANTITO CON PROVVISTA BEIBANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI: attivo il mutuo per le imprese, fino a 2,5 milioni e garantito con provvista BEI. Domande a sportello.
BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI (BEI): si tratta dell'istituzione finanziaria dell’Unione Europea che si occupa di investimenti a lungo termine in linea con gli obiettivi politici dell’Unione.
MUTUO GARANTITO CON PROVVISTA BEI: è il Mutuo Garantito con provvista BEI. 
Si tratta di una soluzione di finanziamento a medio-lungo termine destinata a sostenere tutte quelle PMI che necessitano di capitale per supportare i propri progetti di sviluppo e/o le proprie esigenze di liquidità.
FINALITA': sostenere la crescita delle PMI attraverso un mix di agevolazioni:
PRESTITO COMPETITIVO, con un vantaggio finanziario almeno pari a 25 bps annuali;
ACCESSO FACILITATO AL CREDITO: grazie alla mitigazione del rischio sull’importo garantito e al costo inferiore della garanzia richiesta.
GARANZIA: Il Mutuo Garantito con provvista BEI prevede altresì il rilascio di garanzia a favore della Banca erogatrice rilasciata dal Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese di cui alla L. 23 dicembre 1996, n. 662.
BENEFICIARI: tutte le micro, piccole e medie imprese (con meno di 250 dipendenti a livello consolidato) operanti in Italia e iscritte al Registro delle Imprese.
PROGETTI FINANZIABILI: i finanziamenti alle PMI potranno essere concessi a supporto di progetti da realizzare, e/o in corso di realizzazione, che risultino validi sotto il profilo economico, ambientale, tecnico e finanziario, che possono riguardare:
- acquisto, ristrutturazione o ampliamento di beni materiali;
- investimenti in beni immateriali, per esempio: spese per ricerca, sviluppo e innovazione, acquisizione di software, licenze e brevetti;
- esigenze di capitale circolante.
FINANZIAMENTO MASSIMO: il Mutuo Garantito con provvista BEI copre un intervento di finanziamento a medio e lungo termine con valore massimo di 2,5 milioni di euro;
DURATA: durata minima di 37 mesi, massima di 96 mesi; durata massima pre-ammortamento pari a 24 mesi.
DOMANDE: misura aperta, domande a sportello

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

brevetti marchi e trasferimento tecnologicoINNOVAZIONE: il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato cinque Bandi per la valorizzazione di brevetti, marchi, disegni e per il trasferimento tecnologico delle attività di ricerca e sviluppo. Le risorse finanziarie disponibili sono circa 50 milioni di euro.
Si tratta di “Brevetti+” e “Proof of Concept”, due nuovi incentivi del Ministero dello Sviluppo Economico gestiti da Invitalia per valorizzare l’innovazione delle imprese, delle università e degli enti di ricerca.
BREVETTI+: dal 30 gennaio 2020, le micro, piccole e medie imprese, potranno presentare la richiesta di accesso agli incentivi del bando Brevetti+ per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato.
Oltre alle micro, alle piccole e alle medie imprese, potranno fare domanda per Brevetti+ anche le startup innovative, a cui è riservato il 15% delle risorse stanziate.
CONTRIBUTO: le agevolazioni consistono in un contributo in conto capitale, nel rispetto della regola del de minimis, del valore massimo di 140.000 euro.
DISEGNI+dal 27 febbraio 2020 per le domande relative al bando Disegni+, a cui sono destinati 13 milioni di euro, gestiti da Unioncamere.
MARCHI+: dal 30 marzo 2020 per le domande relative al bando Marchi+, a cui sono destinati 3,5 milioni di euro, gestiti da Unioncamere.
UNIVERSITÀ E GLI ENTI PUBBLICI DI RICERCA potranno, invece, presentare richiesta di accesso agli incentivi per finanziare progetti a partire: UTT: dal 16 dicembre 2019 al 14 febbraio 2020 per progetti di potenziamento degli Uffici di trasferimento tecnologico (UTT).
PROOF OF CONCEPT (POC): dal 13 gennaio 2020 al 27 febbraio 2020 per progetti Proof of Concept (PoC) destinati alla valorizzazione dei brevetti, a cui sono destinati 5,3 milioni di euro, gestiti da Invitalia. Si tratta di un bando per valorizzare i brevetti con l'obiettivo di finanziare programmi di valorizzazione di brevetti, attraverso progetti Proof of Concept (PoC), al fine di innalzarne il livello di maturità tecnologica.
DOMANDE: fino ad esaurimento delle risorse.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

CULTURA CREA 2019 300BASILICATA, CALABRIA, CAMPANIA, PUGLIA E SICILIA: pubblicati i dati di novembre 2019 sulle agevolazioni e i contributi concessi alle imprese culturali e creative.
CULTURA CREA: è l'incentivo che sostiene la nascita e la crescita di iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell'industria culturale, creativa e turistica, che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
FINALITA': sostenere la filiera culturale e creativa delle regioni interessate e consolidare i settori produttivi collegati, rafforzando la competitività delle micro, piccole e medie imprese.
RISORSE: 107 milioni di euro.
AMBITI DI INTERVENTO: sono previste tre linee di interventi:
1) STARTUPper la nascita di nuove imprese di micro, piccola e media dimensione della filiera culturale e creativa.
2) 
IMPRESE CONSOLIDATE: per la crescita e l'integrazione delle micro, piccole e medie imprese della filiera culturale, creativa, dello spettacolo e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici.
3) IMPRESE SOCIALI: per sostenere i soggetti del terzo settore nelle attività collegate alla gestione di beni, servizi e attività culturali, favorendo forme di integrazione.
AGEVOLAZIONI: finanziamento agevolato a tasso zero e contributo a fondo perduto sulle spese ammesse, con una premialità aggiuntiva per giovani, donne e imprese con rating di legalità.Gli incentivi, concessi nell’ambito del regolamento de minimis, possono coprire fino all’80% delle spese totali, elevabili al 90% in caso di premialità.
RISULTATI AGGIORNATI A NOVEMBRE 2019: 202 imprese finanziate; 33,7 milioni di € doi agevolazioni concesse; 572 nuovi occupati.
DOMANDE: misura aperta domande a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  


INTERNAZIONALIZZAZIONE 300SVILUPPO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE: ecco tutti i finanziamenti aperti. Si tratta di finanziamenti agevolati per l'internazionalizzazione delle imprese Italiane di tutte le regioni. 
MISURE APERTE  i finanziamenti agevolati per l’Internazionalizzazione coprono le spese per:
PARTECIPAZIONE A FIERE, mostre e missioni di sistema per promuovere il tuo business all’estero.
STUDI DI FATTIBILITÀ necessari per aiutarti a fare la scelta migliore.
PROGRAMMI DI INSERIMENTO SUI MERCATI EXTRA UE della tua azienda attraverso l’apertura delle prime strutture commerciali.
PROGRAMMI DI ASSISTENZA TECNICA per la formazione in loco del tuo personale.
PATRIMONIALIZZAZIONE: è previsto un sostegno alle piccole e medie impresa per rafforzarsi per competere meglio attraverso i finanziamenti per la Patrimonializzazione delle PMI esportatrici.
TEMPORARY EXPORT MANAGER: le società di capitali in forma singola o di rete soggetto, potranno accedere a finanziamenti a tassi agevolati per l’inserimento temporaneo in azienda di un Temporary Export Manager e per lo sviluppo di piattaforme e-commerce attraverso un market place o un proprio sito web, in entrambi i casi per progetti da realizzare in Paesi extra-UE.
CONTRIBUTI TEM: per l’inserimento temporaneo in azienda di un TEM, il finanziamento dovrà essere compreso fra 25.000 € e 150.000 € e i progetti dovranno essere finalizzati all’erogazione di servizi volti a facilitare i processi di internazionalizzazione d’impresa.
CONTRIBUTI E-COMMERCE: per lo sviluppo di soluzioni di e-commerce, è previsto invece un finanziamento da 25.000 € a 300.000 € e i progetti dovranno riguardare beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.
FINANZIAMENTO: in entrambi i casi il finanziamento potrà coprire il 100% delle spese, a un tasso d’interesse pari al 10% del tasso di riferimento europeo (attualmente pari a 0,089%), con durata massima di 4 anni.
BENEFICIARI: imprese con sede in tutta Italia e operanti in tutti i settori.
DOMANDE: Misure aperte - Procedure a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

credito dimposta sud 300 2019BONUS SUD 2019: c’è tempo fino al 31 dicembre 2019 per chiedere il credito d'imposta. Salvo proroga di un anno prevista dal Ddl di Bilancio 2020.
Si tratta del contributo fino al 45% da fruire in compensazione per gli investimenti effettuati dal 2017. Salvo proroga di un anno prevista dal Ddl di Bilancio 2020.
MISURA DEL CREDITO D'IMPOSTA: il credito d’imposta è previsto dal 25% e fino al 45% per gli investimenti in beni strumentali.
TERRITORIALITA': Il bonus Sud è stato introdotto dal 2016 e fino al 2019 per agevolare gli investimenti delle imprese con strutture produttive situate in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.
FINALITA': incentivare gli investimenti  nelle Regioni del Mezzogiorno delle imprese con strutture produttive situate in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.
ALIQUOTE DEL CONTRIBUTO: per le spese in beni strumentali sostenute dal 1 marzo 2017 e fino al 31 dicembre 2019, di importo complessivo pari almeno a  € 500.000, sarà possibile accedere ad un credito d’imposta di importo variabile e calcolato in base a tre aliquote, applicate prendendo come riferimento le dimensioni dell’impresa richiedente. Il credito d’imposta riconosciuto è pari al 45% dell’investimento ammissibile per le piccole imprese, 35% dell’investimento ammissibile per le medie imprese, 25% dell’investimento ammissibile per le grandi imprese.
MASSIMALE: il credito di imposta per investimenti è tuttavia riconosciuto entro specifici limiti di spesa e spetta alle piccole imprese per progetti di investimento di valore non superiore a 3 milioni di euro, alle medie imprese fino a 10 milioni di euro; alle grand imprese fino a 15 milioni di euro.
BENEFICIARI: tutti i titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla forma giuridica utilizzata.
ESCLUSIONI:nono escluse le imprese in difficoltà o quelle che operano nei seguenti settori: industria siderurgica; industria carbonifera; fibre sintetiche; costruzione navale; trasporti e relative infrastrutture; produzione e distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche; settore creditizio, finanziario e assicurativo.
INVESTIMENTI AMMESSI: gli investimenti ammessi sono relativi all'acquisto, anche  mediante contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti, tecnologie e attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio.
DOMANDA: per poter utilizzare il credito d’imposta per gli investimenti effettuati nelle regioni del Sud le imprese sono tenute a presentare preventiva comunicazione in modalità telematica entro il 31 dicembre 2019, a cui seguirà la verifica dei requisiti del progetto d’investimento per l’accesso ai fondi Europei e la comunicazione di fruibilità o meno del credito d’imposta, che potrà essere utilizzato in compensazione presentando il modello F24 in modalità telematica.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

E COMMERCE INTERNAZIONALIZZAZIONEBANDO E-COMMERCE: finanziamento o a tasso agevolato, a regime "de minimis", per lo sviluppo di soluzioni di E-Commerce in Paesi extra UE attraverso l’utilizzo di un Market Place o la realizzazione di una piattaforma informatica sviluppata in proprio per la diffusione di beni e/o servizi prodotti in Italia o distribuiti con marchio italiano.
TERRITORIALITA': tutto il territorio nazionale.
BENEFICIARI: tutte le società di capitali (anche costituite in forma di “Rete Soggetto”).
REQUISITI: aver depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.
PROGETTI AMMESSI: spese relative a soluzioni da realizzare secondo due modalità alternative:
a) realizzare direttamente la piattaforma informatica finalizzata al commercio elettronico;
b) utilizzare un market place finalizzato al commercio elettronico fornito da soggetti terzi.
Entrambe le soluzioni devono avere un dominio di primo livello nazionale registrato nel Paese di destinazione e devono riguardare beni e/o servizi prodotti in Italia o distribuiti con marchio italiano.
FINANZIAMENTO: il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 12,50% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.
IMPORTO MASSIMO FINANZIABILE: € 300.000,00 per la realizzazione di una piattaforma propria e di 200.000,00 euro per l’utilizzo di un market place fornito da soggetti terzi.
IMPORTO MINIMO FINANZIABILE: € 25.000,00 in entrambi i casi.
DURATA DEL FINANZIAMENTO: 4 anni di cui 1 di pre-ammortamento, in cui si corrispondono i soli interessi e 3 anni di ammortamento per il rimborso del capitale e degli interessi; le rate sono semestrali posticipate a capitale costante.
AGEVOLAZIONI E BENEFICI: Finanziamento a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; Possibilità di sviluppare il commercio digitale dell'impresa; Possibilità di ottenere una prima erogazione per un importo pari al 50% del finanziamento; Minori garanzie da prestare, anche in alternativa alla fideiussione bancaria, ad es. "cash collateral" costituito in pegno.
TASSO AGEVOLATO0,067%, tasso pari al 10% del tasso di riferimento UE: 0,67%.
DOMANDE: Misura aperata, domande a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

RESTO AL SUD INVITALIA 300

RESTO AL SUD: pubblicato sulla gazzetta ufficiale il decreto ministeriale: ampliata la platea dei beneficiari ai giovani con meno di 46 anni e ai professionisti. 
ENTRATA IN VIGORE: 8 DICEMBRE 2019.
ZONE COLPITE DAL SISMAgli incentivi di Resto al Sud saranno estesi alle zone dell'Italia centrale colpite dai terremoti del 2016 e 2017.
CENTRO ITALIA: anche gli aspiranti imprenditori del Centro Italia, dunque, potranno richiedere gli incentivi per avviare un'attività con finanziamenti che arrivano ad un massimo di 200.000 euro e che coprono il 100% delle spese.
RESTO AL SUD è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e ora anche negli oltre cento comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
NOVITA': dal 8 dicembre 2019 si potranno presentare le domande anche da parte dei liberi professionisti e dagli under 46.
ETA' MINIMA: fino a 46 anni non compiuti.
BENEFICIARI: ora sono compresi anche i liberi professionisti, oltre agli aspiranti imprenditori e alle imprese  individuali e societa', ivi incluse le societa' cooperative, già costituite o ancora da costituire.
REGIONI INTERESSATE: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e i comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
FINALITA': promuovere la costituzione  e l'avvio di  nuove  imprese  nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, e nei Comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche, da parte di giovani imprenditori con età compresa da 18 a 46 anni.
RESIDENZA: i beneficiari della misura, se non residenti in una delle regioni ammesse, devono trasferire  la residenza nelle regioni ammissibili entro 60 giorni dalla data di comunicazione della concessione dell'agevolazione (entro 120 giorni se residenti all'estero). Le imprese e le societa' devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in una delle regioni ammissibili.
AGEVOLAZIONE MASSIMA: fino a 200.000 € di cui 35% a fondo perduto + 65% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni, con 2 anni di pre-ammortamento.
SETTORI AMMESSI: sono  finanziate  le  attivita'  imprenditoriali  relative   a produzione di beni nei  settori dell'artigianato, dell'industria, delle produzioni agroalimentari, della pesca, dell'acquacoltura, e le attività rivolte alla  fornitura di servizi, compresi i servizi turistici. Infine sono finanziate le attivita' facenti capo ai professionisti.
DOMANDE: La domanda si presenta esclusivamente online. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo. 
Dal 8 dicembre 2019 la nuova platea di beneficiari potrà presentare i progetti sulla piattaforma dedicata.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

RICERCA E SVILUPPO ICT Agenda digitale e Industria sostenibile

NUOVO BANDO PER PROGETTI DI RICERCA & SVILUPPO, sia per l’intervento Industria sostenibile che per quello Agenda digitale, ivi comprese le indicazioni relative alle tematiche rilevanti per l’economia circolare. 
BANDO A VALERE SU RISORSE FRI: con riferimento alle voci dei bandi Grandi progetti R&S (risorse PON “Imprese e competitività”) e Grandi progetti R&S (ICT- Agenda digitale e Industria sostenibile).
AGENDA DIGITALE: intervento in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione elettroniche e per l'attuazione dell’Agenda digitale italiana.
INDUSTRIA SOSTENIBILE: intervento in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nell'ambito di specifiche tematiche rilevanti per “l’industria sostenibile”.
PROGETTI AMMISSIBILI: di valore compreso tra 5 e 40 milioni di euro. 
TECNOLOGIE ABILITANTI FONDAMENTALI: Micro -Nanoelettronica; Nanotecnologia; Fotonica; Materiali avanzati; Sistemi avanzati di produzione; Biotecnologia industriale.
FINANZIAMENTO AGEVOLATO: copre una percentuale nominale delle spese ammissibili per un importo non inferiore al 50% e, comunque, non superiore al 60% per le imprese di grande dimensione e al 70% per le PMI.
CONTRIBUTO DIRETTO ALLA SPESA: nella misura del 20% della spesa ammissibile per tutte le imprese.
PROCEDURA VALUTATIVA NEGOZIALE: l'intervento sarà attuato con la procedura valutativa negoziale prevista per gli Accordi per l'innovazione. 
BENEFICIARI: imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e i centri di ricerca.  
Per i soli progetti congiunti (fino a cinque, sono ammessi anche i Liberi Professionisti, gli Spin-off, e le Start-Up Innovative.
DOMANDE: dal 26 novembre 2019, con possibilità di precaricare la documentazione prevista dal bando a partire dal 10 ottobre 2019.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA 2019FINANZIAMENTI PER LIQUIDITÀ, SCORTE E INVESTIMENTI: si tratta di un finanziamento agevolato concessi con l'ausilio della L.662/96 per le imprese già esistenti e attive.
VALIDITÀ: tutta Italia.
MASSIMALE PER LE IMPRESE GIA' ESISTENTI: massimo importo erogabile per le imprese: 500.000 €.
AGEVOLAZIONE: garanzia gratuita pari al 80% ai sensi della L.662/96.
FINALITÀ: sono ammesse tutte le finalità: investimenti, liquidità e scorte, escluso consolidamento e risanamento debiti.
REQUISITI: richiesta assenza di segnalazioni negative. 
FINANZIAMENTO: tempi di restituzione: fino a 7 anni.
TASSI: convenzionati variabili in relazione al merito creditizio del cliente.
AGEVOLAZIONE: finanziamento agevolato, non a tasso zero ma a tasso variabile, in base al rating, comunque a tassi convenzionati, erogato con l'ausilio del Fondo Centrale di Garanzia, da restituire fino a 7 anni.
ISTRUTTORIA: Tempi di istruttoria circa 30 giorni. Tempi di erogazione: pochi giorni.
DOMANDA: a sportello.

 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

FINANZIAMENTI BEI

FINANZIAMENTO GARANTITO CON PROVVISTA BEI

 

ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

 

BONUS SUD

credito dimposta sud 300 2019

 

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2019

CREDITO D'IMPOSTA 50% PER RICERCA E SVILUPPO

CREDITO DI IMPOSTA 300

 

SMART & START ITALIA

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2019 2020

 

COLLABORA CON NOI

SEI UN PROFESSIONISTA FINANZIAMENTI 250

FINANZIAMENTI DA FONDI PRIVATI DI INVESTIMENTO

FINANZIAMENTI PRIVATI

 

NUOVI FINANZIAMENTI AGEVOLATI

nuovi finanziamenti agevolati 2019

 

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

Pre-Fattibilità Gratuita

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

NUOVA SABATINI

NUOVA SABATINI 2019 2020

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

START UP INNOVATIVE

SMART START 2019

CHIEDI APPUNTAMENTO

chiedi appuntamento 2 Giallo

STRUTTURE PERMANENTI IN PASI EXTRA UE

UFFICI NEGOZI SHOW ROOM permanenti in paesi extra ue

CERCA

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI.300

 

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

 

ESPANSIONE ALL'ESTERO

mise.internazionalizzazione 2

CONTRATTO DI SVILUPPO TURISTICO

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

CULTURA CREA 2019 LINEA 1

CULTURA CREA nuove imprese dellindustria culturale 2019

CULTURA CREA 2019 LINEA 2

CULTURA CREA SOCIETA IMPRESE GIA COSTITUITE ALMENO DA 3 ANNI DELLINDUSTRIA CULTURALE E TURISTICA 2019 2

CULTURA CREA LINEA 3

CULTURA CREA ONLUS ONG. COOPERATIVE SOCIALI E VOLONTARIATO OPERATIVI NEL SETTORE DELLINDUSTRIA CULTURALE 2019

CONTRATTO DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2018

CONTRATTO DI SVILUPPO INDUSTRIALE

CONTRATTI DI SVILUPPO INDUSTRIALE

RICERCA E SVILUPPO

RICERCA E SVILUPPO SCIENZA DELLA VITA

IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE

INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESE PROMOZIONALI INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE 250

Patrimonializzazione delle Pmi Esportatrici

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PATRIMONIALIZZAZIONE.PMI 250

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

PULSANTE FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CULTURA CREA 2019

CULTURA CREA 2019

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO 2017

START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

Iscriviti alla Newsletter

IMPRESE E COOPERATIVE SOCIALI

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Agevolazioni inserimento sui mercati esteri

INTERNAZIONALIZZAZIONE.CREDITI.ESPORTAZIONE

CERCA

Partecipazione a Fiere

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PRIMA PARTECIPAZIONE.FIERE.E.MOSTRE

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI