window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'G-7YHD30JE5L'); FRIULI VENEZIA GIULIA: Fondo di rotazione per le iniziative economiche FRIE - Italia Contributi

FRIE fondo rotazione iniziative ecomoniche FRIULIE’ il fondo istituito dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per l’erogazione di finanziamenti agevolati alle imprese su programmi di investimento organici e funzionali all'attività esercitata.

Sono ammissibili al finanziamento gli investimenti iniziali relativi alla creazione di un nuovo stabilimento o all’estensione di uno stabilimento esistente, alla diversificazione della produzione mediante prodotti nuovi aggiuntivi o al cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente, nonché, a determinate condizioni, gli investimenti destinati all’acquisizione di uno stabilimento esistente.

Beneficiari sono le Micro, piccole e medie imprese operative sul territorio regionale e le grandi imprese aventi sede nelle zone della regione coperte dalla deroga. Si tratta di un  mutuo agevolato a medio/lungo termine (10/15 anni) per programmi di investimento pari all’80% della spesa per le micro e piccole imprese, al 75% per le media imprese e al 65% dell’investimento complessivo per la grande impresa, con un minimo di 100.000,00 euro e un massimo di 20 milioni di euro. Procedura a sportello: bando aperto.

 

FRIE è’ il fondo istituito dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per l’erogazione di finanziamenti agevolati alle imprese su programmi di investimento organici e funzionali all'attività esercitata. 

 

BENEFICIARI

Micro, piccole e medie imprese operative sul territorio regionale e le grandi imprese aventi sede nelle zone della regione coperte dalla deroga di cui all’articolo 87, comma 3, lett. c)  del Trattato CE.

 

 

FINALITA’

MUTUO A MEDIO/LUNGO TERMINE PER PROGRAMMI DI INVESTIMENTO E PRECISAMENTE:

  1. le iniziative di carattere industriale, compresi i servizi alle imprese industriali, appartenenti a tutti i settori di attività.
  2. le iniziative relative alle attività turistico – alberghiere realizzate nell’ambito dello svolgimento di attività imprenditoriali dirette a ricevere turisti che per motivi economici, ricreativo-artistici, culturali, sanitari e ambientali viaggiano e soggiornano nel territorio regionale
  3. le iniziative da svolgersi nel comprensorio del porto di Trieste, con le esclusioni di cui alla lettera a), punto 2;
  4. le iniziative delle imprese edili, limitatamente agli investimenti di carattere industriale;
  5. la costruzione di alloggi con caratteristiche di edilizia economica e popolare nei limiti di legge;

 

SPESE AMMISSIBILI AL FINANZIAMENTO

 

Sono ammissibili al finanziamento le spese per investimenti iniziali in attivi materiali e immateriali relativi

  • alla creazione di un nuovo stabilimento,
  • all’estensione di uno stabilimento esistente,
  • alla diversificazione della produzione di uno stabilimento esistente mediante prodotti nuovi aggiuntivi o al cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente,
  • o nell’acquisizione degli attivi direttamente connessi ad uno stabilimento, nel caso in cui lo stabilimento sia stato chiuso o sarebbe chiuso qualora non fosse stato acquisito e gli attivi vengano acquistati da un investitore indipendente.

 

CONDIZIONI

 

Il beneficiario deve apportare un contributo finanziario o attraverso risorse proprie o mediante finanziamento esterno pari almeno al 25% dei costi ammissibili, se piccola, micro impresa o media impresa.

Quando l’aiuto è concesso ai sensi dell’articolo 22, il beneficiario deve apportare un contributo finanziario o attraverso risorse proprie o mediante finanziamento esterno, in una forma priva di qualsiasi finanziamento pubblico, pari almeno al 25 % dei costi ammissibili, se micro, piccola o media impresa e al 35% se grande impresa.

 

IMPORTI FINANZIABILI

 

L’importo minimo mutuabile è pari ad euro 100.000,00.= (centomila/00); l’importo massimo mutuabile è pari ad euro 20.000.000,00.= (ventimilioni/00).

 

PRIORITA’

 

Le disponibilità del Fondo vanno utilizzate riconoscendo specifica priorità

  • agli investimenti destinati a generare il maggior incremento occupazionale ovvero a garantire il mantenimento dei livelli occupazionali;

  • a quelli finalizzati alla soluzione di situazioni di crisi produttive e occupazionali, che interessino sistemi territoriali esattamente individuati, anche all’interno delle aree di crisi dichiarate con deliberazione della Giunta regionale;

  • agli investimenti delle imprese che vengano ad insediarsi per la prima volta sul territorio regionale o che scelgano di trasferire in Friuli Venezia Giulia la propria sede legale o si impegnino a versare in regione i tributi; agli investimenti volti al recupero dei siti industriali dimessi, a quelli finalizzati all’aumento della produttività;

  • ai progetti in grado di attrarre investimenti da fuori regione e che sviluppino particolari sinergie con le realtà produttive già presenti sul territorio.

Vanno esclusi espressamente i progetti d’investimento volti esclusivamente alla costruzione di impianti di produzione di energia, sia da fonti rinnovabili sia da fonti non rinnovabili, non connessi direttamente ad attività produttive sul territorio.

Tali tipologie di investimento sono pertanto da ritenersi ammissibili a finanziamento solo qualora siano direttamente finalizzate all’abbattimento dei costi degli impianti produttivi industriali di imprese insediate o che intendano insediarsi sul territorio regionale.

 

INTENSITÀ AGEVOLATIVA

L’intensità degli aiuti espressa in equivalente sovvenzione lordo non deve superare:

  • il 10% di ESL per le medie imprese
  • il 20% per le piccole imprese
  • e, relativamente agli investimenti nei settori della trasformazione e commercializzazione dei prodotti di cui all’Allegato I del Trattato CE, non deve superare il 40% per entrambe le piccole e medie imprese.

 

CARATTERISTICHE

Mutuo a tasso variabile.

 

IMPORTO

 

Pari all’80% della spesa per le micro e piccole imprese, al 75% per le media imprese e al 65% dell’investimento complessivo per la grande impresa (nei limiti del beneficio agevolato imposto dalla normativa europea)

con un minimo di 100.000,00 euro e un massimo di 20 milioni di euro.

 

TASSO DI INTERESSE

Il tasso agevolato variabile è pari alla rispettiva percentuale dell’Euribor a 6 mesi:

  • 35% per le piccole imprese (ovvero riduzione del 65%);
  • 50% per le medie imprese (ovvero riduzione del 50%);
  • 80% per le grandi imprese (ovvero riduzione del 20%).

DURATA

 

Massimo 10 anni

(15 per investimenti nei quali la componente immobiliare è pari almeno a 2/3).

 

GARANZIE

A discrezione della Banca nelle forme usuali (ipoteca, pegno, fidejussioni bancarie, ecc.)

MAGGIORI INFORMAZIONI

 

CONTATTATECI PER MAGGIORI INFORMAZIONI, RICERCA AGEVOLAZIONI E APPUNTAMENTI PER CONSULENZA PERSONALIZZATA 

PER RICEVERE UNA RISPOSTA SULLA PRE.FATTIBILITA' DELLA RICHIESTA COMPILATE ED INVIATE, SENZA NESSUN IMPEGNO, IL MODULO ON LINE

cliccare qu' per scaricare il modulo compilabile on line

se il collegamento non dovesse funzionare allora copiate ed incollate l'indirizzo sottostante sulla barra degli indirizzi del vostro browser:

https://adobeformscentral.com/?f=T6w9U449j3lQf-VZY6cEQg

PER ALTRE ESIGENZE IN MATERIA DI AGEVOLAZIONI FINANZIARIE E CONTRIBUTI:

Chiedete un appuntamento per una consulenza personalizzata:

CLICCATE SUL COLLEGAMENTO SOTTOSTANTE PER SCARICARE IL MODULO DI RICHIESTA PRELIMINARE DI APPUNTAMENTO SENZA IMPEGNO

Chiedete un appuntamento per una consulenza personalizzata

APPUNTAMENTI A MILANO ROMA, IN ALTRE CITTA' E IN VIDEO CONFERENCE CALL SU SKYPE

Roma tel. +39 06 94 805665 - fax +39 94805666
Milano tel. +39 02 30314 566 - fax +39 02 30314 567

LOGO ITALIA CONTRIBUTI.175