GARANZIA.GIOVANI.LOMBARDIA 200Lombardiia, nuovo bando per favorire l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità attraverso il Programma Garanzia Giovani. 

La misura vuole sostenere l’avvio di iniziative imprenditoriali o di lavoro autonomo promosse da giovani attraverso un’offerta mirata ed integrata di servizi in grado di rispondere ai diversi bisogni di start-up e post start-up.

Beneficiari: giovani aderenti al programma garanzia giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni compiuti che siano inoccupati o disoccupati. I Soggetti erogatori titolati alla presa in carico dei giovani sono le Camere di Commercio della Lombardia.

l valore massimo del programma per i giovani che costituiranno la propria impresa/attività è dato dalla somma dei massimali definiti per i servizi e comunque non superiore ad euro 3.200. I giovani non devono partecipare finanziariamente al programma.

A partire da 26 Gennaio 2016 i giovani possono accedere al programma Garanzia Giovani Autoimpiego e Autoimprenditorialità. La presa in carico proseguirà fino ad esaurimento delle risorse stanziate e comunque entro e non oltre il 30 marzo 2018. per maggiori informazioni.

logobisbordino

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI

Chiedi un Appuntamento a Milano

Chiedi un appuntamento in altre citta'

Chiedi informazioni

Chiedi una Pre-Fattibilità

 FINALITÀ


La misura viene implementata per sostenere l’avvio di iniziative imprenditoriali o di lavoro autonomo promosse da giovani (NEET) attraverso un’offerta mirata ed integrata di servizi in grado di rispondere ai diversi bisogni di start-up e post start-up.

In particolare è dedicata da un lato all’analisi personalizzata delle caratteristiche dell’individuo, alle sue aree di competenza e alle opportunità, dall’altro si traduce in consulenza finalizzata a fornire informazioni sugli adempimenti ed i principali strumenti operativi per l’avvio e la gestione dell’impresa/attività.

 


RISORSE

Le risorse disponibili per il presente intervento ammontano complessivamente a € 5.000.000,00.

 


BENEFICIARI


Al momento dell’adesione alla Garanzia Giovani Autoimpiego e Autoimprenditorialità, i destinatari devono possedere, pena l’esclusione, i seguenti requisiti:

 

  • età compresa tra i 18 e i 29 anni compiuti;
  • essere inoccupati o disoccupati ai sensi del d.lgs. n. 150/2015;
  • non essere iscritti a percorsi di istruzione o formazione professionale ovvero accademici e terziari;
  • non avere in corso di svolgimento il servizio civile o un tirocinio extra-curriculare;
  • non avere in corso di svolgimento interventi di politiche attive attuate con Dote Unica Lavoro o attraverso gli avvisi “flusso” o stock” di cui al decreto 9619 del 16/10/2014;
  • essere in condizione di regolarità sul territorio nazionale.

 

In particolare ci si rivolge a quei giovani NEET che, attraverso gli interventi previsti dalle misure 1.A, 1.B e 1.C abbiano dimostrato di possedere particolari caratteristiche personali che rispecchino l’attitudine dello stesso ad intraprendere un percorso lavorativo imprenditoriale.

Il soggetto che prende in carico il giovane è tenuto a verificarne i requisiti.


Il giovane deve essere in possesso dei requisiti al momento della registrazione al Programma.


SOGGETTI EROGATORI TITOLATI ALLA PRESA IN CARICO


I Soggetti titolati alla presa in carico dei giovani sono le Camere di Commercio della Lombardia

 

ACCESSO AL PROGRAMMA

 

REGISTRAZIONE E ADESIONE AL PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI AUTOIMPIEGO E AUTOIMPRENDITORIALITÀ

Per effettuare la registrazione e l’adesione al programma Garanzia Giovani Autoimpiego e Autoimprenditorialità, i giovani accedono al portale regionale dedicato (www.garanziagiovani.regione.lombardia.it) e individuano la Camera di Commercio con cui intendono avviare il programma.


L’operatore è tenuto a convocare il giovane che ha aderito al Programma Garanzia Giovani, entro 30 giorni dall’adesione (primo contatto).

Il giovane convocato, si presenta dall’operatore, previo appuntamento, per la presa in carico, procedendo alla definizione di un Piano di Intervento Personalizzato (PIP).

L’operatore è tenuto a tracciare a sistema l’avvenuta convocazione, il colloquio tenuto con il giovane e l’accettazione ad essere preso in carico.

 


DEFINIZIONE DEL PIANO DI INTERVENTO PERSONALIZZATO

L’operatore definisce con il giovane il Piano di intervento personalizzato, composto dai servizi.


Il giovane, ha a disposizione uno specifico budget, entro i cui limiti sono definiti i servizi più funzionali alle proprie esigenze, con l’obiettivo ultimo di avviare un’attività imprenditoriale o di lavoro autonomo.

 

CONTRIBUTO
Il valore massimo del programma per i giovani che costituiranno la propria impresa/attività è dato dalla somma dei massimali definiti per i servizi e comunque non superiore ad euro 3.200 pari al 100% del percorso e dai servizi pari ad un massimo di € 198,00 

 

I giovani non devono partecipare finanziariamente al programma e il soggetto titolato alla presa in carico non può percepire altri finanziamenti a copertura delle stesse unità di costo.


SERVIZI AMMISSIBILI


SCHEDA 1) ACCOGLIENZA, PRESA IN CARICO, ORIENTAMENTO

Servizio
min- max (ore)  Costo orario Massimale
1-A-1) Accoglienza e accesso ai servizi   1h a carico dell’operatore //
1-B-1) Definizione del percorso 1h/2h a carico dell’operatore  //
1-C-1) Bilancio competenze   € 33 € 198 
1-C-2) Colloquio specialistico    a carico dell’operatore  //

 

 

 

 

 

I servizi riferiti alla scheda 1) devono essere garantiti a tutti i giovani che aderiscono al programma Garanzia Giovani Autoimpiego e Autoimprenditorialità e sarà realizzato entro 60 giorni dall’adesione al programma e comunque entro e non oltre il 30 marzo 2018.


Il servizio di bilancio delle competenze (1-C-1) è riconosciuto sulla base delle ore erogate, a condizione del raggiungimento di uno dei risultati di Garanzia Giovani di cui alla scheda 7.


SCHEDA 7) SOSTEGNO AUTOIMPRENDITORIALITA’

Servizio
min- max (ore)  Costo orario Massimale Modalità di
riconoscimento
7-1-1-A) corsi di formazione per il business plan 24 h   € 40 € 960   70% processo
30% risultato
(descrizione
dell’idea
imprenditoriale)
7-1-1-B) Assistenza personalizzata per la stesura del progetto imprenditoriale/di lavoro autonomo  36h/40h  40h  Min €
1.280
Max €
1.600
 70% processo
30% risultato
(redazione
business plan)
7-1-1-C) Mentoring e affiancamento post costituzione attività
imprenditoriale e/o di lavoro autonomo
 Max 16h  € 40  € 640  100% processo

 

Nell’ambito della misura 7-1-1-A sono previsti servizi di formazione con l’obiettivo di definire l’idea imprenditoriale/di lavoro autonomo e di acquisire le conoscenze/competenze necessarie al giovane nella stesura del proprio progetto di impresa o di lavoro autonomo.


Il corso di formazione è erogato dopo la presa in carico del giovane, entro e non oltre 8 mesi da tale data e comunque entro e non oltre il 31 maggio 2018.


Nell’ambito della misura 7-1-1-B sono previsti servizi di assistenza personalizzata allo scopo di essere supportati nella definizione e nella stesura del proprio progetto in relazione alla tipologia di attività.


Nell’ambito della misura 7-1-1-C sono previsti servizi di mentoring allo scopo di supportare l’imprenditore o il lavoratore autonomo nella fase di start-up con focus specifici in relazione alle singole fattispecie.

Il servizio 7-1-1-C è erogabile ai giovani a seguito della costituzione di un’impresa o dell’avvio di
un’attività di lavoro autonomo (attribuzione della partita iva) .


I servizi di cui alle schede 7-1-1-B e 7-1-1-C sono erogati dopo il corso di formazione per il business plan e dovranno concludersi entro 8 mesi dalla presa in carico del giovane e comunque entro e non oltre il 31 maggio 2018.


Al termine delle attività sarà prodotta una scheda descrittiva delle attività svolte dal giovane.

  • Il servizio di cui alla scheda 7-1-1-C può essere attivato dalla data di costituzione dell’impresa o di avvio dell’attività di lavoro autonomo e deve concludersi entro 6 mesi da tale data.
  • La costituzione d’impresa o l’avvio dell’attività di lavoro autonomo deve essere formalizzato entro 45 giorni dalla data di conclusione dei servizi di cui alla scheda 7-1-1-B.

 


LE IMPRESE DOVRANNO AVERE I SEGUENTI REQUISITI:

  • titolare (o in caso di società almeno uno dei soci) che abbia fruito dei servizi di cui alla scheda 1) e scheda 7);
  • una delle seguenti forme giuridiche;
  • ditta individuale;
  • società di persone
  • società di capitali
  • regolare iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio successiva alla conclusione dei servizi di cui alla scheda 2)
  • Micro o piccole imprese


Nel caso di avvio di Microimprese esse:

  • possono essere costituite con qualsiasi forma societaria, di persona e di capitali, anche in forma cooperativa (purché con meno di 10 persone occupate);
  • possono anche avere la forma di associazioni tra professionisti.


Oltre all’avvio di nuova impresa, è ammissibile che il soggetto destinatario rilevi un’impresa già avviata o un ramo di essa, purché possieda i requisiti delle iniziative di lavoro autonomo e di impresa, come sopra evidenziato.

 

DE MINIMIS
L’attivazione del servizio 7-1-1-C prevede il rispetto della normativa comunitaria in materia di aiuti di stato “de minimis. “


I servizi di cui alla sceda 7 possono essere erogati sia in modalità one to one nei percorsi personalizzati sia per attività di formazione e tutoring di gruppo, comunque per gruppi non superiori a tre persone.


ATTUAZIONE DEL PIANO D’INTERVENTO PERSONALIZZATO (PIP)

Il giovane e gli operatori coinvolti nell’attuazione del programma sono tenuti al rispetto delle procedure descritte nelle Linee guida per l’Operatore per quanto concerne la realizzazione del PIP, la conservazione della documentazione, la registrazione delle attività sul sistema informativo e le relative verifiche.

I documenti prodotti nell’ambito dei servizi erogati devono essere forniti in copia al giovane.


Il giovane, nel corso del programma, può modificare o integrare il Piano di Intervento Personalizzato (PIP) con l’aiuto dell’operatore che l’ha preso in carico, nel rispetto del budget e secondo le modalità stabilite nel Linee Guida per l’operatore.

 

DURATA MASSIMA DEL PROGRAMMA

Per durata del programma si intende il periodo intercorrente tra il giorno dell’invio della dichiarazione riassuntiva unica e il giorno di conclusione dell’ultimo servizio attivato.


Al momento della presa in carico il giovane e l’operatore definiscono i servizi che compongono il PIP.


Se il risultato non viene raggiunto nei termini stabiliti, la dote decade automaticamente.


In caso di decadenza della dote il giovane può partecipare nuovamente al programma Garanzia Giovani oltre che accedere a Dote Unica Lavoro.

 


TEMPI E SCADENZE

 

A partire da 26 Gennaio 2016 i giovani possono accedere al programma Garanzia Giovani Autoimpiego e Autoimprenditorialità.


Pertanto, da tale data gli operatori (di cui al par. 4), tramite sistema informativo (https://gefo.servizirl.it/garanziagiovani), tracceranno, per ogni giovane che aderirà al programma i servizi di cui lo stesso fruirà.


La presa in carico proseguirà fino ad esaurimento delle risorse stanziate e comunque entro e non oltre il 30 marzo 2018.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI