AGEVOLAZIONI VIGENTI REGIONALI

EMILIA ROMAGNA PSR PRIMO BANDO INVESTIMENTIEMILIA ROMAGNA AGRICOLTURA, la regione rilancia sugli investimenti aziendali: 52 milioni per portare a 542 i progetti finanziati (+300).
RISORSE AGGIUNTIVE: si tratta di circa 28 milioni di risorse aggiuntive, per un volume di investimenti totali pari a quasi 120 milioni per sostenere lo sviluppo del settore primario.
IN SINTESI: 542 progetti di sviluppo delle aziende agricole potranno essere finanziati dal primo bando investimenti del Piano di sviluppo rurale, 300 in più rispetto a quanto previsto inizialmente.
LE RISORSE a disposizione ammontano in totale a 52,2 milioni di euro per un giro di affari che sfiorerà i 120 milioni di euro. Ora il passaggio in Giunta regionale e al Comitato di sorveglianza del Psr.
CONTRIBUTI: I contributi ammonteranno a complessivi 52,2 milioni di euro per un giro di affari che sfiorerà i 120 milioni di euro.

Il bando ha ricevuto una straordinaria risposta da parte delle aziende agricole, non solo in termini di numero di domande, ma anche di qualità dei progetti.
RIFINANZIAMENTO: per questo motivo la proposta di rifinanziare questa graduatoria con le risorse restanti, anziché attendere il 2018.
PROGETTI DI FILIERA: ulteriori opportunità in arrivo con il bando per i progetti di filiera che stanzia oltre 72 milioni di euro.

CHIEDI INFORMAZIONICHIEDI APPUNTAMENTO

EMILIA.ROMAGNA.PSR.200Regione Emilia-Romagna, Programma di sviluppo rurale 2014-2020, ecco i prossimi bandi in uscita entro l'estate:
1) Prevenzione danni da fauna;
2) Creazione e sviluppo di agriturismi e fattorie didattiche con circa 15.6 milioni di euro in Regime De Minimis;
3) Sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze;
4) Scambi interaziendali di breve durata e visite alle aziende agricole e forestali.
4.4.02 - PREVENZIONE DANNI DA FAUNA:
Il tipo di operazione appartiene alla Focus area P4A e supporta investimenti non produttivi a sostegno della convivenza tra la fauna autoctona e gli agricoltori, anche in aree non oggetto di specifici vincoli. Beneficiari: imprenditori agricoli singoli e/o associati. Sono esclusi gli enti pubblici e le loro associazioni.
6.4.01 - CREAZIONE E SVILUPPO DI AGRITURISMI E FATTORIE DIDATTICHE:
Il tipo di operazione contribuisce alla Focus area P2A. Gli interventi andranno a sostenere le attività multifunzionali e di diversificazione del reddito delle singole imprese. Beneficiari: imprenditori agricoli (singoli o associati) rientranti per dimensione nella micro e piccola impresa.
1.1.01 - SOSTEGNO ALLA FORMAZIONE PROFESSIONALE ED ACQUISIZIONE DI COMPETENZE:
Il tipo di operazione finanzia corsi di formazione e attività di trasferimento di conoscenze di gruppo e individuale (coaching), formazione su materie regolamentate a livello comunitario, nazionale o regionale. I beneficiari sono gli Enti di formazione e altri fornitori di servizi.
1.3.01 - SCAMBI INTERAZIENDALI DI BREVE DURATA E VISITE ALLE AZIENDE AGRICOLE E FORESTALI:
Il tipo di operazione supporta un’attività di scambi interaziendali di breve durata, non superiori ai 60 giorni, e visite alle aziende agricole e forestali per favorire il trasferimento della conoscenza e delle buone pratiche. I beneficiari sono i fornitori dei servizi di scambi e visite.
Ricordiamo che il Programma di sviluppo rurale (Psr) è lo strumento di governo dello sviluppo del sistema agroalimentare dell'Emilia-Romagna, approvato con decisione della Commissione Europea n. 3530 del 26 maggio 2015.
Il Programma investe su conoscenza e innovazione, stimola la competitività del settore agroindustriale, garantisce la gestione sostenibile di ambiente e clima e favorisce un equilibrato sviluppo del territorio e delle comunità locali, anche attraverso l’ambito Leader. Si articola in 66 tipi di operazioni. Richiedi informazioni

ER agreaPsr 2014-2020 - Agroambiente e biologico: domande di sostegno. Apertura dei moduli per le Misure 10 e 11 per la compilazione delle domande.

Sono disponibili per la compilazione delle domande di sostegno per le Misure 10 e 11 del Programma di sviluppo rurale della Regione Emilia-Romagna 2014-2020.

I tipi di operazione interessati per la Misura 10 sono: 10.1.01 - Produzione integrata; 10.1.03 - Incremento sostanza organica; 10.1.04 - Agricoltura conservativa e incremento sostanza organica; 10.1.05 - Biodiversità animale di interesse zootecnico: tutela delle razze animali autoctone a rischio di erosione genetica; 10.1.07 - Gestione sostenibile della praticoltura estensiva; 10.1.09 - Gestione dei collegamenti ecologici dei siti Natura 2000 e conservazione di spazi naturali e seminaturali e del paesaggio agrario; 10.1.10 - Ritiro dei seminativi dalla produzione per venti anni per scopi ambientali e gestione dei collegamenti ecologici dei siti Natura 2000;

I tipi di operazione per la misura 11 sono: 11.1.01 - Conversione a pratiche e metodi biologici; 11.2.01 - Mantenimento pratiche e metodi biologici.Chiedi informazioni

images/AGEVOLAZIONI/EMILIA_ROMAGNA/emilia-romagna.GIFDalla Regione Emilia Romagna tre milioni e 852 mila euro per le aziende vitivinicole. Le risorse sono state stanziate per progetti di sviluppo di aziende agricole e vitivinicole con attività di trasformazione e commercializzazione. Si tratta di risorse finalizzzate alla crescita investendo sulla qualità e sui nuovi mercati.  

Il bando prevede aiuti pari al 40% della spesa ammissibile e gli investimenti proposti dovranno essere compresi tra i 40 mila e 1 milione di euro.  Pertanto i contributi a fondo perduto potranno essere compresi da 16.000 euro fino a 400.000 euro. L’azione è riferita all'intero territorio della Regione Emilia-Romagna. 

Beneficiari sono: a) le imprese che svolgono attività di trasformazione e/o commercializzazione di prodotti vitivinicoli attraverso la prevalente acquisizione della materia prima da terzi (acquisto e/o conferimento da soci) e che sostengono l’onere finanziario delle iniziative; b) le imprese agricole di base che effettuano la trasformazione della materia prima e la successiva commercializzazione delle proprie produzioni, come attività connessa e che sostengono l’onere finanziario delle iniziative. Dette imprese devono investire in strutture di trasformazione e/o commercializzazione ubicate sul territorio regionale. I progetti approvati dovranno essere realizzati inderogabilmente entro il termine del 29 luglio 2016. Le domande vanno presentate entro il 30 settembre. Clicca quì per maggiori informazioni.

finjob

FINJOB è il nuovo finanziamento agevolato che sostiene e agevola le imprese che, nell’ambito dei propri piani di sviluppo e sfruttando le novità normative del “Decreto Poletti”,  hanno assunto o hanno pianificato nuove assunzioni di lavoratori.

Viene finanziato fino al 70% della retribuzione annua lorda dei lavoratori nuovi assunti con contratto di almeno 12 mesi, fino al raggiungimento del massimo finanziabile di 100.000 euro. (info)

fondo-starter.150Il Fondo StartER è un fondo rotativo di finanza agevolata a compartecipazione privata finalizzato a supportare progetti di investimento effettuati da nuove imprese nel territorio regionale dell'Emilia-Romagna. Approvato dalla Regione Emilia-Romagna con Deliberazioni di Giunta n. 1198/13, il Fondo è dotato di un plafond di risorse per 8,710 milioni di euro. Il Fondo interviene concedendo finanziamenti a tasso agevolato. I finanziamenti, nella forma tecnica di mutuo con rientri trimestrali a scadenze fisse , possono avere durata minima di 18 mesi e massima di 84 mesi e di importo non superiore all’85% del progetto presentato, con un minimo finanziato di 25 mila euro ed un massimo di 300 mila euro. DOMANDE A PARTIRE DAL 4 APRILE 2014.

EMILIA.ROMAGMA.FORMAZIONEEmilia-Romagna: Invito a presentare operazioni a supporto dei processi di innovazione e sviluppo – PO Fse 2014/2020 Obiettivo tematico 8 – Priorità di investimento 8.5.

Obiettivo dell'invito è rendere disponibili Piani di intervento per accompagnare i sistemi di imprese a cogliere le opportunità di innovazione connesse ai processi di internazionalizzazione, digitalizzazione e sviluppo sostenibile (Azione 1) e azioni di informazione per sensibilizzare i soggetti coinvolti nello sviluppo del sistema economico-produttivo regionale (Azione 2).

Azione 1: potranno essere candidate operazioni che attuano Piani di intervento volti a sostenere le imprese del territorio regionale che intendono realizzare innovazioni organizzative, gestionali e di processo/prodotto in risposta ai cambiamenti connessi all'internazionalizzazione, alla digitalizzazione e allo sviluppo sostenibile.

Azione 2: Potranno essere candidate solo operazioni coerenti e direttamente correlate ad una delle operazioni candidate sull'Azione 1). Le operazioni dovranno ricomprendere azioni di sensibilizzazione rivolte al sistema economico e produttivo e a tutti i soggetti potenzialmente coinvolti nei processi di innovazione e sviluppo. I seminari dovranno essere finalizzati a informare sulle opportunità connesse ai processi di innovazione e a promuovere la partecipazione alle opportunità formative dell'Azione 1.

Soggetti ammessi alla presentazione delle operazioni: organismi accreditati (o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione) per l’ambito “Formazione continua e permanente” ai sensi della normativa regionale vigente. 

Destinatari: Imprenditori e figure chiave di imprese manifatturiere e di servizi (Linea d’intervento A) oppure del terziario e del turismo (Linea d’intervento B) con sede legale o unità locale in Emilia-Romagna appartenenti agli specifici sistemi produttivi/filiere descritte nel Piano formativo e nell’operazione candidata.

Scadenza 31/05/2016. Richiedi informazioni

FONCOPER.EMILIA.ROMAGNACon Delibera 415 del 23 aprile 2015 il Fondo Foncooper è stato adeguato alle nuove normative in materia di aiuti di stato.
Le principali novità, che hanno comportato una revisone della documentazione e della modulistica per la presentazione della domanda, riguardano le caratteristiche dei soggetti che possono fare domanda, le spese ammissibili e la loro ammissibilità temporale, nonchè i riferimenti alla definizione vigente di impresa in difficoltà.

La Regione Emilia Romagna sostiene gli investimenti delle imprese cooperative mediante finanziamenti agevolati offerti al sistema cooperativo a valere sul fondo di rotazione Foncooper.

L’intervento è rivolto alle società cooperative regolarmente costituite, escluse quelle di abitazione, rientranti nei limiti dimensionali previsti per le PMI.

Attraverso Foncooper la regione concede finanziamenti agevolati per la realizzazione di progetti finalizzati all’aumento della produttività o dell’occupazione, alla valorizzazione dei prodotti, alla razionalizzazione del settore distributivo, alla realizzazione o acquisto di impianti nel settore della produzione e della distribuzione del turismo e dei servizi, alla ristrutturazione e riconversione degli impianti.

Il finanziamento concesso non può superare il limite del 70% dell’ammontare totale delle spese ammissibili e comunque non può essere superiore a 2.000.000,00 €. Le imprese dovranno partecipare alla copertura degli investimenti in misura non inferiore al 25% degli investimenti stessi. Richiedi informazioni

Emilia Romagna.Progetti.attività.motoria.e.sportivaEmilia Romagna: Progetti di attività motoria e sportiva. Avviso 2016 – Contributi per la realizzazione di progetti finalizzati al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale attraverso la pratica motoria e sportiva.
Obiettivo: promuovere l’attività motoria-sportiva come mezzo efficace di prevenzione, mantenimento e recupero della salute fisica e psichica e come strumento di integrazione sociale in favore della generalità dei cittadini, con particolare attenzione per i bambini e ragazzi, i soggetti disabili e quanti versano in condizioni di disagio.

Beneficiari: soggetti pubblici e privati, Federazioni sportive riconosciute dal CONI e Associazioni sportive iscritte al Registro delle associazioni di promozione sociale della Regione Emilia-Romagna di cui alla L.R. 34/2002 e ss.mm.
L’importo massimo di spesa ammissibile per progetto viene definito in Euro 40.000,00.
Il contributo regionale, non potrà essere inferiore al 25% e superiore al 75% del costo totale previsto per l’attuazione del progetto. Domande entro il 19 giugno 2016. Richiedi informazioni

Emilia Romagna.Associazionismo.sportivo

Emilia Romagna: Contributi per la promozione e organizzazione dell’Associazionismo sportivo. La Regione intende sviluppare rapporti collaborativi con le associazioni sportive di livello regionale iscritte al Registro regionale delle associazioni di promozione sociale di cui alla L.R. 34/2002 e ss.mm., e sostenere le attività organizzative e di coordinamento fra gli enti regionali stessi e le organizzazioni ad essi affiliate.
Beneficiari: le associazioni sportive e ricreative di livello regionale, che svolgono prevalentemente attività sportiva, iscritte al Registro regionale delle associazioni di promozione sociale.
L’entità del contributo da concedere verrà determinata in relazione al punteggio conseguito nell’ambito della valutazione con il limite che, per ogni beneficiario non potrà essere superato il 50% del totale delle risorse disponibili ovvero non potranno essere assegnati contributi superiori a Euro 84.400,00.
Domande entro il 19 giugno 2016Richiedi informazioni

EMILIA.ROMAGNA.commercio.equo.e.solidale.bANDO.SOGGETTIEmilia-Romagna , Commercio Equo e Solidale: contributi per promozione di iniziative.
CONTRIBUTI: Sono previsti contributi, in regime de minimis, nella misura massima del 100% delle spese ammissibili, agli enti e organizzazioni del commercio equo e solidale riconosciuti dalla Regione Emilia Romagna finalizzati alla realizzazione delle giornate del commercio equo e solidale quale momento di incontro tra la comunità emiliano-romagnola e la realtà del commercio equo e solidale, nonché attraverso le seguenti attività di:
- promozione di iniziative divulgative e sensibilizzazione mirate a diffondere la realtà del commercio equo e solidale e ad accrescere nei consumatori la consapevolezza degli effetti delle proprie scelte di consumo, in particolare delle ricadute sociali ed ambientali derivanti dalla produzione e commercializzazione del prodotto;
- promozione di specifiche azioni educative nelle scuole, finalizzate a conoscere le problematiche connesse alle implicazioni delle scelte di consumo, stimolando una riflessione sul consumo consapevole e sulle opportunità offerte dai prodotti del commercio equo e solidale;
- promozione di iniziative di formazione per gli operatori ed i volontari delle organizzazioni del commercio equo e solidale;
- promozione di un portale regionale per il commercio equo e solidale, in cui inserire informazioni in materia di commercio equo e solidale;
- promozione dei prodotti del commercio equo e solidale presso gli enti pubblici, al fine di un possibile utilizzo nei punti di somministrazione interni, nel pieno rispetto delle norme vigenti in materia di acquisto di beni e servizi da terzi;
Sono ammissibili le iniziative la cui realizzazione abbiano avuto inizio a partire dal 01/01/2017 e completate entro il 31/12/2017.
Le domande devono essere presentate entro e non oltre il 15 settembre 2016.

Clicca qui per richiedere maggiori informazioni

CAMPANIA GARANZIA CAMPANIA BONDCAMPANIA: presentati i quattro nuovi strumenti finanziari per sostenere la crescita delle Piccole e Medie Imprese lanciati dalla Regione Campania.
- GARANZIA CAMPANIA BOND: Sviluppo Campania garantirà un portafoglio di Minibond emessi da piccole e medie imprese campane. Si prevede che la dotazione finanziaria di 37 milioni di euro genererà nuova finanza per circa 150 milioni di euro;
- GARANZIA CAMPANIA CONFIDI: i Confidi riceveranno in gestione un fondo regionale per la concessione di garanzie alle imprese di minori dimensioni;
- GARANZIA CAMPANIA SEZIONE SPECIALE MEDIOCREDITO CENTRALE:
Mediocredito Centrale attiverà una speciale linea di intervento per la garanzia su portafogli di finanziamenti.
- FRI CAMPANIA: la Regione Campania, con Cassa Depositi e Prestiti, attiverà una procedura negoziale per il sostegno agli investimenti produttivi in Campania, attraverso la erogazione di contributi a fondo perduto agli investimenti e finanziamenti agevolati, che si aggiungeranno a finanziamenti bancari di pari importo.
RISORSE: si tratta di una manovra che, nel complesso, con 150 milioni di investimenti, dovrebbe essere in grado di attivare circa 900 milioni.
ALTRE MISURE REGIONALI: si ricordano anche le altre attività messe in campo dalla Regione Campania a supporto del sistema produttivo campano, dall’Aerospazio, alle misure per sostenere l’efficientamento energetico per le imprese, alla costituzione della Zona Economica Speciale e il relativo sostegno alle Aree a Sviluppo Industriale. 
ROAD SHOW: la presentazione dell'iniziativa proseguirà con il Road Show di settembre nelle altre province campane.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

CAMPANIA MINIBONDCAMPANIA: Al via il Minibond per le piccole e medie imprese campane.
MINIBOND PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE CAMPANE: si tratta di un nuovo strumento di ingegneria finanziaria fortemente voluto dalla Regione Campania.
RISORSE: 37 milioni di euro.
FINALITÀ: consentire alle imprese campane di finanziare i propri piani di investimento, di innovazione e sviluppo attraverso l’emissione di obbligazioni societarie, nella forma di Minibond.
IL MINIBOND: costituisce una reale alternativa al canale tradizionale bancario, in un momento in cui forte è la stretta creditizia delle banche nei confronti dell’iniziativa imprenditoriale e, in particolare, delle imprese di minore dimensione.
ARCHITETTURA DELLO STRUMENTO FINANZIARIO: i Minibond saranno raggruppati in un apposito portafoglio, che sarà unitariamente finanziato dagli investitori, anche non bancari.
0gni investitore, quindi, finanzierà idealmente una quota di ciascun Minibond, con frazionamento e correlata riduzione del rischio assunto.
AGEVOLAZIONE: l’appetibilità dello strumento per gli investitori sarà, poi, massimizzata dall’intervento di Sviluppo Campania, che si farà carico della copertura, con i fondi della Regione Campania, delle prime perdite registrate sul portafoglio, fino al 25% del totale.
TAGLIO MEDIO: i Minibond avranno un taglio medio di 3 milioni di euro, una durata massima di 8 anni, saranno destinati a investimenti materiali ed immateriali e a capitale circolante. 
Si prevede l’emissione di Minibond per un ammontare complessivo di 148 milioni di euro.
LA MISURA È IMMEDIATAMENTE OPERATIVA: è stato, infatti, già pubblicato il bando di gara per la selezione di operatori finanziari per lo svolgimento del servizio di Arranger, con la strutturazione del portafoglio di Minibond e la partecipazione degli investitori.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

LIQUIDITà 150

INVITALIA E VOUCHER CAMPUS CAMPANIACAMPANIA, INVITALIA E-VOUCHER CAMPUS: cinque incentivi per avviare un’attività in Campania
L’iniziativa si chiama “E-voucher campus” ed è organizzata da Invitalia in collaborazione con il Dipartimento di Economia e lo Startup Lab dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.
UN MINI-TOUR IN TRE CITTÀ: rivolto a chi vuole avviare o rafforzare un’impresa in Campania.
OBIETTIVO: i partecipanti avranno l’opportunità di conoscere nel dettaglio i cinque principali
incentivi con cui l’Agenzia per lo Sviluppo finanzia chi intende mettersi in proprio con un’attività imprenditoriale.I TRE APPUNTAMENTI:
- CAPUA: mercoledì, 11 luglio ore 10 presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Corso Gran Priorato di Malta, Capua (CE);
-NAPOLI: giovedì, 12 luglio ore 10 presso Campania New Steel, Via Coroglio, 57;
- SALERNO: venerdì, 13 luglio ore 10 presso Palazzo Innovazione, Complesso Monumentale di Santa Sofia Largo Conforti Abate
PROGRAMMA: in ciascun incontro verranno descritte nel dettaglio le seguenti agevolazioni:
- RESTO AL SUD: per gli imprenditori under 36 del Mezzogiorno; 
- SMART&START ITALIA: per le startup innovative; 
- NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO: per le imprese a maggioranza giovanile o femminile;
- SELFIEMPLOYMENT: per i Neet fino a 29 anni iscritti a Garanzia Giovani;
- CULTURA CREA: per le imprese turistico-culturali del Sud
ORGANIZZAZIONE_ ogni giornata sarà suddivisa in tre momenti: sessione plenaria di presentazione degli incentivi, aperta a tutti; incontri one-to-one di approfondimento tra gli esperti di Invitalia e gli imprenditori interessati. Per prenotare una sessione di consulenza personalizzata è necessario iscriversi on line all’evento e scaricare il “voucher”
elettronico; sessione plenaria conclusiva per fare il punto sulla giornata.
PRENOTAZIONE: Capua: mercoledì, 11 luglio ore 10; Napoli: giovedì, 12 luglio ore 10; Salerno: venerdì, 13 luglio ore 10 (vedi sotto). 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

CAMPANIA FEAMPCAMPANIA, FEAMP: pesca e acquacoltura, pubblicati in pre-informazione i nuovi bandi 2017.
Prossimamente saranno pubblicati i bandi di attuazione di numerose Misure del FEAMP Campania 2014-2020.
A seguire le pre-informative dei bandi relativi alle seguenti Priorità e Misure:
PRIORITÀ 1: - Promuovere la pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse, innovativa, competitiva e basata sulle conoscenze.
PRIORITÀ 2: - Favorire un'acquacoltura sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse, innovativa, competitiva e basata sulle conoscenze.
PRIORITÀ 5: - Favorire la commercializzazione e la trasformazione.
Per le singole misure leggere l'articolo sottostante.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

CAMPANIA BENESSERE GIOVANI 2CAMPANIA: prossimo l’avvio di “Benessere Giovani 2” con le due Linee intervento “Associamoci e Valorizziamoci”.
BENESSERE GIOVANI 2: sono previste due Linee intervento: “Associamoci e Valorizziamoci”
ASSOCIAMOCI: per il sostegno alla costituzione di Associazioni di giovani ed il rafforzamento dell’economia e della coesione della società locale (Linea di intervento “Associamoci”)
VALORIZZIAMOCI: per l’orientamento e la valorizzazione dei giovani, mediante attività di messa in rete dei diversi attori locali (Linea di intervento “Valorizziamoci”).
OBIETTIVO: far conoscere gli elementi che caratterizzano le 2 linee di intervento di un unico avviso pubblico, che saranno protagoniste della fase 2 di Ben-Essere Giovani Campania.
LINEE DI INTERVENTO : si tratta di due linee di intervento autonome tra loro  che, per finalità comunicative, vengono sintetizzate tramite unica scheda informativa i cui contenuti si ritroveranno nell’Avviso di prossima pubblicazione.
RISORSE :euro 6.372.890,44, di cui 6 milioni di euro a valere sul POR Campania FSE 2014-2020 e euro 372.890,44 a valere sul Fondo Nazionale Politiche Giovanili.
FINALITA': attività di sostegno alla costituzione di nuove associazioni e al supporto delle attività che richiedono la messa in rete finalizzate a promuovere la crescita personale e l’integrazione dei giovani e il rafforzamento di competenze trasversali.
DESTINATARI DELLE ATTIVITA’ PROGETTUALI: l’avviso si rivolge complessivamente a giovani di età compresa tra i 16 e 35 anni non compiuti alla scadenza dell’avviso e residenti nel territorio della Regione Campania.
AMBITI DI INTERVENTO: i progetti dovranno riguardare uno dei cinque ambiti di intervento di seguito indicati: - identità dei luoghi; - patrimonio culturale, tradizioni del territorio, arte-cultura-musica; - patrimonio ambientale e naturale locali, regionali e nazionali presenti sul territorio campano; - qualità di vita caratterizzante i quartieri urbani, le periferie e/o le aree interne; - benessere e salute della popolazione.
DOMANDE: in attesa della pubblicazione del Bando

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

campania aree di crisi indusrtrialeCAMPANIA AREE INDUSTRIALI: stanziati 15 milioni per gli investimenti nelle aree di crisi industriale.
Si tratta dell'avvio delle procedure per i programmi di investimento finalizzati al rilancio delle aree di crisi industriale.
RISORSE AGGIUNTIVE STANZIATE: per l'attuazione degli interventi sono previsti 15 milioni di euro - oltre alle risorse rinvenienti dagli Accordi di programma ex L.311/2004  e ex L.80/2005 che il Mise sta rendendo nuovamente disponibili.
PRIORITA':sarà data priorità ai territori esclusi dalle aree di crisi non complessa che presentano maggiore consistenza di addetti e di superfici industriali:
S. Marco dei Cavoti, Oliveto Citra, Sessa Aurunca, Sala Consilina, Vallata, Telese Terme, Eboli e Piedimonte Matese, nonché i Comuni esclusi degli SLL (Sistemi locali del lavoro) di Napoli, Nola, Torre del Greco), passando poi anche agli altri SLL non inclusi finora nella programmazione.

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONIPULSANTE.CHIEDI.APPUNTAMENTO 2

campania.trached.cover

Campania: ancora fondi disponibili per i finanziamenti agevolati, anche Unicredit proroga la scadenza al 30 aprile 2016.

Si tratta della Misura “Tranched cover” bandita dalla Regione Campania il 15 dicembre 2014, con una dotazione finanziaria pari a 18 milioni di euro, per la selezione di soggetti abilitati allo svolgimento dell’attività creditizia per la realizzazione di portafogli di finanziamenti da erogare a piccole e medie imprese operanti sul territorio regionale.

Obiettivo della Misura è semplificare l’accesso al credito alle imprese, offrendo loro portafogli segmentati di nuova finanza, suddivisi in quote junior, coperte dalla garanzia pubblica diretta, e quote senior, cioè a carico delle banche.

Beneficiari sono le Micro, piccole e medie imprese con almeno una sede operativa in Campania.

Le agevolazioni consistono in finanziamenti da 50.000 a ad  €1.500.000 di Euro, restituibili in 7 anni mediante la copertura massima della garanzia nella misura dell’80% (tranche “junior”).

Investimenti ammissibili per attivo circolante, processi di capitalizzazione aziendale, estinzione delle linee di credito e adozione di un piano di rimborso dall’indebitamento. Chiedi informazioni

Campania.Por.200Fondi Por Campania Fesr 2014 - 2020. Presentato Lunedì 21 marzo a Napoli il Programma per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva della regione. Incentivi e contributi per lo sviluppo della Regione Campania.
Si tratta del lancio del nuovo Programma Operativo ai sensi del par. 2.1.2.a) dell'Allegato XII del Reg. UE 1303/2013.
Innovazione, agenda digitale, ambiente, trasporti, cultura, turismo sono i settori trainanti del nuovo programma di incentivi del Por Campania Fesr 2014-2020.
La Campania ha delineato la propria strategia regionale in tre linee di intervento:
-Campania innovativa: sviluppo dell’innovazione con azioni di rafforzamento del sistema pubblico/privato di ricerca e sostegno della competitività attraverso il superamento dei fattori critici dello sviluppo imprenditoriale;
-Campania verde: cambiamento dei sistemi energetico, agricolo, dei trasporti e delle attività marittime, oltre ad un diverso assetto paesaggistico sia in termini di rivalutazione sia in termini di cura;
-Campania solidale:costituzione di un sistema di welfare orientato all’inclusione e alla partecipazione, innalzando il livello della qualità della vita attraverso il riordino e la riorganizzazione del sistema sanitario, lo sviluppo e la promozione dei servizi alla persona, le azioni che promuovono l’occupazione, l’inclusione sociale e il livello di istruzione. 
Tali linee strategiche saranno realizzate in coerenza con specifiche esigenze  programmatiche: 
1. Attuare la Smart Specialization Strategy (RIS 3 Campania), 2. Migliorare la qualità della vita ed il benessere della popolazione e valorizzare le linee di specializzazione delle aree urbane e contrastare i fenomeni di spopolamento delle aree interne attraverso le due Strategie Territoriali Trasversali: Strategia Sviluppo Urbano, Strategia Aree Interne (DGR 600/2014);3. Assicurare il completamento dei Grandi Progetti e la prosecuzione delle azioni programmate.Chiedi informazioni

QrCodeCampania.200Campania: prorogato al 31 luglio 2016 il termine entro cui le micro, piccole e medie imprese operanti nei settori della produzione primaria e della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli possono richiedere i contributi per l’adesione al sistema di certificazione della qualità e salubrità dei prodotti che ricadono nell’area della "Terra dei Fuochi".
QR CODE CAMPANIA: l'intervento “QR Code Campania” costituisce uno strumento agevolativo fondamentale per il sistema produttivo agroalimentare campano, in quanto consente la valorizzazione dei prodotti agricoli e alimentari della regione campania, garantendo la sicurezza e la salubrità del prodotto campano nei mercati nazionali ed internazionali.
Si tratta di una selezione di imprese da ammettere a contributi per investimenti in strumenti e sistemi finalizzati a certificare e comunicare la sicurezza alimentare e la qualità dei prodotti mediante Certificazione "QR Code Campania".
FINALITA': la Misura B1 ha lo scopo di evidenziare, mediante certificazioni rilasciate da organismi accreditati, la qualità e la salubrità dei prodotti che ricadono nell’area della cosiddetta “Terra dei Fuochi” e comunicarla agli operatori commerciali e ai consumatori con l'obiettivo di alimentare la domanda.
BENEFICIARI: possono presentare domanda le MPMI operanti nei settori della produzione primaria e della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli con sede legale ed operativa nel territorio della Regione Campania.
CONTRIBUTO: l'intervento prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto sotto forma di voucher, del valore di 2.500 Euro, per l’adesione al sistema di certificazione “QR-CODE CAMPANIA” a tutela della filiera agroalimentare.
DOMANDA: scdenza 31 luglio 2016.

Clicca qui per richiedere maggiori informazioni

JEREMIE.CAMPANIA.200JEREMIE è lo strumento lanciato congiuntamente da Commissione europea e Fondo europeo per gli investimenti (FEI: gruppo BEI, Banca europea per gli investimenti) per facilitare le piccole, medie e micro imprese nell’accesso al credito.

Beneficiari sono le imprese industriali, artigianali, commerciali e di servizi con sede legale e unità produttiva nel territorio della Regione Campania che realizzano investimenti materiali ed immateriali in particolare per la promozione di azioni per lo sviluppo del sistema produttivo, con particolare attenzione alle imprese
innovative operanti nei settori quali: le tecnologie informatiche, l'automotive, le biotecnologie, l'aerospaziale, l'agro-alimentare, il risparmio energetico e le energie rinnovabili ma senza escludere i settori tradizionali.

Si tratta di Finanziamenti chirografari o ipotecari cogestiti in percentuale dalla Banca e dal Fondo Jeremie composti per il 55% da fondi Bancari a tasso convenzionato e per il 45% da Fondi JEREMIE.
BANDO APERTO. PROCEDURA A SPORTELLO.

Chiedi Informazioni

Campania Start Up.2016Campania: pubblicato (BURC n. 25 del 18/04) l’avviso pubblico di SOSTEGNO AI PROGRAMMI DI SCOUTING, IDEA GENERATION E ACCELERAZIONE DI STARTUP INNOVATIVE, promosso dalla Regione Campania con l’obiettivo di stimolare la nuova generazione di idee innovative sul territorio campano.

L’Avviso concede contributi ai soggetti pubblici e privati, sia in forma singola sia aggregata, che abbiano comprovata esperienza nell’ambito della creazione e sviluppo di impresa.

Si tratta di una agevolazione che intende sostenere le azioni messe in campo dagli attori dell’ecosistema regionale delle startup, attraverso finanziamento di programmi finalizzati al rafforzamento del potenziale innovativo del sistema imprenditoriale, al sostegno di nuova imprenditorialità giovanile e di startup di imprese innovative e dovranno consistere nell’acquisizione ed erogazione di servizi di sostegno a processi di creazione di imprese innovative. Tre le tipologie di azioni finanziate:
- Programmi di scouting finalizzati allo stimolo del territorio per la produzione di idee di business innovative, attraverso azioni di animazione e workshop informativi per ricercatori, designer e inventori, finalizzati ad alimentare la cultura d’impresa e l’approccio “al fare” dei giovani talenti campani.
- Programmi di idea generation finalizzati alla strutturazione delle idee di business e al completamento del team dei founder attraverso attività di coaching e mentoring, l’organizzazione di laboratori creativi, l’erogazione di servizi di affiancamento e tutoraggio e servizi logistici con postazioni attrezzate messe a disposizione degli aspiranti imprenditori.
- Programmi di business acceleration indirizzati ad aspiranti imprenditori che avranno l’opportunità di strutturare il loro progetto d’impresa e presentarlo a potenziali partner finanziari e/o tecnologici.

I soggetti chiamati a presentare la domanda, possono essere pubblici o privati, riconoscendo l’eterogeneità dell’ecosistema regionale che opera a supporto della nuova imprenditorialità innovativa e il contributo in termini di expertise avanzata e know-how consolidato che ognuno di essi apporta nella crescita del sistema economico-produttivo. La dotazione finanziaria prevista è pari a 1.000.000 di Euro a valere sui fondi del Programma Azione di Marketing territoriale sul Fondo PAC.

Richiedi informazioni

BENESSERE GIOVANILe Regione Campania ha approvato l'intervento "Ben-essere Giovani".  Si tratta di una agevelazione riservata ai giovani tra i 16 e  i 35 anni.
FINALITÀ: -migliorare le condizioni di occupabilità dei giovani sviluppando le attività che favoriscono  la crescita personale, l’acquisizione delle competenze e delle capacità attraverso l’esperienza e l’educazione non formale e informale; -accrescere  la responsabilizzazione dei giovani nella società attraverso esperienze sul campo sui temi della valorizzazione dei territori in cui vivono e del  welfare community e accrescere le loro esperienze spendibili nel mercato del lavoro; -promuovere la responsabilità sociale delle imprese soprattutto nei confronti dei giovani, dando priorità al loro coinvolgimento e recuperando elementi identitari del luogo e/o lo sviluppo di servizi di innovazioni di processo e di prodotto rivolti al bene comune.
DESTINATARI: giovani tra i 16 e i 35 anni residenti nel territorio della Regione Campania. Un’attenzione particolare è riconosciuta a coloro che vivono in contesti di svantaggio.L'intervento prevede diverse linee di azione:
1) ASSOCIAMOCI: risultati attesi: nuove associazioni: almeno n. 47, mobilitazione giovani: n.1410.
2) VALORIZZIAMOCI: risultati attesi: costituzione di ATS: almeno n. 30, associazioni/organismi attivati: n. 90.
3) Organizziamoci: risultati attesi: centri giovanili attivati: circa n. 44, giovani attivati tramite iniziative progettuali: almeno n.1800.
POSSONO PARTECIPARE: a titolo di esempio, possono partecipare le reti territoriali che si costituiscono  in ATS e che sono composte da soggetti appartenenti ai  seguenti soggetti giuridici che opererano sui territori in cui si realizzano le attività progettuali: Associazioni attive nel settore della gioventù, Imprese,Associazioni di promozione sociale,Associazioni senza scopo di lucro, Organizzazioni di volontariato, Gruppi informali di giovani, Fondazioni, Enti pubblici ed autorità locali coinvolti come partner cofinanziatori e/o partner che contribuiscono alla realizzazione dell’idea progettuale, tramite la messa a disposizione di spazi funzionali, luoghi di pubblico interesse, beni e strumenti funzionali all’attuazione dell’idea progettuale.
STANZIAMENTO: Fondi Ue 10.000.000 euro.
CONTRIBUTO:  1) Associamoci: 50.000 euro per Associazione; 2) Valorizziamoci: 130.000 euro per ogni ATS; 3) Organizziamoci: 130.000 euro per ogni ATS.
L'intervento verrà attivato a breve con apposito provvedimento regionale.Richiedi informazioni

campania psrCAMPANIA, PIANO DI SVILUPPO RURALE PSR BANDI APERTI DI OTTOBRE 2017.
INTERVENTO 4.1.1 Sostegno a investimenti nelle aziende agricole. Scadenza 31 ottobre 2017.
INTERVENTO 4.1.3 - Investimenti finalizzati alla riduzione delle emissioni gassose negli allevamenti zootecnici, dei gas serra e ammoniaca. Scadenza 23 ottobre 2017.
INTERVENTO 6.2.1 - Aiuto all'avviamento d'impresa per attività extra agricole in zone rurali. Scadenza 17 novembre 2017.
INTERVENTO 7.6.1 - Riqualificazione del patrimonio architettonico dei borghi rurali nonché sensibilizzazione ambientale. Scadenza 30 ottobre 2017.
INTERVENTO 8.5.1 - Sostegno agli investimenti destinati ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali. Scadenza 23 ottobre 2017.
Presto verranno presentati anche i decreti a favore delle imprese agro-industriali che operano nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.
Per i dettagli di ciascuma misura continua a leggere il resto dell'articolo sottostante.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2020

 

FINANZIAMENTI DA FONDI PRIVATI DI INVESTIMENTO

FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO

 

SMART & START ITALIA

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2019 2020

 

ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

 

FINANZIAMENTI BEI

FINANZIAMENTO GARANTITO CON PROVVISTA BEI

 

NUOVI FINANZIAMENTI AGEVOLATI

nuovi finanziamenti agevolati 2019

 

NUOVA SABATINI

NUOVA SABATINI 2019 2020

CREDITO D'IMPOSTA 50% PER RICERCA E SVILUPPO

CREDITO DI IMPOSTA 300

 

Pre-Fattibilità Gratuita

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

START UP INNOVATIVE

SMART START 2019

CHIEDI APPUNTAMENTO

chiedi appuntamento 2 Giallo

STRUTTURE PERMANENTI IN PASI EXTRA UE

UFFICI NEGOZI SHOW ROOM permanenti in paesi extra ue

CERCA

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI.300

 

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

 

ESPANSIONE ALL'ESTERO

mise.internazionalizzazione 2

CONTRATTO DI SVILUPPO TURISTICO

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

CULTURA CREA 2019 LINEA 1

CULTURA CREA nuove imprese dellindustria culturale 2019

CULTURA CREA 2019 LINEA 2

CULTURA CREA SOCIETA IMPRESE GIA COSTITUITE ALMENO DA 3 ANNI DELLINDUSTRIA CULTURALE E TURISTICA 2019 2

CULTURA CREA LINEA 3

CULTURA CREA ONLUS ONG. COOPERATIVE SOCIALI E VOLONTARIATO OPERATIVI NEL SETTORE DELLINDUSTRIA CULTURALE 2019

CONTRATTO DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2018

CONTRATTO DI SVILUPPO INDUSTRIALE

CONTRATTI DI SVILUPPO INDUSTRIALE

RICERCA E SVILUPPO

RICERCA E SVILUPPO SCIENZA DELLA VITA

IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE

INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESE PROMOZIONALI INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE 250

Patrimonializzazione delle Pmi Esportatrici

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PATRIMONIALIZZAZIONE.PMI 250

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

PULSANTE FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CULTURA CREA 2019

CULTURA CREA 2019

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO 2017

START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

Iscriviti alla Newsletter

IMPRESE E COOPERATIVE SOCIALI

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Agevolazioni inserimento sui mercati esteri

INTERNAZIONALIZZAZIONE.CREDITI.ESPORTAZIONE

CERCA

Partecipazione a Fiere

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PRIMA PARTECIPAZIONE.FIERE.E.MOSTRE

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI