LOMBARDIA.RICARICA VEICOLI ELETTRICILa Regione Lombardia ha approvato il bando per la diffusione dei punti di ricarica privata per veicoli elettrici.
Si tratta di una misura di incentivazione prevista dal Programma Energetico Ambientale Regionale (PEAR) che promuove la diffusione dell’utilizzo degli autoveicoli elettrici privati al fine di diminuire l’inquinamento atmosferico generato dai trasporti, soprattutto in ambito urbano.
BENEFICIARI: tutti i soggetti privati, ovvero cittadini, condomini, ditte individuali e società, residenti o avente sede legale/operativa in Regione Lombardia ed ammette a contributo i costi sostenuti per l’acquisto con relativa installazione di un punto di ricarica in ambito privato per autoveicoli elettrici.
CONTRIBUTO: Il contributo massimo è pari a 1.500,00 euro per un punto di ricarica singolo (una sola presa) e pari a 1.000,00 euro per ciascuna presa nel caso di punto di ricarica multiplo (più prese nello stesso sistema di ricarica) fino ad un massimo per richiedente pari a 10.000 euro (corrispondente a 10 prese).

DOMANDA: Richiesta di accesso al contributo per via telematica dal 15 giugno 2016 fino all 31 dicembre 2016.

Clicca qui per richiedere maggiori informazioni


Lombardia: punti di ricarica privata per veicoli elettrici.

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

Approvazione del bando per la diffusione dei punti di ricarica privata per veicoli elettrici.


La Regione Lombardia, in attuazione della delibera n. 4769 del 28/01/2016, con il decreto n. 4486 del 20 maggio 2016 ha approvato il bando di contributi per l’acquisto e l’installazione di sistemi di ricarica per autoveicoli elettrici.

 
Si tratta di una misura di incentivazione prevista dal Programma Energetico Ambientale Regionale (PEAR) che promuove la diffusione dell’utilizzo degli autoveicoli elettrici privati al fine di diminuire l’inquinamento atmosferico generato dai trasporti, soprattutto in ambito urbano.

BENEFICIARI

La misura è rivolta a tutti i soggetti privati, ovvero cittadini, condomini, ditte individuali e società, residenti o avente sede legale/operativa in Regione Lombardia ed ammette a contributo i costi sostenuti per l’acquisto con relativa installazione di un punto di ricarica in ambito privato per autoveicoli elettrici.

  • Il contributo è concesso esclusivamente a chi possiede in proprietà, in leasing o in comodato d’uso un autoveicolo elettrico a batteria, anche della tipologia ibrida plug-in, delle categorie M1 o N1, ovvero veicoli a quattro ruote aventi fino a 9 posti a sedere e i veicoli leggeri (con peso fino a 3,5 tonnellate). Sono esclusi dunque tutti gli autoveicoli ibridi non plug-in delle medesime categorie M1 o N1 e i veicoli elettrici di categoria L, ovvero i veicoli a due, tre o quattro ruote con peso inferiore ai 400 kg.
  • Il richiedente può presentare richiesta per più punti di ricarica, fino ad un massimo di 10 prese, corrispondenti a 10 veicoli.

RISORSE DISPONIBILI

Le risorse finanziarie complessive sono pari ad Euro 1.000.000,00.

CONTRIBUTO

Il contributo massimo è pari a 1.500,00 euro per un punto di ricarica singolo (una sola presa) e pari a 1.000,00 euro per ciascuna presa nel caso di punto di ricarica multiplo (più prese nello stesso sistema di ricarica) fino ad un massimo per richiedente pari a 10.000 euro (corrispondente a 10 prese).
 
L’entità del contributo è pari alla somma di tre quote A, B e C:

  •  A - la quota dipendente dalla tipologia del sistema di ricarica, pari al
    - 70% del costo d’acquisto e installazione di una wall-box/colonnina in modo 3;
    - 80% del costo d’acquisto e installazione di una wall-box/colonnina in modo 3 intelligente (modulabile in potenza);
  • B – la quota relativa al costo di adeguamento in potenza o per il contatore dedicato, fino al 50% del costo sostenuto, elevata fino all’80% in caso di nuovo contratto;
  • C – la quota corrispondente agli interventi edilizi, fino a 300 Euro.

DE MINIMIS

I contributi per le imprese sono concessi ai sensi del Regolamento UE n. 1407/2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sugli aiuti de minimis.

DOMANDA

Richiesta di accesso al contributo per via telematica

Il bando, che esplicherà i propri effetti dalla data del 15 giugno 2016 alle ore 12.00 e cesserà alla data del 31 dicembre 2016
(salvo esaurimento anticipato delle risorse), prevede due fasi, l’adesione e la rendicontazione.

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI



SEI UN PROFESSIONISTA ISCRITTO AD UN ALBO PROFESSIONALE?

professionisti.collaborazioni

CLICCA QUI PER COLLABORAZIONI PROFESSIONALI

 

Logo Italia Contributi Chiedi informazioni

Per richieste di appuntamento urgenti potete contattarci direttamente al 328 8080996 - 348 3431979

VI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UNA REGIONE 

PARTICOLARE ?

VISITA I NOSTRI SITI REGIONALI:

- LOMBARDIACONTRIBUTI.IT

- PIEMONTECONTRIBUTI.IT

- VENETOCONTRIBUTI.IT

- VALLEDAOSTACONTRIBUTI.IT

- LIGURIACONTRIBUTI.IT

- TRENTINOALTOADIGECONTRIBUTI.IT

- FRIULIVENEZIAGIULIACONTRIBUTI.IT

- EMILIAROMAGNACONTRIBUTI.IT

- TOSCANACONTRIBUTI.IT

- UMBRIACONTRIBUTI.IT

- MARCHECONTRIBUTI.IT

- LAZIOCONTRIBUTI.IT

- ABRUZZOCONTRIBUTI.IT

- MOLISECONTRIBUTI.IT

- CAMPANIACONTRIBUTI.IT

- PUGLIACONTRIBUTI.IT

- BASILICATACONTRIBUTI.IT

- CALABRIACONTRIBUTI.IT

- SICILIACONTRIBUTI.IT

- SARDEGNACONTRIBUTI.IT

 


© Copyright - ITALIA CONTRIBUTI S.R.L.
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione.

Se vuoi ripubblicare questo articolo sul tuo blog o sito internet, puoi farlo solo citando la fonte e inserendo la la dicitura "Questo articolo è stato originariamente pubblicato sul sito web www.italiacontributi.it e includendo un link attivo diretto alla pagina dell'articolo.