DOTE.UNICA.LAVORO

Regione Lombardia, con d.d.u.o. n 9367 del 26 settembre 2016 in allegato ha provveduto:
alla redistribuzione delle risorse di Dote Unica Lavoro (DUL) sulla base della verifica periodica al 12.09.2016;
alla riapertura dell’adesione alla Manifestazione di interesse Fascia 3 Plus;
alle definizioni dei nuovi termini per conclusione dell’avviso e la richiesta di liquidazione dei servizi.
MODIFICHE: Le pricipali modifiche introdotte riguardano:
DOTE UNICA LAVORO: monitoraggio e verifica delle soglie massime per operatore al 12.09.2016
A seguito della recente attivazione sul sistema informativo di alcuni moduli di gestione della dote con impatti sulle performance degli operatori si è reso necessario spostare al 12.09.2016 la data per il calcolo delle soglie inizialmente prevista per il 31.08.2016.
Conseguentemente è stata attuata la verifica delle soglie massime per operatore con i dati DUL al 12.09.2016, secondo i nuovi criteri definiti nella DGR n. 5053 del 18.04.2016. 
In occasione di tale verifica si è proceduto alla definizione di nuovi obiettivi per ciascun operatore pubblico, attraverso una riprogrammazione delle risorse del cluster pubblico non ancora utilizzate.
RIAPERTURA ADESIONE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE FASCIA 3 PLUS: sono stati riaperti i termini per l’adesione alla “Manifestazione d’interesse alla presa in carico di dote unica lavoro POR FSE 2014 – 2020 – fascia 3 plus”. Le richieste di adesione eventualmente inviate successivamente alle ore 17.00 del 31 maggio 2016, scadenza per l’adesione alla prima fase della manifestazione di interesse alla Fascia 3 plus dovranno essere ripresentate.
NUOVA DATA DI CONCLUSIONE DELL’AVVISO E RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE DEI SERVIZI:
Viene definita la nuova data di conclusione dell’avviso al 31 ottobre 2017 e il nuovo termine per l’inoltro delle richieste di liquidazione dei servizi al 1 dicembre 2017 pertanto:
la realizzazione e conclusione di tutte le attività dei servizi, oltre il raggiungimento del risultato occupazionale (incluse le proroghe e le trasformazioni di contratto) dovrà avvenire entro il 31 ottobre 2017. (la data fine dei servizi previsti nella dote non potrà superare tale termine)
la rendicontazione dei servizi entro le ore 17 del 30 novembre 2017;
la conclusione formale delle doti alle ore 17 del 30 novembre 2017;
la richiesta di liquidazione dei servizi alle ore 17 dell’1 dicembre 2017, ultimo giorno utile per l’inoltro, attraverso il sistema informativo, della richiesta di liquidazione dei servizi rendicontati previsti nella dote. Richiedi informazioni

CHIEDI INFORMAZIONI CHIEDI APPUNTAMENTO

 

LOMBARDIA DOTE UNICA LAVORO

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

 

Dote Unica Lavoro 2016

  • Dote Unica Lavoro conferma la centralità del sistema dotale e intende rispondere alle esigenze delle persone nelle diverse fasi della propria vita professionale attraverso un’offerta integrata e personalizzata di servizi.

RISORSE FINANZIARIE

Le risorse disponibili per il presente intervento ammontano complessivamente a € 82.370.827,58.

BENEFICIARI

L’avviso è rivolto alle persone che, alla presentazione della domanda di Dote, siano in possesso dei requisiti di seguito specificati:

GIOVANI DISOCCUPATI

  • giovani disoccupati,
  • residenti o domiciliati in Lombardia,
  • dai 15 ai 29 anni compiuti,
  • a condizione che abbiano precedentemente concluso o rinunciato ad una dote attivata a valere sull’Avviso Garanzia Giovani di cui al d.d.u.o. 9619 del 17/10/2014.
  • Tale target può fruire direttamente di Dote Unica Lavoro esclusivamente per la fruizione, in fascia 4, di specifici Moduli Master Universitari di I e/o II livello;

DISOCCUPATI

  • - disoccupati,
  • residenti o domiciliati in Regione Lombardia,
  • dai 30 anni compiuti,
  • indipendentemente dalla categoria professionale posseduta prima della perdita del lavoro,
  • compresi – ove applicabile – i dirigenti:
  • in mobilità in deroga alla normativa vigente o che abbiano presentato domanda ad INPS;
  • iscritti o in attesa d’iscrizione nelle liste di mobilità ordinaria ex l. 223/91;
  • iscritti nelle liste di mobilità ordinaria ex l.236/93 licenziati al 30.12.2012;
  • percettori di indennità di disoccupazione (NASPI, ASpI, MINI Aspi, DISCOLL),
  • percettori di altre indennità;
  • non percettori d’indennità.
  • iscritti ad un Master universitario di I° e II° livello per partecipare, esclusivamente ad una Dote in fascia 4 dedicata a singoli moduli di Master universitario di I° e II° livello ;

OCCUPATI

  • occupati, dai 16 anni compiuti:
  • lavoratori sospesi da aziende ubicate in Lombardia percettori di cassa integrazione guadagni in deroga alla normativa vigente (CIGD) e cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS)
  • iscritti ad un Master universitario di I° e II° livello per partecipare, esclusivamente ad una Dote in fascia 4 dedicata a singoli moduli di Master universitario di I° e II° livello ;
  • militari congedandi previsti dal protocollo d’Intesa sottoscritto tra la Regione ed il Comando Militare Esercito Lombardia in data 23 ottobre 2012;
  • personale delle Forze dell’ordine, militare civile, operante sul territorio lombardo e facente capo ai relativi Comandi Regionali o analoghe strutture di riferimento di livello regionale o, nel caso della Polizia di Stato, alle relative Questure, o, nel caso della Polizia Penitenziaria, al relativo Provveditorato regionale.

NON OCCUPATI

  • non occupati (art. 19 comma 7 d.lgs 150/2015) che non intendono rilasciare la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro possono partecipare unicamente ai percorsi di formazione relativi ai Master universitari di I° e II° livello soprarichiamati.

Come previsto dalla Circolare direttoriale del 11.12.2015 Nota_prot. E1.2015.0447567 “Prime indicazioni sulla Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro, stipula del Patto di Servizio Personalizzato e accesso alle Politiche attive del lavoro in Lombardia” i seguenti target di destinatari, prima dell’attivazione della Dote Unica Lavoro, devono aver rilasciato la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro ed aver stipulato un Patto di Servizio Personalizzato:

  • disoccupati non percettori di sostegno al reddito
  • disoccupati percettori di strumenti di sostegno al reddito
  • occupati sospesi ai sensi dell’art.22 del d.lgs 150/2015.

EROGATORI DEI SERVIZI

LA PERSONA IN POSSESSO DEI REQUISITI PER L’ACCESSO A DOTE UNICA LAVORO PUÒ RIVOLGERSI:

  • agli operatori accreditati da Regione Lombardia per l’erogazione dei servizi al lavoro e agli operatori accreditati alla formazione sez. A e B in relazione al target ed alla fascia d’aiuto;
  • alle Università del sistema universitario lombardo legalmente riconosciute esclusivamente per l’erogazione di servizi formativi nell’ambito di Master Universitari di primo e secondo livello.

ELENCO OPERATORI

L’elenco degli operatori accreditati al lavoro è disponibile sul catalogo operatori on line sul sito di Regione Lombardia

  • L’operatore che prende in carico la persona può agire in partenariato con altri operatori, accreditati per l’erogazione di servizi di formazione e/o al lavoro, per fornire un’offerta completa e qualificata di servizi.
  • Gli operatori che intendono erogare i servizi nell’ambito del presente avviso sono tenuti ad inviare l’Atto di adesione Unico e l’eventuale Offerta Formativa attraverso il sistema informativo.
  • Gli operatori sono tenuti a verificare i requisiti delle persone che prendono in carico, acquisendo la documentazione prevista dal Manuale Unico di gestione della dote.

DEFINIZIONE ED ACCESSO ALLE FASCE DI INTENSITÀ D’AIUTO

Una volta verificati i requisiti della persona, l’operatore ne supporta la profilazione nel sistema informativo, che sulla base delle caratteristiche del destinatario (stato occupazionale/distanza dal mercato del lavoro, titolo di studio, genere, età) definisce in automatico l’appartenenza ad una delle seguenti fasce di intensità d’aiuto:

  • Fascia 1 “bassa intensità di aiuto”: rientrano in questa fascia le persone in grado di ricollocarsi nel mercato del lavoro in autonomia o che richiedono un supporto minimo;
  • Fascia 2 “media intensità di aiuto”: rientrano in questa fascia le persone che necessitano di servizi intensivi per la collocazione o ricollocazione nel mercato del lavoro;
  • Fascia 3 “alta intensità di aiuto”: rientrano in questa fascia le persone che necessitano di servizi intensivi per un periodo medio/lungo e di forte sostegno individuale per la collocazione o ricollocazione nel mercato del lavoro;
  • Fascia 3 Plus “alta intensità d’aiuto – svantaggio”: rientrano in tal fascia le persone con caratteristiche particolarmente deboli del mercato del lavoro che necessitano di servizi di politica attiva intensivi, anche attraverso esperienze lavorative brevi e/o con valenza formativa;
  • Fascia 4 “altro aiuto”: rientrano in tal fascia le persone che necessitano di servizi finalizzati alla riqualificazione professionale e all’occupabilità. 

DEFINIZIONE DEL PERCORSO

La persona, a seconda della fascia di intensità d’aiuto cui accede, ha a disposizione una dote ossia uno specifico budget, entro i limiti del quale concorda con l’Operatore i servizi funzionali alle proprie esigenze di inserimento lavorativo e/o qualificazione.

  • L’operatore è tenuto ad erogare ai destinatari, a titolo gratuito, i servizi di base funzionali a comprendere le caratteristiche e le esigenze della persona.
    L’operatore definisce con la persona il Piano di Intervento Personalizzato (PIP)
  • I destinatari non devono partecipare finanziariamente alla Dote e l’operatore non può percepire altri finanziamenti a copertura delle stesse unità di costo già finanziate da Regione Lombardia nell’ambito della Dote. 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI DOTE

Per finalizzare la richiesta di accesso alla Dote la persona è tenuta a firmare la domanda di partecipazione e il PIP, che viene sottoscritto anche dall’Operatore.

L’invio della domanda di Dote a Regione Lombardia è in capo all’Operatore secondo le modalità definite dal Manuale Unico.

A partire dal 27 gennaio 2016 è attivo

il sistema informativo per l'attivazione delle doti SIAGE,

la profilazione e la sottoscrizione del PIP secondo le regole dell'avviso.

CHIARIMENTI ED INFORMAZIONI

DESTINATARI:
Per informazioni e accompagnamento rivolgersi all'operatore accreditato al lavoro di Regione Lombardia da lui prescelto. 

L’elenco è consultabile cliccando sul catalogo on line 
 
Per informazioni generali sono inoltre attivi:

MAGGIORI INFORMAZIONI

Chiedi
Informazioni
Chiedi
Appuntamento
a Milano
Chiedi
Appuntamento
in altre città
Sei un
Professionista?
Collabora con noi


DESIDERI RICEVERE INFORMAZIONI PERSONALIZZATE?

SERVIZO.RICERCA.AGEVOLAZIONIFINANZIARIE 1

Scopri di più sui
servizi in abbonamento


VI INTERESSANO ALTRE AGEVOLAZIONI FINANZIARIE IN LOMBARDIA?

VISITA IL NOSTRO SITO REGIONALE:  www.lombardiacontributi.it

lombardia.logo 300


Chiedi Informazioni
Per richieste di appuntamento urgenti potete contattarci direttamente al 328 8080996 - 340 1593 207


Iscriviti alla
Newsletter


© Copyright - ITALIA CONTRIBUTI S.R.L.
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione.

Se vuoi ripubblicare questo articolo sul tuo blog o sito internet puoi farlo citando la fonte, inserendo la dicitura "Questo articolo è stato originariamente pubblicato sul sito web www.italiacontributi.it" e includendo un link attivo diretto alla pagina dell'articolo.

 

Lombardia: Modifiche all’Avviso Dote unica Lavoro

 
Regione Lombardia, con d.d.u.o n. 3616 del 26 aprile 2016 ha introdotto modifiche all’avviso Dote Unica Lavoro e conseguentemente aggiornato il Manuale di Gestione di cui al d.d.g. n 3710 del 28 aprile 2016.
 

LE PRINCIPALI MODIFICHE SONE RELATIVE ALLE SEGUENTI TEMATICHE:

  • Work experience; 
  • Target destinatari Fascia 4; 
  • Modifica requisiti di accesso disoccupati; 
  • Tempistica Rendicontazione servizi dote;
  • Interventi evolutivi Fascia 3 Plus e Manifestazione d’interesse.

WORK EXPERIENCE

In attuazione del Protocollo di Intesa per la realizzazione del Progetto Politiche Attive del lavoro presso gli Uffici giudiziari lombardi sottoscritto in data 19.10.2015, vengono disciplinati gli interventi di work experience presso gli Uffici giudiziari del territorio lombardo nell’ambito della Fascia 4 di Dote Unica Lavoro.

LA DOTE:

  • è destinata ai residenti o domiciliati;
  • o disoccupati percettori di ammortizzatori sociali
  • o occupati sospesi ex art. 26 del D.lgs. n. 150/2015
  • ha durata max di 365 giorni non reiterabili;
  • ha un valore max di 1.744 €
  • prevede un rimborso per le spese di trasporto e vitto sostenute dal destinatario che, analogamente al Pil, deve essere anticipato dall’operatore:

AREA DI SERVIZI                           

A) SERVIZI DI BASE

  • Accoglienza e accesso ai servizi
  • Colloquio specialistico
  • Definizione del percorso

B) ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO:

  • Accompagnamento continuo € 744

C) CONSOLIDAMENTO COMPETENZE

  • Tutoring e accompagnamento al tirocinio / work experience, Formazione € 1.000

prevede un rimborso per le spese di trasporto e vitto sostenute dal destinatario che, analogamente al Pil, deve essere anticipato dall’operatore:

SPESE DEI DESTINATARI (TRASPORTO E VITTO)

  • Ambito regionale € 195/ogni 30gg
  • Ambito provinciale € 169/ogni 30gg
  • Ambito comunale € 122/ogni 30gg

E’ previsto inoltre la copertura delle spese assicurative INAIL e responsabilità civile del destinatario a carico degli operatori

  • L’iter di tali interventi è descritto al nuovo paragrafo 11. “Work experience” dell’avviso che rimanda ai nuovi allegati F e G, parti integranti e sostanziali del dispositivo, in relazione a:
    • rilevazione del fabbisogno del personale degli Uffici Giudiziari per ambito provinciale (Allegato F);
    • Progetto Formativo Individuale di Work Experience che il destinatario deve sottoscrivere con l’operatore e il soggetto ospitante (Allegato G).

VIENE ALTRESÌ STABILITO:

  • l’esclusione all’accesso della misura ai soggetti fruitori di Borse di Studio di cui al D.M. 26 ottobre 2015;
  • la fruizione esclusiva in fascia 4, nell’area di Accoglienza e orientamento, del servizio di accompagnamento continuo per un valore massimo di € 744.

SINTESI ITER PROCEDURALE

1. Le persone interessate devono rivolgersi ad un operatore accreditato per i servizi al lavoro da Regione Lombardia;

2. L’operatore, previa verifica dei requisiti di accesso e disponibilità dei posti vacanti presso gli UGL, effettua un colloquio conoscitivo della persona e predispone curriculum vitae;

3. l’operatore, in raccordo con il referente dell’Ufficio giudiziario, invia il candidato presso la sede ove è prevista la fruizione della work experience;

4. la persona selezionata dall’ufficio giudiziario sottoscrive con l’operatore e il soggetto ospitante il piano formativo/work experience (allegato G dell’avviso);

5. l’operatore, solo successivamente alla sottoscrizione del Progetto Formativo Individuale di Work Experience, attiva la Dote Fascia 4 - work experience

In relazione ai tempi di aggiornamento del sistema informativo, si precisa che la fruizione di percorsi di work experience presso gli Uffici giudiziari del territorio lombardo sarà operativa sul sistema informativo SIAGE a partire dalle doti attivate dalla data del 10 maggio 2016.

E' STATA ALTRESÌ APERTA L’OFFERTA FORMATIVA DEDICATA AI PERCORSI DI WORK EXPERIENCE:

OFFERTA FORMATIVA N. 192 - DOTE UNICA LAVORO 2014 – 2020 – WORK EXPERIENCE

TARGET DESTINATARI FASCIA 4

Considerata la specificità delle attività connesse al servizio espletato e le peculiarità organizzative dei corpi di appartenenza, è stato estesa anche al personale civile con qualifica di dipendente pubblico presso le strutture delle Forze dell’Ordine e Forze Armate la fruizione dei medesimi percorsi di riqualificazione propedeutici allo svolgimento delle attività svolte dal personale del corpo armato.

SI PRECISA INOLTRE CHE IL NUOVO TARGET DI DESTINATARI:

  • deve sottoscrivere ai fini dell’accesso a Dote Unica Lavoro specifica autodichiarazione di cui al nuovo Allegato H. Tale documentazione dovrà essere tenuta agli atti dall’operatore;
  • dovrà essere profilato sul sistema informativo analogamente a quanto previsto per il personale delle Forze dell’ordine e Forze Armate.
    Pertanto non si dovrà procedere alla compilazione dei campi relativi alla residenza, domicilio e titolo di studio;
  • potrà attivare nuove doti a partire dalla data del 3 maggio 2016.

Nel decreto viene precisato altresì che, esclusivamente per il personale militare delle Forze dell’ordine e Forze Armate, l’operatore acquisirà copia del documento d’identità ma con i dati relativi alla residenza/domicilio oscurati.

MODIFICA REQUISITI DI ACCESSO DISOCCUPATI

In ottemperanza agli ultimi orientamenti ministeriali in tema di sottoscrizione di Patto di servizio e correlate attivazioni delle politiche attive del lavoro (cfr in particolare circolare ministeriale n. 34/2015) viene modificato il requisito di accesso per il target dei disoccupati, residenti o domiciliati in Regione Lombardia, dai 30 anni compiuti:

  • in mobilità in deroga alla normativa vigente o che abbiano presentato domanda ad INPS;
  • iscritti o in attesa d’iscrizione nelle liste di mobilità ordinaria ex l. 223/91.

Tale target di destinatari accede all’avviso indipendentemente dalla provenienza dell’unità produttive/operative ubicata in Lombardia o meno.

  • I nuovi criteri di accesso per tale target saranno operativi dalle doti attivate a partire dal 10 maggio 2016.

TEMPISTICA RENDICONTAZIONE SERVIZI DOTE

In attuazione del nuovo Manuale di gestione della Dote Unica Lavoro vengono modificati i termini per la rendicontazione dei servizi della dote:

  • la rendicontazione deve essere effettuata fino a 30 giorni di calendario dal termine massimo previsto per la Fascia di riferimento del destinatario. (Cfr. Nuovo Par. 4.2.1 Rendicontazione).

Si comunica inoltre che a partire dal 5 maggio fino alla data del 31 maggio 2016 non verrà applicato il nuovo termine massimo sopra previsto (la data fissata al 30 aprile 2016 in deroga ai termini disposti dal Manuale - come da precedente comunicato del 13.04.2016 - viene spostata alla nuova data del 31 maggio 2016).

  • (a titolo esemplificativo non esaustivo, i servizi delle doti i cui termini di rendicontazione previsti dal manuale siano già scaduti dovranno essere rendicontati entro il 31 maggio; successivamente per tale fattispecie di doti, non sarà possibile la rendicontazione).

A partire dal 1 giugno 2016, verrà implementato il sistema adeguandolo alla normativa soprarichiamata:

  • i servizi previsti nelle doti dovranno essere rendicontati entro il termine massimo del 30° giorno dalla scadenza della dote (fatta eccezione che per il solo servizio di inserimento lavorativo/ servizio di inserimento ed avvio al tirocinio per la fascia 3 plus limitatamente alla registrazione delle proroghe/trasformazioni dei contratti che determinano il raggiungimento del risultato).

TRASCORSO IL TERMINE SOPRA PREVISTO:

  • l’operatore non potrà più rendicontare i servizi previsti nella dote;
  • il sistema chiuderà automaticamente i servizi che assumeranno lo stato “pronto per la richiesta di liquidazione” solo se saranno stati imputati i dati di rendicontazione e sussistano le condizioni previste per l’ammissibilità al rimborso dei servizi previsti.

Si rimanda per completezza delle informazioni relative alla rendicontazione al Par 4.2.1 del Manuale di gestione della Dote Unica Lavoro.

INTERVENTI EVOLUTIVI FASCIA 3 PLUS E MANIFESTAZIONE D’INTERESSE

In attuazione della d.g.r n. 5053/2016, ha introdotto interventi evolutivi relativi alla Fascia 3 Plus e la misura connessa del Progetto Inserimento Lavorativo (PIL):

  • A. aumento dei massimali previsti per l’Area di accoglienza e orientamento previsti della Fascia 3 Plus da € 984 ad € 1.100;
  • B. riconoscimento del tirocinio extracurriculare della durata di 6 mesi (180gg) quale risultato positivo della dote in Fascia 3 Plus pari ad € 468 in coerenza con il sopra richiamato decreto n.3249/2016 relativo all’aggiornamento dei costi standard;
  • C. rideterminazione della soglia ISEE da € 18.000,00 al valore uguale o inferiore ad € 20.000;
  • D. aggiornamento della modalità di calcolo del modello di budget operatore attraverso il riconoscimento di una percentuale di assegnazione per le prese in carico nelle fasce a maggiore intensità d’aiuto, Fascia 3 e 3 Plus;
  • E. valorizzazione dei risultati occupazionali raggiunti in Fascia 3 Plus per l'alimentazione del budget di sostituzione.

PUNTI A, B, C DELLA D.G.R 5053/2016

Gli interventi evolutivi di cui ai Punti A, B, C si applicano a tutti gli operatori che attivano doti in Fascia 3 plus, indipendentemente che aderiscano alla manifestazione di interesse (Cfr in particolare tabella aggiornata di cui al par. n. 6).

MODALITÀ E TEMPI D’ATTUAZIONE

  • Gli interventi evolutivi di cui ai punti A B e C saranno operativi sul sistema informativo SIAGE a partire dalle doti attivate dalla data del 10 maggio 2016.
    A partire da tale data potranno essere inseriti a preventivo tirocini riconoscibili come risultato.
  • Fino all’operatività sul sistema informativo della funzionalità Modifica/Integrazione non potrà essere modificato - analogamente a quanto attualmente previsto per gli altri servizi inseriti nella dote - il servizio a risultato previsto dal Pip.
    Pertanto non potranno essere riconosciuti eventuali servizi a risultato raggiunti diversi da quelli previsti dal Pip.
    L’operatore deve prestare massima attenzione nella programmazione dei servizi a risultato che possono essere selezionati nell’attivazione della dote.

PUNTI D, E DELLA D.G.R N. 5053/2016

Gli interventi evolutivi di cui ai punti D, E si applicano esclusivamente agli operatori che aderiscono
alla manifestazione di interesse di cui al nuovo paragrafo 10.1 dell'Avviso Dote Unica Lavoro.
L'elenco degli operatori che aderiranno alla manifestazione di interesse verrà settimanalmente
aggiornato e pubblicato sui siti istituzionali della Direzione Generale.

MODALITÀ E TEMPI D’ATTUAZIONE

  • A partire dalla data di pubblicazione sul BURL del presente decreto, potranno essere
    inoltrate le comunicazione di adesione alla manifestazione di interesse, inviate attraverso
    apposita sottoscrizione di cui Allegato H dell'Avviso Dote Unica Lavoro;
  • Gli interventi evolutivi di cui ai punti D, E saranno operativi sul sistema informativo SIAGE a partire dalle doti in Fascia 3 Plus e 3 attivate dalla data del 10 maggio 2016.

SI PRECISA CHE PER TUTTI I PUNTI A, B, C, D, E:

  • per le doti attivate prima delle date di entrata in funzione degli interventi evolutivi sopra
    citati A, B,C, D, E, rimangono in vigore le precedenti disposizioni previste dall’avviso Dote
    Unica Lavoro;
  • dal 10 maggio 2016 il sistema informativo siage richiederà a tutti gli operatori accreditati,
    unicamente per le doti attivate in Fascia 3 plus e Fascia 3, la compilazione dei campi connessi all’adesione alla manifestazione di interesse.
    Gli operatori che inviano la propria
    • manifestazione d’interesse, solo successivamente al riscontro da parte di Regione
      Lombardia, devono autodichiarare, sul sistema informativo l’adesione alla manifestazione
      d’interesse con l’indicazione della data di ricevimento della presa d’atto da parte di Regione Lombardia.
    • L’operatore, pertanto, a seconda dell’adesione o meno alla manifestazione di
      interesse, provvederà di conseguenza sul sistema informativo alla compilazione positiva o
      negativa dei campi interessati.
    • Esclusivamente per le doti cui è stata contrassegnata sul sistema informativo – attraverso i campi dedicati - la manifestazione di interesse, varranno i benefit previsti dai punti D ed E della d.g.r. n. d.g.r n. 5053/2016;
  • Regione Lombardia provvederà a monitorare la coerenza delle comunicazioni effettuate via
    pec con le autodichiarazioni che l’operatore inserisce nel sistema informativo SIAGE
    all’attivazioni delle doti in Fascia 3 e 3 Plus.
    L'esito di tale verifica potrà, con successivo provvedimento, incidere sul rating dell'operatore;
  • l’intervento evolutivo di cui al punto D verrà applicato nel corso delle previste procedure di assegnazione/redistribuzione di risorse (Cfr. il paragrafo n. 12) così come modificate dalla D.gr 5053/2016. In particolare il nuovo paragrafo n. 12 dispone che:
    • - la soglia massima per operatore si basa sulla somma delle seguenti componenti:
    • 1. Componente Fissa = 25% della dotazione complessiva delle risorse;
    • 2. Componente di “Presa in carico” nelle Fasce deboli (riservata agli Operatori che aderiscono alla “manifestazione di interesse”)= 20% della dotazione complessiva delle risorse, di cui:
      • A) 10% della dotazione complessiva delle risorse proporzionalmente alla presa in carico il fascia 3;
      • B) 10% della dotazione complessiva delle risorse proporzionalmente alla presa in carico in fascia 3 PLUS.
    • 3. Componente di Performance = 55% della dotazione complessiva delle risorse, di cui:
      • C) 25% è attribuito proporzionalmente alle ricollocazioni/risultati raggiunti;
      • D) 30% è attribuito agli operatori che hanno registrato risultati occupazionali ponderati legati alla media.

        Tale componente viene attribuita per il 25% tra tutti gli operatori che hanno ricollocato nelle fasce 1, 2 e 3 e 3 plus proporzionalmente al numero complessivo di persone ricollocate, per il 30% tra gli operatori che hanno registrato risultati occupazionali ponderati legati alla media di sistema.

Per quanto attiene all’iter procedurale relativo alla manifestazione d’interesse si rinvia allo specifico
comunicato.

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI



FINANZIAMENTI DA FONDI PRIVATI DI INVESTIMENTO

FINANZIAMENTI PRIVATI

 

NUOVI FINANZIAMENTI AGEVOLATI

nuovi finanziamenti agevolati 2019

 

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

Pre-Fattibilità Gratuita

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

NUOVA SABATINI

NUOVA SABATINI 2019 2020

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2019

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

START UP INNOVATIVE

SMART START 2019

CHIEDI APPUNTAMENTO

chiedi appuntamento 2 Giallo

STRUTTURE PERMANENTI IN PASI EXTRA UE

UFFICI NEGOZI SHOW ROOM permanenti in paesi extra ue

CERCA

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI.300

 

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

 

ESPANSIONE ALL'ESTERO

mise.internazionalizzazione 2

CONTRATTO DI SVILUPPO TURISTICO

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

CULTURA CREA 2019 LINEA 1

CULTURA CREA nuove imprese dellindustria culturale 2019

CULTURA CREA 2019 LINEA 2

CULTURA CREA SOCIETA IMPRESE GIA COSTITUITE ALMENO DA 3 ANNI DELLINDUSTRIA CULTURALE E TURISTICA 2019 2

CULTURA CREA LINEA 3

CULTURA CREA ONLUS ONG. COOPERATIVE SOCIALI E VOLONTARIATO OPERATIVI NEL SETTORE DELLINDUSTRIA CULTURALE 2019

CONTRATTO DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2018

CONTRATTO DI SVILUPPO INDUSTRIALE

CONTRATTI DI SVILUPPO INDUSTRIALE

RICERCA E SVILUPPO

RICERCA E SVILUPPO SCIENZA DELLA VITA

IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE

INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESE PROMOZIONALI INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE 250

Patrimonializzazione delle Pmi Esportatrici

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PATRIMONIALIZZAZIONE.PMI 250

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

PULSANTE FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CULTURA CREA 2019

CULTURA CREA 2019

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO 2017

START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

Iscriviti alla Newsletter

IMPRESE E COOPERATIVE SOCIALI

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Agevolazioni inserimento sui mercati esteri

INTERNAZIONALIZZAZIONE.CREDITI.ESPORTAZIONE

CERCA

Partecipazione a Fiere

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PRIMA PARTECIPAZIONE.FIERE.E.MOSTRE

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI