window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'G-7YHD30JE5L'); MARCHE E UMBRIA, AREA DI CRISI MERLONI: prorogata al 18 marzo 2022 la durata dell’Accordo di Programma per gli incentivi per il rilancio dell’area di crisi complessa “A. Merloni”. - Italia Contributi

marche e umbria Area di crisi merloni 400MARCHE E UMBRIA, AREA DI CRISI MERLONI: prorogata al 18 marzo 2022 la durata dell’Accordo di Programma per gli incentivi per il rilancio dell’area di crisi complessa “A. Merloni”.
FINALITÀ: promuovere la realizzazione di una o più iniziative imprenditoriali nel territorio dei Comuni localizzati nell’area di crisi, finalizzate al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all’attrazione di nuovi investimenti.
BENEFICIARI: società di capitali già costituite di Piccole, Medie e Grandi dimensioni, Reti di Impresa.
INIZIATIVE AMMISSIBILI: sono ammissibili alle agevolazioni, purché realizzate nei comuni rientranti nell’area di crisi industriale complessa, le iniziative che prevedono investimenti per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione e da progetti per la formazione del personale, con spese ammissibili non inferiori a 1 milione di euro oppure a 1,2 milioni di euro nel caso di programmi presentati da Contratti di Rete (minimo 400 mila euro per soggetto partecipante alla rete).
LOCALIZZAZIONE:per l’accesso ai benefici le iniziative imprenditoriali devono essere realizzate nel territorio dei Comuni ammessi. Leggi tutto l'articolo per scaricare l'elenco dei Comuni ammessi.
AGEVOLAZIONI: finanziamento agevolato pari ad una percentuale compresa tra il 30% e il 50% degli investimenti ammissibili e contributo in conto impianti e alla spesa entro i limiti previsti dal regolamento (UE).
MASSIMALE: la somma del finanziamento agevolato, del contributo in conto impianti e alla spesa non può essere superiore al 75% del totale del programma di spesa ritenuto ammissibile.
DOMANDE:dal 20 gennaio 2021, fino a esaurimento risorse.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO SOTTOSTANTE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210

 MARCHE E UMBRIA, AREA DI CRISI MERLONI

 

 

Chiedi informazioni

 

 

MARCHE E UMBRIA, AREA DI CRISI MERLONI

L.181/89 Rilancio aree industriali

Programma rilancio Area di Crisi Industriale Complessa “A. Merloni”

La Antonio Merloni Spa, azienda leader del comparto produttivo degli elettrodomestici, è dal 2008 in amministrazione straordinaria. La crisi ha interessato tutte le aziende del Gruppo, coinvolgendo circa 3.000 dipendenti e 73 comuni delle Regioni Marche e Umbria.

  • Il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Marche, la Regione Umbria e Invitalia hanno sottoscritto un Accordo di Programma per l’attuazione del Piano di sviluppo dell’area di crisi, impegnando risorse pubbliche pari a 81 milioni di euro (35 nazionali, 46 regionali)

IL PIANO PROMUOVE:

  • l’ attrazione di nuovi investimenti produttivi nell’area
  • lo sviluppo e la riqualificazione delle imprese esistenti
  • il reimpiego dei lavoratori dell’ex A. Merloni Spa.

A tal fine, sono disponibili:

  • incentivi agli investimenti e all’occupazione
  • servizi di informazione e orientamento sulle opportunità di investimento e di reinserimento nel mercato del lavoro
  • supporto finanziario da parte del sistema locale del credito

La durata dell’Accordo di Programma è stata prorogata al 18 marzo 2022 con l’Atto integrativo del 9 ottobre 2020.

FINALITÀ

Promuovere la realizzazione di una o più iniziative imprenditoriali nel territorio dei Comuni localizzati nell’area di crisi, finalizzate al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all’attrazione di nuovi investimenti.

INIZIATIVE E SETTORI DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI

Sono ammissibili alle agevolazioni le iniziative che:

  • a. prevedano la realizzazione di programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione e di formazione del personale, con spese ammissibili non inferiori a 1 milione di euro, o a 1,2 milioni di euro nel caso di programmi presentati da Reti di Imprese (min. 400 mila euro per soggetto partecipante alla Rete);
  • b. comportino un incremento dei livelli occupazionali esistenti nell’unità produttiva oggetto del programma di investimento.

LOCALIZZAZIONE

Per l’accesso ai benefici le iniziative imprenditoriali devono essere realizzate nel territorio dei Comuni ammessi.

AREE AGEVOLATE REGIONE MARCHE

Acquacanina – Arcevia – Barchi – Belforte del Chienti - Belvedere Ostrense – Bolognola – Caldarola – Camerino – Camporotondo di Fiastrone – Castelbellino – Castelleone di Suasa – Castelplanio – Castelraimondo – Castelsantangelo sul Nera – Cerreto d’Esi – Cessapalombo – Cupramontana – Esanatoglia – Fabriano – Fiastra – Fiordimonte – Fiuminata – Fratte Rosa – Frontone – Gagliole – Genga – Jesi – Maiolati Spontini – Matelica – Mergo – Mondavio – Monsano – Monte Cavallo – Monte Roberto – Morro d’Alba – Muccia – Orciano di Pesaro – Pergola – Pieve Torina – Pievebovigliana – Pioraco – Poggio San Marcello – Poggio San Vicino – Rosora – San Costanzo – San Lorenzo in Campo – San Marcello – San Paolo di Jesi – Sassoferrato – Sefro – Serra San Quirico – Serra Sant’Abbondio – Serrapetrona – Serravalle di Chienti – Ussita – Visso.

AREE AGEVOLATE REGIONE UMBRIA

Assisi – Bastia Umbra – Bevagna – Campello sul Clitunno – Costacciaro – Foligno - Fossato di Vico – Gualdo Tadino – Gubbio – Nocera Umbra – Scheggia e Pascelupo – Sigillo – Spello – Spoleto – Trevi – Valfabbrica – Valtopina.

BENEFICIARI

Società di capitali già costituite di Piccole, Medie e Grandi dimensioni, Reti di Impresa.

AGEVOLAZIONI

  • Finanziamento agevolato pari ad una percentuale compresa tra il 30% e il 50% degli investimenti ammissibili
  • Contributo in conto impianti e alla spesa entro i limiti previsti dal regolamento (UE) n. 651/2014.

La somma del finanziamento agevolato, del contributo in conto impianti e alla spesa non può essere
superiore al 75% del totale del programma di spesa ritenuto ammissibile.

DOMANDE

Dal 20 gennaio 2021, fino a esaurimento risorse.

SCARICA I DOCUMENTI

 

FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO PRIVATI

 

 

 

 LIQUIDITà 800

 

FINANZIAMENTI PRIVATI 800

 

 

 

SABATINI 2020 2024 800

 

 

RESTO AL SUD 2000 INVITALIA MISE SLIDER 800

 

 

NITO 2020 800

 

 

SLIDER FINANZIAMENTI AGEVOLATI 800

 

 

SMART START BANNER 800X115

 

 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO


 
Logo Italia Contributi
®ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO REGISTRATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione