veneto.cartina.200Soggetti finanziabili sono le PMI e loro consorzi industriali, artigiane, commerciali e di servizi, iscritte ai pubblici registri pertinenti. Tutte le sedi operative devono essere ubicate nel territorio della Regione del Veneto.
Le  PMI devono essere in attività e finanziariamente ed economicamente sane, ossia deve risultare positiva la valutazione – sulla base della consistenza patrimoniale, della redditività e della capacità gestionale – sulla possibilità di far fronte, secondo le scadenze previste e tenuto conto degli impegni assunti, agli impegni finanziari derivanti dall’operazione per la quale viene richiesta l’ammissione ai benefici del Fondo.
Finanziabilità  sull’investimento totale ammissibile 100%.
Importi: Iniziative finalizzate alla realizzazione di investimenti: min € 20.000,00 – max € 1.500.000,00.
Interventi di supporto finanziario:min € 20.000,00 – max € 350.000,00.
Le domande di agevolazione possono essere presentate continuativamente, essendo l’agevolazione “a sportello”. Clicca quì per maggiori informazioni.

logobisbordino

 

Chiedi un Appuntamento a Milano

Chiedi un appuntamento in altre citta'

Chiedi informazioni

Chiedi una Pre-Fattibilità

AGEVOLAZIONI FINANZIARIE IN FAVORE DELLE PMI DEL SETTORE

  • COMMERCIO,
  • SERVIZI,
  • INDUSTRIA
  • E DEL SETTORE ARTIGIANO
 

› DGR n. 2216 del 3 dicembre 2013 (BUR n. 113 del 24 dicembre 2013) “Disposizioni Operative Uniche per lo sviluppo del Sistema Produttivo Veneto”
 

SOGGETTI FINANZIABILI

PMI e loro consorzi industriali, artigiane, commerciali e di servizi, iscritte ai pubblici registri pertinenti, che rientrano nei parametri di cui all’allegato I al Regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008.

Le PMI devono essere in attività e finanziariamente ed economicamente sane, ossia deve risultare positiva la valutazione – sulla base della consistenza patrimoniale, della redditività e della capacità gestionale – sulla possibilità di far fronte, secondo le scadenze previste e tenuto conto degli impegni assunti, agli impegni finanziari derivanti dall’operazione per la quale viene richiesta l’ammissione ai benefici del Fondo.
 

Non possono fruire delle agevolazioni le imprese per le quali sussistano cause di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all’art. 10 della L. 31 maggio 1965, n. 575 ovvero emergano elementi relativi a tentativi di infiltrazione mafiosa di cui all’art. 4 del D.Lgs 8 agosto 1994, n. 490.
 
Non possono altresì fruire delle agevolazioni le imprese che si trovino in stato di liquidazione volontaria o che siano sottoposte a procedura concorsuale o, ancora, che siano classificabili “in difficoltà” ai sensi della Comunicazione della Commissione 2004/C 244/02, pubblicata in GUCE del 1° ottobre 2004, n. 244.
 
Non è considerata impresa in difficoltà l’impresa costituita da meno di tre anni, a meno che non sia stata aperta nei suoi confronti una procedura concorsuale per insolvenza.
 

 

 
SETTORI AMMESSI

 

 

Sono ammissibili alle agevolazioni le PMI operanti nei settori di seguito specificati (rif. classificazione ATECO 2007).
 

L.R. 9 febbraio 2001, n. 5: PMI operanti nei seguenti settori:

  • C, D, E, F, H, J, M72, A01.61

L.R. 17 gennaio 2002, n. 2:
 
  • PMI artigiane di tutti i settori

L.R. 18 gennaio 1999, n. 1:
 
  • PMI operanti nei seguenti settori:
 
  • E38, G, H52.29, H53.20, I56, J59, J60.10, J60.20, J62, K66, L68, M69, M70, M71, M73, M74.20, M74.30, N77, N78, N79, N80, N81, N82, P85, R90.02, R92, R93, S95, S96.

Per ciascuna normativa settoriale di riferimento, le iniziative oggetto delle richieste di agevolazione dovranno risultare coerenti con i codici ISTAT ammissibili delle PMI richiedenti.
 

UBICAZIONE DELLE INIZIATIVE E DEGLI INTERVENTI

Iniziative finalizzate alla realizzazione di investimenti
 
  • › Le sedi operative oggetto dell’investimento devono essere ubicate nel territorio della Regione del Veneto.

Interventi di supporto finanziario
 
  • › Tutte le sedi operative devono essere ubicate nel territorio della Regione del Veneto.
 

INVESTIMENTI ED ALTRE TIPOLOGIE AGEVOLABILI

INIZIATIVE FINALIZZATE ALLA REALIZZAZIONE DI INVESTIMENTI

Tipologie di spesa - Finanziabilità sull’investimento totale ammissibile
 
Investimenti immobiliari  100%
Investimenti mobiliari   100%
Immobilizzazioni immateriali 100%
Spese tecniche 10%
 
 

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di azienda o di ramo d’azienda da soggetti terzi (non è ammissibile l’acquisto da coniuge, parenti o affini fino al terzo grado), rappresentate
dall’acquisto di attrezzature e beni aziendali il cui valore risulti in modo analitico dall’inventario dei beni ceduti, parte integrante dell’atto di cessione d’azienda.

 

 

INTERVENTI DI SUPPORTO FINANZIARIO

Tipologie di intervento Finanziabilità  sull’investimento totale ammissibile

Ricapitalizzazione aziendale 100%
Riequilibrio finanziario aziendale 100%
Consolido passività bancarie a breve

Per un importo massimo non superiore al minore dei saldi di tutti i conti correnti per elasticità di cassa riferiti agli ultimi due trimestri solari precedenti la data della domanda di agevolazione.  100%

Altre iniziative di supporto finanziario 100%



FINANZIAMENTI AGEVOLATI

Locazioni finanziarie agevolate - Copertura massima 100% dell’investimento ammesso
 

IMPORTI

Iniziative finalizzate alla realizzazione di investimenti:

min € 20.000,00 – max € 1.500.000,00


Interventi di supporto finanziario:
 
min € 20.000,00 – max € 350.000,00
 
 
DURATA
(compreso il preammortamento)

INIZIATIVE FINALIZZATE ALLA REALIZZAZIONE DI INVESTIMENTI

  • Operazioni “immobiliari”:  min 36 mesi max 120 mesi

  • Operazioni “miste”:  min 36 mesi max 84 mesi

  • Operazioni “dotazionali”:  min 36 mesi max 60 mesi

 

INTERVENTI DI SUPPORTO FINANZIARIO

 

  • Tutte le operazioni min 36 mesi max 60 mesi


TASSO BANCA

Non superiore al tasso convenzionato


MISURA DELL’AGEVOLAZIONE

(in termini di ESL)

Regolamento (CE) 800/2008 e s.m. “di esenzione” Medie imprese: MAX 10% -  Piccole imprese: MAX 20%

Regolamento (UE) n. 1407/2013 e s.m. “de minimis”

MAX 200.000 Euro nell’arco di tre esercizi finanziari consecutivi (MAX 100.000 Euro per le PMI attive nel settore del trasporto su strada)


DOMANDA

Le domande di agevolazione possono essere presentate continuativamente, essendo l’agevolazione “a sportello”.

La domanda va presentata per il tramite delle Banche o Società di Leasing convenzionate.
 

MAGGIORI INFORMAZIONI

 

RICHIEDI