Tutte le agevolazioni finanziarie per le imprese in Puglia

- CLICCA SUL TITOLO DI CIASCUN ARTICOLO PER LEGGERE TUTTO.


- REGISTRATI GRATUITAMENTE CLICCANDO QUI


- PER RICHIEDERE INFORMAZIONI CLICCA QUI

  • MARCHI+3: dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del proprio marchio nazionale a livello comunitario ed internazionale. (3)

    MISE BREVETTI MARCHI E DISEGNI 2020MARCHI+3dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del proprio marchio nazionale a livello comunitario ed internazionale.
    MARCHI+3: supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero attraverso alcune misure agevolative che mirano a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle imprese. 
    LINEE DI INTERVENTO: Il bando Marchi+3 prevede due linee di intervento:
    MISURA A- Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.
    MISURA BAgevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.
    DOMANDE: Le domande potranno essere presentate dal: 30 settembre fino ad esaurimento fondi.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • NUOVA SABATINI: è on line la circolare con le indicazioni e chiarimenti sulle agevolazioni previste dal Decreto Semplificazioni per la Nuova Sabatini. Si tratta delle agevolazioni per l'acquisto di beni strumentali. Domande a sportello.

    NUOVA SABATINI 2020 24

    NUOVA SABATINI: è on line la circolare con le indicazioni e chiarimenti sulle agevolazioni previste dal Decreto Semplificazioni per la Nuova Sabatini. Si tratta delle agevolazioni per l'acquisto di beni strumentali. Domande a sportello.
    AGEVOLAZIONI POTENZIATE DAL IL 2020: aggiunti con la Legge di Bilancio nuovi contributi per investimenti Green e per investimenti al Sud. Rifinanziamento fino al 2024.
    CONTRIBUTI CORRENTI: sono sempre previsti per gli investimenti in tecnologie “Industria 4.0” e per gli investimenti “ordinari”.
    NUOVI CONTRIBUTI MAGGIORATI PER IL SUD: pari al 5,5%, a favore delle micro e piccole imprese che effettuano investimenti in tecnologie Industria 4.0 nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
    NUOVO CONTRIBUTO GREEN: pari al 3,575%, previsto nel caso di acquisto, anche mediante operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, a basso impatto ambientale, nell’ambito di programmi finalizzati a migliorare l’ecosostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi.
    INVESTIMENTI AMMESSI: acquisto macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali. in pratica si tratta dei finanziamenti con contributo in conto interessi, a tasso circa zero, per investimenti in macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali.
    FINALITA': migliorare l’accesso al credito per investimenti produttivi delle piccole e medie imprese.
    GARANZIA GRATUITA: il finanziamento assistito da garanzia gratuita concessa dal Fondo Centrale di Garanzia.
    CONTRIBUTI: la Nuova Sabatini concede contributi dal Ministero dello sviluppo economico a fronte di finanziamenti bancari quinquennali per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, hardware, software ed in tecnologie digitali.
    BENEFICIARI: la misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese operanti in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca, e prevede l’accesso ai finanziamenti e ai contributi a tasso agevolato per gli investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, software ed in tecnologie digitali.
    FINANZIAMENTI AGEVOLATI: finanziamenti di importo non superiore a 4 milioni di euro a fronte degli investimenti sopra descritti, anche frazionato in più iniziative di acquisto.
    MASSIMALE: i finanziamenti coprono il 100% dei costi ammissibili ed hanno una durata massima di cinque anni dalla stipula del contratto.
    EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO: 100% delle spese ammesse in via anticipata a fronte dei preventivi di acquisto.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SACE-SIMEST, INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti agevolati, anche per operazioni in paesi UE. Finanziamento fino al 25% del fatturato, massimo 4 milioni e contributo del 20%. Domande a sportello.

    SACE SIMEST Inserimento Mercati EsteriSACE-SIMEST INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: dal 6 agosto 2020 i finanziamenti per l'inserimento nei mercati esteri vengono potenziati ed estesi a tutti i Paesi, anche all’interno dell’Unione Europea.
    FINALITÀ: realizzazione di programmi di investimento finalizzati al lancio e alla diffusione di nuovi prodotti/ servizi; o all’acquisizione di nuovi mercati per prodotti/servizi già esistenti.
    BENEFICIARI: tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o aggregata che devono costituire una "Rete Soggetto" e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.
    NOVITA': la prima novità, fortemente attesa e trasversale a tutte le tipologie di finanziamento, è l’estensione dell’operatività anche ad investimenti realizzati o da realizzare all’interno dell’Unione Europea.
    ALTRE NOVITÀ:possibilità di richiedere l'esenzione dalle garanzie per tutto il 2020; possibilità di ottenere fino al 20% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto; rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; possibilità per l'impresa di inserirsi efficacemente sul mercato con una struttura commerciale finanziata; possibilità di promuovere con migliore efficacia i propri beni e/o servizi prodotti in Italia o, comunque, distribuiti con marchio italiano; incentivo economico rappresentato dal solo rimborso degli interessi nel periodo di realizzazione del programma.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO: l'importo massimo finanziabile può raggiungere il 100% del totale preventivato e non può superare il 25% del fatturato medio dell'ultimo biennio.
    FINANZIAMENTO MINIMO50 mila euro.
    FINANZIAMENTO MASSIMO 4 milioni di euro.
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: pari al 20% del finanziamento fino a un massimo di € 100.000,00.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SACE-SIMEST, E-COMMERCE: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti a tasso zero, anche per operazioni in paesi UE. Finanziamento fino a € 450.000, contributo 40%. Domande a sportello.

    SACE SIMEST E COMMERCESACE-SIMEST E-COMMERCE:  a partire dal 6 agosto 2020 i Finanziamenti per l'e-commerce che SIMEST eroga su risorse pubbliche gestite per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, vengono potenziati ed estesi a tutti i Paesi, anche all’interno dell’Unione Europea.
    NOVITA': la prima novità, fortemente attesa e trasversale a tutte le tipologie di finanziamento, è l’estensione dell’operatività anche ad investimenti realizzati o da realizzare all’interno dell’Unione Europea.
    E-Commerce: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico, potranno vedere finanziato il proprio investimento (attraverso piattaforma propria o di terzi) anche se registrato con un dominio di primo livello generico, e non necessariamente geografico. Inoltre, potranno essere finanziati anche i costi di affitto per magazzino e delle certificazioni internazionali di prodotto.
    NUOVI IMPORTI MASSIMI: nuovi importi massimi consentiranno alle aziende di beneficiare di maggiore liquidità per i propri investimenti oltreconfine, sia in termini assoluti che in proporzione ai propri limiti dimensionali (fatturato o patrimonio netto a seconda dello strumento), rendendo, di fatto, i finanziamenti agevolati più allettanti anche per le MidCap e le grandi imprese.
    ALTRE NOVITÀ: quest’ultima misura va ad aggiungersi alle altre due novità già operative da metà giugno, che vedono per tutto il 2020 le aziende richiedenti esentate dall’obbligo di prestazione di garanzie per accedere al finanziamento ed abilitate a ricevere fino al 40% della somma richiesta a fondo perduto (per un massimo a fondo perduto di 100mila euro), con la restante parte da restituire a media-lunga scadenza e a tasso agevolato (pari a luglio allo 0,085% annuo).
    NUOVI IMPORTIE-COMMERCE: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico possono accedere ad un finanziamento che sale da 300mila a 450 mila euro per la realizzazione di una propria piattaforma on-line e da 200 mila a 300 mila euro per l’adesione ad un marketplace fornito da soggetti terzi.
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: pari al 40% del finanziamento fino a un massimo di € 100.000,00.
    DOMANDE:a sportello

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SACE-SIMEST, PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle operazioni nei paesi dell Unione Europea. Domande a sportello.

    SACE SIMEST PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTREPARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle operazioni nei paesi dell Unione Europea.
    SACE-SIMEST: pubblicata la circolare attuativa contenente le novità introdotte dal Decreto Rilancio.
    FINALITA'Sostenere la partecipazione a fiere, mostre, missioni di sistema e eventi promozionali, anche virtuali, per promuovere l'impresa italiana e il suo business sui nuovi mercati internazionali.
    BENEFICIARI: tutte le imprese con sede legale in Italia (anche costituite in forma di “Rete Soggetto”) che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo.
    AGEVOLAZIONE:finanziamento a tasso agevolato delle spese per area espositiva, spese logistiche, spese promozionali e spese per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre in Paesi esteri, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE - Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria. 
    ANCHE IN ITALIA: sono finanziabili anche le spese sostenute per la partecipazione a fiere internazionali in Italia.
    FINANZIAMENTO MASSIMO: il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi dell'ultimo esercizio. Importo massimo finanziabile: € 150.000.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento.
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: 40% del finanziamento con il massimo di € 100.000.
    ALTRE AGEVOLAZIONI: possibilità di richiedere l'esenzione dalle garanzie per tutto il 2020; possibilità di ottenere fino al 40% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto;  rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; migliore visibilità del brand presso i buyer di settore; promuovere la tua attività nei mercati esteri.
    DOMANDE a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • ECCO COME ACQUISTARE DIRETTAMENTE DALLA ROMANIA: a prezzi vantaggiosi, sia alimentari che non alimentari, materie prime, semilavorati, prodotti finiti, macchinari e attrezzature. Tutte le settimane, consegna su gomma presso la vostra sede, tutta Italia.

    IMPORTA DALLA ROMANIA NX1 300ECCO COME ACQUISTARE DIRETTAMENTE DALLA ROMANIA: i prezzi sono vantaggiosi, sia per prodotti alimentari che non alimentari, materie prime, semilavorati, prodotti finiti, macchinari e attrezzature. 
    Tutte le settimane, consegna su gomma presso la vostra sede, in tutta Italia, isole comprese.
    PERCHE' E' CONVENIENTE IMPORTARE DALLA ROMANIA:perchè la Romania è un paese dell'Unione Europea, senza dazi doganali e nessun intralcio burocratico, cambio favorevole, relativamente vicina con l'Italia, basso costo del lavoro, con mumerose industrie che producono a prezzi molto concorrenziali e esportano prodotti di tutti le tipologie, anche di qualità e di marche conosciute, a prezzi molto convenienti.
    COSA CONVIENE ACQUISTARE IN ITALIA: materie prime, semilavorati, prodotti finiti, macchinari e attrezzature.
    PERCHE' CHIEDERE LA NOSTRA COLLABORAZIONE: perchè non vi costa niente e possiamo proporvi condizioni vantaggiose tramite un partner con sede commerciale a Bucarest, con personale rumeno che parla anche  italiano, con contatti seri e consolidati con principali imprese produttive di diversi settori, inoltre organizzazione logistica collaudata con trasporti e consegne su gomma in tutta Italia.
    SPEDIZIONE E CONSEGNA: servizio settimanale di consegna, su gomma, in tutta Italia, isole comprese, con scarico merce direttamente presso la vostra sede.
    INFORMAZIONI E QUOTAZIONI: chiedeteci informazioni, quotazioni e preventivi, senza impegno.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  
  • AGENZIE DI VIAGGIO E TOUR OPERATOR: nuovo bando contributi per il ristoro di agenzie di viaggio e tour operator a seguito delle misure di contenimento da Covid-19. Domande dal 21 settembre al 9 ottobre 2020.

    MIPAAF AGENZIE DI VIAGGIO E TOUR OPERATORAGENZIE DI VIAGGIO E TOUR OPERATOR: nuovo bando contributi per il ristoro di agenzie di viaggio e tour operator a seguito delle misure di contenimento da Covid-19. Domande dal 21 settembre al 9 ottobre 2020.
    FINALITA': sostegno delle agenzie di viaggio e dei tour operator, a seguito delle misure di contenimento da COVID-19.
    BENEFICIARI: agenzie di viaggio e ai tour operator che, al momento della presentazione dell’istanza, esercitano attività di impresa primaria o prevalente identificata dai codici ATECO 79.1, 79.11, 79.12.
    CONTRIBUTOL'ammontare del contributo è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l'ammontare del fatturato e dei corrispettivi da1 23 febbraio 2020 al 31 luglio 2020 e l'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del corrispondente periodo del 2019 come segue: a) venti per cento per i soggetti con ricavi non superiori a 400 mila euro nel periodo d'imposta precedente; b) quindici per cento per i soggetti con ricavi superiori a 400 mila euro e fino a un 1 milione di euro nel periodo d'imposta precedente; c) dieci per cento per i soggetti con ricavi superiori a 1 milione di euro e fino a 50 milioni di euro nel periodo d'imposta precedente; d) cinque per cento per i soggetti con ricavi superiori a 50 milioni di euro nel periodo d'imposta precedente.
    CONTRIBUTO MASSIMOnon può superare la differenza tra i ricavi del 2019 e quelli del 2020 nel periodo considerato.
    DOMANDE: dal 21 settembre al 9 ottobre 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • Dal 17 settembre al via le domande per la patrimonializzazione delle PMI. Finanziamento ad aziende con fatturato superiore a 10 milioni. Finanziamento agevolato fino a 3 volte l'aumento del capitale. Domande a sportello fino a esaurimento fondi.

    FONDO PATRIMONIO PMI 300IL FONDO PATRIMONIO PMI: si tratta di un Fondo promosso dal Ministero dell’Economia, che ha una dotazione di 4 miliardi di euro.
    FINALITA': il Fondo Patrimonio PMI è rivolto alle imprese che decidono di investire sul proprio rilancio. 
    OPERATIVITÀ: il fondo opera attraverso l’acquisto di obbligazioni o titoli di debito emessi da aziende che hanno effettuato un aumento di capitale pari ad almeno 250.000 euro. L’acquisto dei titoli deve avvenire entro il termine del 31 dicembre 2020.
    BENEFICIARI: il Fondo è destinato alle società per azioni, società in accomandita per azioni, società a responsabilità limitata (anche semplificata), società cooperative, società europee e società cooperative europee aventi sede legale in Italia. 
    Non è prevista una valutazione del merito creditizio.
    REQUISITI: le società devono:
    - avere un ammontare di ricavi nell’esercizio 2019 tra i 10 e i 50 milioni di euro e meno di 250 dipendenti;
    - aver subito, a causa della pandemia da Covid-19, una riduzione complessiva dei ricavi nei mesi di marzo e aprile 2020 pari ad almeno il 33% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente;
    - aver deliberato ed eseguito, dopo il 19 maggio 2020, un aumento di capitale a pagamento pari ad almeno 250.000 euro;
    - aver emesso un’obbligazione o un altro titolo di debito con determinate caratteristiche;
    - non risultare, al 31 dicembre 2019, impresa in difficoltà ai sensi della normativa comunitaria.
    INTERVENTO DEL FONDO: il Fondo Patrimonio PMI interviene acquistando obbligazioni o altri titoli di debito di nuova emissione.
    AMMONTARE MASSIMO: l’ammontare massimo dei titoli sottoscritti è commisurato al minore tra: tre volte l’ammontare dell’aumento del capitale eseguito e il 12,5% del fatturato 2019.
    DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO: il finanziamento ricevuto deve essere destinato a costi del personale,  investimenti o capitale circolante impiegati in stabilimenti produttivi e attività imprenditoriali che siano localizzati in Italia.
    CONTRIBUTO: è prevista una premialità se la società raggiunge uno o più dei seguenti obiettivi:
    - mantenimento dell’occupazione (al 31 dicembre 2019) presso stabilimenti produttivi italiani fino al rimborso del finanziamento;
    - investimenti per la tutela ambientale (riduzione consumi, emissioni o riqualificazione energetica di edifici) per un importo non inferiore al 30% del valore dei titoli sottoscritti ed effettuati entro la data di rimborso;
    - investimenti in tecnologie abilitanti dell’industria 4.0 per un importo non inferiore al 30% del valore dei titoli sottoscritti ed effettuati entro la data di rimborso;
    Per ognuno degli obiettivi raggiunti viene riconosciuta una riduzione del 5% del valore di rimborso. L’aiuto corrispondente sarà concesso in regime de minimis.
    DOMANDE: a sportello fino a esaurimento fondi.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • ACCESSO RAPIDO AL FINANZIAMENTO AGEVOLATO SU ANTICIPO FATTURE: riservato a imprese sane, Srl o Spa, con almeno 2 bilanci depositati. Accredito in 3 giorni. Verifica on line in 48 ore.

     

    anticipo fatture 95 in 48 oreFINANZIAMENTO SU ANTICIPO FATTURE: si tratta della possibilità di ottenere in pochi giorni fino al 95% dell' importo delle tue fatture e il rimanente 10% alla scadenza della fattura.
    CESSIONE DEL CREDITO: non si tratta di un conto antipici bancario ma di una cessione di credito, pertanto non influisce su eventuale castelletto o affidamento già concesso con la tua banca, e non costituisce un ulteriore affidamento, pertanto non ci sono limiti massimi. 
    FACTORING: si tratta di una procedura di factoring pro-solvendo o pro-soluto, con notifica al debitore oppure senza notifica al debitore.
    GARANZIE: nessuna.
    REQUISITI DEL RICHIEDENTE: l'imprese deve essere sana, con bilancio positivo, con un fatturato minimo di 250.000, deve essere una Srl o una Spa, o comunque una società di capitali con bilanci depositati. Il credito deve essere certo ed esigibile. 
    REQUISITI DEL DEBITOREil debitore deve essere un'impresa privata affidabile, con fatturato minimo di 1.000.000 e con almeno 2 bilanci depositati. In certi casi sono possibili anticipi su fatture emesse nei confronti anche di Enti Pubblici, in questo caso solo in presenza di crediti certificati.
    TEMPI: pre-fattibilità entro 48 ore e liquidazione e pagamento del 95% in 3 giorni.
    PREVENTIVO: gratuito, non vincolante e non comporta alcun tipo di notifica né al cliente da cedere, né alla SIC o centrali rischi private.
    PROCEDURA: completamente digitale dal preventivo, alla comunicazione del plafond ammesso e alla quotazione per il finanziamento. 
    DOVE PAGHERÀ IL TUO CLIENTE? esistono differenti modalità in funzione della soluzione scelta: Il tuo conto attuale: verrà attivato un mandato all’incasso alla scadenza della fattura, cui si aggiungerà x giorni di flessibilità; 2) Verrà aperto un nuovo conto gratuito a te intestato e l'operatore creditizio attingerà direttamente i rimborsi; 3) verrà aperto un conto intestato all'operatore creditizio, solo nel caso di cessione notificata e accettata.
    ACCREDITO DEL FINANZIAMENTO: mediante bonifico urgente gratuito. Scegliete voi Scegli l’IBAN sul quale incassare il finanziamento, l’erogazione avviene con bonifico urgente gratuito che garantisce l’incasso il giorno stesso.
    FIRMA DEL CONTRATTO anche in modalità telematica;
    TERRITORIALITA': MISURA OPERATIVA IN TUTTA ITALIA.
    EROGAZIONE DEL SERVIZIO: il prodotto finanziario non è erogato direttamente da Italia Contributi, ma da un operatore finanziario specializzato.
    COSTI: NESSUN COSTO FISSO paghererete solo in caso di accettazione del preventivo, in caso contrario non pagherete niente.
    VERIFICA ON LINE DEL POSSESSO DEI REQUISITI: con pochi click puoi verificare subito se possiedi i requisiti e ricevere una pre-fattibilità del tutto gratuitamente e senza nessun impegno. 

    VERIFICA ORA DEI REQUISITI 400

     

     

     

  • Decreto Liquidità: oltre 77 miliardi il valore delle richieste già pervenute al Fondo di Garanzia. Diverse modifiche per i finanziamenti a favore delle imprese. Domande a sportello.

    LEGGE LIQUIDITADECRETO LIQUIDITA': oltre 77 miliardi il valore delle richieste già presentate al fondo di garanzia.
    FINANZIAMENTO GARANTITO: l'importo massimo del finanziamento è pari al 25% del fatturato oppure il doppio della spesa salariale del 2019. 
    NUOVE IMPRESE: per le imprese costituite dopo il 31 dicembre 2018 il massimale del finanziamento è determinato in base al doppio della spese per il personale previsti per i primi 2 anni di attività.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: la durata dei finanziamenti fino a € 30.000 aumenta da 6 a 10 anni.
    FINANZIAMENTI FINO A € 800.000: la durata per i finaziamenti fino a 800.000 aumenta da 6 fino a 30 anni.
    FINANZIAMENTO FINO A € 5 MILIONI: con garanzia al 80% del Fondo Centrale di Garanzia. Il finanziamento fino a 5 milioni di euro è rivolto a PMI con fatturato superiore a 3,2 mln.
    DOMANDE: fino ad esaurimento fondi e entro il 31 dicembre 2020. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • PERCHE' CONVIENE IMPORTARE DALLA ROMANIA: prezzi vantaggiosi, alimentari e non alimentari, materie prime, semilavorati, prodotti finiti, macchinari e attrezzature. Tutte le settimane, consegna su gomma presso la vostra sede, tutta Italia, isole comprese.

    IMPORTA DALLA ROMANIA NX1 300IMPORTARE FACILMENTE DALLA ROMANIA: prezzi molto vantaggiosi, sia prodotti alimentari che non alimentari, materie prime, semilavorati, prodotti finiti, macchinari e attrezzature.
    Tutte le settimane, consegna su gomma presso la vostra sede, in tutta Italia, isole comprese.
    PERCHE' E' CONVENIENTE IMPORTARE DALLA ROMANIA:perchè la Romania è un paese dell'Unione Europea, senza dazi doganali e nessun intralcio burocratico, cambio favorevole, relativamente vicina con l'Italia, basso costo del lavoro, con mumerose industrie che producono a prezzi molto concorrenziali e esportano prodotti di tutti le tipologie, anche di qualità e di marche conosciute, a prezzi molto convenienti.
    COSA CONVIENE IMPORTARE IN ITALIA: materie prime, semilavorati, prodotti finiti, macchinari e attrezzature.
    PERCHE' CHIEDERE LA NOSTRA COLLABORAZIONE: perchè abbiamo un partner con forte introduzione in Romania, con una sede commerciale a Bucarest, personale rumeno che parla anche  italiano, con contatti seri e consolidati con principali imprese produttive di diversi settori, inoltre organizzazione logistica collaudata con trasporti e consegne su gomma in tutta Italia.
    SPEDIZIONE E CONSEGNA: servizio settimanale di consegna, su gomma, in tutta Italia, isole comprese, con scarico merce direttamente presso la vostra sede.
    INFORMAZIONI E QUOTAZIONI: richiedici informazioni quotazioni e preventivi, senza impegno.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  
  • SMART & START ITALIA: aggiornamento di agosto della nuova disciplina agevolativa per le start up innovative. Finanziamento fino a 1.500.000, a tasso zero. Durata 10 anni, fino al 90% e contributo fino al 30%. Domande a sportello.

    SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2020SMART & START ITALIA 2020:  pubblicati i dati di agosto 2020 delle principale misura agevolativa nazionale per le nuove imprese innovative.
    BENEFICIARI: start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
    Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 60 mesi. Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società.
    TERRITORIALITA': le agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale.
    LA BUSINESS IDEA: dovrà avere caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca.
    L’AGEVOLAZIONE: consiste in un mutuo senza interessi per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto proposto. 
    Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili; l’importo del finanziamento è elevabile al 90% nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.
    DURATA: Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • PUGLIA: in arrivo il bando "Custodiamo il turismo in Puglia". Prevista l’erogazione di un contributo fino ad un massimo del 90% sui costi fissi sostenuti dalle PMI del settore turistico alberghiero nel periodo 1° febbraio - 31 agosto 2020.

    puglia custodiamo il turismoPUGLIA: in arrivo il bando Custodiamo il turismo in Puglia". Prevista l’erogazione di un contributo fino ad un massimo del 90% sui costi fissi sostenuti dalle PMI del settore turistico alberghiero nel periodo 1° febbraio - 31 agosto 2020.
    "CUSTODIAMO IL TURISMO IN PUGLIA": al fine di contrastare gli effetti causati dalla pandemia e favorire l’immediata ripresa del comparto turistico, la Regione Puglia intende erogare alle PMI del settore una sovvenzione diretta destinata ad attenuare l’impatto dei costi fissi sopportati, tanto nel periodo di lockdown, imposto dalle misure di contrasto alla diffusione del COVID-19, quanto nel periodo immediatamente successivo durante il quale il perdurare di talune norme imperative e delle connesse “restrizioni” impediscono di svolgere l’attività in maniera regolare ed ordinaria.
    FINALITÀ: la misura di Aiuto ha quale finalità quella di ammortizzare, attraverso l’erogazione di una sovvenzione parametrata in relazione al decremento di fatturato subito nel periodo dal 1° febbraio - 31 agosto 2020, l’impatto dei costi fissi sopportati dalle PMI.
    BENEFICIARI: le PMI pugliesi esercenti attività prevalente nell’ambito di uno dei seguenti Codici Ateco: 55.10 (Alberghi e strutture simili); 55.20.10 (Villaggi turistici); 55.20.20 (Ostelli della gioventù); 55.20.51 (Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence); 55.30 (Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte); 79.11 (Attività delle agenzie di viaggio); 79.12 (Attività dei tour operator).
    REQUISTI: le PMI pugliesi che sono incorse, nel 2020, in difficoltà economiche in conseguenza delle misure di contenimento adottate dal Governo nazionale per contrastare la pandemia COVID-19 e che nel periodo compreso tra il 1° febbraio ed il 31 agosto 2020, hanno subito un calo di fatturato rispetto a quello del medesimo periodo dell’anno precedente (2019), pari almeno al 40%; nel periodo 1° marzo 2019 – 29 febbraio 2020, hanno registrato un numero complessivo di ULA maggiore di zero.
    CONTRIBUTO: la misura prevede l’erogazione di una sovvenzione volta ad ammortizzare, in termini percentuali (fino ad un massimo del 90%), i principali costi fissi delle PMI del settore turisticoalberghiero, riferiti al periodo febbraio - agosto 2020 ed effettivamente e definitivamente sostenuti al momento di presentazione dell’istanza.
    DOMANDE: la misura sarà attivata con l'emanazione di apposito Avviso pubblico 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • CONTRATTI DI SVILUPPO DELLE IMPRESE: rifinanziati con 500 milioni i nuovi progetti di sviluppo delle imprese con finalità industriale, agroalimentare, turistico, tutela ambientale, risparmio energetico. Domande a sportello.

    CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2020CONTRATTI DI SVILUPPO DELLE IMPRESE: rifinanziati con 500 milioni i nuovi progetti di sviluppo delle imprese con finalità industriale, agroalimentare, turistico, tutela ambientale, risparmio energetico.
    DECRETO AGOSTO: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Agosto entra in vigore il rifinanziamento di 500 milioni per i contratti di sviluppo, al fine di favorire l'attrazione degli investimenti e la realizzazione di progetti di sviluppo di impresa rilevanti per il rafforzamento della struttura produttiva del Paese, con particolare riferimento alle aree del Mezzogiorno.
    CONTRATTO DI SVILUPPOsi tratta di contributi a fondo perduto alle imprese per progetti di sviluppo industriali, agroalimentari, turistiche, tutela ambientale. risparmio energetico, ambientale, risparmio energetico, e di ricerca e sviluppo.
    AGEVOLAZIONI: previsti contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati nel settore industriale, compreso il settore agroalimentare, turistico, tutela ambientale, risparmio energetico, nonchè ricerca e sviluppo.
    LOCALIZZAZIONE: tutto il territorio nazionale.
    INVESTIMENTO MINIMO DELLE SINGOLE IMPRESE ADERENTI
    settore industriale: 1,5 milioni, trasformazione prodotti agricoli: 1,5 milioni; Turismo: 1,5 milioni; Tutela ambientale: 1,5 milioni.
    INVESTIMENTO MINIMO DEL PROMOTORE
    settore industriale: 10 milioni, trasformazione prodotti agricoli: 3 milioni; Turismo: 5 milioni; Tutela ambientale: 10 milioni.
    INVESTIMENTO MINIMO DELL' INTERO PROGETTO: 7,5 milioni per l'agroalimentare e 20 milioni per gli altri settori.
    BENEFICIARI: tutte le imprese singole o associate, italiane ed estere. Inoltre il contratto di sviluppo potrà inoltre essere realizzato da più soggetti in forma congiunta tramite lo strumento del contratto di rete.
    CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO E FINANZIAMENTI AGEVOLATI: le agevolazioni sono concesse nelle seguenti forme, anche in combinazione tra loro: finanziamento agevolato, nei limiti del 75% delle spese ammissibili; contributo in conto interessi; contributo in conto impianti; contributo diretto alla spesa.
    PARTECIPAZIONE AL CAPITALE DI RISCHIO: possibilità di integrare le agevolazioni in forma di contributo o di finanziamento intervenendo per integrare il capitale di rischio del soggetto proponente.
    DOMANDE: Misura operativa. Domande a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • RIFINANZIATA LA NUOVA SABATINI: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Agosto entra in vigore il rifinanziamento con 64 milioni della misura. Agevolazioni per l'acquisto di beni strumentali. Domande a sportello.

    NUOVA SABATINI 2020 24

    RIFINANZIATA LA NUOVA SABATINI: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Agosto entra in vigore il rifinanziamento con 64 milioni della misura. 
    AGEVOLAZIONI POTENZIATE DAL IL 2020: aggiunti con la Legge di Bilancio nuovi contributi per investimenti Green e per investimenti al Sud. Rifinanziamento fino al 2024.
    CONTRIBUTI CORRENTI: sono sempre previsti per gli investimenti in tecnologie “Industria 4.0” e per gli investimenti “ordinari”.
    NUOVI CONTRIBUTI MAGGIORATI PER IL SUD: pari al 5,5%, a favore delle micro e piccole imprese che effettuano investimenti in tecnologie Industria 4.0 nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
    NUOVO CONTRIBUTO GREEN: pari al 3,575%, previsto nel caso di acquisto, anche mediante operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, a basso impatto ambientale, nell’ambito di programmi finalizzati a migliorare l’ecosostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi.
    INVESTIMENTI AMMESSI: acquisto macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali. in pratica si tratta dei finanziamenti con contributo in conto interessi, a tasso circa zero, per investimenti in macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali.
    FINALITA': migliorare l’accesso al credito per investimenti produttivi delle piccole e medie imprese.
    GARANZIA GRATUITA: il finanziamento assistito da garanzia gratuita concessa dal Fondo Centrale di Garanzia.
    CONTRIBUTI: la Nuova Sabatini concede contributi dal Ministero dello sviluppo economico a fronte di finanziamenti bancari quinquennali per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, hardware, software ed in tecnologie digitali.
    BENEFICIARI: la misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese operanti in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca, e prevede l’accesso ai finanziamenti e ai contributi a tasso agevolato per gli investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, software ed in tecnologie digitali.
    FINANZIAMENTI AGEVOLATI: finanziamenti di importo non superiore a 4 milioni di euro a fronte degli investimenti sopra descritti, anche frazionato in più iniziative di acquisto.
    MASSIMALE: i finanziamenti coprono il 100% dei costi ammissibili ed hanno una durata massima di cinque anni dalla stipula del contratto.
    EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO: 100% delle spese ammesse in via anticipata a fronte dei preventivi di acquisto.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SACE-SIMEST, PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle operazioni nei paesi dell Unione Europea. Domande a sportello.

    SACE SIMEST PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTREPARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE: in vigore il Decreto che estende i finanziamenti agevolati anche alle operazioni nei paesi dell Unione Europea.
    SACE-SIMEST: pubblicata la circolare attuativa contenente le novità introdotte dal Decreto Rilancio.
    FINALITA'Sostenere la partecipazione a fiere, mostre, missioni di sistema e eventi promozionali, anche virtuali, per promuovere l'impresa italiana e il suo business sui nuovi mercati internazionali.
    BENEFICIARI: tutte le imprese con sede legale in Italia (anche costituite in forma di “Rete Soggetto”) che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo.
    AGEVOLAZIONE:finanziamento a tasso agevolato delle spese per area espositiva, spese logistiche, spese promozionali e spese per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre in Paesi esteri, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE - Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria. 
    ANCHE IN ITALIA: sono finanziabili anche le spese sostenute per la partecipazione a fiere internazionali in Italia.
    FINANZIAMENTO MASSIMO: il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi dell'ultimo esercizio. Importo massimo finanziabile: € 150.000.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento.
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: 40% del finanziamento con il massimo di € 100.000.
    ALTRE AGEVOLAZIONI: possibilità di richiedere l'esenzione dalle garanzie per tutto il 2020; possibilità di ottenere fino al 40% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto;  rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; migliore visibilità del brand presso i buyer di settore; promuovere la tua attività nei mercati esteri.
    DOMANDE a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SACE-SIMEST, INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti agevolati, anche per operazioni in paesi UE. Finanziamento fino al 25% del fatturato, massimo 4 milioni e contributo del 20%. Domande a sportello.

    SACE SIMEST Inserimento Mercati EsteriSACE-SIMEST INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI: dal 6 agosto 2020 i finanziamenti per l'inserimento nei mercati esteri vengono potenziati ed estesi a tutti i Paesi, anche all’interno dell’Unione Europea.
    FINALITÀ: realizzazione di programmi di investimento finalizzati al lancio e alla diffusione di nuovi prodotti/ servizi; o all’acquisizione di nuovi mercati per prodotti/servizi già esistenti.
    BENEFICIARI: tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o aggregata che devono costituire una "Rete Soggetto" e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.
    NOVITA': la prima novità, fortemente attesa e trasversale a tutte le tipologie di finanziamento, è l’estensione dell’operatività anche ad investimenti realizzati o da realizzare all’interno dell’Unione Europea.
    ALTRE NOVITÀ:possibilità di richiedere l'esenzione dalle garanzie per tutto il 2020; possibilità di ottenere fino al 20% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto; rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; possibilità per l'impresa di inserirsi efficacemente sul mercato con una struttura commerciale finanziata; possibilità di promuovere con migliore efficacia i propri beni e/o servizi prodotti in Italia o, comunque, distribuiti con marchio italiano; incentivo economico rappresentato dal solo rimborso degli interessi nel periodo di realizzazione del programma.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO: l'importo massimo finanziabile può raggiungere il 100% del totale preventivato e non può superare il 25% del fatturato medio dell'ultimo biennio.
    FINANZIAMENTO MINIMO50 mila euro.
    FINANZIAMENTO MASSIMO 4 milioni di euro.
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: pari al 20% del finanziamento fino a un massimo di € 100.000,00.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SACE-SIMEST, E-COMMERCE: ampliata l'operatività dei contributi e dei finanziamenti a tasso zero, anche per operazioni in paesi UE. Finanziamento fino a € 450.000, contributo 40%. Domande a sportello.

    SACE SIMEST E COMMERCESACE-SIMEST E-COMMERCE:  a partire dal 6 agosto 2020 i Finanziamenti per l'e-commerce che SIMEST eroga su risorse pubbliche gestite per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, vengono potenziati ed estesi a tutti i Paesi, anche all’interno dell’Unione Europea.
    NOVITA': la prima novità, fortemente attesa e trasversale a tutte le tipologie di finanziamento, è l’estensione dell’operatività anche ad investimenti realizzati o da realizzare all’interno dell’Unione Europea.
    E-Commerce: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico, potranno vedere finanziato il proprio investimento (attraverso piattaforma propria o di terzi) anche se registrato con un dominio di primo livello generico, e non necessariamente geografico. Inoltre, potranno essere finanziati anche i costi di affitto per magazzino e delle certificazioni internazionali di prodotto.
    NUOVI IMPORTI MASSIMI: nuovi importi massimi consentiranno alle aziende di beneficiare di maggiore liquidità per i propri investimenti oltreconfine, sia in termini assoluti che in proporzione ai propri limiti dimensionali (fatturato o patrimonio netto a seconda dello strumento), rendendo, di fatto, i finanziamenti agevolati più allettanti anche per le MidCap e le grandi imprese.
    ALTRE NOVITÀ: quest’ultima misura va ad aggiungersi alle altre due novità già operative da metà giugno, che vedono per tutto il 2020 le aziende richiedenti esentate dall’obbligo di prestazione di garanzie per accedere al finanziamento ed abilitate a ricevere fino al 40% della somma richiesta a fondo perduto (per un massimo a fondo perduto di 100mila euro), con la restante parte da restituire a media-lunga scadenza e a tasso agevolato (pari a luglio allo 0,085% annuo).
    NUOVI IMPORTIE-COMMERCE: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico possono accedere ad un finanziamento che sale da 300mila a 450 mila euro per la realizzazione di una propria piattaforma on-line e da 200 mila a 300 mila euro per l’adesione ad un marketplace fornito da soggetti terzi.
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: pari al 40% del finanziamento fino a un massimo di € 100.000,00.
    DOMANDE:a sportello

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • DECRETO AGOSTO: ENTRA IN VIGORE IL 15 AGOSTO 2020 LA PROROGA DELLA SOSPENSIONE DEI MUTUI, FINANZIAMENTI E LEASING DELLE IMPRESE DAL 30 SETTEMBRE 2020 AL 31 GENNAIO 2021.

    DECRETO AGOSTO SOSPENSIONE RATE FINANZIAMENTIDECRETO AGOSTO: PROROGATA LA SOSPENSIONE DEI MUTUI, FINANZIAMENTI E LEASING DELLE IMPRESE DAL 30 SETTEMBRE 2020 AL 31 GENNAIO 2021.
    PROROGA MORATORIA PER TUTTE LE PMI: il Decreto agosto proroga, dal 30 settembre 2020 al 31 gennaio 2021 i limiti alla revoca degli affidamenti bancari, la sospensione dei pagamenti di mutui e leasing.
    PROROGA PER LEIMPRESE DEL COMPARTO TURISTICO: in caso di autorizzazione da parte della Commissione europea la proroga per le imprese del compato turistico sarà estesa al 31 marzo 2021.
    PROROGA AUTOMATICA: per le imprese gia' ammesse alle misure di sostegno la proroga della moratoria opera automaticamente senza alcuna formalita', salva l'ipotesi di rinuncia espressa da parte dell'impresa beneficiaria, da far pervenire al soggetto finanziatore entro il termine del 30 settembre 2020.
    IMPRESE NON ANCORA AMMMESSE: le imprese che, alla data di entrata in vigore del presente decreto, presentino esposizioni che non siano ancora state ammesse alle misure di sostegno possono essere ammesse, entro il 31 dicembre 2020, alle predette misure di sostegno finanziario secondo le medesime condizioni e modalita'.
    POSTICIPO SEGNALAZIONI ALLA CENTRALE RISCHI: posticipato, inoltre, al 31 gennaio 2021, anche il termine delle segnalazioni a sofferenza alla Centrale Rischi di Banca d’Italia (e ai sistemi privati di informazioni creditizie) relative a imprese che abbiano beneficiato della moratoria.
    ENTRATA IN VIGORE DEL PROVVEDIMENTO: 15/08/2020

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • LOMBARDIA: RIFINANZIATA CON 328 MILIONI LA MISURA CREDITO ADESSO EVOLUTION. ESTESA LA PLATEA DEI BENEFICIARI.

    LOMBARDIA CREDITO ADESSO EVOLUTIONLOMBARDIA: RIFINANZIATA CON 328 MILIONI LA MISURA CREDITO ADESSO EVOLUTION. ESTESA LA PLATEA DEI BENEFICIARI. 
    LA NUOVA LINEA CREDITO ADESSO EVOLUTION, istituita con DGR 3074 del 20 aprile 2020, aperta in data 18 maggio e sospesa in data 12 giugno per esaurimento risorse, è stata nuovamente finanziata con una dotazione di 328.000.000,00 euro.
    MODIFICHE: con DGR XI/3495 del 5 agosto 2020 sono state apportate alcune modifiche ai criteri della misura.
    TETTO MASSIMO/CAP CONTRIBUTO EROGABILE IN C/INTERESSI: euro 70.000,00.
    IMPORTO MINIMO DEI FINANZIAMENTI PER LE PMI: euro 30.000,00.RIDUZIONE DEL VALORE MINIMO DI MEDIA DEI RICAVI TIPICI PER LE PMI: da 300.000,00 euro a 120.000,00 euro coerentemente con il finanziamento minimo di 30.000 euro, considerato che il valore nominale minimo del finanziamento corrisponde ad un quarto del valore minimo della media dei ricavi tipici risultanti dagli ultimi due esercizi contabilmente chiusi alla data di presentazione della domanda).
    DOMANDE: saranno disponibili a breve le informazioni sulle modalità di accesso alla misura.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • INVITALIA: OPERATIVO IL FONDO "CRESCI AL SUD". 250 milioni per far crescere le PMI delle otto regioni del Mezzogiorno.

    CRESCI AL SUD 2

    IL FONDO “CRESCI AL SUD” È FINALMENTE OPERATIVO.
    Il Fondo Cresci al Sud, dedicato agli investimenti nelle PMI ad alto potenziale delle otto Regioni del Mezzogiorno, è operativo, come annunciato dal ministro per il Sud e la Coesione territoriale.
    OBIETTIVO: potenziare gli investimenti nelle PMI ad alto potenziale delle otto regioni del Mezzogiorno al fine agevolare attraverso investimenti nel capitale delle PMI, la loro crescita dimensionale, migliorando la competitività. 
    FINALITÀ: contribuirte alla crescita dimensionale delle imprese, cco la capitalizzazione e l’accesso al credito, favorendo innovazione nell'organizzazione, nel processo e nel prodotto, dell’attrazione di capitale umano di qualità.
    OPERATIVITA': da oggi, con “Cresci al Sud”, Invitalia potrà accompagnare le PMI ad alto potenziale che vogliono crescere per linee interne o attraverso acquisizioni e aggregazioni, entrando nel loro capitale assieme a investitori privati indipendenti.
    RISULTATI ATTESI: valorizzare le imprese eccellenti del Mezzogiorno, favorendo la loro crescita economica e dimensionale; contribuire allo sviluppo, nello spazio di un decennio, di nuovi “campioni” dell’impresa meridionale, capaci di investire in ricerca e innovazione, di quotarsi in Borsa e di rafforzare la loro penetrazione sui mercati esteri.
    LINEE DI INTERVENTO:investimenti nel capitale delle piccole e medie imprese con il coinvolgimento di investitori istituzionali, pubblici e privati; incremento dell’Aiuto per la Crescita Economica per le imprese nel Mezzogiorno; sostegno alle PMI meridionali ad alto potenziale, con un mix di agevolazioni a fondo perduto e finanziamenti agevolati; incentivi di filiera per l’aggregazione e valorizzazione dei fornitori delle grandi imprese operanti nel Mezzogiorno.
    NUOVO INCENTIVO: si tratta di un nuovo incentivo, gestito da Invitalia, con il contributo di Mediocredito Centrale, Banca del Mezzogiorno, esclusivamente focalizzato ad accelerare la crescita dimensionale di imprese medie, attraverso il ricorso ad una combinazione virtuosa di grant, loan e garanzie.
    In pratica il Fondo, gestito da Invitalia, anche avvalendosi della Banca del Mezzogiorno e di altre società interamente partecipate, investe nel capitale delle imprese, insieme ad investitori privati indipendenti, individuati attraverso una procedura aperta e trasparente, e ad investitori pubblici, come Cassa depositi e prestiti (CDP), la Banca europea per gli investimenti (BEI) e il Fondo europeo per gli investimenti (FEI).
    IL FONDOè stato previsto dalla Legge di Bilancio 2020, con un finanziamento complessivo di 250 milioni di euro (150 milioni per il 2020, 100 milioni per il 2021, a valere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione).
    AVVIO OPERATIVO: la Corte dei Conti ha ora registrato la Convenzione che regola i rapporti tra il Dipartimento per le politiche di Coesione e Invitalia, che gestirà il Fondo.
    DOMANDE: in attesa di disposizioni operative da parte di Invitalia.
    PER RESTARE INFORMATO SULLE MODALITA' DI ACCESSO ALLA PROCEDURA: chiedi informazioni

     

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • ECOBONUS: al via i nuovi contributi per i veicoli a basse emissioni

    ecobonus 2020

    ECOBONUS: dal 1 agosto, e fino al 31 dicembre 2020, sarà possibile prenotare sul sito ecobonus.mise.gov.it l’incentivo per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di categoria M1, con le novità introdotte nel Decreto Rilancio.
    RISORSE: a disposizione altri 50 milioni di euro, che si aggiungono ai fondi già stanziati, pari a 100 milioni di euro per l’anno in corso e 200 milioni per il 2021.
    NOVITA': è ampliata la gamma di veicoli a basse emissioni M1, per le quali sarà possibile richiedere il contributo, che potrà arrivare fino a 8 mila euro per l’acquisto con rottamazione e fino a 5 mila euro per l’acquisto senza rottamazione.
    All’Ecobonus si potranno aggiungere sconti fino a 2 mila euro che verranno concessi direttamente dai venditori.Alle tipologie M1 già previste, si aggiunge, infatti, la fascia di veicoli con emissioni di C02 61/110 g/km appartenente alla classe ambientale Euro 6 con prezzo di listino non superiore ai 40 mila euro.
    DAL 1 AGOSTO: oltre alle novità già entrate in vigore lo scorso 22 luglio per l’acquisto di veicoli di categoria L con rottamazione (ciclomotori, motocicli e veicoli analoghi), si potranno prenotare online anche i contributi per l'acquisto di veicoli senza dover consegnare il mezzo per la rottamazione.
    In questo caso, il contributo applicato sarà pari al 30% del prezzo di acquisto, fino a massimo 3.000 euro. Sarà invece del 40%, fino a massimo 4.000 euro, in caso di rottamazione.
    DOMANDE: dal 1 agosto, e fino al 31 dicembre 2020, sarà possibile prenotare sul sito ecobonus.mise.gov.it l’incentivo per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di categoria M1, con le novità introdotte nel Decreto Rilancio.

  • SUPERBONUS 110%: firmati i decreti ministeriali per il Superbonus e Sismabonus al 110% e per le asseverazioni.

    decreto rilancio ecobonus 110SUPERBONUS 110%: firmati i decreti ministeriali per il Superbonus e Sismabonus al 110% e per le asseverazioni.
    AGEVOLAZIONE: con tale strumento è possibile usufruire di una detrazione fiscale, da ripartire in cinque quote annuali di pari importo, pari al 110% del costo sostenuto per i lavori di riqualificazione energetica e adeguamento sismico per gli interventi effettuati dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.
    BENEFICIARI: Possono usufruire del bonus per la riqualificazione energetica i soggetti di seguito indicati che sostengono, dal 1 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021, spese per gli interventi su edifici esistenti, su loro parti o su unità immobiliari esistenti posseduti o detenuti, ovvero:
    DAI CONDOMINI (ricomprende tutti gli edifici che abbiano alcuni parti in comune. Anche se le unità sono solo due. Per cui una villetta bifamiliare con due unità immobiliari distinte avrà diritto al bonus se i titolari ad esempio decidono di coibentare l’edificio perché comunque si tratta di lavori condominiali anche se per uno o per entrambi i proprietari non si tratta di abitazione principale);
    DALLE PERSONE FISICHE, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari (sono escluse quando operano come esercenti arti o professioni; rientrano nell’agevolazione se l’immobile si trova in condominio (i lavori vanno decisi in assemblea a maggioranza qualificata, se in un condominio ci sono alcuni studi e negozi a piano strada i proprietari non daranno mai il benestare ai lavori se non possono ricevere l’agevolazione);
    DAGLI ISTITUTI AUTONOMI CASE POPOLARI (IACP) comunque denominati nonché dagli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing” per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica;
    DALLE COOPERATIVE DI ABITAZIONE A PROPRIETÀ INDIVISA, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci.
    ESCLUSIONI: sono escluse le unità unifamiliari che non siano abitazione principale. Sono invece agevolate le seconde case in condominio.
    OPERATIVITA' DELL'AGEVOLAZIONE: presumibilmente la misura sarà operativa ad agosto, infatti è necessario attendere 60 giorni per la conversione in legge del Decreto e circa 30 giorni per la pubblicazione dei provvedimenti attuativi da parte dell'Agenzia delle Entrate e del Ministero. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • Contributi per progetti di Ricerca e Sviluppo per l'Economia Circolare. Agevolazioni alle imprese per la riconversione dei processi produttivi. Domande dal 5 novembre 2020

    economia circolare agevolazioni per progetti di ricerca e sviluppoECONOMIA CIRCOLARE: dal 5 novembre 2020 le domande per le agevolazioni alle imprese per progetti di ricerca e sviluppo per la riconversione dei processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare.
    FINALITÀ: favorire la transizione delle attività economiche verso un modello di economia circolare, finalizzata alla riconversione produttiva del tessuto industriale.
    BENEFICIARI: le imprese ed i centri di ricerca che soddisfano le seguenti caratteristiche: a) essere iscritte nel Registro delle imprese; b) operare in via prevalente nel settore manifatturiero, comprese le imprese artigiane di produzione di beni, ovvero in quello dei servizi diretti alle imprese manifatturiere; c) aver approvato e depositato almeno due bilanci.
    REQUISITI DEI PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO: i progetti di ricerca e sviluppo devono:
    A) TERRITORIALITA: essere realizzati nell'ambito di una o piu' unita' locali ubicate nel territorio nazionale;
    B) MINIMO E MASSIMO: prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a euro 500 mila e non superiori a euro 2 milioni;
    C) DURATA: avere una durata non inferiore a dodici mesi e non superiore a trentasei mesi;
    D) ATTIVITà PREVISTE:  i progetti devono prevedere attivita' di ricerca e sviluppo, strettamente connesse tra di loro in relazione all'obiettivo previsto dal progetto, finalizzate alla riconversione produttiva delle attivita' economiche attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti.
    AGEVOLAZIONI: le agevolazioni  sono concesse secondo le seguenti modalita':
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO: per una percentuale nominale delle spese e dei costi ammissibili pari al 50 per cento;
    CONTRIBUTO DIRETTO ALLA SPESA: fino al 20 per cento delle spese e dei costi ammissibili.
    DOMANDE: a sportello a partire dal 5 novembre 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SIMEST (Gruppo CDP): ampliata l'operatività dei finanziamenti Simest anche per operazioni in paesi UE. Salgono i massimali dei Finanziamenti agevolati per rendere più competitive le imprese italiane all’estero

    SACE SIMEST INTERNAZIONALIZZAZIONE 2020SIMEST (GRUPPO CDP): ampliata l'operatività dei finanziamenti Simest anche per operazioni in paesi UE. Salgono, e in qualche caso raddoppiano, i nuovi importi massimi dei Finanziamenti per l’internazionalizzazione che SIMEST eroga su risorse pubbliche gestite per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.
    NUOVI IMPORTI MASSIMI: nuovi importi massimi consentiranno alle aziende di beneficiare di maggiore liquidità per i propri investimenti oltreconfine, sia in termini assoluti che in proporzione ai propri limiti dimensionali (fatturato o patrimonio netto a seconda dello strumento), rendendo, di fatto, i finanziamenti agevolati più allettanti anche per le MidCap e le grandi imprese.
    ALTRE NOVITÀ: quest’ultima misura va ad aggiungersi alle altre due novità già operative da metà giugno, che vedono per tutto il 2020 le aziende richiedenti esentate dall’obbligo di prestazione di garanzie per accedere al finanziamento ed abilitate a ricevere fino al 40% della somma richiesta a fondo perduto (per un massimo a fondo perduto di 100mila euro), con la restante parte da restituire a media-lunga scadenza e a tasso agevolato (pari a luglio allo 0,085% annuo).
    PROSSIMA NOVITÀ: entro l’estate, l’ampia gamma di novità introdotte dal “Decreto Rilancio” in risposta alla crisi post-Covid19 verrà integrata dall’estensione dell’operatività dei finanziamenti anche a progetti intra UE e dall’ampliamento delle spese e della tipologia di imprese finanziabili.
    NUOVI IMPORTI: ecco, strumento per strumento, i nuovi importi che da oggi le imprese possono richiedere a SIMEST.
    PATRIMONIALIZZAZIONE: raddoppia da 400 mila a 800 mila euro il tetto di questo finanziamento dedicato alle imprese che esportano e che, rispetto agli altri, non ha una destinazione d’uso specifico. Lo strumento si trasforma quindi in una vera e propria iniezione di liquidità a medio-lungo termine (6 anni di cui 2 di pre-ammortamento).
    INSERIMENTO MERCATI ESTERI:4 milioni di euro, rispetto ai precedenti 2,5 milioni, sono l’importo massimo che SIMEST può concedere alle aziende relativamente alle spese di apertura di un negozio, corner, show room, ufficio o centro assistenza post vendita all’estero.
    STUDI DI FATTIBILITÀ: questo strumento, che copre fino al 100% le spese connesse alla redazione di studi di fattibilità collegati a investimenti produttivi o commerciali all’estero, vede l’importo massimo salire da 150 mila a 200 mila euro per studi collegati a investimenti commerciali, e da 300 mila a 350 mila euro per studi collegati a investimenti produttivi.
    E-COMMERCE: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico possono accedere ad un finanziamento che sale da 300mila a 450 mila euro per la realizzazione di una propria piattaforma on-line e da 200 mila a 300 mila euro per l’adesione ad un marketplace fornito da soggetti terzi.
    FIERE, MOSTRE E MISSIONI DI SISTEMA: sale da 100 a 150 mila euro il massimale per coprire fino al 100% le spese preventivate per area espositiva, logistiche, promozionali e per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre internazionali, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria.
    DOMANDE:a sportello

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA' CON PROCEDURA URGENTE: fino a € 800.000 e fino a 5.000.000 a imprese sane. Fuori dal circuito bancario tradizionale, senza garanzie, istruttoria ed esito in pochi giorni. Pre fattibilità gratuita.

    PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA FINO A 800.000 E 5.000.000FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA' CON PROCEDURA URGENTE: fino a € 800.000 e fino a 5.000.000 a imprese sane. Fuori dal circuito bancario tradizionale, senza garanzie, istruttoria ed esito in pochi giorni. Pre fattibilità gratuita.
    BENEFICIARI: società di capitali (Srl o Spa), società di persone (Snc o Sas), con almeno 100.000 di fatturato e almeno 2 bilanci depositati o almeno 2 dichiarazioni dei redditi presentate per le Snc e le Sas.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: 6 anni con 1 anno di pre ammortamento (si inizia a pagare le rate di rimborso a partire dal secondo anno).
    TERRITORIALITA': sono ammesse le imprese con sede in tutte le regioni.
    DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO: non è richieste nessun vincolo di desinazione.
    Il finanziamento può essere usato per qualsiasi finalità, per esempio per ripristinare la liquidità, per acquisto scorte, marketing, pubblicità dipendenti, spese di esercizio, oneri di gestione vari, o per dare il via ad un nuovo progetto.
    MASSIMALE FINAZIAMENTO: - Fino a 800.000 per imprese con fatturato fino a € 3.200.000;
    - Fino a 5 milioni per imprese con fatturato superiore a € 3.200.000.
    PROCEDURA: COMPLETAMENTE ON LINE.
    ENTE ISTRUTTORE: il prodotto finanziario è erogato direttamente da un primario operatore finanziario nazionale, di rilevanza europea, controllato e autorizzato dalla Banca D'Italia, che eseguirà l'istruttoria formale e in caso di approvazione erogherà direttamente il finanziamento, senza intervento delle Banche.
    TEMPI D'ISTRUTTORIA:  10 giorni circa;
    TASSI: di tipologia bancaria ordinaria, variabili in base al rating del richiedente.
    GARANZIE RICHIESTE: nessuna, con accesso diretto al Fondo Centrale di Garanzia.
    AGEVOLAZIONE: concessione della garanzia gratuita del Fondo Centrale di Garanzia, senza nessuna richiesta di intervento di un confidi.
    REQUISITI: bilanci sani e assenza di segnalazioni negative.
    DOMANDE: a sportello.
    PRE FATTIBILITA' GRATUITA': per una prefattibilità gratuita clicca quì.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • BREVETTI, MARCHI+3: dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del proprio marchio nazionale a livello comunitario ed internazionale.

    MISE BREVETTI MARCHI E DISEGNI 2020BREVETTI, MARCHI+3dal 30 settembre 2020 riapre il bando MARCHI+3. Contributi alle imprese perl’estensione del proprio marchio nazionale a livello comunitario ed internazionale.
    MARCHI+3: supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero attraverso alcune misure agevolative che mirano a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle imprese. 
    LINEE DI INTERVENTO: Il bando Marchi+3 prevede due linee di intervento:
    MISURA A- Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.
    MISURA BAgevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.
    DOMANDE: Le domande potranno essere presentate dal: 30 settembre fino ad esaurimento fondi.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • LAZIO: 30 MILIONI IN 4 AVVISI PUBBLICI PER LA RICERCA E L’INNOVAZIONE

    LAZIO RICERCA E INNOVAZIONELAZIO: 30 milioni in 4 avvisi pubblici per la ricerca e l’innovazione.
    OBIETTIVO: contrastare gli effetti provocati dal coronavirus e integrare le eccellenze dell’università e del mondo della ricerca del Lazio con l’economia del territorio.
    QUATTRO BANDI REGIONALI: per complessivi 30 milioni di euro per ricerca, innovazione e start-up, al fine di contrastare le conseguenze dell’emergenza Covid-19 e, nel contempo, di orientare il modello di sviluppo del Lazio ancor più nettamente verso l’innovazione, il trasferimento tecnologico e la sostenibilità. 
    FINALITÀ: lo scopo dei quattro bandi è duplice, da una parte si vuole sostenere il mondo della ricerca, aiutandone l’integrazione con la realtà delle imprese e permettendo la diffusione di nuovi procedimenti e prodotti in modo da portare l’innovazione fino al livello dei consumatori, rendendola percepibile e fruibile da tutti, dall’altra invece si vuole rafforzare la lotta contro la diffusione del coronavirus, in modo da contribuire a contrastarne il più rapidamente possibile gli effetti.
    QUESTO IL DETTAGLIO DEI QUATTRO AVVISI:
    1) “PROGETTI DI GRUPPI DI RICERCA 2020”:  è destinato a Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza (università e centri di ricerca) con sede nel Lazio che presentino progetti singolarmente o in aggregazione tra loro, ha una dotazione da 20 milioni di euro (fondi Por-Fesr 2014-2020 e fondi regionali) e come scopo la realizzazione di programmi di ricerca e sviluppo di potenziale interesse delle imprese del Lazio nel quadro della Smart SpecialisationStrategy (S3) regionale, valorizzando l’eccellenza del capitale umano rappresentato dai ricercatori del Lazio. Ciascun progetto sarà finanziato al 100%, per un importo massimo di 150mila euro. Obiettivo finale: arrivare a finanziare fino a 140 gruppi di ricerca, per un totale di oltre 560 ricercatori laziali beneficiati. Il formulario per la partecipazione al bando si potrà compilare in modalità telematica a partire dal 30 settembre.
    2) “EMERGENZA CORONAVIRUS E OLTRE”: ha una dotazione di 3 milioni di euro (fondi regionali) ed è pensato per finanziare progetti, presentati in partnership da Organismi di ricerca (Odr) e imprese, che possano portare sul mercato (entro 6 mesi al massimo) sia soluzioni per il contrasto al Covid-19 (medicinali, trattamenti, dispositivi medici, attrezzature ospedaliere e mediche, strumenti per la raccolta e/o il trattamento dei dati per il monitoraggio della diffusione del virus ecc.), sia strumentazioni, dispositivi, sistemi e applicazioni in un‘ottica di welfare innovativo (cura dei contagiati a domicilio tramite teleassistenza, telemonitoraggio, robotica dispositivi per lo svolgimento delle attività lavorative a distanza o sul posto di lavoro in condizioni di sicurezza, dispositivi per la protezione individuale da Covid-19 e per il distanziamento sociale ecc.). Il contributo concedibile a un singolo progetto non potrà essere inferiore a 150mila euro né superiore a 350mila. Il formulario per la partecipazione al bando si potrà compilare in modalità telematica a partire dal 7 settembre.
    3) “DOTTORATI INDUSTRIALI”:è finanziato con 3 milioni di euro (fondi Por-Fse 2014-2020), ed è stato pensato per promuovere e ampliare la collaborazione tra il sistema della ricerca e dell’innovazione regionale e le imprese del Lazio. L’obiettivo è utilizzare le risorse regionali per cofinanziare circa 50 dottorati industriali ad alto contenuto innovativo promossi dalle partnership tra università (statali e private), Pmi e grandi imprese ed enti pubblici. I progetti di ricerca, della durata di 3 anni, devono essere coerenti con la S3 regionale. Scopo ultimo è valorizzare i giovani laureati delle università del Lazio, al fine di creare e facilitare i rapporti di collaborazione tra università e imprese, innovare il modello produttivo laziale investendo in ricerca e sviluppo e favorire l’inserimento nelle imprese laziali di giovani altamente qualificati. Il bando verrà pubblicato nel mese di settembre.
    4) “PRE-SEED”, si tratta di un bando già aperto che è stato rifinanziato con una nuova iniezione di risorse pari a 4 milioni di euro (fondi Por-Fesr 2014-2020), il che porta lo stanziamento totale a 8 milioni, e al quale è stata inserita una riserva di 1 milione di euro per progetti finalizzati alla gestione dell’emergenza Covid-19 e dei suoi impatti economici e sociali. Si tratta di un bando con cui la Regione intende finanziare con contributi a fondo perduto due tipologie di progetti: da una parte, con interventi fino a 30.000 euro sostiene la creazione e la fase avviamento di start up innovative, al fine di renderle interessanti per il mercato del capitale di rischio; dall’altra, al fine di rafforzare il legame tra il mondo della ricerca e le imprese, si promuove la nascita di spin-off della ricerca con interventi fino a 100.000 euro. Il bando è aperto in modalità telematica.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SIMEST (Gruppo CDP): salgono i massimali dei Finanziamenti agevolati per rendere più competitive le imprese italiane all’estero

    SACE SIMEST INTERNAZIONALIZZAZIONE 2020SIMEST (GRUPPO CDP): salgono, e in qualche caso raddoppiano, i nuovi importi massimi dei Finanziamenti per l’internazionalizzazione che SIMEST (società che, con SACE, costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti) eroga su risorse pubbliche gestite per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.
    NUOVI IMPORTI MASSIMI: nuovi importi massimi consentiranno alle aziende di beneficiare di maggiore liquidità per i propri investimenti oltreconfine, sia in termini assoluti che in proporzione ai propri limiti dimensionali (fatturato o patrimonio netto a seconda dello strumento), rendendo, di fatto, i finanziamenti agevolati più allettanti anche per le MidCap e le grandi imprese.
    ALTRE NOVITÀ: quest’ultima misura va ad aggiungersi alle altre due novità già operative da metà giugno, che vedono per tutto il 2020 le aziende richiedenti esentate dall’obbligo di prestazione di garanzie per accedere al finanziamento ed abilitate a ricevere fino al 40% della somma richiesta a fondo perduto (per un massimo a fondo perduto di 100mila euro), con la restante parte da restituire a media-lunga scadenza e a tasso agevolato (pari a luglio allo 0,085% annuo).
    PROSSIMA NOVITÀ: entro l’estate, l’ampia gamma di novità introdotte dal “Decreto Rilancio” in risposta alla crisi post-Covid19 verrà integrata dall’estensione dell’operatività dei finanziamenti anche a progetti intra UE e dall’ampliamento delle spese e della tipologia di imprese finanziabili.
    NUOVI IMPORTI: ecco, strumento per strumento, i nuovi importi che da oggi le imprese possonorichiedere a SIMEST:
    PATRIMONIALIZZAZIONE: raddoppia da 400 mila a 800 mila euro il tetto di questo finanziamento dedicato alle imprese che esportano e che, rispetto agli altri, non ha una destinazione d’uso specifico. Lo strumento si trasforma quindi in una vera e propria iniezione di liquidità a medio-lungo termine (6 anni di cui 2 di pre-ammortamento).
    INSERIMENTO MERCATI ESTERI:4 milioni di euro, rispetto ai precedenti 2,5 milioni, sono l’importo massimo che SIMEST può concedere alle aziende relativamente alle spese di apertura di un negozio, corner, show room, ufficio o centro assistenza post vendita all’estero.
    STUDI DI FATTIBILITÀ: questo strumento, che copre fino al 100% le spese connesse alla redazione di studi di fattibilità collegati a investimenti produttivi o commerciali all’estero, vede l’importo massimo salire da 150 mila a 200 mila euro per studi collegati a investimenti commerciali, e da 300 mila a 350 mila euro per studi collegati a investimenti produttivi.
    E-COMMERCE: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico possono accedere ad un finanziamento che sale da 300mila a 450 mila euro per la realizzazione di una propria piattaforma on-line e da 200 mila a 300 mila euro per l’adesione ad un marketplace fornito da soggetti terzi.
    FIERE, MOSTRE E MISSIONI DI SISTEMA: sale da 100 a 150 mila euro il massimale per coprire fino al 100% le spese preventivate per area espositiva, logistiche, promozionali e per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre internazionali, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria.
    DOMANDE:a sportello

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • PUGLIA: ATTIVO L'AVVISO "INNOPROCESS": Supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle MPMI per commercio elettronico, cloud computing, manifattura digitale e sicurezza informatica'' . Contributo 50%. Domande fino ad esaurimento fondi.

    PUGLIA INNOPROCESS 2020PUGLIA: attivo l'avviso "INNOPROCESS".
    INNOPROCESS: si tratta di un bando a supporto di soluzioni ICT nei processi produttivi delle MPMI per commercio elettronico, cloud computing, manifattura digitale e sicurezza informatica''.
    BENEFICIARI: Micro Piccole e Medie Imprese (MPMI), in forma singola o associata, in Consorzio, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Reti- soggetto) o Reti senza personalità giuridica ( Reti-contratto).
    PROGETTI AMMESSI: progetti finalizzati allo sviluppo e rafforzamento tecnologico delle MPMI pugliesi attraverso l'acquisizione dei seguenti Servizi per l'innovazione dei processi e dell'organizzazione:
    1. Servizi a supporto dei processi produttivi basati su tecnologie e dispositivi comunicanti autonomamente fra di loro;
    2. Servizi a supporto dell'innovazione dei processi di gestione aziendale;
    3. Servizi a supporto dell'innovazione dei processi di fornitura e distribuzione;
    4. Servizi per lo sviluppo e adozione di soluzioni e-commerce;
    5. Servizi di supporto al cambiamento organizzativo;
    6. Supporto all'implementazione di sistemi di gestione per la sicurezza delle informazioni;
    7. Servizi di supporto ai processi di certificazione aziendale.
    SPESE AMMISSIBILIa) Le spese di personale; b) I costi relativi a strumentazione ed attrezzature; c) I costi della ricerca contrattuale, delle competenze e dei brevetti acquisiti e ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato; d) Le spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto; e) I costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa dei brevetti e di altri attivi materiali; f) I costi per i servizi di consulenza a sostegno dell’innovazione.
    INVESTIMENTO AMMESSO: importi variabili per tipologia di spesa, € minimo 10/15.000, massimo € 100.000, massimo per raggruppamenti € 140.000.
    COSTO MASSIMO: per singolo progetto € 270.000; per raggruppamenti € 400.000.
    CONTRIBUTO: a fondo perduto del 50%.
    DOMANDE fino ad esaurimento fondi.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • FINANZIAMENTI RAPIDI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti da € 50.000 fino a 5 milioni, a imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da Fondi di Investimento privati a imprese che vogliono crescere. Per qualsiasi finalità. (2)

    FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTOFINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti diretti alle imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da parte di Fondi di Investimento privati concessi a imprese sane, che vogliono crescere. Qualsiasi finalità di sviluppo, da € 50.000 a € 5.000.000 in pochi giorni senza garanzie  personali. Chiedi informazioni>>>.
    CANALE NON BANCARIO
    : si tratta della possibilità di ricevere finanziamenti tramite un canale alternativo al tradizionale canale bancario, da parte di privati e Fondi di investimento Istituzionali sulla base di un canale internazionale che mette in comunicazione in tempo reale e in modalità dinamica le imprese richiedenti e gli investitori.
    TEMPI RAPIDI: pre-valutazione in 48 ore, istruttoria ed erogazione diretta in 1/2 settimane.
    BENEFICIARI: aziende sane di tutti i settori.
    REQUISITI: solo società di capitali (Srl o Spa) con almeno 2 bilanci depositati, o società di persone (Snc o Sas) con almeno due dichiarazioni fiscali presentate, e con fatturato minimo di € 100.000;
    GARANZIE RICHIESTE: nessuna garanzia personale. Nessuna assicurazione.
    PROGETTI FINANZIABILI: sia liquidità che tutte le tipologia di progetti di sviluppo e di crescita dell'impresa, ad esempio ampliamenti, investimenti, lavori di ristrutturazione, acquisizione di una nuova azienda, finanziamento di beni materiali o immateriali,  acquisto scorte, sviluppo commerciale, dipendenti, marketing, ecc….
    IMPORTO FINANZIAMENTO: da € 50.000 a € 5.000.000 con erogazione diretta in 15 giorni giorni senza intervento del sistema bancario.
    CHI SONO GLI INVESTITORI: prestatori privati accreditati, Fondi di investimento privati, investitori istituzionali che investono automaticamente su tutti i progetti una volta approvati attraverso un fondo di investimento. Questa forma mista di investimento garantisce il finanziamento al 100% di tutti i progetti approvati.
    TASSI E COMMISSIONI: sono variabili in base al rating dell'impresa e applicabili previa proposta economica dopo l'analisi del rischio. Non si tratta di tassi agevolati ma operazioni effettuate a condizioni di mercato, quotate in base al rating.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: fino a 5/7 anni, preammortamento 1/2 anni.
    VERIFICA ON LINE DEL POSSESSO DEI REQUISITI: con pochi click puoi verificare subito se possiedi i requisiti e ricevere una pre-fattibilità del tutto gratuitamente e senza nessun impegno. 

    VERIFICA ORA DEI REQUISITI 400

     

     

     

  • NUOVE IMPRESE INNOVATIVE: con l’approvazione definitiva del Decreto Rilancio sono stati rafforzati gli incentivi Smart&Start Italia. Domande a sportello.

    SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2020SMART & START ITALIA 2020:  con l’approvazione definitiva del Decreto Rilancio in Senato sono state introdotte o confermate alcune importanti novità che riguardano gli incentivi Smart&Start Italia. 
    DECRETO RILANCIO: Confermato il rifinanziamento di Smart&Start Italia con 100 milioni di euro per il 2020 (art. 38) con l’obiettivo di sostenere le startup innovative in tutta Italia.
    Confermata anche l'estensione del contributo a fondo perduto, pari al 30% del mutuo, per le startup innovative del Cratere sismico Centro Italia: le agevolazioni già previste per le startup innovative del cratere sismico aquilano ora sono applicabili anche alle startup innovative nei comuni delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dai terremoti del 2016 e 2017.
    NOVITA' 2020: le principali novità introdotte riguardano la semplificazione dei criteri di valutazione e di rendicontazione, l’introduzione di nuove premialità, l’incremento del finanziamento agevolato fino al 90%, un fondo perduto fino al 30% per le imprese del Sud e un periodo di ammortamento fino a 10 anni.
    TERRITORIALITA': le agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale.
    LA BUSINESS IDEA: dovrà avere caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca.
    L’AGEVOLAZIONE: consiste in un mutuo senza interessi per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto proposto. 
    Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili; l’importo del finanziamento è elevabile al 90% nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.
    DURATA: Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.
    BENEFICIARI: start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
    Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 60 mesi. Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • Pubblicato il Decreto per contributi per progetti di Ricerca e Sviluppo per l'Economia Circolare. Agevolazioni alle imprese per la riconversione dei processi produttivi. A breve l'apertura dei termini per la presentazione delle Domande

    economia circolare agevolazioni per progetti di ricerca e sviluppoECONOMIA CIRCOLARE: agevolazioni alle imprese per progetti di ricerca e sviluppo per la riconversione dei processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare.
    FINALITÀ: favorire la transizione delle attività economiche verso un modello di economia circolare, finalizzata alla riconversione produttiva del tessuto industriale.
    BENEFICIARI: le imprese ed i centri di ricerca che soddisfano le seguenti caratteristiche: a) essere iscritte nel Registro delle imprese; b) operare in via prevalente nel settore manifatturiero, comprese le imprese artigiane di produzione di beni, ovvero in quello dei servizi diretti alle imprese manifatturiere; c) aver approvato e depositato almeno due bilanci.
    REQUISITI DEI PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO: i progetti di ricerca e sviluppo devono:
    A) TERRITORIALITA: essere realizzati nell'ambito di una o piu' unita' locali ubicate nel territorio nazionale;
    B) MINIMO E MASSIMO: prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a euro 500 mila e non superiori a euro 2 milioni;
    C) DURATA: avere una durata non inferiore a dodici mesi e non superiore a trentasei mesi;
    D) ATTIVITà PREVISTE:  i progetti devono prevedere attivita' di ricerca e sviluppo, strettamente connesse tra di loro in relazione all'obiettivo previsto dal progetto, finalizzate alla riconversione produttiva delle attivita' economiche attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti.
    AGEVOLAZIONI: le agevolazioni  sono concesse secondo le seguenti modalita':
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO: per una percentuale nominale delle spese e dei costi ammissibili pari al 50 per cento;
    CONTRIBUTO DIRETTO ALLA SPESA: fino al 20 per cento delle spese e dei costi ammissibili.
    DOMANDE: a Sportello. A breve l'apertura dei termini per la presentazione delle Domande.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • Decreto Rilancio: rafforzati gli incentivi Resto al Sud, aumenta il fondo perduto e il finanziamento massimo. Domande a sportello.

    RESTO AL SUD INVITALIA 300

    Decreto Rilancio: con l’approvazione definitiva del Decreto Rilancio in Senato sono state introdotte o confermate alcune importanti novità che riguardano gli incentivi Resto al Sud e Smart&Start Italia. 
    RESTO AL SUD:  aumenta il fondo perduto e il finanziamento massimo, confermato il contributo liquidità, inoltre migliorano  le condizioni di accesso alle agevolazioni per chi presenta la domanda a partire dal 19 luglio 2020.
    In particolare per le iniziative svolte in forma individuale: il finanziamento massimo passa da 50.000 a 60.000 euro (art. 245 bis):
    PER TUTTE LE INIZIATIVE: 
    - il contributo a fondo perduto passa dal 35% al 50% delle spese ammissibili;
    - il finanziamento bancario garantito dal Fondo di Garanzia per le Pmi passa dal 65% al 50%.
    ULTERIORE CONTRIBUTO: è stato confermato (art. 245) che le imprese finanziate con Resto al Sud possono ottenere, al completamento del loro progetto, un ulteriore contributo a fondo perduto:
    - 15.000 euro per le ditte individuali e le attività professionali svolte in forma individuale;
    - 10.000 euro per ciascun socio, fino a un massimo di 40.000 euro, per le società:
    Si tratta del contributo per salvaguardare la continuità aziendale e favorire il rilancio delle imprese di Resto al Sud, previsto a copertura del fabbisogno di circolante, pari a 15.000 euro per le attività svolte in forma individuale e fino a un massimo di 40.000 euro (10.000 euro per ogni socio) per quelle esercitate in forma societaria.
    Sarà possibile fruire del contributo a condizione di aver completato il programma di spesa ammesso alle agevolazioni e di essere in regola con il pagamento delle rate relative al finanziamento bancario e con gli adempimenti previsti dalla normativa.
    RESTO AL SUD NUOVE IMPRESE si tratta dell’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e anche negli oltre cento comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    RESTO AL SUD IMPRESE GIA' ATTIVE COSTITUITE DOPO IL 21 GIUGNO 2017:in aggiunta ai progetti di start up d’impresa, finanzia anche programmi di spesa volti a consolidare, diversificare, migliorare i processi produttivi di imprese già attive: unica condizione, che siano state costituite dopo il 21 giugno 2017.
    LIBERI PROFESSIONISTI: dal 8 dicembre 2019 possono presentare le domande anche i liberi professionisti.
    ETA' MASSIMA: fino a 46 anni non compiuti. Le agevolazioni sono valide anche per chi era under 46 al 1 gennaio 2019.
    BENEFICIARI: anche i liberi professionisti, oltre agli aspiranti imprenditori e alle imprese  individuali e societa', ivi incluse le societa' cooperative, già costituite o ancora da costituire.
    REGIONI INTERESSATE: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e i comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    FINALITA': promuovere la costituzione  e l'avvio di  nuove  imprese  nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, e nei Comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche, da parte di giovani imprenditori con età compresa da 18 a 46 anni.
    RESIDENZA: i beneficiari della misura, se non residenti in una delle regioni ammesse, devono trasferire  la residenza nelle regioni ammissibili entro 60 giorni dalla data di comunicazione della concessione dell'agevolazione (entro 120 giorni se residenti all'estero). Le imprese e le societa' devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in una delle regioni ammissibili.
    AGEVOLAZIONE MASSIMA: fino a 200.000 € di cui 35% a fondo perduto + 65% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni, con 2 anni di pre-ammortamento.
    SETTORI AMMESSI: sono  finanziate  le  attivita'  imprenditoriali  relative   a produzione di beni nei  settori dell'artigianato, dell'industria, delle produzioni agroalimentari, della pesca, dell'acquacoltura, e le attività rivolte alla  fornitura di servizi, compresi i servizi turistici. Infine sono finanziate le attivita' facenti capo ai professionisti.
    DOMANDE: La domanda si presenta esclusivamente online. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • Pubblicato il nuovo bando Macchinari Innovativi per investimenti innovativi di PMI, professionisti e reti d’impresa nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Contributo fino al 75% delle spese. Domande dal 23 luglio 2020.

    MACCHINARI INNOVATIVI BANDO 2020BANDO MACCHINARI INNOVATIVI: il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il decreto che definisce i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione previste dal nuovo bando “Macchinari innovativi”, che ha l’obiettivo di favorire investimenti di PMI e reti d’impresa nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
    BENEFICIARIle micro, piccole e medie imprese (PMI); i liberi professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali; le imprese fino a un massimo di sei soggetti co-proponenti che aderiscono ad un contratto di rete.
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: le agevolazioni sono concessenella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, per una percentuale nominale calcolata rispetto alle spese ammissibili pari al 75 %. 
    MIX DI AGEVOLAZIONI: il mix di agevolazioni è articolato in relazione alla dimensione dell’impresa come segue: per le imprese di micro e piccola dimensione, un contributo in conto impianti pari al 35% e un finanziamento agevolato pari al 40%; per le imprese di media dimensione, un contributo in conto impianti pari al 25% e un finanziamento agevolato pari al 50%.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO: il finanziamento agevolato, senza garanzie, ha la durata di 7 anni a decorrere dalla data di erogazione dell’ultima quota a saldo delle agevolazioni.
    DOMANDE PRIMO SPORTELLO: le domande relative al primo sportello, valutate e gestite da Invitalia, potranno essere compilate a partire dalle ore 10.00 del 23 luglio 2020 mentre l’invio sarà possibile a partire dalle ore 10.00 del 30 luglio 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SMART & START ITALIA: al via il nuovo Smart & Start 2020. Ecco la nuova disciplina agevolativa per le start up innovative. Finanziamento fino a 1.500.000, a tasso zero. Durata 10 anni, fino al 90% e contributo fino al 30%. Domande a sportello.

    SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2020SMART & START ITALIA 2020:  al via la nuova disciplina per le nuove imprese innovative.
    NOVITA' 2020: le principali novità introdotte riguardano la semplificazione dei criteri di valutazione e di rendicontazione, l’introduzione di nuove premialità, l’incremento del finanziamento agevolato fino al 90%, un fondo perduto fino al 30% per le imprese del Sud e un periodo di ammortamento fino a 10 anni.
    TERRITORIALITA': le agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale.
    LA BUSINESS IDEA: dovrà avere caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca.
    L’AGEVOLAZIONE: consiste in un mutuo senza interessi per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto proposto. 
    Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili; l’importo del finanziamento è elevabile al 90% nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.
    DURATA: Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.
    BENEFICIARI: start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
    Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 60 mesi. Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO: pubblicati i dati aggiornati di giugno 2020. Finanziamenti nazionali a tasso zero per i giovani e le donne che vogliono avviare una nuova impresa e per le imprese già esistenti da meno di 12 mesi. Finanziamento fino al 90%. (2)

    iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2020NUOVE IMPRESE A TASSO ZEROpubblicati i dati aggiornati di giugno 2020.
    In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto con le nuove disposizioni dei finanziamenti nazionali a tasso zero per i giovani e le donne che vogliono avviare una nuova impresa e per le imprese già esistenti. Finanziamento fino al 90%. 
    PRINCIPALI MODIFICHE PER IL 2020: 
    A) ampliamento dei beneficiari anche alle imprese già costituite fino a 5 anni; 
    B) aumento fino al 90% della quota di finanzaimento a tasso zero per le imprese già costituite da almeno 36 mesi; 
    C) diminuzione della quota di capitale proprio al 10%;
    D) aumento della durata del mutuo da 8 a 10 anni;
    E) aumento del limite massimo delle spese ammissibili al finanziamento fino a 3 milioni per le imprese già costituite da almeno 3 anni; 
    F) sono considerati ora ammissibili anche i costi iniziali di gestione fino al 20% del totale dell'investimento.
    DISCIPLINA ATTUALE NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO
    Si tratta dell'incentivo nazionali per giovani e donne che vogliono avviare una nuova impresa che prevede un finanziamento a tasso zero fino al 75%  per progetti fino a 1.500.000, ubicati in tutta Italia.
    LE AGEVOLAZIONI ATTUALI: consistono in un finanziamento agevolato senza interessi (tasso zero) della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali.
    CAPITALE PROPRIO: al momento le imprese devono garantire la restante copertura finanziaria  con il 25% residuo di mezzi propri che può essere garantito con capitali propri o mediante finanziamenti bancari.
    REALIZZAZIONE DELL'INVESTIMENTO: entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.
    BENEFICIARI:  i beneficiari sono i giovani tra i 18 e i 35 anni le donne di qualsiasi età, che possono ottenere finanziamenti a tasso zero per l'avvio di una micro impresa e il 25% residuo può essere garantito con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.
    Al momento possono presentare la domanda per i finanziamenti a tasso zero sia le imprese già costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda che le imprese non ancora costituite, cioè le persone fisiche pronte a costituire la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.
    SETTORI AMMESSI: sono ammessi i progetti di impresa del costo massimo di 1.500.000 milioni di euro negli ambiti produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli, fornitura di servizi alle imprese e alle persone, commercio di beni e servizi, turismo, attività riconducibili a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti la filiera turistico-culturale e l’innovazione sociale.
    TERRITORI AMMESSI: tutto il territorio nazionale.
    DOMANDE: procedura aperta, domande a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • Decreto Liquidità: approvate dall'unione europea le nuove regole per i finanziamenti di liquidità alle imprese. Dal 19 giugno pienamente operative operative tutte le modifiche per i finanziamenti a favore delle imprese.

    LEGGE LIQUIDITA

    LEGGE LIQUIDITA': dal 19 giugno diventano pienamente operative le novità per le imprese approvate con la conversione in Legge del Decreto Liquidità.
    DECORRENZA DELLE MODIFICHE: le modifiche introdotte saranno applicate alle richieste di ammissione all’intervento del Fondo presentate a partire dal 19 giugno 2020. 
    FINANZIAMENTO DA 25.000 A 30.000: aumenta da 25.000 a 30.000 € la soglia dei prestiti con garanzia statale al 100%.
    MASSIMALE: l'importo massimo del finanziamento è pari al 25% del fatturato oppure il doppio della spesa salariale del 2019.
    Per le imprese costituite dopo il 31 dicembre 2018 il massimale del finanziamento è determinato in base al doppio della spese per il personale previsti per i primi 2 anni di attività.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: la durata dei finanziamenti fino a € 30.000 aumenta da 6 a 10 anni.
    FINANZIAMENTI FINO A € 800.000: la durata per i finaziamenti fino a 800.000 aumenta da 6 fino a 30 anni. La garanzia statale scende al 80% + 20% la possibile garanzia Confirdi.
    AUTOCERTIFICAZIONE: sarà possibile presentare un'autocertificazione che sostituirà l'istruttoria bancaria, anche per importi superiori a € 25.000, da parte delle imprese che hanno avuto problemi danni a causa dell'emergenza Covid e comprese le imprese che in passato abbiano avuto problemi con pagamenti di rate di mutui.
    PRINCIPALI TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO A VALERE SUL DECRETO LIQUIDITA':
    FINANZIAMENTO FINO A € 30.000: con garanzia al 100% del Fondo Centrale di Garanzia.
    FINANZIAMENTO FINO A € 800.000: con garanzia al 80% del Fondo Centrale di Garanzia e 20% di un Confidi per imprese con fatturato fino a € 3.200.000.
    FINANZIAMENTO FINO A € 5 MILIONI: con garanzia al 80% del Fondo Centrale di Garanzia. Il finanziamento fino a 5 milioni di euro è rivolto a PMI con fatturato superiore a 3,2 mln.
    DOMANDE: fino ad esaurimento fondi e entro il 31 dicembre 2020. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • BASILICATA, CALABRIA, CAMPANIA, PUGLIA E SICILIA: CULTURA CREA, mille domande presentate. Agevolazioni e contributi alle imprese culturali e creative. Domande a sportello, misura aperta.

    CULTURA CREA 2019 300CULTURA CREA: è l'incentivo che sostiene la nascita e la crescita di iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell'industria culturale, creativa e turistica, che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
    FINALITA': sostenere la filiera culturale e creativa delle regioni interessate e consolidare i settori produttivi collegati, rafforzando la competitività delle micro, piccole e medie imprese.
    AMBITI DI INTERVENTO: sono previste tre linee di interventi:
    1) STARTUPper la nascita di nuove imprese di micro, piccola e media dimensione della filiera culturale e creativa. 
    2) 
    IMPRESE CONSOLIDATE: per la crescita e l'integrazione delle micro, piccole e medie imprese della filiera culturale, creativa, dello spettacolo e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici.
    3) IMPRESE SOCIALI: per sostenere i soggetti del terzo settore nelle attività collegate alla gestione di beni, servizi e attività culturali, favorendo forme di integrazione.
    AGEVOLAZIONI: finanziamento agevolato a tasso zero e contributo a fondo perduto sulle spese ammesse, con una premialità aggiuntiva per giovani, donne e imprese con rating di legalità.Gli incentivi, concessi nell’ambito del regolamento de minimis, possono coprire fino all’80% delle spese totali, elevabili al 90% in caso di premialità.
    DOMANDE: misura aperta domande a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • BREVETTI: dal 15 giugno via alle domande per ottenere gli incentivi di “Voucher 3i”

    VOUCHER 3I START UP INNOVATIVEVOUCHER 3I INVESTIRE IN INNOVAZIONE: si tratta del bando che mira a sostenere la competitività delle start up innovative finanziando i servizi di consulenza necessari a valorizzare e tutelare, in Italia e all’estero, i processi tecnologici attraverso la brevettabilità dell'invenzione.
    CONDIZIONI: per avere diritto al Voucher, i servizi di consulenza dovranno essere forniti da consulenti in proprietà industriale o avvocati, iscritti in appositi elenchi predisposti rispettivamente dall’Ordine dei consulenti in proprietà industriale e dal Consiglio nazionale forense.
    SERVIZI ACQUISIBILI CON IL VOUCHER: 1) la realizzazione di ricerche di anteriorità preventive e la verifica della brevettabilità dell'invenzione; 2) la stesura della domanda di brevetto e il suo deposito presso l'Ufficio italiano brevetti e marchi; 3) il deposito all'estero di una domanda nazionale di brevetto.
    CONTRIBUTO- ENTITÀ DEL VOUCHER: 
    A) servizi di consulenza relativi alla verifica della brevettabilità dell'invenzione e all'effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive: euro 2.000,00 + IVA;
    B) servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l'Ufficio italiano brevetti e marchi: euro 4.000,00 + IVA;
    C) servizi di consulenza relativi al deposito all'estero della domanda nazionale di brevetto: euro 6.000,00 + IVA.
    DOMANDE:dal 15 giugno 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • RESTO AL SUD RILANCIA: approvato un ulteriore contributo a fondo perduto fino a € 40.000 per le nuove imprese con il Decreto Rilancio.

    RESTO AL SUD INVITALIA 300

    RESTO AL SUD, ULTERIORE CONTRIBUTO: è  stato approvato un ulteriore contributo a fondo perduto fino a € 40.000 per le nuove imprese con il "Decreto Rilancio", D.L. 19 maggio 2020 n. 34, art. 245.
    DECRETO RILANCIO: per salvaguardare la continuità aziendale e favorire il rilancio delle imprese di Resto al Sud  è stato previsto a favore delle stesse un ulteriore contributo a fondo perduto, a copertura del fabbisogno di circolante, pari a 15.000 euro per le attività svolte in forma individuale e fino a un massimo di 40.000 euro (10.000 euro per ogni socio) per quelle esercitate in forma societaria.
    CONTRIBUTO: sarà possibile fruire del contributo a condizione di aver completato il programma di spesa ammesso alle agevolazioni e di essere in regola con il pagamento delle rate relative al finanziamento bancario e con gli adempimenti previsti dalla normativa.
    RESTO AL SUD NUOVE IMPRESE si tratta dell’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e anche negli oltre cento comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    RESTO AL SUD IMPRESE GIA' ATTIVE COSTITUITE DOPO IL 21 GIUGNO 2017:in aggiunta ai progetti di start up d’impresa, finanzia anche programmi di spesa volti a consolidare, diversificare, migliorare i processi produttivi di imprese già attive: unica condizione, che siano state costituite dopo il 21 giugno 2017.
    LIBERI PROFESSIONISTI: dal 8 dicembre 2019 possono presentare le domande anche i liberi professionisti.
    ETA' MASSIMA: fino a 46 anni non compiuti. Le agevolazioni sono valide anche per chi era under 46 al 1 gennaio 2019.
    BENEFICIARI: anche i liberi professionisti, oltre agli aspiranti imprenditori e alle imprese  individuali e societa', ivi incluse le societa' cooperative, già costituite o ancora da costituire.
    REGIONI INTERESSATE: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e i comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    FINALITA': promuovere la costituzione  e l'avvio di  nuove  imprese  nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, e nei Comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche, da parte di giovani imprenditori con età compresa da 18 a 46 anni.
    RESIDENZA: i beneficiari della misura, se non residenti in una delle regioni ammesse, devono trasferire  la residenza nelle regioni ammissibili entro 60 giorni dalla data di comunicazione della concessione dell'agevolazione (entro 120 giorni se residenti all'estero). Le imprese e le societa' devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in una delle regioni ammissibili.
    AGEVOLAZIONE MASSIMA: fino a 200.000 € di cui 35% a fondo perduto + 65% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni, con 2 anni di pre-ammortamento.
    SETTORI AMMESSI: sono  finanziate  le  attivita'  imprenditoriali  relative   a produzione di beni nei  settori dell'artigianato, dell'industria, delle produzioni agroalimentari, della pesca, dell'acquacoltura, e le attività rivolte alla  fornitura di servizi, compresi i servizi turistici. Infine sono finanziate le attivita' facenti capo ai professionisti.
    DOMANDE: La domanda si presenta esclusivamente online. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • Convertito in Legge il Decreto Liquidità. Introdotte importanti modifiche per i finanziamenti a favore delle imprese.

    LEGGE LIQUIDITA

    LEGGE LIQUIDITA': convertito in Legge il Decreto Liquidità. Introdotte importanti modifiche per i finanziamenti a favore delle imprese garantiti dallo Stato.
    FINANZIAMENTO DA 25.000 A 30.000: aumenta da 25.000 a 30.000 € la soglia dei prestiti con garanzia statale al 100%.
    MASSIMALE: l'importo massimo del finanziamento è pari al 25% del fatturato oppure il doppio della spesa salariale del 2019.
    Per le imprese costituite dopo il 31 dicembre 2018 il massimale del finanziamento è determinato in base al doppio della spese per il personale previsti per i primi 2 anni di attività.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: la durata dei finanziamenti fino a € 30.000 aumenta da 6 a 10 anni.
    FINANZIAMENTI FINO A € 800.000: la durata per i finaziamenti fino a 800.000 aumenta da 6 fino a 30 anni. La garanzia statale scende al 80% + 20% la possibile garanzia Confirdi.
    AUTOCERTIFICAZIONE: sarà possibile presentare un'autocertificazione che sostituirà l'istruttoria bancaria, anche per importi superiori a € 25.000, da parte delle imprese che hanno avuto problemi danni a causa dell'emergenza Covid e comprese le imprese che in passato abbiano avuto problemi con pagamenti di rate di mutui.
    PRINCIPALI TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO A VALERE SUL DECRETO LIQUIDITA':
    FINANZIAMENTO FINO A € 30.000: con garanzia al 100% del Fondo Centrale di Garanzia.
    FINANZIAMENTO FINO A € 800.000: con garanzia al 80% del Fondo Centrale di Garanzia e 20% di un Confidi per imprese con fatturato fino a € 3.200.000.
    FINANZIAMENTO FINO A € 5 MILIONI: con garanzia al 80% del Fondo Centrale di Garanzia. Il finanziamento fino a 5 milioni di euro è rivolto a PMI con fatturato superiore a 3,2 mln.
    DOMANDE: fino ad esaurimento fondi e entro il 31 dicembre 2020. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti da € 50.000 fino a 5 milioni, a imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da Fondi di Investimento privati a imprese che vogliono crescere. Per qualsiasi finalità.

    FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTOFINANZIAMENTI PRIVATI ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti diretti alle imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da parte di Fondi di Investimento privati concessi a imprese sane, che vogliono crescere. Qualsiasi finalità di sviluppo, da € 50.000 a € 5.000.000 in pochi giorni senza garanzie  personali. Chiedi informazioni>>>.
    CANALE NON BANCARIO
    : si tratta della possibilità di ricevere finanziamenti tramite un canale alternativo al tradizionale canale bancario, da parte di privati e Fondi di investimento Istituzionali sulla base di un canale internazionale che mette in comunicazione in tempo reale e in modalità dinamica le imprese richiedenti e gli investitori.
    TEMPI MOLTO RAPIDI: pre-valutazione in 48 ore, istruttoria ed erogazione diretta in 1/2 settimane.
    BENEFICIARI: aziende sane di tutti i settori.
    REQUISITI: solo società di capitali (Srl o Spa) con almeno 2 bilanci depositati, o società di persone (Snc o Sas) con almeno due dichiarazioni fiscali presentate, e con fatturato minimo di € 100.000;
    GARANZIE RICHIESTE: nessuna garanzia personale. Nessuna assicurazione.
    PROGETTI FINANZIABILI: sia liquidità che tutte le tipologia di progetti di sviluppo e di crescita dell'impresa, ad esempio ampliamenti, investimenti, lavori di ristrutturazione, acquisizione di una nuova azienda, finanziamento di beni materiali o immateriali,  acquisto scorte, sviluppo commerciale, dipendenti, marketing, ecc….
    IMPORTO FINANZIAMENTO: da € 50.000 a € 5.000.000 con erogazione diretta in 15 giorni giorni senza intervento del sistema bancario.
    CHI SONO GLI INVESTITORI: prestatori privati accreditati, Fondi di investimento privati, investitori istituzionali che investono automaticamente su tutti i progetti una volta approvati attraverso un fondo di investimento. Questa forma mista di investimento garantisce il finanziamento al 100% di tutti i progetti approvati.
    TASSI E COMMISSIONI: sono variabili in base al rating dell'impresa e applicabili previa proposta economica dopo l'analisi del rischio. Non si tratta di tassi agevolati ma operazioni effettuate a condizioni di mercato, quotate in base al rating.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: fino a 5/7 anni, preammortamento 1/2 anni.
    VERIFICA ON LINE DEL POSSESSO DEI REQUISITI: con pochi click puoi verificare subito se possiedi i requisiti e ricevere una pre-fattibilità del tutto gratuitamente e senza nessun impegno. 

    VERIFICA ORA DEI REQUISITI 400

     

     

     

  • DISEGNI+4: differita al 27 maggio l'apertura del bando per i contributi alle imprese per valorizzazione di disegni e modelli con lo sfruttamento economico dei disegni e modelli industriali.

    MISE DISEGNI4 2020DISEGNI+4, Agevolazioni alle imprese per la valorizzazione di disegni e modelli.
    DIFFERIMENTO: lo slittamento del termine iniziale al 27 maggio 2020 è stato deciso in considerazione delle limitazioni alle attività lavorative conseguenti all'emergenza epidemiologica da COVID-19.
    FINALITÀ: valorizzare lo sfruttamento economico dei disegni e modelli industriali, sia sul mercato nazionale che su quello internazionale.
    CONTRIBUTO: Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili.
    PROGETTI AMMESSI: il progetto deve riguardare la valorizzazione di un disegno/modello singolo o di uno o più disegni/modelli appartenenti al medesimo deposito multiplo registrati presso qualsiasi ufficio nazionale o regionale di proprietà intellettuale/industriale, a decorrere dal 1° gennaio 2018 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione ed essere in corso di validità.
    SPESE AMMESSE: acquisto di servizi specialistici esterni per favorire la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1 Produzione).
    Sono ammissibili le spese sostenute per: Ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali; Realizzazione di prototipi; Realizzazione di stampi; Consulenza tecnica per la catena produttiva finalizzata alla messa in produzione del prodotto/disegno; Consulenza tecnica per certificazioni di prodotto o di sostenibilità ambientale; Consulenza specializzata nell’approccio al mercato (es. business plan, piano di marketing, analisi del mercato, ideazione layout grafici e testi per materiale di comunicazione offline e online) strettamente connessa al disegno/modello.
    CONTRIBUTO MASSIMOPER LA FASE 1€ 65.000,00.
    FASE 2: commercializzazione di un disegno/modello registrato.
    SPESE AMMISSIBILI FASE 2: consulenza specializzata nella valutazione tecnico-economica del disegno/modello; Consulenza legale per la stesura di accordi di licenza del titolo di proprietà industriale; Consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione.
    CONTRIBUTO MASSIMO FASE 2: € 10.000,00.
    Per accedere alle agevolazioni è possibile prevedere, per lo stesso disegno/modello registrato, una sola Fase o entrambe. 
    Potrà essere agevolata una sola domanda per impresa.
    DOMANDE: dal 27 maggio 2020

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • DECRETO RILANCIO: pubblicati in Gazzetta ufficiale i nuovi incentivi 110% per efficientamento energetico, Sismabonus, Ecobonus, Fotovoltaico e Colonnine di ricarica di veicoli elettrici.

    decreto rilancio ecobonus 110DECRETO RILANCIO: pubblicati in Gazzetta ufficiale i nuovi incentivi 110% per efficientamento energetico, Sismabonus, Ecobonus, Fotovoltaico e Colonnine di ricarica di veicoli elettrici.
    AGEVOLAZIONE: con tale strumento è possibile usufruire di una detrazione fiscale, da ripartire in cinque quote annuali di pari importo, pari al 110% del costo sostenuto per i lavori di riqualificazione energetica e adeguamento sismico per gli interventi effettuati dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.
    BENEFICIARI: Possono usufruire del bonus per la riqualificazione energetica i soggetti di seguito indicati che sostengono, dal 1 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021, spese per gli interventi su edifici esistenti, su loro parti o su unità immobiliari esistenti posseduti o detenuti, ovvero:
    DAI CONDOMINI (ricomprende tutti gli edifici che abbiano alcuni parti in comune. Anche se le unità sono solo due. Per cui una villetta bifamiliare con due unità immobiliari distinte avrà diritto al bonus se i titolari ad esempio decidono di coibentare l’edificio perché comunque si tratta di lavori condominiali anche se per uno o per entrambi i proprietari non si tratta di abitazione principale);
    DALLE PERSONE FISICHE, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari (sono escluse quando operano come esercenti arti o professioni; rientrano nell’agevolazione se l’immobile si trova in condominio (i lavori vanno decisi in assemblea a maggioranza qualificata, se in un condominio ci sono alcuni studi e negozi a piano strada i proprietari non daranno mai il benestare ai lavori se non possono ricevere l’agevolazione);
    DAGLI ISTITUTI AUTONOMI CASE POPOLARI (IACP) comunque denominati nonché dagli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing” per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica;
    DALLE COOPERATIVE DI ABITAZIONE A PROPRIETÀ INDIVISA, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci.
    ESCLUSIONI: sono escluse le unità unifamiliari che non siano abitazione principale. Sono invece agevolate le seconde case in condominio.
    OPERATIVITA' DELL'AGEVOLAZIONE: presumibilmente la misura sarà operativa ad agosto, infatti è necessario attendere 60 giorni per la conversione in legge del Decreto e circa 30 giorni per la pubblicazione dei provvedimenti attuativi da parte dell'Agenzia delle Entrate e del Ministero. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA' CON PROCEDURA URGENTE: fino a € 800.000 e fino a 5.000.000 a imprese sane. Fuori dal circuito bancario tradizionale, senza garanzie, istruttoria ed esito in pochi giorni. Pre fattibilità gratuita.

    PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA FINO A 800.000 E 5.000.000FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA' CON PROCEDURA URGENTE: fino a € 800.000 e fino a 5.000.000 a imprese sane. Fuori dal circuito bancario tradizionale, senza garanzie, istruttoria ed esito in pochi giorni. Pre fattibilità gratuita.
    BENEFICIARI: - società di capitali (Srl o Spa), con almeno 250.000 di fatturato e almeno 2 bilanci depositati; - società di persone (Snc o Sas) con almeno 250.000 di fatturato, con almeno 2 dichiarazioni dei redditi presentate.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: 6 anni con 1 anno di pre ammortamento (si inizia a pagare le rate di rimborso a partire dal secondo anno).
    TERRITORIALITA': sono ammesse le imprese con sede in tutte le regioni.
    DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO: non è richieste nessun vincolo di desinazione.
    Il finanziamento può essere usato per qualsiasi finalità, per esempio per ripristinare la liquidità, per acquisto scorte, marketing, pubblicità dipendenti, spese di esercizio, oneri di gestione vari, o per dare il via ad un nuovo progetto.
    MASSIMALE FINAZIAMENTO: - Fino a 800.000 per imprese con fatturato fino a € 3.200.000;
    - Fino a 5 milioni per imprese con fatturato superiore a € 3.200.000.
    PROCEDURA: COMPLETAMENTE ON LINE.
    ENTE ISTRUTTORE: il prodotto finanziario è erogato direttamente da un primario operatore finanziario nazionale, di rilevanza europea, controllato e autorizzato dalla Banca D'Italia, che eseguirà l'istruttoria formale e in caso di approvazione erogherà direttamente il finanziamento, senza intervento delle Banche.
    TEMPI D'ISTRUTTORIA: pochi giorni;
    TEMPI DI EROGAZIONE: 1 o 2 settimane.
    TASSI: di tipologia bancaria ordinaria, variabili in base al rating del richiedente.
    GARANZIE RICHIESTE: nessuna, con accesso diretto al Fondo Centrale di Garanzia.
    AGEVOLAZIONE: concessione della garanzia gratuita del Fondo Centrale di Garanzia, senza nessuna richiesta di intervento di un confidi.
    REQUISITI: bilanci sani e assenza di segnalazioni negative.
    DOMANDE: a sportello.
    PRE FATTIBILITA' GRATUITA': per una prefattibilità gratuita clicca quì.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • DECRETO RILANCIO: contributo a fondo perduto fino al 20% a imprese, partite iva e titolari di reddito agrario, con ricavi fino a 5 milioni che hanno subito un calo del fatturato a causa dell'emergenza Covid.

    DECETO RILANCIO CONTRIBUTO A FONDO PERDUTODECRETO RILANCIO: contributo a fondo perduto fino al 20% a favore dei soggetti esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo e di reddito agrario, titolari di partita IVA con ricavi non superiori a 5 milioni che hanno subito un calo del fatturato a causa dell'emergenza Covid.
    CONDIZIONE :il contributo a fondo perduto spetta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019.
    BENEFICIARI: imprese o professionisti, che non hanno superato, nell’anno 2019, ricavi o compensi di importo complessivo non superiore a 5 milioni di euro, compresi anche i soggetti esercenti di lavoro autonomo e di reddito agrario, titolari di partita IVA.
    AMMONTARE DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: l'ammontare del contributo si determina applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019 come segue:
    A) VENTI PER CENTO: per i soggetti con ricavi non superiori a quattrocentomila euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso;
    B) QUINDICI PER CENTO: per i soggetti con ricavi superiori a quattrocentomila euro e fino a un milione di euro;
    C) DIECI PER CENTO: per i soggetti con ricavi superiori a un milione di euro e fino a cinque milioni di euro;
    MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: i soggetti interessati presentano, esclusivamente in via telematica, una istanza all’Agenzia delle entrate con l’indicazione della sussistenza dei requisiti.
    EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO: sulla base delle informazioni contenute nell’istanza suddetta il contributo a fondo perduto è corrisposto dall’Agenzia delle entrate mediante accreditamento diretto in conto corrente bancario o postale intestato al soggetto beneficiario. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • Pubblicato il bando “Voucher 3I” per le start-up innovative. Domande dal 15 giugno 2020.

    VOUCHER 3I START UP INNOVATIVEMISE-INVITALIA: pubblicato il bando “Voucher 3I” per le start-up innovative. Con la pubblicazione  del bando diventa adesso pienamente operativa la misura agevolativa prevista dal 'Decreto Crescita', che prevede uno stanziamento di 19,5 milioni di euro per il triennio 2019-2021.
    VOUCHER 3I INVESTIRE IN INNOVAZIONE: si tratta del bando che mira a sostenere la competitività delle start up innovative finanziando i servizi di consulenza necessari a valorizzare e tutelare, in Italia e all’estero, i processi tecnologici attraverso la brevettabilità dell'invenzione.
    CONDIZIONI: per avere diritto al Voucher, i servizi di consulenza dovranno essere forniti da consulenti in proprietà industriale o avvocati, iscritti in appositi elenchi predisposti rispettivamente dall’Ordine dei consulenti in proprietà industriale e dal Consiglio nazionale forense.
    SERVIZI ACQUISIBILI CON IL VOUCHER: 1) la realizzazione di ricerche di anteriorità preventive e la verifica della brevettabilità dell'invenzione; 2) la stesura della domanda di brevetto e il suo deposito presso l'Ufficio italiano brevetti e marchi; 3) il deposito all'estero di una domanda nazionale di brevetto.
    CONTRIBUTO- ENTITÀ DEL VOUCHER: 
    A) servizi di consulenza relativi alla verifica della brevettabilità dell'invenzione e all'effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive: euro 2.000,00 + IVA;
    B) servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l'Ufficio italiano brevetti e marchi: euro 4.000,00 + IVA;
    C) servizi di consulenza relativi al deposito all'estero della domanda nazionale di brevetto: euro 6.000,00 + IVA.
    DOMANDE:le domande dovranno essere presentate a Invitalia, a partire dal 15 giugno 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • SACE GARANZIA ITALIA: pienamente operativa. Garanzie per qualsiasi tipologia di impresa, indipendentemente dalla dimensione, settore di attività e forma giuridica. Già chieste dalle Banche a Sace garanzie per 18,5 miliardi di euro per le imprese.

    SACE GARANZIA ITALIAGARANZIA ITALIA SACE:  si tratta dello strumento straordinario messo in campo per sostenere le imprese italiane di maggiori dimensioni colpite dall'emergenza Covid-19.
    BENEFICIARI: I finanziamenti con garanzia di Stato saranno disponibili per qualsiasi tipologia di impresa indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica con i seguenti requisiti: sede in Italia; imprese che non erano in difficoltà al 31 dicembre 2019 ma che hanno affrontato o che si sono trovate in una situazione di difficoltà successivamente a seguito dell’epidemia di Covid-19; imprese che hanno già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza, limitatamente alle PMI.
    FINALITA': aiutare le imprese a reperire liquidità e finanziamenti necessari per fronteggiare l’emergenza Coronavirus assicurando così continuità alle attività tue economiche e d’impresa.
    LE GARANZIE DI STATO: sui finanziamenti concessi dalle banche potranno essere richieste fino al 31 dicembre 2020 e permetteranno alle imprese di ottenere liquidità in tempi brevi garantendo continuità alla loro operatività.
    BENEFICI:  accesso facilitato a finanziamenti per fronteggiare l’emergenza Covid-19 assicurando così continuità alle attività economiche e d’impresa; incremento delle linee di fido disponibili presso sistema bancario.
    FINANZIAMENTO: il finanziamento verrà erogato dalle banche, istituzioni finanziarie nazionali e internazionali e dagli altri soggetti abilitati all'esercizio del credito in Italia, garantito da SACE e contro-garantito dallo Stato.
    DOMANDE: a sportello, scadenza 31 dicembre 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • CREDITO D’IMPOSTA: per investimenti in beni strumentali fino 40% per imprese e professionisti.

    CREDITO DI IMPOSTACREDITO D’IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALICommi da 185 a 197 della legge di bilancio 2020.
    FINALITÀ: supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.
    BENEFICIARI: tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali.
    PROFESSIONISTI: il credito d'imposta del 6% per gli investimenti in altri beni strumentali materiali è riconosciuto anche agli esercenti arti e professioni.
    INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI MATERIALI: per gli investimenti in beni strumentali materiali tecnologicamente avanzati (leggi tutto l'articolo) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del 40% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro, 20% del costo per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino al limite di costi complessivamente ammissibili pari a 10 milioni di euro.
    INVESTIMENTI BENI STRIMENTALI IMMATERIALI: per gli investimenti in beni strumentali immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0 (leggi tutto l'articolo) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del: 15% del costo nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 700.000. Si considerano agevolabili anche le spese per servizi sostenute mediante soluzioni di cloud computing per la quota imputabile per competenza.
    INVESTIMENTI IN ALTRI BENI STRUMENTALI MATERIALI: (leggi tutto l'articolo) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del 6% nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.
    UTILIZZO DEL CREDITO DI IMPOSTA: il credito d'imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione in cinque quote annuali di pari importo, ridotte a tre per gli investimenti in beni immateriali, a decorrere dall'anno successivo a quello dell'avvenuta interconnessione per i beni di cui agli allegati A e B, ovvero di entrata in funzione per gli altri beni.
    CUMULO: il credito d'imposta è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano a oggetto i medesimi costi nei limiti massimi del raggiungimento del costo sostenuto.
    DECORRENZA: il credito si applica agli investimenti effettuati a decorrere dal 1 gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, ovvero entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro il 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.
    DOMANDE:  richiesta di accesso al credito d'imposta entro il 30 giugno 2021 a condizione che venga eseguito l'ordine al fornitore e corrisposto almeno il 20% del costo.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • CONTRATTI DI SVILUPPO: disponibili 300 milioni per nuovi progetti nel settore biomedicale e della green economy. Domande a sportello.

    CONTRATTI DI SVILUPPO SETTORI BIOMEDICALE E TELEMEDICINACONTRATTO DI SVILUPPO: la direttiva Mise del 15 aprile 2020 stanzia, per le nuove procedure Fast Track, fondi dedicati alle imprese che facciano domanda per richiedere gli incentivi del Contratto di Sviluppo presentando progetti nell'ambito della green economy (sostenibilità ambientale ed economia circolare) e nel settore biomedicale e delle telemedicina (rafforzamento del sistema nazionale di produzione di dispositivi, tecnologie e servizi di prevenzione delle emergenze sanitarie).
    RISORSE: sono in tutto 300 milioni di euro le risorse disponibili sui Contratti di sviluppo, dedicate al finanziamento di nuovi progetti nei settori biomedicale e della green economy.
    PROGETTI AMMESSI: Si tratta in particolare di:
    - 100 milioni di euro destinati a progetti caratterizzati da un rilevante impatto ambientale, attinenti alla trasformazione tecnologica dei prodotti o dei processi (aumento della sostenibilità ambientale), anche in un’ottica di economia circolare; 
    - 200 milioni di euro per progetti afferenti al settore biomedicale e della telemedicina, con effetti attesi in termini di rafforzamento del sistema nazionale di produzione di apparecchiature e dispositivi medicali, nonché di tecnologie e servizi finalizzati alla prevenzione delle emergenze sanitarie.
    ACCORDI DI PROGRAMMA O DI ACCORDI DI SVILUPPO: le iniziative dovranno essere oggetto di Accordi di programma o di Accordi di Sviluppo presentati dopo il 15 aprile 2020, data della Direttiva Mise che ha aggiornato le linee di intervento.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • Decreto Liquidità e Fondo di Garanzia: dal 27 aprile sono operative tutte le misure straordinarie per l'accesso al credito.

    DECRETO LIQUIDITà 300

    DECRETO LIQUIDITÀ E FONDO DI GARANZIA: dal 27 aprile sono operative tutte le misure straordinarie per l'accesso al credito.
    MEDIO CREDITO CENTRALE: pubblicata la delibera di MCC che comunica l'operatività dal 27 aprile 2020 dell’innalzamento delle percentuali di copertura del Fondo di garanzia al 90%. 
    RICHIESTE DI GARANZIA AL FONDO: le banche e gli altri intermediari finanziari possono pertanto presentare le richieste di garanzia sulla base delle disposizioni temporanee, fino al 31/12/2020, per le misure di aiuto a sostegno dell’economia nazionale nell’attuale emergenza del COVID-19.
    NOVITÀ PRINCIPALI: copertura al 90% per la garanzia diretta richiesta dalle banche e la copertura al 100% per la riassicurazione rilasciata sulle garanzie prestate dai confidi a condizione che non superino il 90% del finanziamento. 
    FINANZIAMENTI FINO A € 800.000: sarà ora possibile raggiungere una copertura del 100% su finanziamenti fino a € 800.000 con l’intervento di un confidi.
    PRINCIPALI TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO A VALERE SUL DECRETO LIQUIDITA':
    FINANZIAMENTO FINO A € 25.000: con garanzia al 100% del Fondo Centrale di Garanzia.
    FINANZIAMENTO FINO A € 800.000: con garanzia al 90% del Fondo Centrale di Garanzia e 10% di un Confidi.
    FINANZIAMENTO FINO A € 5 MILIONI: con garanzia al 90% del Fondo Centrale di Garanzia. Il finanziamento fino a 5 milioni di euro è rivolto a PMI con fatturato superiore a 3,2 mln.
    FINANZIAMENTO FINO A € 5 MILIONI: con garanzia all’80% del Fondo Centrale di Garanzia. Il finanziamento fino a 5 milioni di euro che prevede la garanzia del Fondo Centrale di Garanzia PMI all’80% del finanziamento è rivolto a PMI ed è destinato a sostituire parzialmente o integralmente esposizioni pregresse in essere presso la Banca.
    DOMANDE: fino ad esaurimento fondi e entro il 31 dicembre 2020. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • INVITALIA, MORATORIA COVID-19: stop alle rate dei mutui fino al 30 settembre 2020 per le piccole e medie imprese.

    invitalia moratoria covid 19 sospensione rate mutuiINVITALIA, MORATORIA COVID-19: stop alle rate dei mutui fino al 30 settembre 2020 per le piccole e medie imprese.
    INVITALIA: sospende le rate di rimborso dei finanziamenti agevolati, in accordo con il Ministero dello sviluppo economico e con il Ministero del lavoro e in coerenza con quanto disposto per gli istituti di credito dal D.L. 18/2020 (Decreto Cura Italia).
    BENEFICIARI: Micro, Piccole e Medie Imprese beneficiarie delle agevolazioni gestite da Invitalia e non già oggetto di provvedimenti di revoca o di risoluzione del finanziamento, possono richiedere, secondo quanto stabilito dall’art.56 del Decreto Cura Italia la sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti in scadenza fino al 30 settembre 2020, ottenendo una dilazione del piano di rimborso.
    DOMANDE: Le richieste dovranno essere inviate alla PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  unitamente ad una dichiarazione, ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000, con la quale si attesta “di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19”.
    BENEFICIARI OGGETTO DI PROVVEDIMENTI DI REVOCA O DI RISOLUZIONE: in relazione ai beneficiari oggetto di provvedimenti di revoca o di risoluzione del finanziamento viene disposta la sospensione delle conseguenti azioni di recupero fino al  30 settembre 2020. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • DECRETO LIQUIDITA' PER LE IMPRESE: al via la garanzia Sace del 90% per imprese fino a 5.000 dipendenti e fatturato fino a 1 miliardo e cinquecentomila euro.

    SACE GARANZIE PER LE IMPRESE MAGGIORIGARANZIA SACE DEL 90%: si tratta di "Garanzia Italia" lo strumento straordinario messo in campo per sostenere le imprese italiane di maggiori dimensioni colpite dall'emergenza Covid-19.
    DOTAZIONE: 200 miliardi di euro di garanzie di Stato stanziati dal Decreto "Liquidità", per supportare le imprese rilasciando garanzie a condizioni agevolate, controgarantite dallo Stato, sui finanziamenti erogati dagli istituti di credito.
    FINALITA': aiutare le imprese a reperire liquidità e finanziamenti necessari per fronteggiare l’emergenza Coronavirus assicurando così continuità alle attività tue economiche e d’impresa.
    LE GARANZIE DI STATO: sui finanziamenti concessi dalle banche potranno essere richieste fino al 31 dicembre 2020 e permetteranno alle imprese di ottenere liquidità in tempi brevi garantendo continuità alla loro operatività.
    FINANZIAMENTO: erogato dalle banche, istituzioni finanziarie nazionali e internazionali e dagli altri soggetti abilitati all'esercizio del credito in Italia, garantito da SACE e contro-garantito dallo Stato.
    BENEFICIARI: qualsiasi tipologia di impresa indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica.
    REQUISITI DELLE IMPRESE: 1)sede in Italia;
    2) imprese che non erano in difficoltà al 31 dicembre 2019 ma che hanno affrontato o che si sono trovate in una situazione di difficoltà successivamente a seguito dell’epidemia di Covid-19;
    3) imprese che hanno già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza, limitatamente alle PMI.
    LIMITE DELLA GARANZIA SACE : La garanzia rilasciata da SACE sarà pari al:
    90% dell’importo del finanziamento per imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e valore del fatturato fino a 1,5 miliardi di euro;
    80% dell’importo del finanziamento per imprese con valore del fatturato tra 1,5 miliardi e 5 miliardi di euro o con più di 5000 dipendenti in Italia;
    70% per le imprese con valore del fatturato superiore a 5 miliardi.
    DOMANDE: a sportello, scadenza 31 dicembre 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • RESTO AL SUD: finanzia anche le imprese già attive che siano state costituite dopo il 21 giugno 2017. il finanziamento bancario ti sarà anticipato in un’unica soluzione, anche a copertura delle tue spese di gestione.

    RESTO AL SUD INVITALIA 300

    RESTO AL SUD: l'incentivo, in aggiunta ai progetti di start up d’impresa, finanzia anche programmi di spesa volti a consolidare, diversificare, migliorare i processi produttivi di imprese già attive: unica condizione, che siano state costituite dopo il 21 giugno 2017.
    RESTO AL SUD è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e anche negli oltre cento comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    LIBERI PROFESSIONISTI: dal 8 dicembre 2019 possono presentare le domande anche i liberi professionisti.
    ETA' MASSIMA: fino a 46 anni non compiuti.
    BENEFICIARI: anche i liberi professionisti, oltre agli aspiranti imprenditori e alle imprese  individuali e societa', ivi incluse le societa' cooperative, già costituite o ancora da costituire.
    REGIONI INTERESSATE: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e i comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    FINALITA': promuovere la costituzione  e l'avvio di  nuove  imprese  nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, e nei Comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche, da parte di giovani imprenditori con età compresa da 18 a 46 anni.
    RESIDENZA: i beneficiari della misura, se non residenti in una delle regioni ammesse, devono trasferire  la residenza nelle regioni ammissibili entro 60 giorni dalla data di comunicazione della concessione dell'agevolazione (entro 120 giorni se residenti all'estero). Le imprese e le societa' devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in una delle regioni ammissibili.
    AGEVOLAZIONE MASSIMA: fino a 200.000 € di cui 35% a fondo perduto + 65% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni, con 2 anni di pre-ammortamento.
    SETTORI AMMESSI: sono  finanziate  le  attivita'  imprenditoriali  relative   a produzione di beni nei  settori dell'artigianato, dell'industria, delle produzioni agroalimentari, della pesca, dell'acquacoltura, e le attività rivolte alla  fornitura di servizi, compresi i servizi turistici. Infine sono finanziate le attivita' facenti capo ai professionisti.
    DOMANDE: La domanda si presenta esclusivamente online. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • NUOVA LIQUIDITA' PER LE IMPRESE, "Decreto Liquidità": operativo il finanziamento fino a 800.000 € con garanzia al 100% per imprese con meno di 500 dipendenti e con fatturato fino a € 3.200.000. Senza valutazione andamentale del Fondo.

    DECRETO LIQUIDITà FINANZIAMENTI FINO A 800.000 EURODECRETO LIQUIDITA': operativo il finanziamento fino a 800.000 € con garanzia al 100% per imprese con meno di 500 dipendenti e con fatturato fino a € 3.200.000, senza valutazione andamentale.
    FINALITA': concedere liquidità alle imprese mediante rilascio di garanzie, da parte del Fondo di Garanzia, alle banche che erogheranno i finanziamenti.
    BENEFICIARI: Pmi di tutti i settori produttivi e Professionisti che hanno sostenuto ricavi inferiori a € 3.200.000 e che hanno meno di 500 dipendenti.
    MASSIMALE: il finanziamento massimo non potrà superare il 25% del fatturato conseguito nel 2019 fino ad un massimo di € 800.000.
    DURATA FINANZIAMENTO: 6 anni.
    TASSO: circa 1,20%.
    ISTRUTTORIA: la concessione del finanziamento è soggetta a valutazione di merito da parte della Banca.
    GARANZIA: da parte del Fondo Centrale di Garanzia pari al 100%, (di cui 90% Stato e 10% Confidi) per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 800.000 euro, senza valutazione andamentale.
    SCADENZA: 31 dicembre 2020.
    PRESENTA LA DOMANDA: chiedi informazioni

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • DECRETO LIQUIDITA': finalmente operativo il finanziamento fino a 25.000 € a imprese e professionisti, senza garanzie e senza procedura istruttoria sul merito creditizio.

    DECRETO LIQUIDITà 300DECRETO LIQUIDITA' VIA LIBERA DELLA COMMISSIONE UE: 
    Nuove regole per garanzie a imprese e professionisti.
    Sono operative le prime misure del DL Liquidità che semplificano e ampliano l’operatività del Fondo di garanzia per le operazioni presentate dal 10 aprile 2020.
    ACCESSO SEMPLIFICATO:l’accesso alla garanzia sarà più semplice perché non prevede più la valutazione del merito di credito dell’impresa da parte del Gestore del Fondo.
    MEDIE IMPRESE: mutano anche i limiti dimensionali dei beneficiari per includere le cosidette Mid Cap: diventano ammissibili le imprese con un numero di dipendenti non superiore a 499, rispetto alla precedente soglia di 249.
    IMPRESE CON CREDITI DETERIORATI: la garanzia è concessa anche alle imprese che hanno crediti deteriorati con le banche.
    Anche l’ammissione a procedure concorsuali, per alcune fattispecie, non sarà più di impedimento per l’accesso alla garanzia. 
    Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Marche e Toscana: sono infine eliminate le limitazioni dell’intervento del Fondo alla sola riassicurazione/controgaranzia, previste da alcune Regioni. Imprese e professionisti potranno dunque richiedere, senza le precedenti restrizioni, la garanzia diretta anche in Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Marche e Toscana.
    BENEFICIARI: imprese che occupano fino a 499 dipendenti, persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19 come da dichiarazione autocertificata.
    GARANZIA DEL FONDO: 100%. Il rilascio della garanzia da parte del Fondo è automatico e gratuito, senza alcuna valutazione da parte del Fondo. La banca potrà pertanto erogare il finanziamento con la sola verifica formale del possesso dei requisiti di ammissibilità, senza attendere l’esito dell’istruttoria del gestore del Fondo medesimo.
    FINANZIAMENTO MASSIMO: € 25.000, e comunque no superiore al 25% del fatturato come risultante dall'ultimo bilancio depositato o dall'ultima Dichiarazione dei Redditi.
    Per i soggetti costituiti dopo il 1 gennaio 2019 è sufficiente una autocertificazione.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO:6 anni comprensivi di 2 anni di pre-ammortamento. Tasso: circa 2/3%.
    ISTRUTTORIA BANCARIA: il finanziamento è concesso senza valutazione bancaria del merito creditizio.
    PRESENTA LA DOMANDA: a sportello fino al 31 dicembre 2020. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • EMERGENZA CORONAVIRUS, misure straordinario di sostegno per l'internazionalizzazione: annullati i costi di partecipazione alle iniziative promozionali delle imprese italiane, previsti anche rimborsi per le spese già sostenute;

    ICE EMERGENZA CORONAVIRUSICE, EMERGENZA CORONAVIRUS:  misure straordinario di sostegno per l'internazionalizzazione: annullati i costi di partecipazione alle iniziative promozionali delle imprese italiane, previsti anche rimborsi per le spese già sostenute.
    AGENZIA ICE A FIANCO DELLE IMPRESE: a seguito dell'emergenza dovuta al diffondersi del virus COVID-19, ICE interviene a favore del sistema produttivo italiano con misure di impatto immediato (leggi tutto l'articolo).
    NUOVO CATALOGO DEI SERVIZI: ICE offre alle imprese nuovi servizi gratuiti.
    MISURE STRAORDINARIE DI SOSTEGNO 2020: ICE annulla i costi di partecipazione alle iniziative promozionali delle imprese italiane. (leggi tutto l'articolo).
    SPESE GIA' SOSTENUTE: sono previsti anche rimborsi per le spese già sostenute.(leggi tutto l'articolo).
    RIPARTI CON ICE!: ICE mette a disposizione delle imprese italiane una serie di strumenti completamente gratuiti e immediatamente fruibili: news dai mercati e un programma formativo multimediale di Export Management.
    FLYING DESK: ICE offre consulenza gratuita da remoto per far volare la tua impresa sui mercati esteri.
    FIERE: è possibile seguire gli aggiornamenti relativi agli eventi fieristici per i quali è prevista un'iniziativa ICE.  
    COME ADERIRE:tutti gli Uffici ICE sono operativi e a disposizione delle imprese italiane per informazioni e assistenza. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • CURAITALIA INCENTIVI:on line il "cruscotto" che mostra l'andamento della misura per le imprese che producono mascherine e altri dispositivi di protezione individuale.

    CURAITALIA INCENTIVI DISPOSITIVI MEDICI E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALECURAITALIA INCENTIVI: on line il "cruscotto" che mostra l'andamento della misura per le imprese che producono mascherine e altri dispositivi di protezione individuale.
    PUBBLICATE LE FAQ: leggi tutto l'articolo per vedere le risposte alle domande più frequeneti.
    CURAITALIA INCENTIVI: si tratta della misura che sostiene la produzione e la fornitura di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.
    RISORSE: La misura è gestita da Invitalia e ha dotazione finanziaria a favore delle imprese di 50 milioni di euro.
    BENEFICIARI: gli incentivi si rivolgono a tutte le imprese costituite in forma societaria (anche le società di persone) senza vincoli di dimensione. Sono escluse le ditte individuali e le partite IVA.
    ATTIVITA' AMMESSE: ampliare e/o riconvertire l’attività finalizzandola alla produzione di dispositivi medici e/o di dispositivi di protezione individuale.
    DIMENSIONI PROGETTO: la dimensione del progetto di investimento può variare da 200mila euro a 2 milioni di euro.
    AGEVOLAZIONI: previsto un mutuo agevolato a tasso zero a copertura del 75% del programma di spesa, rimborsabile in 7 anni. Gli incentivi saranno erogati sull’investimento e il capitale circolante.
    AGEVOLAZIONE MASSIMA: la massima agevolazione conseguibile (in termini di ESL) è 800mila euro.
    SPESE SOSTENUTE PRIMA DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: sono agevolabili anche le spese sostenute prima della presentazione della domanda, ma dopo la pubblicazione del DL CURA ITALIA (17 marzo 2020).
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: il mutuo agevolato può trasformarsi in fondo perduto in funzione della velocità di intervento: 
    - 100% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 15 giorni;
    - 50% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 30 giorni;
    - 25% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 60 giorni;
    VANTAGGI: procedura light e adempimenti ridotti per i proponenti: richiesta una perizia tecnica asseverata.
    ANTICIPAZIONE: previsto un anticipo del 60% della spesa senza garanzie al momento dell’accettazione del provvedimento di ammissione alle agevolazioni. Il saldo arriverà a conclusione degli investimenti.
    TEMPI DI VALUTAZIONE: iter di valutazione semplificato in 5 giorni.
    DOMANDE: a sportello

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • DECRETO LIQUIDITÀ: garantiti 100 miliardi di euro di liquidità per le aziende fino a 499 dipendenti e i professionisti. A breve sarà possibile presentare le domande.

    DECRETO LIQUIDITàLIQUIDITÀ PER LE IMPRESE: Garantiti 100 miliardi di euro di liquidità per le aziende fino a 499 dipendenti e i professionisti. 
    POTENZIATO IL FONDO DI GARANZIA PER LE PMI: garantiti 100 miliardi di euro di liquidità per le aziende fino a 499 dipendenti e i professionisti.
    DECRETO LIQUIDITÀ: con il Decreto liquidità approvato dal Consiglio dei Ministri, il MiSE potenzia ulteriormente il Fondo di Garanzia per le Pmi, aumentandone sia la dotazione finanziaria di circa 7 miliardi entro la fine dell’anno che la capacità di generare circa 100 miliardi di euro di liquidità anche per le aziende fino a 499 dipendenti e i professionisti.
    FINALITA': si tratta di un pacchetto di misure che ha l’obiettivo di garantire alle imprese del nostro Paese e, con esse, ai lavoratori quella liquidità necessaria alla ripartenza delle loro attività, una volta superata l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.
    FONDO DI GARANZIA PER LE PMI: il Fondo, già ampliato dal Decreto Cura Italia con 1,5 miliardi di euro, completa così la sua trasformazione in strumento a supporto della piccola e media impresa, a tutela di imprenditori, artigiani, autonomi e professionisti, nonché a salvaguardia dell’export e di tutti quei settori che costituiscono con le eccellenze del Made in Italy la spina dorsale del nostro sistema produttivo.
    PROCEDURA DI ACCESSO: è previsto un forte snellimento delle procedure burocratiche per accedere alle garanzie concesse dal Fondo, che agirà su tre direttrici principali:
    1) GARANZIA AL 100%: per i prestiti fino a 25.000 euro, senza alcuna valutazione del merito di credito. In questo caso le banche potranno erogare i prestiti senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia;
    2) GARANZIA AL 100% (DI CUI 90% STATO E 10% CONFIDI): per i prestiti fino a 800.000 euro, senza valutazione andamentale;
    3) GARANZIA AL 90%: per i prestiti fino a 5 milioni di euro, Confidi, senza valutazione andamentale.
    GRANDI IMPRESE: con il Decreto liquidità sono previsti altri interventi a sostegno delle imprese attraverso il ruolo di SACE, controllata di Cassa Depositi e Prestiti, che potranno mobilitare risorse per oltre 400 miliardi in più, che sommandosi ai 350 miliardi già previsti dal Decreto Cura Italia consentirà di raggiungere la cifra complessiva di 750 miliardi di euro. 
    DOMANDE: al momento non è ancora possibile presentare nessuna domanda in quanto siamo ancora in attesa della pubblicazione del Decreto sulla Gazzetta Ufficiale e delle successive disposizioni attuative.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • FINANZIAMENTO URGENTE AGEVOLATO DI € 20.000 PER SOSTENERE LE PICCOLE IMPRESE. Ora disponibile anche per le imprese individuali e i professionisti. Completamente On Line. Esito richiesta in pochi giorni.

    PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA URGENTEFINANZIAMENTO URGENTE AGEVOLATO DI € 20.000 PER SOSTENERE LE PICCOLE IMPRESE E I PROFESSIONISTI:  si tratta di un finanziamento di 20.000 di tipologia bancaria da ottenere in pochi giorni.
    MASSIMALE: aumentabile in corso di istruttoria fino a € 500.000, ma solo nella  misura consentita dalla reale situazione economica-finanziaria;
    AGEVOLAZIONE: garanzia gratuita concessa dal Fondo di Garanzia.
    DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO: Non è richieste nessun vincolo di desinazione.
    Il finanziamento può essere usato per qualsiasi finalità, per esempio per ripristinare la liquidità, per acquisto scorte, marketing, pubblicità dipendenti, spese di esercizio, oneri di gestione vari, o per dare il via ad un nuovo progetto..
    BENEFICIARI: Società di persone (Snc o Sas con almeno 100.000 di fatturato, operative da più di 1 anno); Società di capitali (Srl o Spa), con almeno 100.000 di fatturato e almeno 1 bilancio depositato; Imprese individuali con almeno due dichiarazioni dei redditi: Professionisti iscritti a qualsiasi albo: con almenno due dichiarazioni dei redditi presentate;
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: 5 anni con 1 anno di pre ammortamento (si inizia a pagare le rate di rimborso a partire dal secondo anno).
    TERRITORIALITA': sono ammesse le imprese con sede in tutte le regioni, isole comprese, con esclusione di di Toscana, Marche e Abruzzo.
    GARANZIE: nessuna, si accede al Fondo di Garanzia statale gratuito.
    TEMPI: dai 3 a 7 giorni.
    PROCEDURA: Completamente on line su piattaforma informatica, in caso di approvazione della richiesta potrete accettare la proposta direttamente on line..
    DOMANDE: a sportello

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • INAIL POSTICIPATE LE FASI DELLA PROCEDURA DEL BANDO ISI 2019: il 31 maggio 2020 sarà pubblicato il nuovo calendario per l'intera procedura. Previsti contributi a fondo perduto fino al 65%.

    INAIL.BANDO.ISI.2016 2018 300INAIL BANDO ISI 2019: posticipate le fasi della procedura di assegnazione dei fondi.
    La decisione dell’Istituto tiene conto della chiusura di interi settori di attività per il contenimento della diffusione del virus, che non consentirebbe la partecipazione di molte imprese.
    Previsti acontributi a fondo perduto fino al 65%.
    IL CALENDARIO DELLE SCADENZE: Il calendario aggiornato di tutte le fasi dell’iter di accesso ai finanziamenti sarà pubblicato entro il 31 maggio.
    COVID-19: La decisione tiene conto della chiusura di interi settori di attività a causa dell'emergenza Covid-19, che impedirebbe a molte imprese di partecipare.
    RISORSE: l'Inail mette a disposizione 251.226.450 euro in finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
    FINALITÀ: incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.
    BANEFICIARI: i destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento, anche gli Enti del terzo settore.
    RISORSE: le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.
    CONTRIBUTO:  l'importo massimo erogabile è di 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1, 2 e 3, di 50.000 euro per i progetti appartenti all'asse 4 e 60.000 euro per i progetti appartenti all'asse 5.
    DOMANDE: Il calendario aggiornato di tutte le fasi dell’iter di accesso ai finanziamenti sarà pubblicato entro il 31 maggio 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • CORONAVIRUS: sono attivi i finanziamenti integrativi di MCC per sostenere le imprese che vogliono convertire o ampliare la produzione di dispositivi medici e dispositivi di protezione individuale.

    CURAITALIA INCENTIVI DISPOSITIVI MEDICI E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE

    FINANZIAMENTI INTEGRATIVI DI MCC: si tratta di finanziamenti per sostenere le imprese che vogliono convertire o ampliare la produzione di dispositivi medici e dispositivi di protezione individuale.
    FINANZIAMENTI MCC: i finanziamenti di Mediocredito Centrale sono complementari agli incentivi #CuraItalia, gestiti da Invitalia: più precisamente integrano la parte non coperta da questi ultimi, che è pari al 25% del programma di spesa, ammesso all’agevolazione. 
    REQUISITI: per richiedere il finanziamento, l’impresa deve aver prima presentato domanda di agevolazione ad Invitalia per #CuraItalia Incentivi.
    BENEFICIARI: anche in questo caso possono richiedere il finanziamento complementare le imprese costituite in forma societaria (società di persone o di capitali), localizzate sull’intero territorio nazionale, che operano in regime di contabilità ordinaria, senza vincoli di dimensione (escluse ditte individuali e le partite IVA). 
    SPESE AMMISSIBILI: Sono ammissibili le spese per: opere murarie strettamente necessarie alla installazione o al funzionamento dei macchinari o impianti ad uso produttivo; macchinari, impianti ed attrezzature varie commisurate alle esigenze del ciclo produttivo; programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa; altre spese per l’avvio dell’attività (a titolo esemplificativo materie prime, materiali di consumo, utenze e canoni di locazione dell’immobile adibito alla produzione) nel limite massimo del 20% del totale delle spese di cui ai punti precedenti. 
    FINANZIAMENTO MCC: il finanziamento è a tasso variabile, con durata da 18 mesi a 84 mesi, comprensivi di eventuale periodo di preammortamento. Il piano di ammortamento prevede rate mensili/trimestrali/semestrali comprensive di quota capitale crescente e quota interesse variabile in funzione della variabilità del tasso di interesse. 
    CURAITALIA INCENTIVI: si tratta della misura gestita da Invitalia che sostiene la produzione e la fornitura di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.
    BENEFICIARI: gli incentivi si rivolgono a tutte le imprese costituite in forma societaria (anche le società di persone) senza vincoli di dimensione. Sono escluse le ditte individuali e le partite IVA.
    ATTIVITA' AMMESSE: ampliare e/o riconvertire l’attività finalizzandola alla produzione di dispositivi medici e/o di dispositivi di protezione individuale.
    DIMENSIONI PROGETTO: la dimensione del progetto di investimento può variare da 200mila euro a 2 milioni di euro.
    AGEVOLAZIONI: previsto un mutuo agevolato a tasso zero a copertura del 75% del programma di spesa, rimborsabile in 7 anni. 
    Gli incentivi saranno erogati sull’investimento e il capitale circolante.
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: il mutuo agevolato può trasformarsi in fondo perduto in funzione della velocità di intervento:
    - 100% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 15 giorni;
    - 50% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 30 giorni;
    - 25% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 60 giorni;
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • CURA ITALIA: pubblicati i chiarimenti del Ministero sulla richiesta da parte delle imprese della sospensione delle rate dei finanziamenti, mutui, leasing e della revoca degli affidamenti bancari fino al 30 settembre 2020.

    CURAITALIA SOSPENSIONE RATE FINANZIAMENTICURAITALIA: come richiedere da parte delle imprese la sospensione delle rate dei finanziamenti, mutui, leasing e della revoca degli affidamenti bancari fino al 30 settembre 2020.
    MORATORIA COVID-19: si tratta della moratoria concessa alle imprese che hanno subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19.
    BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese le cui esposizioni debitorie non siano classificate come esposizioni creditizie deteriorate.
    PROCEDURA : le Imprese possono avvalersi dietro comunicazione nei confronti di banche, di intermediari finanziari e degli altri soggetti abilitati alla concessione di credito in Italia delle  misure di sostegno finanziario.
    COMUNICAZIONE: la comunicazione deve essere corredata della dichiarazione con la quale l'Impresa autocertifica di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell'epidemia da COVID-19.
    MISURE DI SOSTEGNO: a) per le aperture di credito a revoca e per i prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti esistenti alla data del 29 febbraio 2020 o, se superiori, a quella di pubblicazione del presente decreto, gli importi accordati, sia per la parte utilizzata sia per quella non ancora utilizzata, non possono essere revocati in tutto o in parte fino al 30 settembre 2020;
    b) per i prestiti non rateali con scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020 i contratti sono prorogati, unitamente ai rispettivi elementi accessori e senza alcuna formalità, fino al 30 settembre 2020 alle medesime condizioni;
    c) per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso sino al 30 settembre 2020 e il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, unitamente agli elementi accessori e senza alcuna formalità, secondo modalità che assicurino l'assenza di nuovi o maggiori oneri per entrambe le parti; è facoltà delle imprese richiedere di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale.
    DOMANDE: da presentare presso la propria banca o istituto finanziario su modulistica apposita rilasciata dalla Banca medesima.
    DICHIARAZIONE E AUTOCERTIFICAZIONE: per leggere i chiarimenti e le FAQ e vedere la dichiarazione obbligatoria e l'autocertificazione leggi tutto il presente articolo.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • RESTO AL SUD, aggiornati i dati a marzo 2020: finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto, fino a 200.000, per i giovani che erano sotto i 46 anni al 1 gennaio 2019, residenti in una delle Regioni del sud e delle Isole.

    RESTO AL SUD INVITALIA 300

    RESTO AL SUD è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e ora anche negli oltre cento comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    LIBERI PROFESSIONISTI: dal 8 dicembre 2019 possono presentare le domande anche i liberi professionisti.
    ETA' MASSIMA: fino a 46 anni non compiuti.
    BENEFICIARI: ora sono compresi anche i liberi professionisti, oltre agli aspiranti imprenditori e alle imprese  individuali e societa', ivi incluse le societa' cooperative, già costituite o ancora da costituire.
    REGIONI INTERESSATE: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e i comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    FINALITA': promuovere la costituzione  e l'avvio di  nuove  imprese  nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, e nei Comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche, da parte di giovani imprenditori con età compresa da 18 a 46 anni.
    RESIDENZA: i beneficiari della misura, se non residenti in una delle regioni ammesse, devono trasferire  la residenza nelle regioni ammissibili entro 60 giorni dalla data di comunicazione della concessione dell'agevolazione (entro 120 giorni se residenti all'estero). Le imprese e le societa' devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in una delle regioni ammissibili.
    AGEVOLAZIONE MASSIMA: fino a 200.000 € di cui 35% a fondo perduto + 65% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni, con 2 anni di pre-ammortamento.
    SETTORI AMMESSI: sono  finanziate  le  attivita'  imprenditoriali  relative   a produzione di beni nei  settori dell'artigianato, dell'industria, delle produzioni agroalimentari, della pesca, dell'acquacoltura, e le attività rivolte alla  fornitura di servizi, compresi i servizi turistici. Infine sono finanziate le attivita' facenti capo ai professionisti.
    DOMANDE: La domanda si presenta esclusivamente online. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • IMPRESE AGRICOLE E AGROALIMENTARI, EMERGENZA CORONAVIRUS: provvedimenti straordinari per le imprese agricole e agroalimentari.

    ISMEA EMERGENZA CORONAVIRUSEMERGENZA CORONAVIRUS, IMPRESE AGRICOLE E AGROALIMENTARI
    ISMEA
    : a seguito dell'evolversi dell'emergenza sanitaria e del protrarsi delle misure restrittive per il contenimento del contagio, l'ISMEA ha adottato alcuni provvedimenti straordinari per venire incontro alle esigenze delle imprese del settore agricolo e agroalimentare che hanno rapporti con l'Istituto:
    1) SOSPENSIONE DI TUTTE LE RATE DEI MUTUI con scadenza nell'anno 2020. 
    La quota capitale delle rate sospese potrà essere rimborsata nell'anno successivo a quello di conclusione di ciascun piano di ammortamento mentre la quota interessi sarà consolidata nel debito residuo e ammortizzata per l'intera restante parte del piano.
    2) PREAMMORTAMENTO: esclusione del periodo compreso tra il 1° marzo 2020 e il 31 luglio 2020 dal computo della durata preammortamento dei piani di investimenti autorizzati dall'Istituto. 
    3) GARANZIE: estensione automatica delle garanzie Ismea su tutti i finanziamenti già garantiti per i quali viene richiesto l'allungamento della durata dei piani di ammortamento, senza oneri aggiuntivi per le imprese.
    4) SPESE AVANZAMENTO LAVORI: liquidazione delle spese sostenute dalle imprese per gli stati di avanzamento lavoro in modalità semplificata.
    5) PIANI AZIENDALI: sospensione dei termini per la realizzazione dei piani aziendali i cui termini di scadenza risultano compresi tra 1° marzo 2020 e il 31 luglio 2020.
    6) NON-PERFORMING E ATTESTAZIONE: sospensione sino al 31 luglio 2020 di tutte le attività di non-performing e di attestazione ai sensi dell'art. 13 comma 4-bis D.L. 193/2016. 
    Inoltre, al fine di garantire la più ampia partecipazione dei giovani ed evitare che le misure di contenimento dell'emergenza possano limitare l'accesso alle agevolazioni dell'Istituto:
    INSEDIAMENTO DEI GIOVANI IN AGRICOLTURA: la pubblicazione del Bando per l'insediamento dei giovani in agricoltura è posticipata a data successiva al 31 luglio 2020;
    VENDITA DEI TERRENI IN BANCA DELLE TERRE: il termine per la presentazione delle manifestazioni d'interesse per la vendita dei Terreni in Banca delle Terre è posticipato al 31 maggio 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • CURAITALIA INCENTIVI: dal 26 marzo le domande sulla misura straordinaria per le imprese per sostenere la produzione di dispositivi medici e dispositivi di protezione individuale.

    CURAITALIA INCENTIVI DISPOSITIVI MEDICI E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALECURAITALIA INCENTIVI: si tratta della misura che sostiene la produzione e la fornitura di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.
    RISORSE: La misura è gestita da Invitalia e ha dotazione finanziaria a favore delle imprese di 50 milioni di euro.
    BENEFICIARI: gli incentivi si rivolgono a tutte le imprese costituite in forma societaria (anche le società di persone) senza vincoli di dimensione. Sono escluse le ditte individuali e le partite IVA.
    ATTIVITA' AMMESSE: ampliare e/o riconvertire l’attività finalizzandola alla produzione di dispositivi medici e/o di dispositivi di protezione individuale.
    DIMENSIONI PROGETTO: la dimensione del progetto di investimento può variare da 200mila euro a 2 milioni di euro.
    AGEVOLAZIONI: previsto un mutuo agevolato a tasso zero a copertura del 75% del programma di spesa, rimborsabile in 7 anni. 
    Gli incentivi saranno erogati sull’investimento e il capitale circolante.
    AGEVOLAZIONE MASSIMA: la massima agevolazione conseguibile (in termini di ESL) è 800mila euro.
    SPESE SOSTENUTE PRIMA DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: sono agevolabili anche le spese sostenute prima della presentazione della domanda, ma dopo la pubblicazione del DL CURA ITALIA (17 marzo 2020).
    CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO: il mutuo agevolato può trasformarsi in fondo perduto in funzione della velocità di intervento:
    - 100% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 15 giorni;
    - 50% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 30 giorni:
    - 25% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 60 giorni
    VANTAGGI: procedura light e adempimenti ridotti per i proponenti: richiesta una perizia tecnica asseverata.
    ANTICIPAZIONE: previsto un anticipo del 60% della spesa senza garanzie al momento dell’accettazione del provvedimento di ammissione alle agevolazioni. 
    Il saldo arriverà a conclusione degli investimenti.
    TEMPI DI VALUTAZIONE: iter di valutazione semplificato in 5 giorni.
    DOMANDE: a sportello dal 26 marzo 2020

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • CURA ITALIA: come richiedere da parte delle imprese la sospensione delle rate dei finanziamenti, mutui, leasing e della revoca degli affidamenti bancari fino al 30 settembre 2020.

    CURAITALIA SOSPENSIONE RATE FINANZIAMENTICURAITALIA: come richiedere da parte delle imprese la sospensione delle rate dei finanziamenti, mutui, leasing e della revoca degli affidamenti bancari fino al 30 settembre 2020.
    MORATORIA COVID-19: si tratta della moratoria concessa alle imprese che hanno subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19.
    BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese le cui esposizioni debitorie non siano classificate come esposizioni creditizie deteriorate.
    PROCEDURA : le Imprese possono avvalersi dietro comunicazione nei confronti di banche, di intermediari finanziari e degli altri soggetti abilitati alla concessione di credito in Italia delle  misure di sostegno finanziario.
    COMUNICAZIONE: la comunicazione deve essere corredata della dichiarazione con la quale l'Impresa autocertifica di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell'epidemia da COVID-19.
    MISURE DI SOSTEGNO: a) per le aperture di credito a revoca e per i prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti esistenti alla data del 29 febbraio 2020 o, se superiori, a quella di pubblicazione del presente decreto, gli importi accordati, sia per la parte utilizzata sia per quella non ancora utilizzata, non possono essere revocati in tutto o in parte fino al 30 settembre 2020;
    b) per i prestiti non rateali con scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020 i contratti sono prorogati, unitamente ai rispettivi elementi accessori e senza alcuna formalità, fino al 30 settembre 2020 alle medesime condizioni;
    c) per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso sino al 30 settembre 2020 e il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, unitamente agli elementi accessori e senza alcuna formalità, secondo modalità che assicurino l'assenza di nuovi o maggiori oneri per entrambe le parti; è facoltà delle imprese richiedere di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale.
    DOMANDE: da presentare presso la propria banca o istituto finanziario su modulistica apposita rilasciata dalla Banca medesima.
    DICHIARAZIONE E AUTOCERTIFICAZIONE: per vedere la dichiarazione obbligatoria e l'autocertificazione leggi tutto il presente articolo.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • NUOVA SABATINI, DL CURA ITALIA: sospesi i pagamenti delle rate dei finanziamenti per le imprese beneficiarie della NUOVA SABATINI. Sospensione pagamenti fino al 30 settembre 2020. L'agevolazione rimane sempre in vigore.

    NUOVA SABATINI 2020 24DL CURA ITALIA: sospesi fino al 30 settembre 2020 i pagamenti delle rate dei finanziamenti per le imprese beneficiarie della NUOVA SABATINI.
    SOSPENSIONE PAGAMENTO RATE: il Ministero dello Sviluppo economico ha disposto la sospensione sino al 30 settembre 2020 del pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 per i mutui e per gli altri finanziamenti rateali, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, per le imprese che beneficiano delle agevolazioni previste dalla Nuova Sabatini per l'acquisto dei beni strumentali.
    È stato così applicato quanto previsto dal decreto legge ''Cura Italia', che ha introdotto misure a supporto delle imprese per fronteggiare l'impatto economico causato dall'emergenza Covid-19.
    NUOVE CONCESSIONI SEMPRE OPERATIVE: i contributi agevolativi alle imprese concessi dal Ministero ai soggetti beneficiari della Nuova Sabatini non subiranno variazioni e continueranno pertanto ad essere erogati.
    AVVISO DEL 20 MARZO 2020: leggi tutto l'articolo sottostante per scaricare l'avviso del Mise del 20 marzo 2020.
    NUOVA SABATINI: si tratta dello strumento agevolativo finalizzato a migliorare l’accesso al credito per investimenti produttivi delle piccole e medie imprese. La misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.
    INVESTIMENTI AMMESSI: acquisto macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali. 
    AGEVOLAZIONE: finanziamento del 100% assistito da garanzia gratuita concessa dal Fondo Centrale di Garanzia.
    CONTRIBUTI: la Nuova Sabatini concede contributi dal Ministero dello sviluppo economico a fronte di finanziamenti bancari quinquennali per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, hardware, software ed in tecnologie digitali.
    BENEFICIARI: la misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese operanti in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca, e prevede l’accesso ai finanziamenti e ai contributi a tasso agevolato per gli investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, software ed in tecnologie digitali.
    FINANZIAMENTI AGEVOLATI: finanziamenti di importo non superiore a 4 milioni di euro a fronte degli investimenti sopra descritti, anche frazionato in più iniziative di acquisto.
    MASSIMALE: i finanziamenti coprono il 100% dei costi ammissibili ed hanno una durata massima di cinque anni dalla stipula del contratto.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • "CURAITALIA", CREDITO D'IMPOSTA PER BOTTEGHE E NEGOZI pari al 60% del canone di affitto.

    CURAITALIA CREDITO DI IMPOSTA PER BOTTEGHE E NEGOZICURAITALIA: Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18.
    CREDITO D'IMPOSTA PER BOTTEGHE E NEGOZI: nisure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.
    OBIETTIVO: contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19, riconoscendo  ai soggetti esercenti attivita' d'impresa, per l'anno 2020, un credito d'imposta nella misura del 60 per cento dell'ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1.
    BENEFICIARI: soggetti che esercitano un’attività d’impresa nell'ambito della quale conducono in locazione un immobile in categoria catastale C/1 (negozi e botteghe).
    SETTORI AMMESSI: attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità esercizi commerciali di vicinato, sia nell'ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, purché' sia consentito l'accesso alle sole predette attività; attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie); attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti).
    IMMOBILI AMMESSI: sono ammessi al credito d'imposta esclusivamente gli immobili rientranti nella categoria C1. Si tratta dei locali a destinazione commerciale. Il riferimento è ai negozi e botteghe utilizzati per un commercio diretto, per condurre affari e per esercitare la vendita al pubblico.
    FINALITÀ: sostenere i soggetti che non detiengono in proprietà l'immobile in cui esercitano l'attività d'impresa.
    PROPRIETARI DEI LOCALI: ai proprietari dei locali che esercitano un'attività d'impresa in un immobile di proprietà è prevista la sospensione del pagamento del mutuo.
    CONTRIBUTO: credito d'imposta pari al 60% del canone di affitto. Non è previsto un massimale.
    ENTRATA IN VIGORE: 17/03/2020. Per usufruire dell'operatività del Decreto, si dovrà attendere l'emanazione di apposito provvedimento dell'Agenzia delle Entrate.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • FINANZIAMENTO URGENTE AGEVOLATO DI € 20.000 PER SOSTENERE LE PICCOLE IMPRESE. Completamente On Line. Esito richiesta in pochi giorni.

    PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA URGENTEFINANZIAMENTO URGENTE AGEVOLATO DI € 20.000 PER SOSTENERE LE PICCOLE IMPRESE E I PROFESSIONISTI:  si tratta di un finanziamento di 20.000 di tipologia bancaria da ottenere in pochi giorni.
    MASSIMALE: aumentabile in corso di istruttoria fino a € 500.000, ma solo nella  misura consentita dalla reale situazione economica-finanziaria;
    AGEVOLAZIONE: garanzia gratuita concessa dal Fondo di Garanzia.
    DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO: Non è richieste nessun vincolo di desinazione.
    Il finanziamento può essere usato per qualsiasi finalità, per esempio per ripristinare la liquidità, per acquisto scorte, marketing, pubblicità dipendenti, spese di esercizio, oneri di gestione vari, o per dare il via ad un nuovo progetto..
    BENEFICIARI: Società di persone (Snc o Sas con almeno 100.000 di fatturato, operative da più di 1 anno); Società di capitali (Srl o Spa), con almeno 100.000 di fatturato e almeno 1 bilancio depositato; Imprese individuali con almeno due dichiarazioni dei redditi: Professionisti iscritti a qualsiasi albo: con almenno due dichiarazioni dei redditi presentate;
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: 5 anni con 1 anno di pre ammortamento (si inizia a pagare le rate di rimborso a partire dal secondo anno).
    TERRITORIALITA': sono ammesse le imprese con sede in tutte le regioni, isole comprese, con esclusione di di Toscana, Marche e Abruzzo.
    GARANZIE: nessuna, si accede al Fondo di Garanzia statale gratuito.
    TEMPI: dai 3 a 7 giorni.
    PROCEDURA: Completamente on line su piattaforma informatica, in caso di approvazione della richiesta potrete accettare la proposta direttamente on line..
    DOMANDE: a sportello

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO: aggiornamento a marzo 2020. Finanziamenti nazionali a tasso zero per i giovani e le donne che vogliono avviare una nuova impresa e per le imprese già esistenti. Finanziamento fino al 90%. (2)

    iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2020NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO:pubblicati i dati aggiornati di marzo 2020.
    In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto con le nuove disposizioni dei finanziamenti nazionali a tasso zero per i giovani e le donne che vogliono avviare una nuova impresa e per le imprese già esistenti. Finanziamento fino al 90%. 
    PRINCIPALI MODIFICHE PER IL 2020: 
    A) ampliamento dei beneficiari anche alle imprese già costituite fino a 5 anni; 
    B) aumento fino al 90% della quota di finanzaimento a tasso zero per le imprese già costituite da almeno 36 mesi; 
    C) diminuzione della quota di capitale proprio al 10%;
    D) aumento della durata del mutuo da 8 a 10 anni;
    E) aumento del limite massimo delle spese ammissibili al finanziamento fino a 3 milioni per le imprese già costituite da almeno 3 anni; 
    F) sono considerati ora ammissibili anche i costi iniziali di gestione fino al 20% del totale dell'investimento.
    DISCIPLINA ATTUALE NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO
    Si tratta dell'incentivo nazionali per giovani e donne che vogliono avviare una nuova impresa che prevede un finanziamento a tasso zero fino al 75%  per progetti fino a 1.500.000, ubicati in tutta Italia.
    LE AGEVOLAZIONI ATTUALI: consistono in un finanziamento agevolato senza interessi (tasso zero) della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali.
    CAPITALE PROPRIO: al momento le imprese devono garantire la restante copertura finanziaria  con il 25% residuo di mezzi propri che può essere garantito con capitali propri o mediante finanziamenti bancari.
    REALIZZAZIONE DELL'INVESTIMENTO: entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.
    BENEFICIARI:  i beneficiari sono i giovani tra i 18 e i 35 anni le donne di qualsiasi età, che possono ottenere finanziamenti a tasso zero per l'avvio di una micro impresa e il 25% residuo può essere garantito con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.
    Al momento possono presentare la domanda per i finanziamenti a tasso zero sia le imprese già costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda che le imprese non ancora costituite, cioè le persone fisiche pronte a costituire la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.
    SETTORI AMMESSI: sono ammessi i progetti di impresa del costo massimo di 1.500.000 milioni di euro negli ambiti produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli, fornitura di servizi alle imprese e alle persone, commercio di beni e servizi, turismo, attività riconducibili a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti la filiera turistico-culturale e l’innovazione sociale.
    TERRITORI AMMESSI: tutto il territorio nazionale.
    DOMANDE: procedura aperta, domande a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • INAIL BANDO ISI 2019: apre il 16 aprile la procedura informatica per la compilazione della domanda. Previsti contributi a fondo perduto fino al 65%.

    INAIL.BANDO.ISI.2016 2018 300INAIL BANDO ISI 2019: dal 16 aprile 2020 l'apertura della procedura informatica per la compilazione della domand. Previsti acontributi a fondo perduto fino al 65%.       
    Dal 16 aprile 2020 è possibile presentare domanda telematica per partecipare al Bando Isi 2019. 
    IL CALENDARIO DELLE SCADENZE: relative al Bando Isi 2019 è consultabile leggendo tutto l'articolo. In particolare, si segnala che dal 16 aprile al 29 maggio 2020 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda di partecipazione online.
    RISORSE: l'Inail mette a disposizione 251.226.450 euro in finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
    FINALITÀ: incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.
    BANEFICIARI: i destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento, anche gli Enti del terzo settore.
    RISORSE: le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.
    CONTRIBUTO:  l'importo massimo erogabile è di 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1, 2 e 3, di 50.000 euro per i progetti appartenti all'asse 4 e 60.000 euro per i progetti appartenti all'asse 5.
    DOMANDE: per le date delle scadenze, leggi tutto l'articolo.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO  PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • EMERGENZA CORONAVIRUS: Italia Contributi si impegna ad aiutare le imprese continuando ad offrire tutti i propri servizi applicando consistenti riduzioni sulle tariffe. Sono in arrivo importanti provvedimenti a sostegno delle imprese.

    CORONAVIRUS ITALIA CONTRIBUTI SERVIZI ASSICURATIEMERGENZA CORONAVIRUS: pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo D.P.C.M. che impone ulteriori misure restrittive al fine di contenere il contagio da Covid-19.
    NUOVE DISPOSIZIONI: restano valide le disposizioni contenute nel D.P.C.M. 9 marzo 2020, anche in ordine alla loro validità temporale quando non siano superate da quelle disposte dal D.P.C.M. 11 marzo 2020.
    ATTIVITA' SOGGETTE A CHIUSURA: chiudono temporaneamente le attività commerciali al dettaglio, i servizi di ristorazione, le attività inerenti i servizi alla persona, con tutta una serie di importanti eccezioni. 
    SERVIZI ESSENZIALI  GARANTITI: restano garantiti i servizi essenziali, sempre a patto che si possa lavorare nel rispetto delle misure di sicurezza. Il Decreto prevede espressamente che restano garantiti:
    - i servizi bancari, finanziari ed assicurativi;
    - le attività del settore agricolo, compresa filiera;
    - le attività del settore zootecnico di trasformazione agroalimentare, compresa filiera.
    Anche per questi settori, ovviamente, resta il rispetto delle norme igienico-sanitarie e della distanza di sicurezza.
    Quanto alla Pubblica Amministrazione, le prestazioni lavorative dovranno essere rese in modalità agile, anche in deroga agli accordi individuali, mentre dovranno essere espressamente individuate le attività indifferibili da svolgersi in prima persona nei luoghi di lavoro.
    ALTRE ATTIVITA' PRODUTTIVE: le attività produttive diverse da quelle espressamente previste come obbligate alla chiusura, potranno proseguire, ma con precise raccomandazioni: massimo utilizzo del lavoro agile, per le attività che sia possibile svolgere presso il domicilio o a distanza; incentivo a ferie e congedi per i dipendenti; sospensione delle attività nei reparti aziendali non indispensabili alla produzione. Viene inoltre sollecitata l’assunzione di specifici protocolli anti contagio, la limitazione degli spostamenti, l’accesso contingentato ai luoghi comuni e la sanificazione dei luoghi di lavoro.
    IN ARRIVO NUOVE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE: presto verranno emanate nuove importanti misura a sostegno delle imprese.
    ITALIA CONTRIBUTI: vi terra puntualmente informati delle nuove misure a sostegno delle imprese.
    OPERATIVITA' DEI NOSTRI SERVIZI: tutti i nostri servizi sono pienamente assicurati in modalità On Line. Abbiamo attivato lo "SmartWorking" per tutti i nostri collaboratori, e continueremo a garantire i servizi a tutti i nostri clienti.
    APPUNTAMENTI: verranno assicurati tutti gli appuntamenti e la consulenza professionale via skype o telefonica;
    ESECUZIONE INCARICHI: l'esecuzione degli incarichi, in tutta Italia, non subirà interruzioni e avverrà regolarmente in modalità On Line, attraverso la piattaforma informatica, con eventuali autenticazione mediante Pec o firma digitale.

     PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • "DISEGNII+4" E "MARCHI+3": posticipata l'apertura dei 2 nuovi incentivi per le imprese. Il bando DISEGNI+4, aprirà alle ore 9.00 del 22 aprile 2020. Il bando MARCHI+3 aprirà alle ore 9.00 del 6 maggio 2020

    brevetti marchi e trasferimento tecnologicoDISEGNI+4Il bando disegni+, aprirà alle ore 9.00 del 22 aprile 2020.
    FINALITA': le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici esterni per favorire: A) la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1 - Produzione); B) la commercializzazione di un disegno/modello registrato (Fase 2 – Commercializzazione).
    BENEFICIARI: imprese di micro, piccola e media dimensione.
    CONTRIBUTO: A) l’importo massimo dell’agevolazione, per la Fase 1, è pari a euro 65.000,00. B) l’importo massimo dell’agevolazione, per la Fase 2, è di euro 10.000,00.
    MARCHI+3: con una dotazione di 3,5 milioni di euro.
    FINALITA': l’incentivo viene riconosciuto per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla registrazione di marchi europei e marchi internazionali.
    BENEFICIARI: imprese di micro, piccola e media dimensione.
    I termini per l'invio delle domande si aprono alle ore 9.00 del 6 maggio 2020.
    DOMANDE: il bando DISEGNI+, aprirà alle ore 9.00 del 22 aprile 2020. Il bando MARCHI+3 aprirà alle ore 9.00 del 6 maggio 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • PUGLIA: al via gli aiuti ai programmi di internazionalizzazione delle Piccole e Medie Imprese. Contributo 45%. Domande a sportello.

    PUGLIA TITOLO IV AIUTI ALLINTERNAZIONALIZZAZIONEPUGLIA: al via gli aiuti ai programmi di internazionalizzazione delle Piccole e Medie Imprese.
    AIUTI ALL'INTERNAZIONALIZZAZIONE:
    si tratta di un nuovo avviso rivolto ad imprese di piccola e media dimensione che intendano realizzare un programma per l'internazionalizzazione del proprio business.
    BENEFICIARI: a) imprese di piccole dimensioni; b) imprese di medie dimensioni; c) raggruppamenti di P.M.I., aventi sede operativa in Puglia, costituiti con forma giuridica di "contratto di rete"; d) consorzi con attività esterna e società consortili di Piccole e Medie Imprese, costituiti anche in forma cooperativa, aventi sede operativa nella Regione Puglia.
    ATTIVITA' AMMESSE: Con il Titolo IV si possono realizzare programmi di importo non inferiore a € 50.000,00, riferiti ad unità locali site nel territorio della Regione Puglia per: a) internazionalizzazione; b) marketing internazionale; c) partecipazione a fiere.
    CONTRIBUTO: agevolazione in conto interessi e contributo a fondo perduto fino alla concorrenza del 45%.
    MASSIMALE CONTRIBUTO: le agevolazioni saranno calcolate, indipendentemente dall’ammontare del progetto ammissibile, su un importo finanziato massimo di € 800.000,00 per impresa e € 4.000.000,00 per i progetti presentati da Reti di Impresa o Consorzi.
    Per le imprese che hanno conseguito il rating di legalità, e per le Reti di Impresa o Consorzi l’intensità massima di aiuto è incrementata di 5 punti percentuali.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • CONTRATTI DI SVILUPPO, aggiornamenti febbraio 2020: si tratta di contributi a fondo perduto alle imprese per progetti di sviluppo industriali, agroalimentari, turistiche, tutela ambientale. risparmio energetico, ambientale, risparmio energetico, e di rice

    CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2020

    CONTRATTO DI SVILUPPO:si tratta di contributi a fondo perduto alle imprese per progetti di sviluppo industriali, agroalimentari, turistiche, tutela ambientale. risparmio energetico, ambientale, risparmio energetico, e di ricerca e sviluppo.
    AGGIORNAMENTI FEBBRAIO 2020: 161 progetti finanziati, 5,8 miliardi di investimenti attivati e 2,6 miliardi di contributi concessi.
    CONTRATTO DI SVILUPPO: previsti contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati nel settore industriale, compreso il settore agroalimentare, turistico, tutela ambientale, risparmio energetico, nonchè ricerca e sviluppo.
    LOCALIZZAZIONE: tutto il territorio nazionale.
    INVESTIMENTO MINIMO DELLE SINGOLE IMPRESE ADERENTI
    settore industriale: 1,5 milioni, trasformazione prodotti agricoli: 1,5 milioni; Turismo: 1,5 milioni; Tutela ambientale: 1,5 milioni.
    INVESTIMENTO MINIMO DEL PROMOTORE
    settore industriale: 10 milioni, trasformazione prodotti agricoli: 3 milioni; Turismo: 5 milioni; Tutela ambientale: 10 milioni.
    INVESTIMENTO MINIMO DELL' INTERO PROGETTO: 7,5 milioni per l'agroalimentare e 20 milioni per gli altri settori.
    BENEFICIARI: tutte le imprese singole o associate, italiane ed estere. Inoltre il contratto di sviluppo potrà inoltre essere realizzato da più soggetti in forma congiunta tramite lo strumento del contratto di rete.
    CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO E FINANZIAMENTI AGEVOLATI: le agevolazioni sono concesse nelle seguenti forme, anche in combinazione tra loro: finanziamento agevolato, nei limiti del 75% delle spese ammissibili; contributo in conto interessi; contributo in conto impianti; contributo diretto alla spesa; 
    PARTECIPAZIONE AL CAPITALE DI RISCHIO: possibilità di integrare le agevolazioni in forma di contributo o di finanziamento intervenendo per integrare il capitale di rischio del soggetto proponente.
    DOMANDE: Misura operativa. Domande a sportello. Contattaci per approfondimenti.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO    PULSANTE VERDE CHIARO 210
  • FINANZIAMENTI SMART: fino a 60.000 €. in pochi giorni, a tassi convenzionati, alle imprese iscritte alla Camera di commercio e attive da almeno 24 mesi.

    FINANZIAMENTI SMART FINO A EURO 60.000FINANZIAMENTI SMART: fino a 60.000 €. in pochi giorni, a tassi convenzionati, alle imprese iscritte alla Camera di commercio e attive da almeno 24 mesi.
    FINANZIAMENTI A TASSI CONVENZIONATI: fino a € 60.000 per le micro, piccole, medie imprese, assistiti dal fondo di garanzia pubblica gratuita di cui alla L.662/96.
    BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese iscritte alla Camera di commercio e attive da almeno 24 mesi.
    TERRITORIALITA': tutto il territorio nazionale.
    SETTORI AMMESSI: tutti i settori.
    SPESE AMMESSE: terreni, fabbricati, macchinari, impianti, attrezzature, arredi, automezzi, tecnologia digitale, beni immateriali, scorte, capitale circolante e liquidità.
    MASSIMALE FINANZIAMENTO: € 60.000.
    AGEVOLAZIONE: fondo di garazia pubblica gratuita del 80% di cui alla L.662/96.
    FINALITA':: investimenti materiali e immateriali, scorte e liquidità.
    FINANZIAMENTO EROGATO: 100% del totale.
    DURATA FINANZIAMENTOcinque anni.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • Coronavirus: Cassa Depositi e Prestiti mette a disposizione delle Imprese 1 miliardo di euro a tassi calmierati. Contattaci per una consulenza operativa.

    CDP FINANZIAMENTI IMPRESECASSA DEPOSITI E PRESTITI: si tratta di 1 miliardo di euro di destinati alle imprese per far fronte all'emergenza Coronavirus messi a disposizione da CDP, che raggruppa in uno strumento organico tre distinti “Plafond” dedicati all’accesso al credito dei diversi comparti imprenditoriali, con l’obiettivo di favorire un maggior afflusso di risorse a medio-lungo termine.
    RISORSE: le risorse sono immediatamente disponibili e serviranno a sostenere le esigenze di finanziamento delle imprese nazionali in questa fase congiunturale complessa.
    BENEFICIARI: PMI (imprese con meno di 250 dipendenti); MID (imprese con un numero di dipendenti compresi fra 250 e 3.000 unità); PMI e/o MidCap che partecipano a una Filiera o a una Rete di Imprese; Rete di Imprese dotate di soggettività giuridica.
    1. PLAFOND PMI: il Plafond PMI è destinato al finanziamento di investimenti, da realizzare o in corso di realizzazione, e ad esigenze di incremento del capitale circolante delle PMI.
    Possono avvalersi del Plafond le imprese operanti in Italia con un organico inferiore alle 250 unità, equivalenti a tempo pieno, a prescindere dal fatturato e dall’attivo di bilancio, secondo la definizione di PMI indicata nella Convenzione.
    2. PLAFOND MID: il Plafond MID è destinato al finanziamento di investimenti, da realizzare o in corso di realizzazione, nonché ad operazioni volte all’aumento di capitale circolante delle “Mid Cap”, imprese con un numero dipendenti compreso tra 250 e 3000 unità. 
    I finanziamenti accordati tramite il Plafond MID possono beneficiare di garanzia pubblica o privata. In caso di garanzia pubblica (ad esempio, SACE ), CDP offre una specifica linea di provvista.
    Non è previsto alcun limite di finanziamento alle MID, ad eccezione dei finanziamenti assistiti da garanzia pubblica, che non possono eccedere unitariamente l'importo di 25 milioni di Euro.
    3. PLAFOND RETI E FILIERE: il Plafond Reti e Filiere è destinato al finanziamento di investimenti, anche in corso di realizzazione, e ad operazioni volte all’aumento di capitale circolante delle PMI o delle Imprese MID che siano Imprese di Rete o Imprese in Filiera ovvero delle Reti di Imprese PMI o MID.
    I finanziamenti non possono superare unitariamente l’importo di 12,5 milioni di Euro.
    DOMANDE:  Attraverso una delle Banche che hanno aderito alla convenzione.
    Contattaci per una consulenza operativa.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • RESTO AL SUD, finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto, fino a 200.000, per i giovani che erano sotto i 46 anni al 1 gennaio 2019, residenti in una delle Regioni del sud e delle Isole o che si impegnano a trasferivi la residenza.

    RESTO AL SUD INVITALIA 300

    RESTO AL SUD: Per il 2019 e fino al 31 dicembre 2020, potrà presentare domanda anche chi possedeva il requisito dell’età (under 46) al 1 gennaio 2019. 
    NESSUN LIMITE DI ETÀ: per 24 comuni dell’area del cratere sismico Centro Italia. 
    RESTO AL SUD è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e ora anche negli oltre cento comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    LIBERI PROFESSIONISTI: dal 8 dicembre 2019 possono presentare le domande anche i liberi professionisti.
    ETA' MASSIMA: fino a 46 anni non compiuti.
    BENEFICIARI: ora sono compresi anche i liberi professionisti, oltre agli aspiranti imprenditori e alle imprese  individuali e societa', ivi incluse le societa' cooperative, già costituite o ancora da costituire.
    REGIONI INTERESSATE: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e i comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche.
    FINALITA': promuovere la costituzione  e l'avvio di  nuove  imprese  nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, e nei Comuni del Cratere sismico in Umbria, Lazio e Marche, da parte di giovani imprenditori con età compresa da 18 a 46 anni.
    RESIDENZA: i beneficiari della misura, se non residenti in una delle regioni ammesse, devono trasferire  la residenza nelle regioni ammissibili entro 60 giorni dalla data di comunicazione della concessione dell'agevolazione (entro 120 giorni se residenti all'estero). Le imprese e le societa' devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in una delle regioni ammissibili.
    AGEVOLAZIONE MASSIMA: fino a 200.000 € di cui 35% a fondo perduto + 65% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni, con 2 anni di pre-ammortamento.
    SETTORI AMMESSI: sono  finanziate  le  attivita'  imprenditoriali  relative   a produzione di beni nei  settori dell'artigianato, dell'industria, delle produzioni agroalimentari, della pesca, dell'acquacoltura, e le attività rivolte alla  fornitura di servizi, compresi i servizi turistici. Infine sono finanziate le attivita' facenti capo ai professionisti.
    DOMANDE: La domanda si presenta esclusivamente online. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • DISEGNI+4: differita al 19 marzo l'apertura del bando nazionale per i contributi alle imprese per la valorizzazione di disegni e modelli con lo sfruttamento economico dei disegni e modelli industriali, sia sul mercato nazionale che su quello internazionale.

    MISE DISEGNI4 2020DISEGNI+4, Agevolazioni alle imprese per la valorizzazione di disegni e modelli.
    FINALITÀ: valorizzare lo sfruttamento economico dei disegni e modelli industriali, sia sul mercato nazionale che su quello internazionale.
    CONTRIBUTO: Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili.
    PROGETTI AMMESSI: il progetto deve riguardare la valorizzazione di un disegno/modello singolo o di uno o più disegni/modelli appartenenti al medesimo deposito multiplo registrati presso qualsiasi ufficio nazionale o regionale di proprietà intellettuale/industriale, a decorrere dal 1° gennaio 2018 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione ed essere in corso di validità.
    SPESE AMMESSE: acquisto di servizi specialistici esterni per favorire la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1 Produzione).
    Sono ammissibili le spese sostenute per: Ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali; Realizzazione di prototipi; Realizzazione di stampi; Consulenza tecnica per la catena produttiva finalizzata alla messa in produzione del prodotto/disegno; Consulenza tecnica per certificazioni di prodotto o di sostenibilità ambientale; Consulenza specializzata nell’approccio al mercato (es. business plan, piano di marketing, analisi del mercato, ideazione layout grafici e testi per materiale di comunicazione offline e online) strettamente connessa al disegno/modello.
    CONTRIBUTO MASSIMOPER LA FASE 1€ 65.000,00.
    FASE 2: commercializzazione di un disegno/modello registrato.
    SPESE AMMISSIBILIFASE 2: consulenza specializzata nella valutazione tecnico-economica del disegno/modello; Consulenza legale per la stesura di accordi di licenza del titolo di proprietà industriale; Consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione.
    CONTRIBUTO MASSIMO FASE 2: € 10.000,00.
    Per accedere alle agevolazioni è possibile prevedere, per lo stesso disegno/modello registrato, una sola Fase o entrambe. 
    Potrà essere agevolata una sola domanda per impresa.
    DOMANDE: dal 19 marzo 2020.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • DIFFICOLTA' FINANZIARIE IN AZIENDA? Non aspettare che sia troppo tardi. Chiedi un appuntamento per una consulenza professionale e pianifica la strategia per superare le difficoltà.

    RISCHIO DI CRISI AZIENDALE 250 ADIFFICOLTA' FINANZIARIE IN AZIENDA? Non aspettare che sia troppo tardi. Anticipa gli eventi.
    PIANO DI RISTRUTTURAZIONE AZIENDALE: vedi i vantaggi di un piano di ristrutturazione aziendale e verifica con i nostri professionisti i vantaggi di un Piano di Ristrutturazione Aziendale.
    DESTINATARI: tutte le imprese di qualsiasi dimensione, in qualsiasi grado della crisi, a partire dai primi segnali fino alle situazioni pre fallimentari.
    VANTAGGI: esperire tutte quelle azioni utili a diminuire la gravità della crisi, al consolidamento delle passività, alla protezione dei patrimoni, fino alla eventuale fase del rilancio dell'azienda, avvalendosi di un team di numerosi professionisti esperti (Dottori Commercialisti e Avvocati), presenti in tutto il territorio nazionale, isole comprese. 
    Un piano di ristrutturazione aziendale professionale puo' salvare e rilanciare la vostra azienda.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • Nuovo Credito d’imposta per ricerca, sviluppo, innovazione e design.

    CREDITO DIMPOSTA RICERCA E SVILUPPOCREDITO D’IMPOSTA PER RICERCA, SVILUPPO, INNOVAZIONE E DESIGN, FINALITÀ: la misura si pone l’obiettivo di stimolare la spesa privata in "Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica" per sostenere la competitività delle imprese e per favorirne i processi di transizione digitale e nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale.
    BENEFICIARI: tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali.
    CONTRIBUTO A TITOLO DI CREDITO D'IMPOSTA:
    -- Attività di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale in campo scientifico e tecnologico: il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 12% delle spese agevolabili nel limite massimo di 3 milioni di euro.
    -- Attività di innovazione tecnologica finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati: il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 6% delle spese agevolabili nel limite massimo di 1,5 milioni di euro; Il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 10% delle spese agevolabili nel limite massimo di 1,5 milioni di euro in caso di attività di innovazione tecnologica finalizzate al raggiungimento di un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0.
    -- Attività di design e ideazione estetica per la concezione e realizzazione dei nuovi prodotti e campionari nei settori tessile e della moda, calzaturiero, dell’occhialeria, orafo, del mobile e dell’arredo e della ceramica, e altri individuati con successivo decreto ministeriale: il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 6% delle spese agevolabili nel limite massimo di 1,5 milioni di euro.
    UTILIZZO DEL CREDITO D'IMPOSTAIl credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione in tre quote annuali di pari importo a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di maturazione.
    DOMANDE: il modello, il contenuto, le modalità e i termini di invio della comunicazione saranno stabiliti con apposito decreto direttoriale.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • NUOVI FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA' SCORTE, CIRCOLANTE E INVESTIMENTI: FINO A € 500.000 per le micro, piccole, medie imprese e per le start up, assistiti dal fondo di garanzia. Domande a sportello. (2)

    nuovi finanziamenti agevolati 2019 PER LIQUIDITà E INVESTIMENTINUOVI FINANZIAMENTI AGEVOLATI: fino a € 500.000 per le micro, piccole, medie imprese e per le start up, assistiti dal fondo di garanzia pubblica gratuita di cui alla L.662/96.
    BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese, e start up anche con meno di 3 bilanci.
    TERRITORIALITA': tutto il territorio nazionale.
    SETTORI AMMESSI: tutti i settori.
    SPESE AMMESSE: terreni, fabbricati, macchinari, impianti, attrezzature, arredi, automezzi, tecnologia digitale, beni immateriali, scorte, capitale circolante e liquidità;
    MASSIMALE FINANZIAMENTO: € 500.000 per imprese con almeno 3 bilanci depositati;
    MASSIMALE FINANZIAMENTO START UP: € 300.000 per start up con meno di 2 bilanci depositati.
    AGEVOLAZIONE: fondo di garazia pubblica gratuita del 80% di cui alla L.662/96.
    FINALITA':: investimenti materiali e immateriali, scorte e liquidità.
    FINANZIAMENTO EROGATO: 100% del totale del progetto di investimento alle imprese con almeno 3 bilanci.
    FINANZIAMENTO EROGATO A NUOVE IMPRESE: 80% del totale del progetto di investimento con richiesta di disponibilità di mezzi propri pari al 20%.
    DURATA FINANZIAMENTO:sette anni per investimenti materiali e immateriali; due anni per liquidità e scorte.

    PRE-FATTIBILITÀ GRATUITA: compila il modulo quì
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • NUOVI FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA' SCORTE, CIRCOLANTE E INVESTIMENTI: FINO A € 500.000 per le micro, piccole, medie imprese e per le start up, assistiti dal fondo di garanzia. Domande a sportello. (3)

    nuovi finanziamenti agevolati 2019 PER LIQUIDITà E INVESTIMENTINUOVI FINANZIAMENTI AGEVOLATI: fino a € 500.000 per le micro, piccole, medie imprese e per le start up, assistiti dal fondo di garanzia pubblica gratuita di cui alla L.662/96.
    BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese, e start up anche con meno di 3 bilanci.
    TERRITORIALITA': tutto il territorio nazionale.
    SETTORI AMMESSI: tutti i settori.
    SPESE AMMESSE: terreni, fabbricati, macchinari, impianti, attrezzature, arredi, automezzi, tecnologia digitale, beni immateriali, scorte, capitale circolante e liquidità;
    MASSIMALE FINANZIAMENTO: € 500.000 per imprese con almeno 3 bilanci depositati;
    MASSIMALE FINANZIAMENTO START UP: € 300.000 per start up con meno di 2 bilanci depositati.
    AGEVOLAZIONE: fondo di garazia pubblica gratuita del 80% di cui alla L.662/96.
    FINALITA':: investimenti materiali e immateriali, scorte e liquidità.
    FINANZIAMENTO EROGATO: 100% del totale del progetto di investimento alle imprese con almeno 3 bilanci.
    FINANZIAMENTO EROGATO A NUOVE IMPRESE: 80% del totale del progetto di investimento con richiesta di disponibilità di mezzi propri pari al 20%.
    DURATA FINANZIAMENTO:sette anni per investimenti materiali e immateriali; due anni per liquidità e scorte.

    PRE-FATTIBILITÀ GRATUITA: compila il modulo quì
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • Credito d’imposta 2020 per investimenti in beni strumentati effettuati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020.

    CREDITO DIMPOSTA 2020 BENI STRUMENTALICREDITO D’IMPOSTA NAZIONALE 2020: sostegno alle imprese che investono in beni strumentali nuovi, sia materiali che immateriali per investimenti effettuati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020.
    FINALITÀ: supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.
    BENEFICIARI: tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali. 
    Il credito d'imposta del 6% per gli investimenti in altri beni strumentali materiali è riconosciuto anche agli esercenti arti e professioni.
    CREDITO D'IMPOSTA IN COMPENSAZIONE: il credito d'imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione in cinque quote annuali di pari importo, ridotte a tre per gli investimenti in beni immateriali.
    CREDITO D'IMPOSTA CUMULABILE: il credito d'imposta è cumulabile con la Sabatini e con altre agevolazioni che abbiano a oggetto i medesimi costi nei limiti massimi del raggiungimento del costo sostenuto.
    CONTRIBUTO: per gli investimenti in beni strumentali materiali tecnologicamente avanzati è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del:
    - 40% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
    - 20% del costo per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino al limite di costi complessivamente ammissibili pari a 10 milioni di euro.
    CONTRIBUTO: per gli investimenti in beni strumentali immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0 è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del:
    - 15% del costo nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 700.000.
    Si considerano agevolabili anche le spese per servizi sostenute mediante soluzioni di cloud computing per la quota imputabile per competenza.
    CONTRIBUTO: per investimenti in altri beni strumentali materiali, diversi da quelli precedenti è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del 6% nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.
    CONTRIBUTO: per gli investimenti in beni strumentali immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0 è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del15% del costo nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 700.000.
    Si considerano agevolabili anche le spese per servizi sostenute mediante soluzioni di cloud computing per la quota imputabile per competenza.
    CONTRIBUTO: per investimenti in altri beni strumentali materiali, diversi da quelli precedenti è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del 6% nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.
    DOMANDA: le imprese che intendono fruire dell’agevolazione sono tenute ad effettuare una domanda al Ministero dello sviluppo economico.
    Il modello, il contenuto, le modalità e i termini di invio della domanda saranno stabiliti a breve con apposito decreto direttoriale.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • DISEGNI+4: dal 27 febbraio apre il bando nazionale per i contributi alle imprese per la valorizzazione di disegni e modelli con lo sfruttamento economico dei disegni e modelli industriali, sia sul mercato nazionale che su quello internazionale.

    MISE DISEGNI4 2020DISEGNI+4, Agevolazioni alle imprese per la valorizzazione di disegni e modelli.
    FINALITÀ: valorizzare lo sfruttamento economico dei disegni e modelli industriali, sia sul mercato nazionale che su quello internazionale.
    CONTRIBUTO: Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili.
    PROGETTI AMMESSI: il progetto deve riguardare la valorizzazione di un disegno/modello singolo o di uno o più disegni/modelli appartenenti al medesimo deposito multiplo registrati presso qualsiasi ufficio nazionale o regionale di proprietà intellettuale/industriale, a decorrere dal 1° gennaio 2018 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione ed essere in corso di validità.
    SPESE AMMESSE: acquisto di servizi specialistici esterni per favorire la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1 Produzione).
    Sono ammissibili le spese sostenute per: Ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali; Realizzazione di prototipi; Realizzazione di stampi; Consulenza tecnica per la catena produttiva finalizzata alla messa in produzione del prodotto/disegno; Consulenza tecnica per certificazioni di prodotto o di sostenibilità ambientale; Consulenza specializzata nell’approccio al mercato (es. business plan, piano di marketing, analisi del mercato, ideazione layout grafici e testi per materiale di comunicazione offline e online) strettamente connessa al disegno/modello.
    CONTRIBUTO MASSIMOPER LA FASE 1€ 65.000,00.
    FASE 2: commercializzazione di un disegno/modello registrato.
    SPESE AMMISSIBILIFASE 2: consulenza specializzata nella valutazione tecnico-economica del disegno/modello; Consulenza legale per la stesura di accordi di licenza del titolo di proprietà industriale; Consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione.
    CONTRIBUTO MASSIMO FASE 2: € 10.000,00.
    Per accedere alle agevolazioni è possibile prevedere, per lo stesso disegno/modello registrato, una sola Fase o entrambe. 
    Potrà essere agevolata una sola domanda per impresa.
    DOMANDE: daL 27 febbraio 2020 apre il bando

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • SMART & START ITALIA: pubblicati i dati aggiornati di febbraio 2020 della nuova disciplina agevolativa. Finanziamento fino a 1.500.000, a tasso zero. Durata 10 anni, fino al 90% e contributo fino al 30%. Domande a sportello.

     

    SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2020SMART & START ITALIA, pubblicati i dati aggiornati di febbraio 2020: 1.024 startup innovative finanziate; 346 mln agevolazioni concesse; 5.740 nuovi posti di lavoro.
    NOVITA': Le principali novità introdotte riguardano la semplificazione dei criteri di valutazione e di rendicontazione, l’introduzione di nuove premialità, l’incremento del finanziamento agevolato fino al 90%, un fondo perduto fino al 30% per le imprese del Sud e un periodo di ammortamento fino a 10 anni.
    TERRITORIALITA': le agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale.
    LA BUSINESS IDEA: dovrà avere caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca.
    L’AGEVOLAZIONE: consiste in un mutuo senza interessi per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto proposto. 
    Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili; l’importo del finanziamento è elevabile al 90% nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.
    DURATA: Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.
    BENEFICIARI: start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
    Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 60 mesi. Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • INAIL BANDO ISI 2019: dal 16 aprile 2020 l'apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda. Previsti contributi a fondo perduto fino al 65%.

    INAIL.BANDO.ISI.2016 2018 300INAIL BANDO ISI 2019: dal 16 aprile 2020 l'apertura della procedura informatica per la compilazione della domand. Previsti acontributi a fondo perduto fino al 65%.       
    Dal 16 aprile 2020 è possibile presentare domanda telematica per partecipare al Bando Isi 2019. 
    IL CALENDARIO DELLE SCADENZE: relative al Bando Isi 2019 è consultabile leggendo tutto l'articolo. In particolare, si segnala che dal 16 aprile al 29 maggio 2020 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda di partecipazione online.
    RISORSE: l'Inail mette a disposizione 251.226.450 euro in finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
    FINALITÀ: incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.
    BANEFICIARI: i destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento, anche gli Enti del terzo settore.
    RISORSE: le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.
    CONTRIBUTO:  l'importo massimo erogabile è di 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1, 2 e 3, di 50.000 euro per i progetti appartenti all'asse 4 e 60.000 euro per i progetti appartenti all'asse 5.
    DOMANDE: per le date delle scadenze, leggi tutto l'articolo.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • AREE DI CRISI INDUSTRIALE: più semplice chiedere i finanziamenti nelle aree di crisi industriale. Ora la riapertura degli sportelli.

    aree di crisi NON COMPLESSA 300LEGGE 181/89: al via la riforma: più semplice chiedere i finanziamenti nelle aree di crisi industriale, procedure più semplici per la Legge 181.
    RILANCIO DELLE AREE DI CRISI: pubblicata la Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico che dà attuazione alla riforma degli incentivi per il rilancio delle aree di crisi industriale (introdotta con decreto ministeriale 30 agosto 2019).
    MIGLIORAMENTI: sarà più semplice richiedere i finanziamenti, visto che la riforma punta a rendere più agevole e accessibile la misura, ampliando la platea dei potenziali beneficiari (ad esempio le reti d’impresa) e prevedendo un abbassamento della soglia minima di investimento da 1,5 milioni di euro a 1 milione di euro. Modificata anche la percentuale del finanziamento agevolato, che passa dal 50% fisso ad una percentuale che varia dal 30% al 50%, a discrezione dell’impresa.
    NUOVE TIPOLOGIE DI SOSTEGNO: presenti anche nuove tipologie di sostegno per favorire la formazione dei lavoratori e accordi di sviluppo per programmi di investimento strategici di importo pari o superiore a 10 milioni di euro e con un significativo impatto occupazionale (cosiddetto fast track).
    FINALITÀ: creare nuovi posti di lavoro attraverso l'ampliamento, la ristrutturazione e la delocalizzazione degli stabilimenti produttivi.
    AGEVOLAZIONI DELLA LEGGE 181/89: La legge 181/89 finanzia programmi di investimento produttivo o programmi per la tutela ambientale, completati eventualmente da progetti per innovare l’organizzazione.
    Finanziabili anche gli investimenti per tutela ambientale, turismo e innovazione organizzativa.
    INVESTIMENTI MINIMI: gli investimenti devono prevedere spese per almeno 1 milione di euro.
    AGEVOLAZIONI FINANZIARIE: Le agevolazioni finanziarie possono coprire fino al 75% dell’investimento ammissibile con contributo a fondo perduto in conto impianti, contributo a fondo perduto alla spesa, finanziamento agevolato. Gli incentivi si applicano con specifiche modalità per ogni area di crisi.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO: è compreso tra il 30% ed il 50% degli investimenti ammissibili; ha una durata massima di 10 anni oltre un periodo di preammortamento, della durata massima di 3 anni, commisurato alla durata del programma.
    DOMANDE: a seguito della pubblicazione della Circolare, con successivo Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico saranno riaperti gli sportelli chiusi il 14 novembre 2019. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO: aggiornamento di febbraio 2020. Finanziamenti nazionali a tasso zero per i giovani e le donne che vogliono avviare una nuova impresa e per le imprese già esistenti. Finanziamento fino al 90%.

    iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2020NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO:pubblicati i dati aggiornati di febbraio 2020.
    In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto con le nuove disposizioni dei finanziamenti nazionali a tasso zero per i giovani e le donne che vogliono avviare una nuova impresa e per le imprese già esistenti. Finanziamento fino al 90%. 
    PRINCIPALI MODIFICHE PER IL 2020: 
    A) ampliamento dei beneficiari anche alle imprese già costituite fino a 5 anni; 
    B) aumento fino al 90% della quota di finanzaimento a tasso zero per le imprese già costituite da almeno 36 mesi; 
    C) diminuzione della quota di capitale proprio al 10%;
    D) aumento della durata del mutuo da 8 a 10 anni;
    E) aumento del limite massimo delle spese ammissibili al finanziamento fino a 3 milioni per le imprese già costituite da almeno 3 anni; 
    F) sono considerati ora ammissibili anche i costi iniziali di gestione fino al 20% del totale dell'investimento.
    DISCIPLINA ATTUALE NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO
    Si tratta dell'incentivo nazionali per giovani e donne che vogliono avviare una nuova impresa che prevede un finanziamento a tasso zero fino al 75%  per progetti fino a 1.500.000, ubicati in tutta Italia.
    LE AGEVOLAZIONI ATTUALI: consistono in un finanziamento agevolato senza interessi (tasso zero) della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali.
    CAPITALE PROPRIO: al momento le imprese devono garantire la restante copertura finanziaria  con il 25% residuo di mezzi propri che può essere garantito con capitali propri o mediante finanziamenti bancari.
    REALIZZAZIONE DELL'INVESTIMENTO: entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.
    BENEFICIARI:  i beneficiari sono i giovani tra i 18 e i 35 anni le donne di qualsiasi età, che possono ottenere finanziamenti a tasso zero per l'avvio di una micro impresa e il 25% residuo può essere garantito con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.
    Al momento possono presentare la domanda per i finanziamenti a tasso zero sia le imprese già costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda che le imprese non ancora costituite, cioè le persone fisiche pronte a costituire la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.
    SETTORI AMMESSI: sono ammessi i progetti di impresa del costo massimo di 1.500.000 milioni di euro negli ambiti produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli, fornitura di servizi alle imprese e alle persone, commercio di beni e servizi, turismo, attività riconducibili a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti la filiera turistico-culturale e l’innovazione sociale.
    TERRITORI AMMESSI: tutto il territorio nazionale.
    DOMANDE: procedura aperta, domande a sportello. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA': aumentati gli importi erogabili per liquidità, scorte e investimenti. Massimo erogabile € 500.000 per le imprese di tutti i settori. Domande a sportello.

    PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA 2019FINANZIAMENTI PER LIQUIDITÀ, SCORTE E INVESTIMENTI: si tratta di un finanziamento agevolato concessi con l'ausilio della L.662/96 per le imprese già esistenti e attive.
    VALIDITÀ: tutta Italia.
    MASSIMALE PER LE IMPRESE GIA' ESISTENTI: massimo importo erogabile per le imprese: 500.000 €.
    AGEVOLAZIONE: garanzia gratuita pari al 80% ai sensi della L.662/96.
    FINALITÀ: sono ammesse tutte le finalità: investimenti, liquidità e scorte, escluso consolidamento e risanamento debiti.
    REQUISITI: richiesta assenza di segnalazioni negative. 
    FINANZIAMENTO: tempi di restituzione: fino a 7 anni.
    TASSI: convenzionati variabili in relazione al merito creditizio del cliente.
    AGEVOLAZIONE: finanziamento agevolato, non a tasso zero ma a tasso variabile, in base al rating, comunque a tassi convenzionati, erogato con l'ausilio del Fondo Centrale di Garanzia, da restituire fino a 7 anni.
    ISTRUTTORIA: Tempi di istruttoria circa 30 giorni. Tempi di erogazione: pochi giorni.
    DOMANDA: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti fino a 5 milioni, alle imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da Fondi di Investimento privati a imprese che vogliono crescere.

    FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTOFINANZIAMENTI PRIVATI ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti diretti alle imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da parte di Fondi di Investimento privati concessi a imprese solide, che vogliono crescere. Qualsiasi finalità di sviluppo, da € 100.000 a € 5.000.000 in pochi giorni senza garanzie  personali. Chiedi informazionie>>.
    CANALE NON BANCARIO
    : si tratta della possibilità di ricevere finanziamenti tramite un canale alternativo al tradizionale canale bancario, da parte di privati e Fondi di investimento Istituzionali sulla base di un canale internazionale che mette in comunicazione in tempo reale e in modalità dinamica le imprese richiedenti e gli investitori.
    NO CENTRALE RISCHI:il finanziamento non appare sulla centrale rischi e non aumenta l'esposizione verso il sistema bancario.
    TEMPI MOLTO RAPIDI: pre-valutazione in 48 ore, istruttoria ed erogazione diretta in pochi giorni.
    BENEFICIARI: solo aziende sane e solide di tutti i settori, (escluso agricoltura, allevamento e settore edilizio delle costruzioni immobiliari), con almeno 2 bilanci depositati, fatturato minimo di almeno € 250.000, e con un utile di bilancio già dichiarato che sia sufficiente a garantire la restituzione della rata del finanziamento e comunque con requisiti di liquidità e solidità patrimoniale necessari a far fronte alla restituzione del prestito.
    REQUISITI: solo Srl e Spa con almeno 2 bilanci depositati e fatturato minomo di € 250.000;
    GARANZIE RICHIESTE: nessuna garanzia personale. Nessuna assicurazione.
    PROGETTI FINANZIABILI: tutte le tipologia di progetti di sviluppo e di crescita dell'impresa, ad esempio investimenti, lavori di ristrutturazione, acquisizione di una nuova azienda, finanziamento di beni materiali o immateriali, liquidità, scorte, sviluppo commerciale, ecc….
    IMPORTO FINANZIAMENTO: da € 100.000 a € 5.000.000 con erogazione diretta in pochi giorni senza intervento del sistema bancario.
    CHI SONO GLI INVESTITORI: prestatori privati accreditati, Fondi di investimento privati, investitori istituzionali che investono automaticamente su tutti i progetti una volta approvati attraverso un fondo di investimento. Questa forma mista di investimento garantisce il finanziamento al 100% di tutti i progetti approvati.
    TASSI E COMMISSIONI: sono variabili in base al rating dell'impresa e applicabili previa proposta economica dopo l'analisi del richio e l'approvazione della richiesta  del finanziamento.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: fino a 7 anni.
    VERIFICA ON LINE DEL POSSESSO DEI REQUISITI: con pochi click puoi verificare subito se possiedi i requisiti e ricevere una pre-fattibilità del tutto gratuitamente e senza nessun impegno. 

    VERIFICA ORA DEI REQUISITI 400

     

     

     

  • INAIL, Bando ISI 2019: pubblicate le date relative alla procedura telematica di presentazione della domanda. Contributi a fondo perduto fino al 65% alle imprese e agli enti del terzo settore che investono in salute e sicurezza.

    INAIL.BANDO.ISI.2016 2018 300BANDO ISI 2019: pubblicate le date relative alla procedura telematica di presentazione della domanda.
    Dal 16 aprile 2020 è possibile presentare domanda telematica per partecipare al Bando Isi 2019. 
    IL CALENDARIO DELLE SCADENZE: relative al Bando Isi 2019 è consultabile leggendo tutto l'articolo. In particolare, si segnala che dal 16 aprile al 29 maggio 2020 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda di partecipazione online.
    RISORSE: l'Inail mette a disposizione 251.226.450 euro in finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
    FINALITÀ: incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.
    BANEFICIARI: i destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento, anche gli Enti del terzo settore.
    RISORSE: le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.
    CONTRIBUTO:  l'importo massimo erogabile è di 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1, 2 e 3, di 50.000 euro per i progetti appartenti all'asse 4 e 60.000 euro per i progetti appartenti all'asse 5.
    DOMANDE: per le date delle scadenze, leggi tutto l'articolo.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • CONTRATTI DI SVILUPPO, ecco i dati di gennaio 2020. Contribuiti per nuovi progetti di sviluppo delle imprese con finalità industriale, agroalimentare, turistico, tutela ambientale. risparmio energetico, ambientale, risparmio energetico, ricerca e sviluppo.

    CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2020CONTRATTI DI SVILUPPO, pubblicati gli aggiornamenti di gennaio 2020.
    CONTRIBUTI ALLE IMPRESE: per nuovi progetti di sviluppo delle imprese con finalità industriale, agroalimentare, turistico, tutela ambientale. risparmio energetico, ambientale, risparmio energetico, ricerca e sviluppo.
    RISULTATI GENNAIO 2020: 156 progetti finanziati, 5,5 miliardi di investimenti attivati e 2,5 miliardi di contributi concessi.
    CONTRATTO DI SVILUPPO DELLE IMPRESE: si tratta di contributi afondo perduto e finanziamenti agevolati nel settore industriale, compreso il settore agroalimentare, turistico, tutela ambientale, risparmio energetico, nonchè ricerca e sviluppo.
    LOCALIZZAZIONE: tutto il territorio nazionale.
    INVESTIMENTO MINIMO DELLE SINGOLE IMPRESE ADERENTI
    settore industriale: 1,5 milioni, trasformazione prodotti agricoli: 1,5 milioni; Turismo: 1,5 milioni; Tutela ambientale: 1,5 milioni.
    INVESTIMENTO MINIMO DEL PROMOTORE
    settore industriale: 10 milioni, trasformazione prodotti agricoli: 3 milioni; Turismo: 5 milioni; Tutela ambientale: 10 milioni.
    INVESTIMENTO MINIMO DELL' INTERO PROGETTO: 7,5 milioni per l'agroalimentare e 20 milioni per gli altri settori.
    BENEFICIARI: tutte le imprese singole o associate, italiane ed estere. Inoltre il contratto di sviluppo potrà inoltre essere realizzato da più soggetti in forma congiunta tramite lo strumento del contratto di rete.
    CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO E FINANZIAMENTI AGEVOLATI: le agevolazioni sono concesse nelle seguenti forme, anche in combinazione tra loro: finanziamento agevolato, nei limiti del 75% delle spese ammissibili; contributo in conto interessi; contributo in conto impianti; contributo diretto alla spesa; 
    PARTECIPAZIONE AL CAPITALE DI RISCHIO: possibilità per Invitalia, di integrare le agevolazioni in forma di contributo o di finanziamento intervenendo per integrare il capitale di rischio del soggetto proponente.
    DOMANDE: Misura operativa. Domande a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • NUOVE IMPRESE INNOVATIVE, Smart&Start Italia: è operativa la nuova disciplina agevolativa. Finanziamento fino a 1.500.000, a tasso zero. Durata 10 anni, fino al 90% e contributo fino al 30%. Domande a sportello. (2)

    SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2020NUOVE IMPRESE INNOVATIVE, è operativa la nuova disciplina agevolativa. Finanziamento fino a 1.500.000, a tasso zero. a 10 anni, fino al 90% e contributo fino al 30%. Domande a sportello.
    NOVITA': Le principali novità introdotte riguardano la semplificazione dei criteri di valutazione e di rendicontazione, l’introduzione di nuove premialità, l’incremento del finanziamento agevolato fino al 90%, un fondo perduto fino al 30% per le imprese del Sud e un periodo di ammortamento fino a 10 anni.
    TERRITORIALITA': le agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale.
    LA BUSINESS IDEA: dovrà avere caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca.
    L’AGEVOLAZIONE: consiste in un mutuo senza interessi per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto proposto. 
    Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili; l’importo del finanziamento è elevabile al 90% nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.
    DURATA: Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.
    BENEFICIARI: start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
    Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 60 mesi. Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società.
    DOMANDE: a sportello.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO: a breve in Gazzetta Ufficiale il Decreto con le nuove disposizioni dei finanziamenti nazionali a tasso zero per i giovani e le donne che vogliono avviare una nuova impresa e per le imprese già esistenti. Finanziato il 90%.

    iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2020NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO:sta per essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto per i finanziamenti a tasso zero nazionali fino a € 3.000.000, per giovani e donne che vogliono avviare una nuova impresa e per imprese già esistenti.  
    PRINCIPALI MODIFICHE PER IL 2020: 
    A) ampliamento dei beneficiari anche alle imprese già costituite fino a 5 anni;
    B) aumento fino al 90% della quota di finanzaimento a tasso zero per le imprese già costituite da almeno 36 mesi;
    C) diminuzione della quota di capitale proprio al 10%,
    D) aumento della durata del mutuo da 8 a 10 anni;
    E) aumento del limite massimo delle spese ammissibili al finanziamento fino a 3 milioni per le imprese già costituite da almeno 3 anni;
    F) sono considerati ora ammissibili anche i costi iniziali di gestione fino al 20% del totale dell'investimento.
    DISCIPLINA ATTUALE NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO:
    Si tratta dell'incentivo nazionali per giovani e donne che vogliono avviare una nuova impresa che prevede un finanziamento a tasso zero fino al 75%  per progetti fino a 1.500.000, ubicati in tutta Italia.
    LE AGEVOLAZIONI ATTUALI: consistono in un finanziamento agevolato senza interessi (tasso zero) della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali.
    CAPITALE PROPRIO: al momento le imprese devono garantire la restante copertura finanziaria  con il 25% residuo di mezzi propri che può essere garantito con capitali propri o mediante finanziamenti bancari.
    REALIZZAZIONE DELL'INVESTIMENTO: entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.
    BENEFICIARI:  i beneficiari sono i giovani tra i 18 e i 35 anni le donne di qualsiasi età, che possono ottenere finanziamenti a tasso zero per l'avvio di una micro impresa e il 25% residuo può essere garantito con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.
    Al momento possono presentare la domanda per i finanziamenti a tasso zero sia le imprese già costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda che le imprese non ancora costituite, cioè le persone fisiche pronte a costituire la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.
    SETTORI AMMESSI: sono ammessi i progetti di impresa del costo massimo di 1.500.000 milioni di euro negli ambiti produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli, fornitura di servizi alle imprese e alle persone, commercio di beni e servizi, turismo, attività riconducibili a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti la filiera turistico-culturale e l’innovazione sociale.
    TERRITORI AMMESSI: tutto il territorio nazionale.
    DOMANDE: procedura aperta, domande a sportello. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • AREE DI CRISI INDUSTRIALE, Legge 181: al via la riforma, più semplice chiedere i finanziamenti nelle aree di crisi industriale. Ora la riapertura degli sportelli.

    aree di crisi NON COMPLESSA 300LEGGE 181/89: al via la riforma: più semplice chiedere i finanziamenti nelle aree di crisi industriale, procedure più semplici per la Legge 181.
    RILANCIO DELLE AREE DI CRISI: pubblicata la Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico che dà attuazione alla riforma degli incentivi per il rilancio delle aree di crisi industriale (introdotta con decreto ministeriale 30 agosto 2019).
    MIGLIORAMENTI: sarà più semplice richiedere i finanziamenti, visto che la riforma punta a rendere più agevole e accessibile la misura, ampliando la platea dei potenziali beneficiari (ad esempio le reti d’impresa) e prevedendo un abbassamento della soglia minima di investimento da 1,5 milioni di euro a 1 milione di euro. Modificata anche la percentuale del finanziamento agevolato, che passa dal 50% fisso ad una percentuale che varia dal 30% al 50%, a discrezione dell’impresa.
    NUOVE TIPOLOGIE DI SOSTEGNO: presenti anche nuove tipologie di sostegno per favorire la formazione dei lavoratori e accordi di sviluppo per programmi di investimento strategici di importo pari o superiore a 10 milioni di euro e con un significativo impatto occupazionale (cosiddetto fast track).
    FINALITÀ: creare nuovi posti di lavoro attraverso l'ampliamento, la ristrutturazione e la delocalizzazione degli stabilimenti produttivi.
    AGEVOLAZIONI DELLA LEGGE 181/89: La legge 181/89 finanzia programmi di investimento produttivo o programmi per la tutela ambientale, completati eventualmente da progetti per innovare l’organizzazione.
    Finanziabili anche gli investimenti per tutela ambientale, turismo e innovazione organizzativa.
    INVESTIMENTI MINIMI: gli investimenti devono prevedere spese per almeno 1 milione di euro.
    AGEVOLAZIONI FINANZIARIE: Le agevolazioni finanziarie possono coprire fino al 75% dell’investimento ammissibile con contributo a fondo perduto in conto impianti, contributo a fondo perduto alla spesa, finanziamento agevolato. Gli incentivi si applicano con specifiche modalità per ogni area di crisi.
    FINANZIAMENTO AGEVOLATO: è compreso tra il 30% ed il 50% degli investimenti ammissibili; ha una durata massima di 10 anni oltre un periodo di preammortamento, della durata massima di 3 anni, commisurato alla durata del programma.
    DOMANDE: a seguito della pubblicazione della Circolare, con successivo Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico saranno riaperti gli sportelli chiusi il 14 novembre 2019. 

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  
  • FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti fino a 5 miliono, alle imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da Fondi di Investimento privati a imprese che vogliono crescere.

    FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTOFINANZIAMENTI PRIVATI ALLE IMPRESE: si tratta finanziamenti diretti alle imprese sane, in alternativa al sistema bancario, da parte di Fondi di Investimento privati concessi a imprese solide, che vogliono crescere. Qualsiasi finalità di sviluppo, da € 100.000 a € 5.000.000 in pochi giorni senza garanzie  personali. Chiedi informazionie>>.
    CANALE NON BANCARIO
    : si tratta della possibilità di ricevere finanziamenti tramite un canale alternativo al tradizionale canale bancario, da parte di privati e Fondi di investimento Istituzionali sulla base di un canale internazionale che mette in comunicazione in tempo reale e in modalità dinamica le imprese richiedenti e gli investitori.
    NO CENTRALE RISCHI:il finanziamento non appare sulla centrale rischi e non aumenta l'esposizione verso il sistema bancario.
    TEMPI MOLTO RAPIDI: pre-valutazione in 48 ore, istruttoria ed erogazione diretta in pochi giorni.
    BENEFICIARI: solo aziende sane e solide di tutti i settori, (escluso agricoltura, allevamento e settore edilizio delle costruzioni immobiliari), con almeno 2 bilanci depositati, fatturato minimo di almeno € 250.000, e con un utile di bilancio già dichiarato che sia sufficiente a garantire la restituzione della rata del finanziamento e comunque con requisiti di liquidità e solidità patrimoniale necessari a far fronte alla restituzione del prestito.
    REQUISITI: solo Srl e Spa con almeno 2 bilanci depositati e fatturato minomo di € 250.000;
    GARANZIE RICHIESTE: nessuna garanzia personale. Nessuna assicurazione.
    PROGETTI FINANZIABILI: tutte le tipologia di progetti di sviluppo e di crescita dell'impresa, ad esempio investimenti, lavori di ristrutturazione, acquisizione di una nuova azienda, finanziamento di beni materiali o immateriali, liquidità, scorte, sviluppo commerciale, ecc….
    IMPORTO FINANZIAMENTO: da € 100.000 a € 5.000.000 con erogazione diretta in pochi giorni senza intervento del sistema bancario.
    CHI SONO GLI INVESTITORI: prestatori privati accreditati, Fondi di investimento privati, investitori istituzionali che investono automaticamente su tutti i progetti una volta approvati attraverso un fondo di investimento. Questa forma mista di investimento garantisce il finanziamento al 100% di tutti i progetti approvati.
    TASSI E COMMISSIONI: sono variabili in base al rating dell'impresa e applicabili previa proposta economica dopo l'analisi del richio e l'approvazione della richiesta  del finanziamento.
    DURATA DEL FINANZIAMENTO: fino a 7 anni.
    VERIFICA ON LINE DEL POSSESSO DEI REQUISITI: con pochi click puoi verificare subito se possiedi i requisiti e ricevere una pre-fattibilità del tutto gratuitamente e senza nessun impegno. 

    VERIFICA ORA DEI REQUISITI 400

     

     

     

  • BREVETTI: dal 30 gennaio 2020 le domande delle imprese per gli incentivi per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto.

    brevetti marchi e trasferimento tecnologicoBREVETTI+: dal 30 gennaio 2020, le micro, piccole e medie imprese, potranno presentare la richiesta di accesso agli incentivi del bando Brevetti+ per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato.
    Oltre alle micro, alle piccole e alle medie imprese, potranno fare domanda per Brevetti+ anche le startup innovative, a cui è riservato il 15% delle risorse stanziate.
    CONTRIBUTO: le agevolazioni prevedono un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 140.000 euro che non può superare l’80% dei costi ammissibili.
    Per gli spin-off accademici e per le iniziative con sede operativa in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia le agevolazioni possono arrivare al 100% dei costi ammissibili.
    DOMANDE: fino ad esaurimento delle risorse.

    CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

ANTICIPO FATTURE IN 3 GIORNI

anticipo fatture 95 in 48 ore

 

 

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

LEGGE LIQUIDITA

 

SMART & START ITALIA

SMART START ITALIA nuove imprese innovative 2019 2020

 

COME IMPORTARE DALLA ROMANIA

IMPORTA DALLA ROMANIA N1 300

NUOVA SABATINI

NUOVA SABATINI 2019 2020

EMERGENZA CORONAVIRUS

CORONAVIRUS ITALIA CONTRIBUTI SERVIZI ASSICURATI

 

FINANZIAMENTI LIQUIDITA' URGENTI

PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA FINO A 800.000 E 5.000.000

 

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

FINANZIAMENTI SMART

FINANZIAMENTI SMART FINO A EURO 60.000

 

NUOVI FINANZIAMENTI AGEVOLATI

nuovi finanziamenti agevolati 2019

 

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2020

 

DECRETO LIQUIDITA'

DECRETO LIQUIDITà FINANZIAMENTI FINO A 800.000 EURO

FINANZIAMENTI DA FONDI PRIVATI DI INVESTIMENTO

FINANZIAMENTI DA FONDI DI INVESTIMENTO

 

FINANZIAMENTI EUROPEI

FINANZIAMENTO GARANTITO CON PROVVISTA BEI

 

CREDITO D'IMPOSTA 50% PER RICERCA E SVILUPPO

CREDITO DI IMPOSTA 300

 

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

START UP INNOVATIVE

SMART START 2019

CHIEDI APPUNTAMENTO

chiedi appuntamento 2 Giallo

STRUTTURE PERMANENTI IN PASI EXTRA UE

UFFICI NEGOZI SHOW ROOM permanenti in paesi extra ue

CERCA

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI.300

 

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

 

ESPANSIONE ALL'ESTERO

mise.internazionalizzazione 2

CONTRATTO DI SVILUPPO TURISTICO

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

CULTURA CREA 2019 LINEA 1

CULTURA CREA nuove imprese dellindustria culturale 2019

CULTURA CREA 2019 LINEA 2

CULTURA CREA SOCIETA IMPRESE GIA COSTITUITE ALMENO DA 3 ANNI DELLINDUSTRIA CULTURALE E TURISTICA 2019 2

CULTURA CREA LINEA 3

CULTURA CREA ONLUS ONG. COOPERATIVE SOCIALI E VOLONTARIATO OPERATIVI NEL SETTORE DELLINDUSTRIA CULTURALE 2019

CONTRATTO DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2018

CONTRATTO DI SVILUPPO INDUSTRIALE

CONTRATTI DI SVILUPPO INDUSTRIALE

RICERCA E SVILUPPO

RICERCA E SVILUPPO SCIENZA DELLA VITA

IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE

INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESE PROMOZIONALI INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE 250

Patrimonializzazione delle Pmi Esportatrici

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PATRIMONIALIZZAZIONE.PMI 250

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

PULSANTE FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CULTURA CREA 2019

CULTURA CREA 2019

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO 2017

START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

Iscriviti alla Newsletter

IMPRESE E COOPERATIVE SOCIALI

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Agevolazioni inserimento sui mercati esteri

INTERNAZIONALIZZAZIONE.CREDITI.ESPORTAZIONE

CERCA

Partecipazione a Fiere

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PRIMA PARTECIPAZIONE.FIERE.E.MOSTRE

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI