AGEVOLAZIONI VIGENTI REGIONALI

PUGLIA.PIA.PICCOLE.IMPRESEPUGLIA, Contratti di Programma, PIA Piccole Imprese, modificato il bando per i Programmi Integrati di agevolazioni.

Beneficiari sono le imprese di piccola dimensione, in regime di contabilità ordinaria, che abbiano già approvato almeno tre bilanci, abbiano registrato nei tre esercizi precedenti un fatturato medio non inferiore a 1,5 milioni di euro ed abbiano registrato, nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda, un numero di ULA almeno pari a 10.

Inoltre sono beneficiarie anche le imprese di piccola dimensione non attive, controllata da una piccola impresa che abbia approvato almeno tre bilanci alla data di presentazione della domanda, abia registrato nei tre esercizi precedenti un fatturato medio non inferiore a 1,5 milioni di euro e abbia registrato, nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda, un numero di ULA almeno pari a 10.

Con il PIA si possono realizzare investimenti in unità locali ubicate/da ubicare nel territorio della Regione Puglia e riguardanti la realizzazione di nuove unità produttive, l'ampliamento di unità produttive esistenti, la diversificazione della produzione di uno stabilimento esistente per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente, un cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di un'unità produttiva esistente.

Sono ammissibili ai contributi gli investimenti riguardanti il settore delle attività manifatturiere e di alcune attività di servizi.

L' importo complessivo delle spese e dei costi ammissibili deve essere compreso tra 1 milione di euro e 20 milioni di euro. 

E' previsto un contributo a fondo perduto fino al 45% per gli investimenti e fino al 70% per le spese in ricerca e sviluppo. Chiedi informazioni

PUGLIA investimenti.pmiLa regione Puglia ha modificato il Bando "Aiuti agli Investimenti delle Piccole e Medie Imprese Titolo II - Capo III".

Con questa misura si intende favorire lo sviluppo delle attività economiche delle PMI facilitandone l'accesso al credito.

Beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, anche in forma cooperativa, ubicate nella Regione Puglia.

Settori agevolati sono: Commercio, Artigianato, Industria, Costruzioni, Servizi di Comunicazione ed Informazione, Sanità e Assistenza Sociale, Trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

Contributo: 35% per le medie Imprese; 45% per le piccole e micro imprese. L'aiuto sarà erogato in forma di contributo in conto Impianti determinato sul montante degli Interessi di un finanziamento concesso da un Soggetto Finanziatore.

Per gli investimenti in nuovi macchinari ed attrezzature potrà essere erogato un contributo aggiuntivo del 20%. 

Il contributo massimo erogabile è di: 800.000 euro per le medie Imprese; 400.000 euro per le piccole e micro imprese.

Le agevolazioni saranno calcolate, indipendentemente dall’ammontare del progetto ammissibile, su un importo finanziato massimo di: 4.000.000 di euro in caso di medie imprese; 2.000.000 di euro in caso di piccole e micro imprese.

Per le imprese che hanno conseguito Il rating di legalità, l'importo massimo del contributo in conto impianti è elevato rispettivamente a 850.000 euro e a 450.000 euro.

Domande fino ad esaurimento fondi. Chiedi informazioni

images/AGEVOLAZIONI/PUGLIA/SISPUGLIA_DOCUMENTINo_tipo_file.jpgPuglia: valgono 155 milioni i quattro nuovi incentivi in favore delle imprese grandi, medie e piccole e dell’attrazione degli investimenti in Puglia. Varati dall’assessorato regionale allo Sviluppo economico, sono stati pubblicati oggi sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.
Si tratta di Contratti di Programma (principalmente per le grandi imprese), Pia Medie Imprese, Pia Turismo e Pia Piccole Imprese.

Quattro interventi che rappresentano per le aziende pugliesi opportunità di investimento per innovare processi e prodotti, fare ricerca industriale e sviluppo sperimentale, internazionalizzare, lanciarsi nell’e-business e diventare più competitive sui mercati. Previsti contributi dal 15% al 70%.
I Bandi sono a sportello, quindi sono aperti finché le risorse sono disponibili. Gli avvisi saranno attivi dal 3 giugno 2015 Chiedi informazioni

AGEVOLAZIONI/PUGLIA/PUGLIA.TURISMO.TITOLO.II_CAPO.VI.jpgPubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia la terza modifica all'avviso Titolo II - Capo 6° "Aiuti agli investimenti delle PMI nel settore turistico-alberghiero".
Si tratta dell' Avviso per la presentazione delle istanze di accesso ai contributi di cui al Titolo II capo 6° settore Turistico Alberghiero.
La Regione Puglia ha apportato ulteriori  modifiche al bando delle micro, piccole e medie imprese del settore turistico che concede contributi per gli investimenti iniziali  non inferiori a € 30.000 per migliorare la qualità delle strutture turistico-alberghiere, anche mediante il recupero del patrimonio immobiliare di pregio regionale.
Con le ultime modifiche sono state ampliate le attività economiche ammesse, inserite le "altre attività di servizi per la persona" e "stabilimenti balneari". Inoltre sono stati ampliati agli investimenti e le spese ammissibili. Modificata anche la documentazione da allegare alla richiesta di erogazione.
BENEFICIARI: Microimpresa, Piccola Impresa e Media Impresa.
CONTRIBUTO: 35% per le medie Imprese; 45% per le piccole e micro imprese. Le agevolazioni saranno calcolate, indipendentemente dall’ammontare del progetto ammissibile, su un importo finanziato massimo di 4.000.000 di euro in caso di medie imprese edi 2.000.000 di euro in caso di piccole e micro imprese.
CONTRIBUTO AGGIUNTIVO: potrà essere erogato un contributo aggiuntivo in conto impianti che non potrà essere superiore al 20% dell’investimento per un importo massimo erogabile di 800.000 euro per le medie Imprese e di
400.000 euro per le piccole e micro imprese. Per le imprese che hanno conseguito Il rating di legalità l'importo massimo del contributo in conto impianti è elevato rispettivamente a 850.000 euro e a 450.000 euro e sarà erogata una ulteriore sovvenzione diretta pari al 2,5% dell’investimento per le micro e piccole imprese e al 1,25 dell’investimento per le medie imprese, per un importo massimo, in entrambi i casi, di € 50.000.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONI CHIEDI APPUNTAMENTO

PUGLIA.PIA.TURISMOPuglia, modificato il bando per gli aiuti agli investimenti alle Pmi nel settore turistico-alberghiero.

La finalità è quella di favorire lo sviluppo delle attività economiche delle PMI turistico-alberghiere facilitando l'accesso al credito.

Beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese. Ammessi investimenti non inferiori a € 30.000.

Intensità dell’aiuto non potrà superare il 35% per le medie Imprese e il 45% per le piccole e micro imprese.

L'aiuto sarà erogato in forma di contributo in conto Impianti determinato sul montante degli Interessi di un finanziamento concesso da un Soggetto Finanziatore.

Le agevolazioni saranno calcolate su un importo finanziato massimo di 4.000.000 di euro in caso di medie imprese, 2.000.000 di euro in caso di piccole e micro imprese.
Inoltre è previsto un contributo aggiuntivo in conto impianti non superiore al 20% dell’investimento per un importo massimo erogabile di 800.000 euro per le medie Imprese e di 400.000 euro per le piccole e micro imprese.

Per le imprese che hanno conseguito Il rating di legalità l'importo massimo del contributo in conto impianti è elevato rispettivamente a 850.000 euro e a 450.000 euro; sarà erogata una ulteriore sovvenzione diretta pari al 2,5% dell’investimento per le micro e piccole imprese e al 1,25 dell’investimento per le medie imprese, per un importo massimo, in entrambi i casi, di € 50.000. Domande fino ad esaurimento fondi. Chiedi informazioni

puglia pia turismoPuglia, PIA Turismo - Programmi Integrati di Agevolazione, dal 15 giugno è possibile presentare le domande per i contributi. Beneficiari sono le imprese di Grandi, Medie e Piccole dimensioni. 

Con il PIA TURISMO si possono realizzare investimenti in unità locali ubicate/da ubicare nel territorio della Regione Puglia e riguardanti: nuove attività turistico-alberghiere, ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione di strutture turistico - alberghiere esistentirealizzazione di strutture turistico–alberghiere (compresi servizi annessi) aventi capacita ricettiva non inferiore a n. 7 camere, consolidamento, restauro e risanamento conservativo di edifici rurali, masserie, trulli, torri, fortificazioni al fine della trasformazione dell’immobile in strutture alberghierestrutture, impianti o interventi attraverso i quali viene migliorata l’offerta turistica territoriale con l’obiettivo di favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici

Le istanze di accesso presentate da grandi imprese devono riguardare programmi integrati di investimento di importo non inferiore a 3 milioni di euro e non superiore a 40 milioni di euro; medie imprese da 2 milioni di euro e non oltre 30 milioni di euro; piccole imprese da 1 milione di euro e non oltre 20 milioni di euro.

Gli investimenti delle eventuali PMI aderenti all’iniziativa promossa dalla grande o dalla media impresa devono prevedere costi ammissibili non inferiori ad € 1.000.000,00.

Sono previsti contributi in conto capitale fino al 50 %. Domande dal 15 giugno. Chiedi informazioni

PUGLIA.PRIMO.INSEDIAMENTOPuglia: Giovani in agricoltura: pubblicato bando per il primo insediamento.
Al via il bando per sostenere il primo insediamento dei giovani pugliesi, tra i 18 e i 40 anni, in agricoltura.
E’ stato pubblicato, con Determinazione dell’Autorità di Gestione del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 del 25 luglio 2016, n. 248 (Burp n. 87 del 28 luglio 2016), l’avviso della Sottomisura 6.1 “Aiuto all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori” e altre Sottomisure/Operazione comprese nel “Pacchetto Giovani” (ovvero le operazioni 4.1.B “Sostegno per gli investimenti materiali e immateriali realizzati da giovani agricoltori che si insediano per la prima volta con il sostegno della Misura 6.1; la sottomisura 6.4 “Investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole”; sottomisura 3.1 “Sostegno alla nuova adesione a regimi di qualità”).

FINALITA': Obiettivo dell’avviso è accompagnare i giovani nel processo di avviamento delle imprese agricole innovative e sostenibili.
RISORSE: Con una dotazione finanziaria complessiva di 40 milioni di euro è il primo importante intervento del PSR 2014-2020, che, nella cosiddetta forma di 'misure a pacchetto', sostiene l’accesso all’imprenditoria in agricoltura di donne e uomini d’età compresa tra i 18 e i 40 anni. Favorendo il ricambio generazionale.
CONTRIBUTO: L’erogazione del premio di primo insediamento sarà effettuata in tre rate e così distribuito:
per i giovani che si insediano in un’azienda preesistente il sostegno è compreso tra i 40 mila (zone ordinarie) e i 45 mila euro (zone svantaggiate e aree C e D);
per i giovani, invece, che costituiscono ex novo un’impresa agricola il contributo è di 50 mila (zone ordinarie) o 55 mila euro (zone svantaggiate ed aree C e D).

EROGAZIONE: l’erogazione del premi è vincolata all’adesione (obbligatoria) alle Operazioni 4.1 b del PSR (“Operazione 4.1.B - Sostegno per investimenti materiali e immateriali realizzati da giovani agricoltori che si insediano per la prima volta con il sostegno della Misura 6.1”) e/o Misura 6.4 (“Investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole).

OPENTARANTOPuglia, Taranto: In arrivo "OPENTARANTO" un concorso internazionale per far rivivere la Città Vecchia gestito da Invitalia. Si tratta di un Concorso internazionale di idee per rilanciare la Città Vecchia di Taranto che verrà bandito e curato da Invitalia.
IL CONCORSO: La Città Vecchia di Taranto rappresenta la sintesi e contiene gli effetti della profonda crisi che ha caratterizzato il contesto tarantino negli ultimi anni, spopolamento, abbandono urbano, disgregazione e degrado sociale. In considerazione del fatto che l'industria creativa può agire come un potente traino per il turismo, la rigenerazione urbana e l’inclusione sociale, nasce l’idea di mettere a punto, attraverso un Concorso di idee, una strategia di sviluppo della Città Vecchia, basata su punti di vista di ampio respiro, nazionali e internazionali e in grado di: favorire la riqualificazione urbana e ambientale; sostenere la rigenerazione sociale; creare un attrattore culturale regionale e nazionale; individuare un programma di interventi prioritari in chiave di ‘‘innovazione e accessibilità’’. 
CHI PUÒ PARTECIPARE: il Concorso di idee è rivolto a gruppi multidisciplinari, guidati da architetti o da ingegneri, che possono essere costituiti da professionisti come: storici dell’architettura, esperti di marketing territoriale e smart planning, esperti in mobilità, esperti in processi partecipativi e comunicazione, esperti in ecologia urbana.
INVITALIA: Il Concorso internazionale di idee si inserisce nell’ambito degli interventi previsti dal Contratto Istituzionale di Sviluppo per l’area di Taranto (CIS Taranto), di cui Invitalia è soggetto attuatore. Il CIS è uno strumento negoziale che nasce per accelerare la realizzazione di interventi speciali per il miglioramento degli equilibri economici e sociali nel nostro Paes. Obiettivo prioritario del CIS Taranto è quello di riqualificare, valorizzare e sviluppare l’area che interessa i Comuni di Taranto, Statte, Massafra, Crispiano e Montemesola.
TIMING: aprile 2016, presentazione dell’iniziativa alla comunità locale. maggio 2016, pubblicazione del bando di concorso; ottobre 2016, termine lavori della commissione di valutazione; novembre 2016 pubblicazione e divulgazione degli esiti del concorso. Richiedi informazioni

PIN.pugliesi.innovativi.250PIN è la nuova iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia rivolta ai giovani e alle giovani che intendono realizzare progetti a vocazione imprenditoriale, ad alto potenziale di sviluppo locale, negli ambiti dell'innovazione culturale, innovazione tecnologica e innovazione sociale.
BENEFICIARI: la misura è rivolta a gruppi informali di almeno due giovani residenti in Puglia, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che hanno un'idea imprenditoriale innovativa e vogliono svilupparla.
CONTRIBUTO: ciascun progetto può ottenere un finanziamento compreso tra 10.000 e 30.000 € a copertura delle spese di gestione e degli investimenti del primo anno e una serie di servizi di supporto co-progettati con gli stessi beneficiari.
DOMANDE: L'accesso a PIN è interamente online dal 01/09/2016 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

CHIEDI INFORMAZIONI CHIEDI APPUNTAMENTO

SARDEGNA FONDO COMPETITIVITA PER LE IMPRESE LINEA PRESTITI 2020FONDO COMPETITIVITÀ PER LE IMPRESE: si tratta un prestito destinato a realizzare progetti di sviluppo, che non siano materialmente completati o realizzati alla data di presentazione della domanda.
SETTORI AMMESSI: Agricoltura, Industria, Servizi, Turismo.
BENEFICIARI: le imprese che intendono realizzare un Progetto di Sviluppo nell’ambito di una unità produttiva ubicata in Sardegna.
PROGETTI FINANZIABILI:  creazione di nuova azienda; creazione di nuova unità produttiva; ampliamento della capacità di un’unità produttivaesistente; diversificazione di un’unità produttiva esistente; ristrutturazione di un’unità produttiva esistente; realizzazione di nuovi investimenti materiali; acquisizione di un’unità produttiva esistente che sarebbe stata chiusa in assenza dell’acquisizione, al fine di garantire la salvaguardia, anche parziale, dell’occupazione esistenze e il rilancio dell’attività. Il Progetto di investimento può riguardare anche l’acquisizione delle quote dell’impresa, in tal caso l’ammontare dell’intervento del Fondo Competitività è determinato esclusivamente in base al valore degli attivi che devono essere trasferiti e la transazione deve avvenire tra investitori indipendenti.
MASSIMALE FINANZIABILE: progetti di importo fino a 800.000 euro.
SPESE AMMISSIBILI: interventi finalizzati principalmente all’acquisizione di immobili e suolo aziendale.
AGEVOLAZIONE: i prestiti sono riconducibili alle forme tecniche del leasing finanziario immobiliare o sale and lease-back finanziario immobiliare, del leasing finanziario d’azienda o del mutuo ipotecario. I prestiti sono assistiti da garanzie reali e/o personali in funzione dell’entità e del grado di rischio complessivo delle operazioni.
DOMANDE: fino al 31/12/2020.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210

SARDEGNA BANDO T.V.B. INCENTIVI ALLE ASSUNZIONISARDEGNA: nuovo bando “T.V.B. - Bonus Occupazionali” per la concessione di  incentivi occupazionali alle imprese che assumono giovani, disoccupati e donne con contratti a tempo indeterminato e determinato.
FINALITÀ: sostenere le imprese, attraverso l’erogazione di un incentivo monetario in regime di aiuto, che assumano giovani under 35, disoccupati over 35, donne over 35 e disabili.
OGGETTO DEL BANDO: erogazione di un bonus occupazionale alle imprese che abbiano assunto o assumano: giovani under 35; disoccupati over 35; donne over 35; con le seguenti tipologie contrattuali: contratti a tempo determinato per 12 mesi; indeterminato; gli incentivi sono ammessi anche in caso di rapporto a tempo parziale.
CONTRIBUTOconcesso dalla Regione alle imprese che abbiano assunto o assumano giovani di età inferiore ai 35 anni (under 35), disoccupati di età superiore ai 35 anni e donne di età superiore ai 35 anni (over 35), a tempo determinato per 12 mesi o a tempo indeterminato, a tempo pieno o parziale per almeno il 60% del tempo pieno. L’intensità e la durata del contributo concesso saranno diversificate in base alla: tipologia contrattuale attivata, ossia tempo determinato a 12 mesi o tempo indeterminato; retribuzione mensile lorda risultante dal contratto di assunzione e dalla prima busta paga; tipologia di destinatario assunto, con particolare riferimento ai soggetti svantaggiati, molto svantaggiati o disabili.
DURATA: L’incentivo concesso avrà una durata di 12 mesi o Nel caso di soggetti molto svantaggiati o disabili potrà avere una durata di 24 mesi.
PERIODO INCENTIVATO: le assunzioni effettuate a partire dal 01/10/2019 e sino al 01/01/2022 e comunque sino ad esaurimento delle risorse stanziate per ciascuna annualità 2020, 2021 e 2022.
DOMANDE: a partire dal 14.02.2020.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

SARDEGNA MICROCREDITO 2020LA REGIONE SARDEGNA ha approvato l’Avviso pubblico “per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del FONDO MICROCREDITO per l'anno 2020.
FONDO MICROCREDITO 2020, NOVITA': l'avviso prevede che le domande possano essere presentate secondo finestre trimestrali che alternino target generalisti a target specifici, ossia riservati alle donne e a soggetti appartenenti a territori svantaggiati (isole minori e ad alto tasso di spopolamento). 
E’ inoltre prevista la possibilità di aumentare il microcredito concesso fino a euro 35.000, previa verifica della puntuale restituzione delle prime sei rate del piano di ammortamento.
FINALITÀ: sostenere l’avvio o il potenziamento di iniziative imprenditoriali promosse da particolari categorie di destinatari che, per condizioni soggettive e oggettive, si trovino in difficoltà ad accedere ai canali tradizionali del credito e che intendano, nell’ambito del territorio regionale: a) avviare una nuova iniziativa imprenditoriale; b) realizzare nuovi investimenti per l’ampliamento, la diversificazione o l’innovazione di iniziative già esistenti.
FINANZIAMENTO: concessione di un Microcredito, compreso tra un minimo di 5.000 € e un massimo di 25.000 € a tasso zero estendibili fino ad un massimo di 35.000 €.
BENEFICIARI: le proposte potranno essere presentate da: A) soggetti disoccupati che intendano costituire nuove iniziative imprenditoriali; b) soggetti occupati: che intendano realizzare nuovi investimenti per l’ampliamento, la diversificazione o l’innovazione di iniziative già esistenti.
PROPOSTE FINANZIABILI: Le proposte potranno avere una dimensione finanziaria compresa tra un minimo di 5.000,00 € e un massimo di 35.000,00 €.
FINESTRE DI ACCESSO AL FINANZIAMENTO: la prima e la terza finestra: è rivolta a soggetti disoccupati che intendano avviare un’iniziativa imprenditoriale in Sardegna e ai soggetti “occupati” che intendano realizzare nuovi investimenti per l’ampliamento, la diversificazione o l’innovazione di iniziative già esistenti; la seconda finestra: sarà riservata agli stessi soggetti delle precedenti ma appartenenti al genere femminile; la quarta finestra: sarà riservata agli stessi soggetti della prima e della terza finestra, ma con iniziative imprenditoriali nelle isole minori o nelle zone ad alto tasso di spopolamento.
DOMANDE: La prima finestra sarà attiva dal 1 febbraio 2020 al 29 febbraio 2020.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

super.ammortamento.130 2019SUPER AMMORTAMENTO 130%: ritorna con il Decreto Crescita 2019 l'agevolazione fiscale per gli investimenti delle imprese. Sono mmessi gli acquisti dal 1 aprile al 31 dicembre 2019 fino a 2.500.000.
DECRETO CRESCITA: si tratta del Decreto Legge 30 aprile 2019, n. 34, Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale  n.100 del 30-04-2019 e entrato in vigore il 01/05/2019.
BENEFICIARI: soggetti titolari di reddito d'impresa e per gli esercenti arti e professioni che effettuano investimenti in beni materiali strumentali nuovi.
INVESTIMENTI AMMESSI: beni materiali strumentali nuovi, esclusi i veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui all'articolo 164, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.
PERIODO DEGLI ACQUISTI AMMESSO: investimenti effettuati dal 1° aprile 2019 al 31 dicembre 2019, ovvero entro il 30 giugno 2020, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.
AGEVOLAZIONE: con esclusivo riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria, il costo di acquisizione e' maggiorato del 30 per cento. 
MASSIMALE: la maggiorazione del costo non si applica sulla parte di investimenti complessivi eccedenti il limite di 2,5 milioni di euro.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

SARDEGNA BANDO TERRITORIALE MONTE ACUTO RIVIERA DI GALLURASARDEGNA: Bando Monte Acuto-Riviera di Gallura per le imprese operative nei settori dei servizi al turismo, della ricettività e delle produzioni tipiche. Agevolazioni per piani fino a € 150.000.FINALITA': sostegno ai Piani di creazione e sviluppo d'impresa costituiti da una o più delle seguenti tipologie di spesa: Investimenti produttivi; Servizi; Formazione; Capitale circolante.
BENEFICIARI: Micro, Piccole o Medie imprese (MPMI) operative che intendano realizzare un piano per lo sviluppo aziendale localizzato nei seguenti comuni: Alà dei Sardi, Berchidda, Buddusò, Monti, Oschiri, Padru, Budoni, Golfo Aranci, Loiri Porto San Paolo, San Teodoro.
FINALITA': sostegno ai Piani di creazione e sviluppo d'impresa costituiti da una o più delle seguenti tipologie di spesa: Investimenti produttivi; Servizi; Formazione; Capitale circolante.
PROGETTI FINANZIABILI: piano di sviluppo d'impresa organico e funzionale, finalizzato allo sviluppo o al riposizionamento competitivo e adattamento al mercato che privilegi l’introduzione di soluzioni innovative sotto il profilo organizzativo, produttivo o commerciale. 
PIANI AMMESSI:piani relativi ai settori produttivi indicati nelle seguenti sezioni o divisioni individuate sulla base della classificazione economica ATECO 2007, orientati a favorire il rilancio e lo sviluppo del territorio sulla base del Progetto di Sviluppo “Monte Acuto-Riviera di Gallura, territori di eccellenza della Sardegna”.
VALORE DEL PIANO: il valore del piano oggetto di aiuto è compreso tra 15.000 e 150.000 € di costi e spese ammissibili, al netto di IVA.
AGEVOLAZIONE CONCESSA: per la realizzazione del Piano sono previsti: 
CONTRIBUTO: in misura variabile in base alla dimensione dell’impresa beneficiaria e dei Regolamenti comunitari applicati.
FINANZIAMENTO nelle seguenti modalità: 
FINANZIAMENTO PUBBLICO DIRETTO, a condizioni di mercato, fino al 50% del valore del piano per la creazione di impresa o sviluppo aziendale con il Fondo Competitività;
FINANZIAMENTO FINO AL 100% del piano presentato sulla base dell’Accordo di collaborazione tra la Regione Autonoma della Sardegna e la Commissione regionale ABI della Sardegna.
DOMANDE: le domande possono essere presentate dal 28.03.2019 e fino al 30.06.19

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

SARDEGNA LAVORASRESTO AL SUD CHIEDI INFO 150 X 75 SARDEGNA- LavoRas: incentivi occupazionali per le imprese che effettuano assunzioni a tempindeterminato e determinato.
FINALITA': favorire la ripresa del lavoro attraverso l’erogazione di incentivi alle imprese finalizzati all’assunzione.
INCENTIVI: gli incentivi consistono nella concessione di un contributo, in regime di aiuto, finalizzato alla riduzione dei costi di esercizio, con particolare riferimento al costo del lavoro.
BENEFICIARI: possono accedere all’Aiuto le Imprese private che procedono a nuove assunzioni di giovani under 35 anni, disoccupati over 35; disoccupati over 55.
CONTRIBUTO: 1. per le assunzioni a tempo indeterminato di giovani under 35 o di disoccupati over 35, effettuate dal 01.05.2018 al 31.12.2018, l’incentivo è pari a 4.000 euro per ogni assunto, rimodulabile proporzionalmente in caso di contratto part time; 2. per le assunzioni a tempo determinato di giovani under 35 o di disoccupati over 35, effettuate effettuate dal 01.05.2018 al 31.12.2018, della durata pari o superiore ai 12 mesi, l’incentivo è pari a 3.000 euro per ogni lavoratore assunto, rimodulabile proporzionalmente in caso di contratto part time;  3. per l’attivazione di contratti a intermittenza di disoccupati over 55 è previsto un incentivo occupazionale e un’indennità di disponibilità.
DATE DELLE ASSUNZIONI: le assunzioni devono essere effettuate dal 01.05.2018 al 31.12.2018
SCADENZA: scadenza dell'agevolazione 31/12/2018

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

SARDEGNA AREA DI CRISI INDUSTRIALE DI PORTO TORRESFINANZIAMENTO SU ANTICIPO FATTURE 48 ore.150SARDEGNA: Porto Torres, dal 5 giugno le "call" per le manifestazioni di interesse nell’area di crisi complessa.
Si tratta di un'opportunità per le imprese che realizzano programmi di investimento.
PROGRAMMI DI INVESTIMENTO AMMESSI: iprogrammo di investimento potranno riguardare la produzione di beni e servizi (creazione di impresa, creazione di nuova unità da parte di impresa esistente, ampliamento e diversificazione di unità esistente), programmi di investimento per la tutela ambientale, progetti di innovazione dei processi e della organizzazione, progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro e non oltre il 5 luglio 2018.
LOTTI DISPONIBILI: ci sono 96 lotti immediatamente disponibili, distribuiti su 65 ettari dell'area industriale di Porto Torres e Sassari, che possono essere utilizzati per nuovi insediamenti produttivi e per riqualificare il tessuto imprenditoriale della zona e ci saranno risorse nazionali e regionali che potranno essere incanalate a sostegno dello sviluppo del territorio e della rinascita dell’intero nord ovest della Sardegna.
INVITALIA: pubblicherà le modalità attraverso le quali le imprese interessate potranno manifestare a Invitalia la loro intenzione a presentare i progetti che, una volta raccolti, permetteranno di definire le risorse e gli strumenti agevolativi a sostegno delle imprese intenzionate a insediarsi nell’area.
RISORSE: Le risorse messe in campo dalla Regione per sostenere il sistema imprenditoriale isolano sono ingenti, a partire da quelle previste nei Bandi T1, Tt2 e T4.
MANIFESTAZIONI DI INTERESSE: le manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro e non oltre il 5 luglio 2018.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

sardegna lavoras contributi per assunzioniSARDEGNA, pubblicata dall'Assessorato regionale del Lavoro la preinformativa dell’avviso “Lavoras”.
LAVORAS: il programma è finalizzato all'inserimento lavorativo e alla salvaguardia dei livelli occupazionali attraverso l’erogazione di incentivi alle imprese che effettuano assunzioni a tempo indeterminato e determinato.
FINALITA': l'Assessorato intende incentivare la ripresa del lavoro favorendo l’inserimento lavorativo e l’occupazione dei disoccupati di lunga durata e dei soggetti con maggiore difficoltà di inserimento lavorativo, nonché il sostegno delle persone a rischio di disoccupazione di lunga durata.
INCENTIVI: gli incentivi consistono nella concessione di un contributo, in regime di aiuto, finalizzato alla riduzione dei costi di esercizio, con particolare riferimento al costo del lavoro.
CONTRIBUTO: l’incentivo concesso sarà riconosciuto:
a) per le assunzioni a tempo indeterminato di giovani under 35 o di disoccupati over 35, effettuate dal 01.05.2018 al 31.12.2018, l’incentivo è pari a 4.000 euro per ogni assunto, rimodulabile proporzionalmente in caso di contratto part time;
b) per le assunzioni a tempo determinato di giovani under 35 o di disoccupati over 35, effettuate effettuate dal 01.05.2018 al 31.12.2018, della durata pari o superiore ai 12 mesi, l’incentivo è pari a 3.000 euro per ogni lavoratore assunto, rimodulabile proporzionalmente in caso di contratto part time;
c) per l’attivazione di contratti a intermittenza di disoccupati over 55 è previsto un incentivo occupazionale e un’indennità di disponibilità. Le due misure dovranno essere attivate contemporaneamente e prevedono:
- incentivo occupazionale: prevede l’erogazione di un totale massimo di 4.500,00 euro a lavoratore
BENEFICIARI: possono accedere all’Aiuto le Imprese private che hanno un’ unità produttiva/e o sede operativa nel territorio della Regione Sardegna.
DESTINATARI: giovani under 35 anni; disoccupati over 35; disoccupati over 55.
DOMANDE:  gli avvisi saranno pubblicati entro il mese di maggio 2018..

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

SARDEGNA BIOMED SECONDO BANDO 2017SARDEGNA: Programma di ricerca e sviluppo per l'integrazione della filiera Biomed, aiuti per progetti di ricerca e sviluppo.
È stato pubblicato il secondo avviso del "Programma di ricerca e sviluppo per l'integrazione della filiera biomed". Il bando, il cui primo avviso era stato pubblicato a febbraio di quest'anno, ha l'obiettivo di favorire un più ampio utilizzo dei laboratori e delle piattaforme di ricerca pubbliche del settore biomedicina attraverso il finanziamento di piccoli progetti di ricerca e sviluppo nell'ambito delle tematiche individuate dalla Strategia di Specializzazione Intelligente della Sardegna (S3).
FINALITA': favorire lo sviluppo e l’innovazione delle Micro, Piccole e Medie Imprese attraverso il sostegno a progetti di ricerca e sviluppo che introducano innovazione di prodotto e/o di processo e contribuiscano al rafforzamento competitivo, alla crescita e occupazione delle imprese operanti nelle aree di specializzazione identificate dalla Smart Specialization Strategy della Regione Autonoma della Sardegna (S3).
BENEFICIARI: le imprese di qualsiasi dimensione aventi sede operativa in Sardegna che propongano un progetto di ricerca e sviluppo da realizzare anche attraverso l'utilizzo dei laboratori e delle piattaforme appartenenti a strutture di ricerca pubbliche della Regione Sardegna.
SETTORI AMMISSIBILI: i progetti di ricerca dovranno riguardare le tematiche individuate nella S3 della Sardegna per il settore della biomedicina: 1. Tecnologie omiche per la medicina personalizzata; 2. Sviluppo di nuovi farmaci e diagnostici; 3. Medicina veterinaria; 4. Tecnologie di informatica biomedica.
SPESE AMMISSIBILI: spese per il personale; costi relativi a strumentazione e attrezzature; costi relativi agli immobili e ai terreni; costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisti; spese generali supplementari e altri costi di esercizio direttamente imputabili al progetto.
DIMENSIONE DEL PROGETTO: Massimo € 80.000 + ulteriori € 20.000, per un totale di € 100.000, nel caso in
cui siano coinvolti i laboratori e le piattaforme di ricerca pubbliche regionali per almeno il 20% del costo totale del progetto.
CONTRIBUTO: l’agevolazione è concessa sotto forma di sovvenzione fino all' 80%.
DOMANDE: entro le ore 12:00 del 24 novembre 2017.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

SARDEGNA MICROCREDITO 2017SARDEGNA: Microcredito Fse, la Giunta Regionale destina 10,7 milioni al fondo. Presto la pubblicazione dei nuovi bandi per aspiranti imprenditori.
MICROCREDITO: Adottato dall'esecutivo l'atto che prelude alla pubblicazione dei nuovi Avvisi pubblici, destinati a favorire la creazione e lo sviluppo delle microimprese e delle piccole e medie imprese sul territorio regionale della Sardegna da parte di soggetti svantaggiati che, a causa di condizioni oggettive e soggettive, riscontrano difficoltà di accesso ai tradizionali canali del credito (i cosiddetti "soggetti non bancabili").
RISORSE DISPONIBILI: la Giunta regionale ha destinato al Fondo Microcredito FSE risorse complessive per 10,7 milioni di euro.
IL MICROCREDITO FSE: istituito nel precedente ciclo di programmazione 2007-2013 con il preciso scopo di agevolare l’accesso al capitale e al credito da parte delle imprese esistenti in Sardegna, il fondo Microcredito FSE è un fondo rotativo (che si rigenera, cioè, attraverso il rientro dei prestiti erogati). Negli anni ha mostrato di essere tra le misure maggiormente impattanti, in senso positivo, sul contesto socio economico regionale, facilitando e incentivando la creazione di nuove imprese e assicurando buone performances: ottima partecipazione di donne, tasso di sofferenza nella restituzione dei prestiti inferiore a quello registrato dal sistema bancario, sopravvivenza media delle imprese sostenute superiore alla media dopo cinque anni.
COME FUNZIONA: il meccanismo di funzionamento della misura è semplice, a fronte della presentazione di un Business Plan, l’aspirante imprenditore riceve un prestito da 5 mila a 25 mila euro per l’avvio della nuova attività imprenditoriale.
FINANZIAMENTO: il prestito viene concesso con un tasso di interesse nullo e deve essere restituito attraverso una rateizzazione a cadenza mensile, in un massimo di sette anni.
BENEFICIARI:  possono accedere al Microcredito disoccupati o soggetti svantaggiati, che, come detto, hanno scarse possibilità di accesso al sistema creditizio tradizionale.
DOMANDE: in attesa della pubblicazione dei bandi attuativi.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

SARDEGNA FEAMP PESCASardegna, Pesca: pubblicati 15 bandi con oltre 14 milioni di risorse, a breve partiranno altri 11 bandi.
Anche il comparto della pesca e acquacoltura è pronto a ripartire grazie alla pubblicazione di 15 bandi con 14milioni e 182mila euro di dotazione finanziaria.
FEAMP: si tratta di risorse del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP), cofinanziato al 50% dall’Unione europea, al 35% dallo Stato e al 15% dalla Regione.
FINALITA': fra gli interventi messi in campo si è posta particolare attenzione su: innovazione, diversificazione, formazione, trasformazione e commercializzazione.
NOVITA': proprio sulla formazione e quindi sulla creazione di nuovi posti di lavoro si è pubblicata la Misura 1.29, assai innovativa, dove è prevista per la prima volta la copertura retributiva fino a due anni dei tirocinanti a bordo. Una spesa di 1milione e 100mila euro di cui si farà carico il Feamp.
LE MISURE MESSE A BANDO: con quasi 5milioni (4,985milioni di euro) la Misura 5.69, dedicata alla trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, è l’intervento maggiormente finanziato fra i 15 messi a bando.
Nell’ordine ci sono a seguire la 2.48 sugli investimenti produttivi destinati all’acquacoltura (2,056milioni) e la 1.29 sulla promozione del capitale umano, la creazione di posti di lavoro e del dialogo sociale.
E poi 900mila euro sull’innovazione e 758mila euro per la Misura 5.68 a favore della commercializzazione.
Una novità importante riguarda la Misura 2.56 sulla salute e benessere degli animali dove sono previsti i risarcimenti per la moria dei molluschi: oltre 249mila euro stanziati per i molluschicoltori. Sull’azione si sta già lavorando per incrementare la dotazione finanziaria.
DOMANDE: la prima fase di presentazione delle domande si chiuderà il prossimo 10 maggio. Una breve interruzione e gli sportelli saranno riaperti dal 10 luglio all’8 settembre, mentre l'ultima finestra sarà operativa tra il 6 novembre e il 29 dicembre 2017.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

SARDEGNA.COMPETITIVITA.IMPRESESardegna: il Centro regionale di Programmazione comunica che a partire dalle ore 12.00 del 4 novembre 2016 sarà possibile presentare le domande relative al bando "Aumento della competitività delle Mpmi operative, attraverso il sostegno agli investimenti materiali e immateriali, servizi di consulenza e formazione”.
Si tratta di un nuovo Bando finalizzato a favorire l’aumento della competitività delle Mpmi operative, attraverso la realizzazione di Piani di sviluppo orientati a sostenere il riposizionamento competitivo e la capacità di adattamento al mercato.
BENEFICIARI: i beneficiari saranno micro, piccole e medie imprese operanti in Sardegna da almeno 2 anni.
SETTORI AMMESSI: tutti i settori, con esclusione dei piani riconducibili alle seguenti classi e/o categorie individuati sulla base dei seguenti codici ATECO 2007: A agricoltura, silvicoltura e pesca; B estrazione di minerali da cave e miniere (limitatamente a 05 estrazione di carbone); D fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata; H trasporto e magazzinaggio (limitatamente a 49 trasporto terrestre e trasporto mediante condotte; 50 trasporto marittimo e per vie d’acqua; 51 trasporto aereo; 53.1 attività postali con obbligo di servizio universale); K attività finanziarie e assicurative; L attività immobiliari; O amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria; P istruzione; Q sanità e assistenza sociale; R attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (limitatamente a 92 attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco); S altre attività di servizi (limitatamente a 94 attività di organizzazioni associative); T attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni; e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze; U organizzazioni ed organismi extraterritoriali.
INTERVENTI AMMESSI: piani finalizzati ad aumentare la competitività delle micro, piccole e medie imprese di valore compreso tra 15.000 e 150.000 euro, al netto di IVA, coperti per almeno il 25% con mezzi propri e/o finanziamenti di terzi.
CONTRIBUTO: sovvenzione a fondo perduto per l’abbattimento della quota capitale dei finanziamenti, nella misura variabile tra il 10 ed il 70%.
FINANZIAMENTI CONDIZIONI A PRIVILEGIATE:
- Finanziamento pubblico diretto, a condizioni di mercato, fino al 50% del valore del piano per la creazione di impresa o sviluppo aziendale con il Fondo Competitività.
- Finanziamenti concessi dalle banche alle MPI a valere sui Plafond di Cassa depositi e prestiti S.p.A.
per le finalità di cui all’articolo 3, comma 4 -bis, del D.L. 5/2009 (concessione di finanziamenti, rilascio di garanzie.
RISORSE: le risorse finanziarie ammontano complessivamente a euro 10.000.000.
DOMANDE: dal 4 novembre 2016 e fino al 31 dicembre 2016.

CHIEDI INFORMAZIONI CHIEDI APPUNTAMENTO

SARDEGNA.POR.PROMOZIONE.MERCATI.ESTERISARDEGNA: L’Assessorato dell’Industria comunica che sono aperti i termini per la presentazione delle domande di accesso dell'avviso a favore delle micro piccole medie imprese in forma aggregata relativo agli incentivi destinati alla promozione nei mercati esteri in favore di partenariati misti”.
FINALITA': Favorire e sostenere l’internazionalizzazione delle MPMI regionali nei mercati internazionali, attraverso la realizzazione di proposte progettuali presentate e coordinate da partenariati.
BENEFICIARI: i raggruppamenti di imprese aderenti ad un piano di internazionalizzazione presentato dalle associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello regionale, Camere di commercio operanti nel territorio regionale e Consorzi di tutela.
SPESE AMMESSE: Le agevolazioni verranno concesse per - servizi di consulenza prestati da consulenti esterni; - locazione, installazione e gestione stand per partecipazione a fiere e/o mostre; - spese per la realizzazione di campagne e strumenti promozionali; - spese per l’organizzazione e realizzazione all’estero di missioni, incontri B2B, presentazioni prodotto, workshop, esposizioni temporanee; - costi di viaggio, vitto e alloggio qualora collegati alla organizzazione e partecipazione alle attività operative all’estero previste nel piano; - spese per la realizzazione di educational tour, incoming, “follow-up” aziendali incluse attività di animazione economica e di accompagnamento propedeutiche alle attività operative all’estero previste nel piano; - spese per il personale del soggetto proponente, effettivamente impiegato per la realizzazione del progetto; - spese di gestione forfettariamente sostenute dal soggetto proponente per la realizzazione del piano.
AMMONTARE DELLE SPESE AMMISSIBIL: Minimo Euro 200.000,00 fino a un massimo di Euro 600.000,00
CONTRIBUTO: Sovvenzione calcolata sulle spese ammissibili: Reg. n. 651/2014 intensità fino al 50%; Reg. n. 1407/2013 intensità fino al 75%.
DOMANDE: La presentazione delle domande sarà possibile a partire dalle ore 12 del 26 settembre 2016 fino alle ore 12 del 31 maggio 2017 .

CHIEDI INFORMAZIONI CHIEDI APPUNTAMENTO

AGEVOLAZIONI/SARDEGNA/FONDO-INGENIUM-SARDEGNA.150.gifIl fondo Ingenium Sardegna investe in nuove imprese ed imprese esistenti con progetti imprenditoriali di sviluppo. La partecipazione del Fondo al capitale sociale di ciascuna impresa è minoritaria, non superiore al 49% del capitale sociale, per un importo massimo di 1.500.000 Euro per impresa destinataria su un arco di dodici mesi e per un massimo di 4 annualità. La dotazione finanziaria del fondo è pari a 34 milioni di euro, la metà dei quali conferiti dalla Regione Sardegna. BANDO APERTO PROCEDURA A SPORTELLO.

AGEVOLAZIONI/SARDEGNA/cicloturismo.150.gifL'obiettivo del bando è sostenere il potenziamento e l'aggregazione delle piccole e medie imprese, in grado di sviluppare e gestire la promo-commercializzazione unitaria, su tutto il territorio regionale, del prodotto cicloturistico.

Diversificare nel tempo e sul territorio i flussi e qualificare l'offerta. per vendere "pacchetti cicloturistici".

Sono previste agevolazioni del 65% dei costi ammissibili. Le aggregazioni di piccole e medie aziende potranno beneficiare di un contributo fino a un massimale, per ogni PTT, di 500 mila euro. Le singole imprese promotrici del raggruppamento fino a un massimo di 20 mila euro. Scadenza 1 settembre 2014.

FINANZIAMENTI LIQUIDITA' URGENTI

PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA URGENTE

 

Cassa Depositi e Prestiti: Finanziamenti

CDP FINANZIAMENTI IMPRESE

 

EMERGENZA CORONAVIRUS

CORONAVIRUS ITALIA CONTRIBUTI SERVIZI ASSICURATI

 

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

FINANZIAMENTI SMART

FINANZIAMENTI SMART FINO A EURO 60.000

 

NUOVI FINANZIAMENTI AGEVOLATI

nuovi finanziamenti agevolati 2019

 

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2020

 

FINANZIAMENTI DA FONDI PRIVATI DI INVESTIMENTO

FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO

 

FINANZIAMENTI EUROPEI

FINANZIAMENTO GARANTITO CON PROVVISTA BEI

 

SMART & START ITALIA

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2019 2020

 

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

NUOVA SABATINI

NUOVA SABATINI 2019 2020

Pre-Fattibilità Gratuita

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

CREDITO D'IMPOSTA 50% PER RICERCA E SVILUPPO

CREDITO DI IMPOSTA 300

 

ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

 

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

START UP INNOVATIVE

SMART START 2019

CHIEDI APPUNTAMENTO

chiedi appuntamento 2 Giallo

STRUTTURE PERMANENTI IN PASI EXTRA UE

UFFICI NEGOZI SHOW ROOM permanenti in paesi extra ue

CERCA

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI.300

 

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

 

ESPANSIONE ALL'ESTERO

mise.internazionalizzazione 2

CONTRATTO DI SVILUPPO TURISTICO

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

CULTURA CREA 2019 LINEA 1

CULTURA CREA nuove imprese dellindustria culturale 2019

CULTURA CREA 2019 LINEA 2

CULTURA CREA SOCIETA IMPRESE GIA COSTITUITE ALMENO DA 3 ANNI DELLINDUSTRIA CULTURALE E TURISTICA 2019 2

CULTURA CREA LINEA 3

CULTURA CREA ONLUS ONG. COOPERATIVE SOCIALI E VOLONTARIATO OPERATIVI NEL SETTORE DELLINDUSTRIA CULTURALE 2019

CONTRATTO DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2018

CONTRATTO DI SVILUPPO INDUSTRIALE

CONTRATTI DI SVILUPPO INDUSTRIALE

RICERCA E SVILUPPO

RICERCA E SVILUPPO SCIENZA DELLA VITA

IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE

INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESE PROMOZIONALI INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE 250

Patrimonializzazione delle Pmi Esportatrici

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PATRIMONIALIZZAZIONE.PMI 250

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

PULSANTE FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CULTURA CREA 2019

CULTURA CREA 2019

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO 2017

START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

Iscriviti alla Newsletter

IMPRESE E COOPERATIVE SOCIALI

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Agevolazioni inserimento sui mercati esteri

INTERNAZIONALIZZAZIONE.CREDITI.ESPORTAZIONE

CERCA

Partecipazione a Fiere

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PRIMA PARTECIPAZIONE.FIERE.E.MOSTRE

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI