window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'G-7YHD30JE5L'); Piemonte, Cooperative sociali. L.R. 18/94. - Italia Contributi

PIEMONTE.COOPERATIVE.SOCIALIPiemonte, Cooperative sociali. L.R. 18/94.

L’obiettivo della misura è quello di favorire lo sviluppo e la promozione della cooperazione sociale sul territorio regionale piemontese.
Beneficiari sono le cooperative sociali e consorzi iscritti all’albo regionale, con sede legale, amministrativa e prevalente in Piemonte.
Iniziative ammissibili sono le spese sostenute dopo la presentazione della domanda o, nel caso di nuove cooperative, entro i sei mesi precedenti. sono ammesse spese per investimenti produttivi, investimenti immobiliari e spese in conto gestione. Sono ritenuti ammissibili anche i beni usati.

L'agevolazione consiste in finanziamenti agevolati e fondo di garanzia.

Importo: compreso tra € 15.000 ed € 400.000. Copertura delle spese: fino al 100%.
Restituzione: 10 anni (senza preammortamento) per gli investimenti immobiliari e per il titolo di concessione del servizio, 6 anni (senza preammortamento) per gli investimenti produttivi , 4 anni (senza preammortamento) per la realizzazione di spese in conto gestione.

Vengono considerate prioritarie le domande di finanziamento presentate dai seguenti soggetti: cooperative di nuova costituzione che svolgono attività diverse agricole, industriali, commerciali o di servizi, finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate; cooperative che apportino un incremento occupazionale.

La misura è operativa dal 20 gennaio 2014 e i fondi sono disponibili. Chiedi informazioni

 

logobisbordino

Chiedi un Appuntamento a Milano

Chiedi un appuntamento in altre citta'

Chiedi informazioni

Chiedi una Pre-Fattibilità

PIEMONTE LEGGE REGIONALE N. 18/94  - COOPERAZIONE


FINALITÀ

L’obiettivo della misura è quello di favorire lo sviluppo e la promozione della cooperazione sociale sul territorio regionale.

 

BENEFICIARI

Cooperative sociali e consorzi iscritti all’albo regionale, con sede legale, amministrativa e prevalente in Piemonte.

 

INIZIATIVE AMMISSIBILI

Spese sostenute dopo la presentazione della domanda o, nel caso di nuove cooperative, entro i sei mesi precedenti:


INVESTIMENTI PRODUTTIVI

  • Acquisto di macchinari e/o automezzi connessi esclusivamente all’attività aziendale;
  • opere murarie, impianti elettrici, idraulici, ristrutturazioni in genere, impianti tecnici e spese di progettazione;
  • acquisto di arredi strumentali;
  • acquisto di attrezzature e/o apparecchiature informatiche e relativi programmi applicativi.

INVESTIMENTI IMMOBILIARI

  • acquisto di immobili o costruzione in economia di immobili;
  • opere murarie, impianti elettrici, idraulici, ristrutturazioni in genere, impianti tecnici nonché spese di progettazione.

SPESE IN CONTO GESTIONE

  • materie prime;
  • semilavorati;
  • prodotti finiti (merci destinate alla rivendita);
  • spese per locazione immobili;
  • spese per formazione e qualificazione del personale.

Sono ritenuti ammissibili anche i beni usati.

  • Non sono ritenuti ammissibili i beni acquisiti o da acquisire in leasing, l’avviamento commerciale e le spese relative a prestazioni effettuate dal personale dei soggetti beneficiari.

 

AMBITI PRIORITARI

Vengono considerate prioritarie le domande di finanziamento presentate dai seguenti soggetti:

  • cooperative di nuova costituzione che svolgono attività diverse agricole, industriali, commerciali o di servizi, finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate;

  • cooperative che apportino un incremento occupazionale tramite soggetti aventi le seguenti caratteristiche:
    • giovani tra i 18 ed i 35 anni;
    • lavoratori che si trovano in Cassa Integrazione;
    • persone che si trovano in stato di disoccupazione;
    • emigrati piemontesi;
    • lavoratori posti in mobilità;
    • donne;
    • persone inserite in un programma di protezione sociale;
    • persone accolte dai centri antiviolenza;
    • persone con status di rifugiato o di protezione sussidiaria.

 

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

  • Finanziamenti agevolati e fondo di garanzia
  • importo:
    compreso tra € 15.000 ed € 400.000;
  • copertura delle spese:
    fino al 100%;
  • composizione:
    - 50% (70% per gli ambiti prioritari) a tasso zero con fondi regionali,
    - 50% (30% per gli ambiti prioritari) a tasso bancario convenzionato
  • restituzione:
    - 10 anni (senza preammortamento) per gli investimenti immobiliari e per il titolo di concessione del servizio,
    - 6 anni (senza preammortamento) per gli investimenti produttivi ,
    - 4 anni (senza preammortamento) per la realizzazione di spese in conto gestione.
  • Il piano di rientro prevede rate trimestrali posticipate.

 

OPERATIVITÀ E DISPONIBILITÀ FONDI

La misura è operativa dal 20 gennaio 2014 e i fondi sono disponibili.


DOMANDA

La domanda va presentata via Internet e deve essere confermata inviando due copie cartacee.


ITER DELLA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE

  • Le domande sono esaminate rispettando l’ordine cronologico d’arrivo;
  • entro 90 giorni dalla presentazione Finpiemonte comunica l’esito della valutazione;
  • in caso di valutazione positiva del Comitato, Finpiemonte richiede la necessaria delibera alla banca finanziatrice;
  • in seguito alla ricezione della positiva delibera della banca, Finpiemonte autorizza l’erogazione del finanziamento;
  • entro 24 mesi dalla data valuta di erogazione del finanziamento il beneficiario dovrà presentare la rendicontazione finale di spesa.

NORMATIVA COMUNITARIA DI RIFERIMENTO

Regolamento (UE) n. 1407/2013 – De minimis

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

.

RICHIEDI