Puglia.Film.CommissionÈ online l’Apulia Film Fund 2016.
Riparte con una dotazione complessiva di 3 milioni di euro, una delle più alte in Italia, l’Apulia Film Fund, il bando di finanziamento di Regione Puglia, in collaborazione con Apulia Film Commission, destinato alle imprese di produzione di opere audiovisive che girano in Puglia: lungometraggi di finzione o animazione, documentari, cortometraggi e, per la prima volta, format televisivi.

Il nuovo bando risponde alle trasformazioni in atto nell’industria cinematografica e dell’audiovisivo, aprendosi ai nuovi format, alla fiction, alle serie televisive ma senza perdere di vista l’elemento che più di tutti ha decretato il successo della Puglia come “Regione del Cinema” e cioè la valorizzazione delle location.

La novità principale riguarda l’apertura alle produzioni televisive che vanno oltre le fiction, nuovi format televisivi o web che valorizzano talent e nuove figure professionali.

In più, rispetto al bando 2015, Apulia Film Fund torna ad essere un bando a sportello che garantisce sostegni automatici e aperti tutto l’anno, fino a esaurimento della dotazione finanziaria.

Apulia Film Fund è stato elaborato in base alla disciplina comunitaria emanata dalla Commissione Europea e va incontro alle esigenze del mercato audiovisivo internazionale, con l’obiettivo di accrescere lo sviluppo e l’attrattività della Puglia.

Gli aiuti sono contributi a fondo perduto erogati in forma di regimi di aiuti in esenzione, configurabili come percentuale delle spese di produzione sostenute nel territorio regionale.

Il bando è a fondo perduto e le spese ammissibili riguardano esclusivamente i costi sostenuti sul territorio pugliese. 

L’intensità di aiuto per ogni impresa beneficiaria non può superare gli importi massimi di seguito specificati: FICTION: 250.000,00 €; DOC: 50.000,00 €; SHORT: 20.000,00 €; FORMAT: 100.000,00 €. Domande on line con procedura a sportello. Richiedi informazioni


APULIA FILM FUND

Logo Italia Contributi

È ONLINE L’APULIA FILM FUND 2016.

Riparte con una dotazione complessiva di 3 milioni di euro, una delle più alte in Italia, l’Apulia Film Fund, il bando di finanziamento di Regione Puglia, in collaborazione con Apulia Film Commission, destinato alle imprese di produzione di opere audiovisive che girano in Puglia: lungometraggi di finzione o animazione, documentari, cortometraggi e, per la prima volta, format televisivi.

Confermate le percentuali di cash rebate per le spese in favore di lavoratori e fornitori residenti in Puglia, sistema che da una parte agevola i meccanismi di pianificazione del piano finanziario dell’opera, dall’altra garantisce che i finanziamenti erogati rimangano in Puglia, trasformandosi in beni, servizi e occupazione e generando ricchezza indotta sul territorio, competenza diffusa e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale.

La novità principale riguarda l’apertura alle produzioni televisive che vanno oltre le fiction, nuovi format televisivi o web che valorizzano talent e nuove figure professionali. In più, rispetto al bando 2015, Apulia Film Fund torna ad essere un bando a sportello che garantisce sostegni automatici e aperti tutto l’anno, fino a esaurimento della dotazione finanziaria.

Apulia Film Fund è stato elaborato in base alla disciplina comunitaria emanata dalla Commissione Europea e va incontro alle esigenze del mercato audiovisivo internazionale, con l’obiettivo di accrescere lo sviluppo e l’attrattività della Puglia. Il bando è a fondo perduto e le spese ammissibili riguardano esclusivamente i costi sostenuti sul territorio pugliese.

APULIA FILM FUND

AVVISO PUBBLICO CON DOTAZIONE FINANZIARIA COMPLESSIVA DI 3.000.000,00 €

BENEFICIARI

Imprese con codice primario ATECO 59.11, che siamo produttori unici e coproduttori dell’opera audiovisiva presentata o che abbiano un contratto di produzione esecutiva con la società di produzione dell’opera audiovisiva.

PROGETTI AMMISSIBILI

Tipologie di progetti ammissibili e soglie minime di lavorazione in Puglia

FICTION:

  • lungometraggio di finzione o animazione a principale sfruttamento cinematografico;
  • film tv di finzione o animazione;
  • serie tv/web di finzione o animazione | 6 giorni lavorativi

DOC:

  • documentario a principale sfruttamento cinematografico;
  • documentario tv;
  • serie di documentari tv/web | 6 giorni lavorativI

SHORT:

  • cortometraggio di fiction o animazione;
  • cortometraggio musicale (videoclip o music-video) tv/web | 2 giorni lavorativi

FORMAT:

  • reality;
  • talent show;
  • factual entertainment;
  • fictionality/costructed reality;
  • action game;
  • adventure game | 6 giorni lavorativi

COPERTURA FINANZIARIA DEL BUDGET

  • 60% per FICTION
  • 40% per DOC
  • 20% per SHORT
  • 60% per FORMAT


CONTRIBUTO

Gli aiuti sono contributi a fondo perduto erogati in forma di regimi di aiuti in esenzione, configurabili come percentuale delle spese di produzione sostenute nel territorio regionale.

L’IMPORTO CONCEDIBILE PER OGNI IMPRESA BENEFICIARIA È COSÌ DETERMINATO:

  • a. 50% delle spese ammissibili in favore di lavoratori professionisti iscritti nel database Production Guide della Fondazione Apulia Film Commission per tutte le tipologie di progetti;
  • b. 25% delle spese ammissibili in favore di fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali, nel caso di progetto afferente alla categoria FICTION;
  • c. 40% delle spese ammissibili in favore di fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali, nel caso di progetto afferente alla categoria DOC;
  • d. 70% delle spese ammissibili in favore di fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali, nel caso di progetto afferente alla categoria SHORT.
  • e. 25% delle spese ammissibili in favore di fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali, nel caso di progetto
    afferente alla categoria FORMAT.

TUTTE LE TIPOLOGIE:

  • 50% delle spese in favore di lavoratori professionisti iscritti alla Production Guide di Apulia Film Commission

FICTION:

  • 25% delle spese in favore di fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali

DOC:

  • 40% delle spese in favore di fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali

SHORT:

  • 70% delle spese in favore di fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali

FORMAT:

  • 25% delle spese in favore di fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali


CONTRIBUTO MASSIMO

L’intensità di aiuto per ogni impresa beneficiaria non può superare gli importi massimi di seguito specificati:

  • FICTION: 250.000,00 €
  • DOC: 50.000,00 €
  • SHORT: 20.000,00 €
  • FORMAT: 100.000,00 €

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili esclusivamente le spese relative al costo a copia campione dell’opera audiovisiva per le fasi di sviluppo, preparazione, lavorazione e postproduzione dell’opera audiovisiva, sostenute nel territorio pugliese.

  • Sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute nel territorio pugliese in favore di lavoratori professionisti regolarmente iscritti nel database Production Guide della Fondazione Apulia Film Commission e dei fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali.
  • Per spese sostenute nel territorio pugliese, di cui al precedente punto 2, si intendono solo quelle relative al lordo busta paga dei professionisti regolarmente iscritti nel database Production Guide della Fondazione Apulia Film Commission e alle fatture dei fornitori residenti in Puglia ai fini fiscali.
  • Le spese ammissibili dovranno essere relative alle voci di spesa elencate nell’allegato 1.
  • Le spese ammissibili devono essere sostenute a partire dal giorno successivo alla data di invio della candidatura.
  • Fanno eccezione le spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2014 per le voci “Soggetto e sceneggiatura” nel caso di progetto afferente alle categorie FICTION, DOC e SHORT.

Le spese ammissibili relative ai costi cd. “sopra la linea” sono rendicontabili secondo i seguenti importi massimi:

a. 100.000,00 Euro nel caso di progetto afferente alla categoria FICTION;
b. 40.000,00 Euro nel caso di progetto afferente alla categoria DOC;
c. 10.000,00 Euro nel caso di progetto afferente alla categoria SHORT;
d. 50.000,00 Euro nel caso di progetto afferente alla categoria FORMAT. 

DOMANDA

La domanda di ammissione all’agevolazione dovrà essere inviata esclusivamente on line dall’indirizzo 

SELEZIONE

La selezione delle domande viene effettuata attraverso una procedura valutativa a sportello espletata da apposita Commissione Tecnica di Valutazione, nominata dall’Autorità di Gestione del POR Puglia FESR – FSE 2014/2020

  • Selezione e pubblicazione graduatorie progetti ammessi
  • L’attività istruttoria è svolta dagli uffici.
  • L’attività di valutazione delle domande è svolta a cadenza bimestrale da una commissione di esperti.
  • Sono finanziati i progetti che raggiungono 60 punti complessivi, fatto salvo il raggiungimento dei punti minimi nei criteri A.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI

 

 

Logo Italia Contributi